Giorno: 23 gennaio 2009

23 gennaio 2009 1

Ordinanza di chiusura per la discoteca Bellavita

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non aveva le necessarie autorizzazioni, il locale non era a norma e non rispettava i diritti d’autore. Per questo i carabinieri della compagnia di Cassino hanno notificato, oggi al titolare della discoteca Bellavita di Cervaro, l’ordinanza di sospensione delle attività fino a quando non avrà ottemperato a a tutte le inadempienze. I controlli sono stati svolti, oltre che dai militari al comando del capitano Adolfo Grimaldi, anche dai colleghi dell’Ispettorato del Lavoro di Frosinone e dal personale Asl di Cassino. Hanno accertato la mancanza di autorizzazioni per esercitare l’attività di discoteca, la violazioni della normativa sul lavoro, sul servizio di prevenzione e sicurezza ambiente lavoro, la mancanza dei requisiti igienico-sanitari e violazione normativa Siae. Per questo sarebbero state elevate sanzioni amministrative per oltre centomila euro.

23 gennaio 2009 0

Proiettili inviati per posta a quattro sindaci della Val Comino

Di redazione

Quattro proiettili sono stati inviati per posta ad altrettanti sindaci della Val Comino. Le buste contenenti ciascuna quello che sembra essere un proiettile da guerra, sarebbero state recapitate tutte, alcuni giorni fa, al sindaco del comune di Casalvieri. Lo stesso sindaco, nella mente del mittente, avrebbe dovutre smistare le altre lettere al sindaco di San Donato, Villa Latina e Atina. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Cassino e della compagnia di Sora. Pochi gli indiziu su cui lavorare. Le poche parole scritte sarebbero state realizzate con l’ausilio di un righello. Gli investigatori, pur non escludendo alcuna pista, ritengono che il messaggio minatorio, sia opera di un mitomane.

23 gennaio 2009 0

Elezioni del 6-7 giugno, 20 milioni di Italiani alle urne

Di redazione

Nelle Marche si voterà per il rinnovo dei Consigli provinciali di Ascoli Piceno, Macerata, Fermo, e Pesaro-Urbino. In Umbria si andrà al voto a Perugia e Terni, nel Lazio a Frosinone, Latina e Rieti. In Abruzzo alle urne le Province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo, in Molise quella di Isernia. Il voto interesserà complessivamente 34 milioni 461mila 988 abitanti. In Campania turno elettorale provinciale per Avellino, Napoli e Salerno; in Puglia al voto Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Lecce e Taranto. In Basilicata cittadini alle urne per rinnovare i Consigli provinciali di Matera e Potenza e in Calabria per quelli di Cosenza e Crotone. I Comuni con più di 15mila abitanti, dove si voterà con il sistema proporzionale, sono 216, di cui 27 capoluogo: Biella, Verbania e Vercelli in Piemonte; Bergamo e Cremona in Lombardia; Padova in Veneto; Imperia in Liguria; Bologna, Ferrara, Forlì, Modena e Reggio Emila in Emilia Romagna; Firenze, Livoro e Prato in Toscana; Perugia e Terni in Umbria; Teramo in Abruzzo; Campobasso in Molise; Avellino in Campania; Bari, Brindisi e Foggia in Puglia; Potenza in Basilicata; Caltanissetta in Sicilia. Quelli con una popolazione inferiore ai 15mila abitanti (maggioritario a turno unico) sono 4.076. In totale, il voto riguarda 20 milioni di abitanti.

23 gennaio 2009 3

Gettano rifiuti per strada e vengono arrestati

Di redazione

Sono stati sorpresi mentre scaricavano materiale inerte e per questo sono stati arrestati dai carabinieri. E’ accadito a Roccadevandro dove, a finire in manette per aver abbandonato in un terreno in località Casamarina circa 10 quintali di calcinacci, sono stati due uomini di 35 anni, uno di Cassino e l’altro residente nello stesso comune del casertano. Dal loro camion avevano appena gettato tutto il materiale residuo di un cantiere edile di San Vittore del Lazio. Sono quindi rimasti vittime di quella legge in vigore solo in Campania, che punisce con l’arresto chi getta rifiuti in strada. Se lo avessero fatto alcuni chilometri prima, verso Cassino, sarebbero stati solamente denunciati. Oggi subiranno il processo per direttissima.

23 gennaio 2009 6

Il calendario sexy di Rita va a ruba

Di redazione

Va a ruba il calendario sexy (Guarda la VideoNotizia e leggi Il Punto di Vista) realizzato da Rita Gaglione per pubblicizzare il suo bar, il Rock Cafè in via Adige a Cassino. La 35enne ha ritirato ieri le prime 50 copie del calendario che, mese per mese, la ritraggono in foto sexy scattate all’interno del suo bar. Molte erano gia state prenotate, le altre sono andate via anche grazie al clamore della notizia pubblicata da molti giornali. Pronta la ristampa, intanto lei si dice sorpresa da tanto successo, ma ancheorgogliosa di aver trovato il coraggio per una iniziativa così originale, ma anche redditizia. Oltre alla pubblicità,infatti, il calendario gli procura degli utili dato che costa 10 euro.

23 gennaio 2009 0

Con il volto devastato dalle fiamme

Di redazione

E’ arrivato in ospedale a Cassino con il volto devastato dalle fiamme. Si tratta di un 30enne residente a Mignano Montelungo che, ieri pomeriggio, per rinvigorire il fuoco del suo camino, ha utilizzato l’incauto sistema di gettarvi sopra dell’alcool etilico. Il ritorno di fiamma gli ha fatto esplodere in contenitore di plastica che aveva in mano ed è rimasto ustionato al volto ed agli arti superiori. Probabilmente solo in casa, si è messo al volantre della sua auto e, da Mignano, ha guidato fino all’ospedale Santa Scolastica di Cassino. I sanitari lo hanno soccorso e lo hanno poi trasferito nel reparto di chirurgia dell’ospedale Del Prete di Pontecorvo dove è rimasto in osservazione. Il 30enne ha riportato ustioni di primo e secondo grado al volto e alle mani.

23 gennaio 2009 0

Il calendario sexy di Rita

Di redazione

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/01/calendario-sexy-1.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/01/video-calendario-sexy.jpg /]