Giorno: 10 ottobre 2010

10 ottobre 2010 0

Animali uccisi da boccani avvelenati, l’AIDDA mette in campo una task force

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Parte la nuova task force degli esperti AIDAA con lo scopo di raccogliere le segnalazioni relative agli animali uccisi e intossicati dai bocconi avvelenati, e dalle altre forme di veleno che vengono sparsi nei parchi e nei luoghi pubblici. Potranno rivolgersi alla task force di AIDAA tutti coloro i quali avranno avuto i cani avvelenati dai bocconi killer ma anche coloro il cui avvelenamento dei propri animali domestici possa esser fatto risalire a prodotti sparsi in sede di derattizzazione o di disinfestazione di luoghi pubblici e privati. Alla task force di AIDAA potranno pervenire anche segnalazioni di persone a conoscenza di fatti che possono essere fatti risalire allo spargimento di bocconi avvelenati ma anche a casi di animali avvelenati da derattizzazioni effettuare erroneamente e da procedure scorrette di disinfestazione con prodotti non regolari. La questione dei bocconi killer e degli avvelenamenti di animali domestici in seguito a procedure errate di derattizzazione e di disinfestazioni di parchi pubblici e privati è una questione ancora molto diffusa nonostante almeno per quanto riguarda lo spargimento dei bocconi avvelenati o l’istigazione allo spargimento (come nel caso dei volantini rinvenuti nei comuni della provincia di Frosinone) siano reati penali. La distribuzione di bocconi killer uccide ogni anno migliaia di animali in particolare cani, gatti ma anche volatili e piccoli roditori oltre alle talpe la cui morte è da far risalire all’uso degli antricrittogrammici in agricoltura. Diverse migliaia anche le segnalazioni riguardanti animali domestici avvelenati a causa dell’errata diffusione dei topicidi e delle sostanze disinfestanti per i parassiti delle piante. “Noi abbiamo costituito un gruppo di controllo e di monitoraggio del fenomeno dei bocconi killer che purtroppo nonostante la buona volontà dei nostri legislatori non è assolutamente stato risolto- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- la gente potrà inoltrarci le segnalazioni che a nostra volta inoltreremo alle forze dell’ordine, alle asl ed alla polizia locale del comune da dove giungono le segnalazioni, siccome abbiamo paura che molte delle segnalazioni finiscano in fondo ai cassetti e che sono in pochi coloro che hanno interesse a dar seguito a queste segnalazioni nei casi più gravi non mancheremo di girare le segnalazioni sia alla stampa locale o nazionale che ai Nas dei Carabinieri. Quello che vogliamo ottenere- continua Croce- è un monitoraggio costante e completo del fenomeno in modo da poter avere un quadro completo per aiutare le autorità competenti a mettere in campo le iniziative di repressione, ma anche e soprattutto di prevenzione del fenomeno”.

10 ottobre 2010 0

Regione Lazio, interrogazione sulla gestione del ciclo dei rifiuti radioattivi

Di redazione

Interrogazione sulla gestione del ciclo dei rifiuti radioattivi nella Regione Lazio Viene presentata oggi alla Pisana una interrogazione urgente a risposta scritta a firma dei Cons. Reg. Anna Maria Tedeschi, Vincenzo Maruccio e Claudio Bucci, con la quale si chiede agli Assessori ai rifiuti e all’ambiente di conoscere esattamente le procedure in vigore nella Regione Lazio per la gestione del ciclo dei rifiuti radioattivi. Qualche mese fa è esploso il caso dei rifiuti radioattivi presenti nei compattatori dei rifiuti solidi urbani che scaricano alla SAF di Colfelice. E’ stata attivata una procedura ad hoc per la loro individuazione all’interno dei compattatori, lo stoccaggio in zona specifica all’interno del perimetro della SAF, la definizione del tempo di decadimento della radioattività. Con l’interrogazione presentata si richiede se la procedura attivata è in linea con la normativa regionale e nazionale. In particolare si richiede di conoscere attraverso quali procedure e controlli si gestiscono attualmente i rifiuti radioattivi prodotti da strutture ospedaliere pubbliche, cliniche private convenzionate e tutte le altre strutture sanitarie, quali per es. i centri diagnostici pubblici e privati, ubicati nella nostra Regione. Con questa interrogazione si intende far chiarezza sulla normativa regionale attualmente vigente in materia di rifiuti radioattivi qualunque sia la fonte. Si richiede inoltre di conoscere quali siano le misure di monitoraggio attivate in prossimità dei centri di stoccaggio dei rifiuti radioattivi. La materia è delicata e molto pericolosa, il timore che in presenza di vuoti legislativi si approntino procedure discutibili per tamponare situazioni di criticità non opportunamente gestite in via preventiva, rende urgente una risposta da parte degli Assessori Regionali preposti.

