Sicurezza sulla Formia-Cassino, entro la fine di settembre pubblicato il bando di gara

16 Settembre 2010 Off Di Comunicato Stampa

“Entro la fine del mese di Settembre verrà pubblicato il bando di gara sulla messa in sicurezza della strada statale Formia – Cassino”. Ad annunciarlo il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese e il presidente dell’Astral, Titta Giorgi, che questa mattina si sono incontrati presso la sede regionale della Pisana.
“Questa arteria stradale fu progettata inizialmente per essere a scorrimento veloce. Negli anni, poi, per via della crescente urbanizzazione delle aree limitrofe, ha cambiato la sua vocazione. Il traffico locale è aumentato esponenzialmente e ciò ha causato innumerevoli incidenti, spesso tragici. In questi mesi mi sono quindi attivato personalmente per conoscere i programmi di intervento e manutenzione stradale affidati alla società regionale Astral e sensibilizzare in particolare il presidente Giorgi sulle problematiche della Formia – Cassino.
Oggi finalmente abbiamo raggiunto un primo importante traguardo che si esplicherà in una serie di interventi volti a risolvere i nodi più critici, per poi proseguire con altri già programmati dalla Regione Lazio. Il presidente Giorgi mi ha assicurato infatti che i lavori verranno consegnati entro il prossimo mese di Aprile e che si concluderanno entro un arco temporale di circa diciotto mesi” – ha spiegato il presidente Abbruzzese.
“Nel merito, i lavori di riqualificazione che interesseranno la Formia – Cassino prevedono la realizzazione di quattro rotatorie (al km 0 di Cassino, al km 4 di Pignataro, al km 7+740 e al km 16+400 a Castelnuovo), la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale nel tratto urbano compreso tra il km.21+600 e il km 22+200 in località Spigno Saturnio, la messa in sicurezza dello svincolo di Formia al km 30+200, la sistemazione del cavalcavia al km 6+170 e degli spartitraffico centrali, rispettivamente nel Comune di Pignataro, che si estende per circa mille metri e nel Comune di San Giorgio per altri 2mila metri” – ha puntualizzato nel corso dell’incontro il presidente dell’Astral, Titta Giorgi.

Condividi