Categoria: Frosinone

21 Maggio 2010 0

Cocaina e hashish, due giovani in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Simone P., 25 anni e Antonio B., 20 anni, di Frosinone, è stato notificato dai militari del Reparto Operativo del Comando Provinciale. In più mcircostanze i due avrebbero ceduto a terzi diversi quantitativi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” e, pertanto, tradotti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni. La misura formulata dal P.M. d.ssa CARACUZZO è stata emessa dal GIP d.ssa MARZANO che ha concordato con l’intensa attività investigativa posta in essere dai militari operanti. Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione di Simone P., i carabinieri rinvenivano una scatola in latta, abilmente occultata all’interno della propria cameretta, contenente 83 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e 1,5 grammi di “cocaina”, suddivisa in sei dosi, sottoposta a sequestro. Il Simone P. quindi veniva tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di droga e tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone. ermadei@libero.it

21 Maggio 2010 1

Ancora in gravi condizioni l’operaio schiacciato

Di redazione2

E’ stato ricoverato in gravissime condizioni al Gemelli di Roma l’operaio che ieri sera intorno alle 20 è rimasto coinvolto in un drammatico incidente sul lavoro sulla statale monti lepini a Ceccano. Il ragazzo, 25 anni impiegato esterno presso la ditta Pigliacelli autotrasporti ha subìto un trauma cranico da schiacciamento. Secondo i primi accertamenti effettuati sul posto dagli ispettori della Asl di via Armando Fabi di Frosinone, Valentino F. era intento a riparare un’automobile d’epoca quando è rimasto schiacciato per un guasto al carrello elevatore. La dinamica di quanto accaduto è ancora tutta da accertare quello che invece risulta sicuro sono le condizioni critiche dell’operaio. Il personale Ares 118 ha disposto l’immediato intervento dell’eliambulanza per trasferirlo a Roma. Il mezzo è atterrato in zona Asi poco distante dall’officina teatro dell’incidente. I vigili del fuoco hanno supportato le operazioni di soccorso oltre ad estrarre il ragazzo dal sollevatore, un’operazione disperata tentata fin da subito dai macchinisti dell’officina. E’ stata una corsa contro il tempo per cercare di salvare la vita al giovane operaio che adesso lotta tra vita e la morte nel reparto rianimazione della struttura capitolina. Tamara Graziani

19 Maggio 2010 0

Amianto, il veleno silenzioso che uccide, 352 i casi di tumore nel Lazio

Di redazione2

352 i casi di tumore per esposizione all’amianto registrati nel territorio dal 2001 al 2008.

Si tratta dei dati di Legambiente Lazio, derivati dall’ultimo rapporto del dipartimento di epidemiologia dell’Asl.

E’ stato il presidente di Legambiente Lazio Lorenzo Parlati a presentarli nel corso di una conferenza a tema che si è svolta presso la sala Tevere della Regione.

Sempre secondo i numeri forniti dall’associazione ambientalista, “nel complesso dei 1175 edifici pubblici censiti nel Lazio, sono 2907 le tonnellate di amianto, mentre poco o nulla si sa dei siti dismessi, dei grandi impianti industriali e a pressione e tanto meno della situazione negli edifici privati, industriali e civili.

L’amianto – spiegano da Legambiente – sta causando una strage silenziosa”. “Nella nostra regione – spiega Parlati – ci sono 117 imprese che smaltiscono amianto: 86 in provincia di Roma, due in provincia di Rieti, dieci a Frosinone, cinque di Viterbo e 14 di Latina. A fronte di questo non ci sono invece gli impianti autorizzati per lo smaltimento, ciò vuol dire che tutto ciò che produciamo nel Lazio va a finire in Germania, rischiando di alimentare un mercato illegale di piccole ditte che si inseriscono in queste carenze”.

Tamara Graziani

19 Maggio 2010 0

Cinque auto distrutte in tre incendi diversi sotto l'”ombra” del dolo

Di redazione

Auto in fiamme, nella notte tra Alatri e Ferentino. Ben tre veicoli sono andati distrutti in tre diversi incendi che si sono sviluppati in aptrettanti luoghi, non molto distanti l’uno dall’atro, nel giro di circa mezz’ora. Il primo episodio ha visto i vigili del fuoco intervenire alle 22.15 in una autofficina di Alatri in via Mola Santamaria. Le fiamme avevano già avvolto un camion, una vecchia auto e un’atra vettura in riparazione. Imezzi sono andati distrutti e i vigili del fuoco avrbbero trovato elementi per stabilire che le fiamme sono state di natura dolosa. Pochi minuti dopo l’emergenza si è spostata in un autosalone a Ferentino dove stava bruciando una Bmw nuova, e pochi minuti dopo, nuova corsa dei vigili del fuoco a Tecchiena di Alatri dove nel parcheggio della Chiesa del Castello è stata distrutta una Golf. Negli ultimi due casi non sarebbero stati trovati indizi per avvalorare il dolo, ma è forte il sospetto che ad appiccare gli incendi sia stata la stessa mano. ermadei@libero.it