10 ottobre 2010 0

Calcio Cassino, gli azzurri superano in casa la Nuova Itri

Di redazione

Asd Cassino – Nuova Itri 1-0 Il Cassino coglie un’altra preziosissima vittoria al Salveti che gli consente di compiere un balzo in avanti e di posizionarsi nella parte alta della classifica del girone D di Promozione. Dopo la vittoria interna col Sezze ed il pari a reti bianche in casa della Nuova Circe, al termine di una gara combattuta è arrivato il terzo risultato utile consecutivo: è bastata una zampata del bomber Simone Marsella a piegare le velleità di una Nuova Itri che ha dimostrato di disporre di un ottimo potenziale senza riuscire però a superare il muro difensivo eretto da un Cassino tutto grinta, cuore ed autore della solita impeccabile prestazione tattica. Gli ospiti sono partiti subito forte: al secondo minuto Mallozzi si è messo in evidenza con una conclusione deviata in angolo dopo una serpentina in area cassinate. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Calenzo ha colpito di testa mandando fuori da pochi passi. Il Cassino si è affacciato dalle parti di Paduano prima con una punizione di Raia, poi con uno scambio Russo-De Luca che ha portato quest’ultimo alla conclusione di destro finita alta. Gli azzurri col passare dei minuti hanno guadagnato metri e fiducia: al 35’ ci ha provato Lombardi con una conclusione dalla distanza bloccata dall’estremo difensore pontino. E’ stato solo il preludio alla rete che ha deciso il match realizzata due giri di lancette più tardi da Marsella, abile ad appoggiare alle spalle di Paduano da pochi passi un perfetto assist servito da De Luca che ha preso palla sulla fascia sinistra, si è liberato in dribbling di Fragione ed ha messo al centro per il piatto sinistro vincente del suo compagno di reparto. Alla ripresa delle ostilità la Nuova Itri ha tentato da subito di pervenire al pareggio con un atteggiamento offensivo che ha aperto spazi interessanti per il contropiede azzurro. Al 52’ D’Aguanno ha bloccato senza difficoltà una punizione dal limite di Mallozzi: sul rinvio del portiere cassinate De Luca ha sbagliato il controllo solo davanti a Paduano. I pontini hanno cominciato a spingere sull’acceleratore: il tecnico Pernice a questo punto ha tentato la carta Milo che si è lasciato anticipare da Palombo su una mischia in area. Il forcing della Nuova Itri viene spezzato da un contropiede di De Luca che ha trovato il subentrato Bucolo libero di calciare in area da posizione invitante: sulla conclusione deviata dell’esterno cassinate si è avventato Marsella che ha fallito il comodo raddoppio, innescando una ripartenza ospite che ha visto Palumbo servire l’accorrente Milo in area che di testa ha indirizzato la sfera nell’angolo alto trovando una plastica e spettacolare risposta di D’Aguanno. Al termine di quattro minuti di recupero, il triplice fischio dell’arbitro ha sancito una sofferta e meritata vittoria per il Cassino che sale a quota nove in classifica e che sulle ali dell’entusiasmo mercoledì tenterà il passaggio ai sedicesimi di Coppa Italia nel ritorno in casa del Ciampino.

Cassino: D’Aguanno, Palombo, Tomas, Raia, Capocci, Fiorentini, Palma(89’Bucolo), Russo, Marsella(90’Tarabonelli), De Luca, Lombardi(81’Macari). A disp: Pocino, Vendittelli, Raponi, Lata. All: Scorsini.

Nuova Itri: Paduano, Fragione, Vendittozzi(60’ Milo), Di Tata, Nofi, Calenzo, Palumbo, Pelliccia(58’Cicala), Masino, Mallozzi, Cocco(72’Cepparulo). A disp: Ciamuso, Mastroianni, Del Bove, Filosa. All: Pernice.

