Giorno: 29 ottobre 2010

29 ottobre 2010 0

Soldi e formazione per il comparto sanità della Asl chietina

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Mantenuti gli impegni assunti con le organizzazioni sindacali sul tema delle progressioni economiche del personale del comparto. Buone notizie, dunque, per i dipendenti della Asl Lanciano Vasto Chieti, grazie all’attribuzione delle fasce, adempimento contrattuale che prevede l’attribuzione di un beneficio economico a una parte del personale che ne matura il diritto in base ai titoli di carriera e alla valutazione professionale espressa dai dirigenti. All’incontro sindacale, in corso di svolgimento presso la Sala riunioni dell’Ospedale di Chieti, la Direzione Aziendale ha presentato la graduatoria stilata in base ai suddetti criteri, che «premia» circa il 30% del personale della ex Asl di Chieti, mentre quella di Lanciano-Vasto arriverà entro dicembre, dopo che avranno terminato il lavoro le tre commissioni nominate per esaminare le domande pervenute. Si tratta di procedure separate, che discendono da due diversi accordi aziendali adottati prima della fusione, e che pertanto saranno portate a compimento in due diversi momenti anche se immediatamente successive l’una all’altra. Con il fondo a disposizione, riferito alle annualità 2006-2007, la progressione interesserà circa il 30% del personale, una percentuale che potrà essere raddoppiata con l’attribuzione del fondo 2008, ben più sostanzioso, e che permetterà di estendere il numero degli aventi diritto. Ai sindacati, inoltre, è stato presentato il nuovo «Corso di sviluppo delle capacità di governance dei processi assistenziali», riservato alle professioni sanitarie: «La valorizzazione delle risorse umane rappresenta un must di questa Direzione – sottolinea il manager Francesco Zavattaro –. In particolare vogliamo investire sulle competenze infermieristiche, che rappresentano uno snodo importantissimo nelle funzioni assistenziali. Il nostro obiettivo è mettere gli operatori in condizione di prendere coscienza del loro ruolo nella realtà sanitaria attuale, e costruire insieme un sistema più efficiente e in grado di umanizzare davvero le cure».

29 ottobre 2010 0

Scoperti 6 lavoratori in nero. Denunciato il gestore di una discoteca

Di redazione

Nel corso dell’ultimo fine settimana, i controlli della guardia di finanza di Chieti hanno riguardato principalmente alcune discoteche del teatino. Nello specifico sono stati scoperti 6 lavoratori non in regola, di cui due come animatori, due intenti alla somministrazione di alimenti e bevande, uno intento al rilascio di biglietti e un altro come DJ. Il gestore del locale è stato segnalato alle Autorità competenti ai sensi dell’art. 666 del C.P. per chiare e palesi inosservanze alla legislazione sul lavoro, sanitaria e di pubblica sicurezza per il mancato possesso delle autorizzazioni di P.S. e comunali previste per lo svolgimento di manifestazioni da intrattenimento e di pubblici spettacoli.(Per alcune delle gravi violazioni riscontrate è previsto anche la chiusura del locale.) Il servizio svolto si inquadra nella più vasta attività posta in essere dalla Guardia di Finanza a contrasto agli illeciti economici legati allo sfruttamento di lavoratori irregolari o in nero-attività da ultimo anche definita con la Convenzione stipulata in data 26.10.2010 tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero del lavoro e Politiche Sociali per la cooperazione nel settore tra i Reparti del Corpo e le Direzioni Provinciali del Lavoro- e per la tutela della sicurezza sugli ambienti di lavoro in quanto il lavoro nero e/o irregolare non solo rappresenta un ostacolo alla crescita economica-sociale del territorio ma costituisce una grave minaccia per la sicurezza del lavoro.

29 ottobre 2010 0

La flotta aerea antincendio cambia gestione

Di redazione

A seguito della comunicazione con cui la società Sorem, che gestisce la flotta dei Canadair della Protezione civile nazionale, dichiara di non essere più in grado di garantire il rispetto delle norme contrattuali che prevedono il quotidiano schieramento di un determinato numero di mezzi aerei a seconda delle situazioni e della pericolosità collegata al rischio incendi boschivi, sarà risolto il contratto che lega il Dipartimento della Protezione civile alla stessa società Sorem. L’attività amministrativa in corso non pregiudica comunque la copertura dell’intero territorio nazionale da adeguate risorse aeree dello Stato specifiche per la lotta agli incendi boschivi. Viene inoltre assicurato dal Dipartimento della Protezione civile tutto l’impegno per fornire le tutele necessarie al personale di volo e a quello tecnico addetto alla manutenzione della Sorem e della San, che il Dipartimento ringrazia per il senso di responsabilità che anche in questi frangenti sta dimostrando.

