Tenta di manifestare sul Raccordo anulare a Roma sfidando divieto, arrestato

Tenta di manifestare sul Raccordo anulare a Roma sfidando divieto, arrestato

17 Agosto 2020 Off Di Redazione

Il giorno di Ferragosto voleva manifestare sul Grande raccordo anulare verso quei magistrati che a suo dire non hanno dato, e non danno, ascolto alle sue denunce contro il sistema e contro i depistaggio sugli omicidi di Borsellino e Falcone.

Francesco Carbone, presidente dell’associazione “Governo del Popolo APS”, secondo quanto appende Agenzia Nova, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo aveva ideato e promosso l’iniziativa “circondiamo Roma” attraverso i social e prevedeva cortei di macchine in entrambe le direzioni del Gra.

Aveva informato la questura dell’iniziativa che, però, non ha rilasciato l’autorizzazione allo svolgimento.

Sabato mattina, nell’area di servizio Casilina dove i manifestanti si erano radunati, sono arrivati gli agenti della questura di Roma per notificare loro il divieto a manifestare.

Carbone si è opposto al controllo ed è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Questa mattina a Velletri si sottoporrà al processo per direttissima.

Condividi
  • 2
    Shares