Arbitro: Giuli della sezione di Roma1. Assistenti: Ciucciovino e Pasquariello della sezione di Ostia. Marcatori: 37’ Marsella(C). Ammoniti: Palombo, Fiorentini(C). Note. Giornata soleggiata, spettatori 300 circa.

10 ottobre 2010 0

Meteo, piogge e vento forte sulle regioni centro meridionali

Di redazione

“La vasta perturbazione di origine atlantica che ha causato negli ultimi giorni grande instabilità sull’Europa occidentale, sta ora interessando la Sardegna per estendersi nelle prossime ore alla Sicilia e successivamente alle regioni meridionali ed alle centrali tirreniche, causando tempo fortemente perturbato associato anche ad una forte ventilazione nei bassi strati. Su tali aree, per le prossime ore, si prevedono anche temporali di forte intensità. Sulla base dei modelli disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello già diffuso nella giornata di ieri e che prevede dalle prime ore della giornata di domani, lunedì 11 ottobre 2010, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità dapprima sul centro della penisola in estensione alle regioni meridionali. I fenomeni saranno accompagnati da attività elettrica e forti raffiche di vento. Spireranno inoltre, su tutta la penisola, venti forti, di origine settentrionale sulla Liguria e dai quadranti orientali, con raffiche fino a burrasca, specie sulle zone costiere, sulle regioni centro-meridionali. Possibili mareggiate lngo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

10 ottobre 2010 0

Precipita dal quinto piano, bimbo di due anni resta illeso

Di redazione

Precipita dal quinto piano ma resta incolume. Una storia che ha del miracoloso se si pensa che il protagonista è un bambino di 2 anni. Alle 12 di oggi il piccolo, per cause ancora non chiare, è precipitato dal balcone di casa in viale Europa a Frosinone. Il babino immediatamente soccorso è stato trasportato in ospedale ma i medici, dopo averlo sottoposto ad esami radiodiagnostici non gli hanno riscontrato traumi.

10 ottobre 2010 0

Cade da un albero, 70enne in gravi condizioni

Di redazione

E’ cadutoi da un albero di fichi mentre stava potando i rami. L’incidente è avvenuto nella tarda mattinata di ieri a Sant’Apollinare (Fr). L’uomo di circa 70 anni, si era arrampicato per tagliare dei rami morti quando, improvvisamente, è caduto battendo la testa al suolo. Immediti i soccorsi. Un’ambulanza ha trasportato il ferito in ospedlae a Cassino e da lì, a causa del trauma cranico, è stato elitrasportato a Roma. Er. Amedei

10 ottobre 2010 0

Lavoro nero nel night club, multa salata per il titolare

Di redazione

A Selva D’Altino (Ch) i carabinieri del Nucleo Operativo di Lanciano insieme a quelli di casoli e dell’Ispettorato del Lavoro di Chieti, coordinati dal capitano Geremia Lugibello, hanno controllato il night club “Sirenetta” ove si esibiscono ragazze in spettacoli o intrattenimento alla clientela. Sono state identificate una quindicina di esse, proveniente dai Balcanio o dalla Repubblica Dominicana. Alcune di loro lavorava senza una regolare assunzione e senza comunicazione al Centro per l’Impiego. per tale motivo al gestore L.R. 54enne molisano, gli è stata elevata una sanzione amministrativa di circa 20.000 euro e la chiusura immediata dell’attività.

10 ottobre 2010 0

Controlli ai raccoglietori di ferro, un arresto

Di redazione

Giorni intensi per l’Arma dei carabinieri a Lanciano: nel corso dei controlli ai raccoglitori di ferro a Casoli i Carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto Florica Iancu, 37enne residente a Montesilvano (Pe); la ragazza doveva scontare un anno e sei mesi di reclusione per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. L’ordine di carcerazione gli è stato notificato ma la stessa ha beneficiato della sospensione di trenta giorni dell’esecuzione. A Lanciano i militari della Radiomobile hanno arrestato Di Marco Berardino 40enne del luogo, pregiudicato agli arresti domiciliari. E’ stato acciuffato mentre andava in giro invcece di essere a casa. L’uomo poteva usufruire di permessi per seguire l’attività lavorativa (gestisce un’edicola) ma invece di rientrare all’orario previsto si era trattenuto oltre il consentito.