29 ottobre 2010 0

Campo Catino, il Comune chiede la gestione degli impianto di risalita

Di redazione

La giustificata apprensione trasmessa anche attraverso articoli di stampa circa l’esito della imminente stagione sciistica di Campo Catino non dipenderà da un “accordo” tra il Consorzio di Campocatino e il Comune di Guarcino. Il Comune di Guarcino, infatti, ha deciso di non aderire alla proposta di trasformare il Consorzio di Campocatino in una società di capitali in data 15 ottobre 2010 ed ha formalmente chiesto al Consorzio di porre in essere tutti gli atti per assegnare al Comune di Guarcino gli impianti di risalita e delle strutture necessarie e connesse alla loro gestione esistenti nella stazione sciistica, per non compromettere la stagione sciistica 2010-2011. Il Consorzio, come richiesto dal Comune di Guarcino, ha sollecitamente indicato il nome del legale incaricato di trovare le modalità tecnico-legali per attribuire al Comune di Guarcino gli impianti di risalita e le strutture necessarie connesse alla loro gestione. Pertanto la posizione del Consorzio è chiarissima ed altrettanto quella del Comune. Il Comune di Guarcino ha fatto una scelta e il Consorzio ha adempiuto a quanto doveva.

29 ottobre 2010 0

Commesso ruba soldi dalla cassa, denunciato dal proprietario

Di redazione

A conclusione indagini attivate dalla denuncia di un commerciante di Venafro, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Isernia, un 30enne, commeso del negozio, che aveva in più occasioni prelevato furtivamente dalla cassa dell’esercizio pubblico, ove lavorava, denaro contante per ben 4000 (quattromila) euro.

29 ottobre 2010 0

T-Red ancora sotto indagine, la procura acquisisce documenti

Di redazione

Un sitema elettronico per rilevare infrazioni stradali, tra i più discussi della provincia, torna di interesse della procura della Repubblica di Cassino. E’ il Tred sulla via Casilina nel territorio di Piedimonte San Germano. Lo strumento scattava fotografie alle auto che attraversano l’incrocio con il rosso. Da un anno, però, la prefettura ne aveva ordinato lo spegnimento anche perché era l’interro sistema ad essere in discussione anche in altre parti di Italia. Centinaia di automobilisti avevano fatto ricorso perchè non erano chiari i tempi di durata del colore giallo. Questa mattina, su ordine della magistratuira Cassinate, gli agenti della polizia stradale del distaccamento di Cassino, hanno prelvato in comune tutta la documentazione relativa proprio all’apparecchio. Probabilmente si cercano eventuali responsabilità. Er. Amedei

29 ottobre 2010 0

Avvocato freddato, Di Mambro resta in carcere: “Mi dispiace per il figlio rimasto orfano”

Di redazione

Udienza di convalida senza alcuna sorpresa, questa mattina in carcere, per Natalino Di Mambro, il pensionato 66enne reo confesso dell’omicidio dell’avvocato Massimo Pallini. Il Giudice per le udienza preliminare del tribunale di Cassno non ha accolto le richieste presentate dall’avvocato Raffaele Papa, legale di Di Mambro, di concedere all’indagato gli arresti domiciliari motivando tale richiesta in considerazione del fatto che l’indagato, essendosi consegnato spontaneamente non farebbe temere per il pericolo di fuga; le prove sarebbero state tutte acquisite e quindi mancherebbe anche il pericolo di inquinamento delle prove; anche la reiterazione del reato sembra improbabile anche perché, quello che voleva commettere, purtroppo lo ha compito e se avesse avuto il coraggio di fare altro, lo avrebbe fatto prima di consegnarsi. Il Gip, però, lo ha lasciato in carcere a Cassino. Neanche le precarie condizioni fisiche dell’uomo lo hanno convinto. Di Mabro, infatti, che zoppica a causa di danni perenni lasciati da una poliomelite che lo ha colpito poco diopo la nascita, deve ingerire farmaci di diverso genere. L’uomo, inoltre, avrebbe confermato di essersi pentito per quanto accaduto, ma solo perché ha lasciato orfano un bambino di dieci anni, un bambino con cui l’uomo parlava spesso quando, in momenti sereni, lo incontrava nella sala d’aspetto dello studio legale, lo stesso dove, mercoledì pomeriggio alle 16, Di Mambro ha ucciso il padre con quattro colpi di pistola. L’avvocato Raffaele Papa, inoltre, si trova in quella che sembra essere una difficile posizione: difendere l’assassino di un suo collega. “Fermo restando la più netta condanna per il gesto criminale di uccidere un professionista stimato come Massimo Pallini, rsta il fatto che ho fatto un giuramento e lo rispetterò a pieno. Inoltre ho avuto messaggi di solidarietà da parte anche di altri colleghi tra cui il presidente dell’ordine Giuseppe Di Mascio”. Er. Amedei

29 ottobre 2010 0

Cassino al voto, nasce il coordinamento “Casa delle Liste Civiche”