17 Maggio 2010 0

Maltempo / Allarme nelle campagne ciociare, a rischio le produzioni di frutta e mais

Di redazione2

E’ allarme nelle campagne della Ciociaria per l’ondata di maltempo che sta caratterizzando questo mese Maggio. Temporali e grandine persistenti stanno causando danni irreversibili alle coltivazioni in fase di crescita o raccolta. La sofferenza riguarda in particolar modo sono i frutteti. La pioggia potrebbe causare un calo delle produzioni del 20 per cento di patate e del 10 per cento di mais con semine da rifare su un terzo del territorio della provincia. Le api restano senza nettare per effetto della pioggia incessante durante la fioritura primaverile, non riescono a raggiungere il polline dei fiori indispensabile per la produzione di miele e la riproduzione delle piante. Questa la stima della Coldiretti soprattutto considerando il bollettino meteo emesso dalla Protezione Civile per le prossime ore. Le condizioni meteorologiche sono avverse per via di una vasta perturbazione atlantica che si estende dalla Groenlandia fino alle isole Canarie e che coinvolgerà il bacino del Mediterraneo. La pioggia di primavera è arrivata dopo un inverno che – sottolinea Gianni Lisi direttore della Coldiretti di Frosinone – si è posizionato al secondo posto (dopo quello dello scorso anno) nella classifica dei piu’ piovosi degli ultimi 30 anni. I dati sono quelli forniti dall’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima (Isac). IL vento forte, le piogge violente e le grandinate hanno compromesso anche le semine del mais e del pomodoro. Arrivano segnalazioni un po’ a macchia di leopardo dal territorio decine infatti le aziende che denunciano danni ingenti a frutteti, vigneti ma anche a mais per effetto del nubifragi con caduta di grandine. Le ripercussioni si avranno a breve con l’aumento del costo di questi prodotti.

Tamara Graziani

16 Maggio 2010 0

Promotori referendum acqua pubblica, 10mila firme in 15 giorni

Di redazione

Dal comitato promotore referendum acqua pubblica riceviamo e pubblichiamo “A soli 15 giorni dall’avvio della campagna referendaria sui tre quesiti per la ripubblicizzazione dell’acqua proposti dalla più grande e trasversale coalizione sociale che l’Italia ricordi, in provincia di Frosinone sono già state superate le 10.000 firme. Un risultato straordinario tanto più se si considera che sono stati interessati solo 26 dei 91 comuni con una percentuale del 65% della popolazione totale. Un risultato straordinario che la dice lunga su come la pensino i cittadini della provincia di Frosinone debba essere gestito un bene prezioso come l’acqua. Come Comitato Referendario diciamo che siamo solo all’inizio, confortati oltre che dalla mobilitazione di associazione, comitati, organizzazioni e semplici cittadini, dalla discesa in campo direttamente delle amministrazioni locali. Alla stato registriamo l’impegno diretto nella campagna dei Comuni di Alatri, Pofi, Serrone, Torrice, Veroli e la collaborazione e attenzione di una miriade di altri amministratori che si rendono disponibili non solo come autenticatori delle firme ma come promotori della raccolta. Nelle prossime settimane ci attendiamo che altre amministrazioni si aggiungano all’elenco e che temiamo già di indicare per difetto e ce ne scusiamo. Particolare importanza rivestono le delibere, approvate entrambe all’unanimità, dal Consiglio Comunale di San Donato Val di Comino prima, il 19/03/2010 e successivamente da quello di Veroli in data 27/04/2010. Con queste delibere gli enti in questione hanno modificato lo Statuto indicando il Servizio Idrico privo di rilevanza economica da gestire pubblicamente. Come Comitato auspichiamo che questo esempio sia seguito dal maggior numero possibile di Comuni e in questo senso ci adopereremo nelle prossime settimane. Occorre sottolineare che non bisogna abbassare la guardia; che prima di pagare le bollette è necessario fare i dovuti, rigorosi controlli sul consumo e sulle tariffe applicate. Per qualsiasi chiarimento rivolgersi ai nostri sportelli. Un risultato straordinario, insomma, ma affatto inaspettato: la storia di anni di gestione privata ad opera di ACEA ATO 5 S.p.A. è il miglio incentivo a firmare i nostri quesiti referendari. Questi referendum sono inequivocabilmente una sentenza di condanna inappellabile ed è intenzione di questo Comitato far pesare le firme dei cittadini in ogni sede ove debbano essere assunte decisioni che determinino il destino della gestione di un bene indispensabile alla vita come l’acqua”.