Di redazione

Si è costituito a Cassino, in vista della prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale, il primo Coordinamento denominato “Casa delle Liste Civiche”. La prima riunione del movimento politico si è tenuta in settimana nei locali dell’Hotel Edra di Cassino, ed ha visto l’incontro di varie culture politiche, appartenenti a diversi schieramenti, che hanno deciso di riunirsi per dare alla Città una prospettiva di miglioramento e di crescita. Il Coordinamento ha già individuato un primo gruppo di lavoro che sta provvedendo alla stesura del programma elettorale che verrà proposto all’attenzione della cittadinanza. Si tratta solo di un primo passo verso la costituzione di un più ampio raggruppamento composto da movimenti e liste civiche cittadine che ruoteranno intorno al medesimo progetto politico, che dovrà avere come punto cardine il rilancio dell’azione amministrativa. A breve, il neonato Coordinamento organizzerà una conferenza stampa di presentazione per rendere pubbliche finalità e obiettivi della “Casa delle Liste Civiche”. La conferenza sarà anche l’occasione per aprire ufficialmente il tavolo di confronto con tutte le forze politiche e della società civile sui temi della trasparenza amministrativa, politiche giovanili, sicurezza e viabilità, turismo, cultura ed economia, risorse idriche, ambiente e verde pubblico, sociale e lavoro. Argomenti, questi, ritenuti da tutti prioritari e sui quali bisognerà aprire un sereno dibattito-confronto che porterà la “Casa delle Liste Civiche” a convergere sul nome del candidato a sindaco di Cassino. Ivo Sambucci, Nicola Giangrande, Angelo Panaccione, Giuseppe Troiano, Adolfo Carlino, Gianfranco Tiseo, Gennaro Grieco, Arturo Buongiovanni

29 ottobre 2010 2

Trasporto pubblico, la Provincia dal Cotral per affrontare i problemi

Di redazione

La Provincia di Frosinone punta alla soluzione dei problemi annosi del trasporto pubblico per gli studenti. Questa mattina nel Salone del Palazzo della Provincia, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Gianluca Quadrini, ha ascoltato le istanze di molti sindaci o loro rappresentanti, soprattutto di piccoli centri. Con lui l’ing. Capobianco, direttore provinciale del Cotral, per cercare di risolvere per le vie brevi vere piccole tragedie quotidiane che accompagnano l’esistenza di migliaia di pendolari della nostra provincia. “Ringrazio i sindaci e i capi di istituto che sono intervenuti – ha detto l’assessore Quadrini – soprattutto i dirigenti Cotral per la sensibilità dimostrata. Sono convinto che la nostra azione di amministratori provinciale debba ormai puntare alla soluzione dei problemi nel modo più diretto ed efficace possibile. Ecco perché abbiamo individuato nella vasta problematica legata al trasporto pubblico per gli studenti un volnus da affrontare con decisione e risolvere, finalmente, nel più breve tempo possibile dopo anni e anni di sostanziale disinteresse”. L’azione di “accerchiamento” del problema, infatti, continua già domani quando anche l’Assessori ai Trasporti, Gabriele Picano, incontrerà il direttore Capobianco e gli prospetterà alcune soluzioni in previsione di un incontro che si terrà a Roma nei prossimi giorni con l’Amministratore delegato di Cotral, Cervi.

29 ottobre 2010 0

Schianto tra camion, un morto e carni macellate sull’Autostrada

Di redazione

Incidente stradale con esito mortale, questa mattina alle 6.25, in direzione sud tra i caselli di Cassino e San Vittore del Lazio. A scontrarsi sono stati un autoarticolato ed un autotreno. Per cause in corso di accertamenti, il conducente dell’autoarticolato, è andato ad urtare violentemente nella parte posteriore del veicolo che lo precedeva. Uno dei due mezzi trasportava carne che si è riversata sull’asfalto. Nell’urto violentissimo il passeggero dell’autotreno è rimasto ferito in modo gravissimo ed è morto poco dopo mentre i soccorsi tentavano di salvarlo. La vittima si chiama Giuseppe De Nicola 49 anni di Taranto. Per estrarre il deceduto dall’interno della cabina di guida del veicolo si è reso necessario l’intervento del Vigilio del Fuoco. Anche il conducente dell’autotreno è rimasto ferito ed è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino dove ricoverato e giudicato guaribile in 30 giorni. Parte del carico trasportato dalla motrice dell’autotreno frigo costituito da carne, veniva disperso sulla carreggiata pertanto i sanitari del servizio veterinario ne disponevano la distruzione. Sul posto gli agenti della polizia stradale del distaccamento A1 di Cassino che, agli ordini del sostituto commissario Italo Acciaioli hanno effettuato i rilievi del caso. Il traffico veicolare ha subito rallentamenti e code fino a 6 Km.