16 Maggio 2010 0

“La doppia storia del soldato” interpretata dalla Compagnia teatrale dell’Appeso

Di redazione

La “Compagnia Teatro dell’Appeso”, presenterà mercoledì 19 maggio 2010 alle ore 21:00, presso il CineTeatro ARCI, sito in Via Pierluigi da Palestrina n° 16 a Frosinone (dietro la stazione ferroviaria), “La doppia storia del soldato”, lettura scenica elaborata ed eseguita da Alfonso Cardamone e Amedeo di Sora, autori dell’omonima pubblicazione da pochi giorni uscita alle stampe per i tipi di “Graffinrete”. La lettura si avvale della complicità di Stefania Maciocia e Patrizia Minatta. La serata verterà sui rifacimenti teatrali di Cardamone e Di Sora ispirati alla fiabistica di Afanasjev. In essi è la figura del “povero soldato” che, con la massima naturalezza, incontra colloquia e interagisce con il diavolo, accettando di giocarsi con lui il proprio destino. Volta per volta sconfitto e rassegnato, confuso o raggirato, lascia però intravvedere, sullo sfondo, il miraggio di una possibile redenzione attraverso una sulfurea rivolta libertaria.

15 Maggio 2010 0

La guerra del latte, martedi 600 allevatori ciociari protestano davanti alla centrale del latte di Roma

Di redazione2

“Il negoziato con la Centrale del Latte di Roma è fallito, siamo costretti a scendere in piazza”. Dalla Ciociaria saranno oltre 600 i produttori di latte che martedì protesteranno dinanzi alla Centrale del latte di Roma.

A confermarlo il direttore provinciale Gianni Lisi che, ha preso parte, con il presidente Loris Benacquista ed alcuni dirigenti, alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione di protesta indetta da Coldiretti Lazio.

La Centrale ignora gli appelli dei produttori laziali ma intanto impone le sue tariffe di vendita, talmente inadeguate da non permettere nemmeno la copertura delle spese di produzione”. Oltre duemila gli imprenditori agricoli che raggiungeranno da tutti i capoluoghi i cancelli della Centrale del Latte, per “la più grande manifestazione di protesta mai esistita,con trattori e mucche al seguito”. L’obiettivo dei giorni scorsi era quello di arrivare ad un accordo con la Centrale del Latte sul prezzo di acquisto a litro. Considerando che non ci sono state risposte, e che, è stato invece, deciso un abbassamento ulteriore i produttori alzano le bandiere. Il costo ideale dovrebbe essere almeno di 42 centesimi (più iva) al litro, contro i 0,35,40 siglati dal recente accordo, che la categoria rifiuta.

Tamara Graziani

15 Maggio 2010 0

Niente gite fuoriporta, oggi e domani piogge e grandinate

Di redazione2

Un fine settimana di precipitazioni su tutta la provincia di Frosinone. Previste nelle prossime ore Isolate grandinate. Per quanto riguarda le temperature: minima +11 massima +19 La situazione per la Domenica resta invariata con rovesci di pioggia forti al mattino su tutta la Provincia associati a locali manifestazioni temporalesche. Isolate grandinate. Piogge sparse al pomeriggio. Le temperature scenderanno di un grado la minima +10 massima +18. La ripresa della settimana sarà molto variabile sulla base dei modelli matematici al vaglio della protezione civile di Frosinone. Saranno frequenti i cambi del tempo nella stessa giornata e per più volte. Temperature leggermente sotto la media del periodo. Ulteriore peggioramento in vista da Venerdi e nel fine settimana.

Tamara Graziani *si ringrazia il dipartimento meteo della protezione civile di Frosinone

14 Maggio 2010 1

Schianto in sella alla moto, è morto in ospedale nella notte Davide Silenzi, 24 anni di Frosinone

Di redazione2

E’ deceduto per le gravi ferite riportate alla testa e al torace Davide Silenzi 24 anni di Frosinone. Si tratta del giovane centauro rimasto coinvolto ieri sera in un terribile scontro frontale mentre percorreva via san Gerardo a bordo della sua Honda Hornet. Poco dopo le 19.00 il ragazzo ha impattato con un’alfa 33 che procedeva in senso opposto. Davide Silenzi nell’urto è sbalzato dalla sella carambolando diversi metri sull’asfalto. Sembra che da parte dell’automobilista dell’alfa ci sia stato un tentativo di evitare la moto. E’ stato lui a chiamare i soccorsi. Sul posto i sanitari dell’ Ares 118 che hanno disposto il trasferimento del 24 enne in eliambulanza a Roma. La corsa contro il tempo al San Camillo non è bastata a salvare la vita del giovane che in queste ore è spirato. Via san Gerardo è rimasta chiusa al traffico veicolare per un’ora al fine di consentire alle forze dell’ordine di effettuare i rilievi di rito e liberare la carreggiata. Spetta ora agli agenti della polizia municipale ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto e riconoscere le responsabilità di questa ennesima tragedia sull’asfalto. Tamara Graziani