Categoria: Lazio

13 Maggio 2010 1

Tratta ferroviaria Cassino-Roma / Tedeschi alla Polverini: “Prova a salire su un treno”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Apprezzo il giro in treno intrapreso questa mattina dalla presidente Polverini sulla Velletri Roma, ma se intende veramente conoscere i problemi dei pendolari, le consiglio di salire su una vettura della tratta Cassino Roma, magari nelle prime ore del mattino.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Annamaria Tedeschi. “Capirà così veramente il disagio dei pendolari, tra vetture insufficienti e sporche, ritardi epocali e stazioni spesso chiuse, che non offrono nemmeno la possibilità di acquistare il biglietto. Proprio in virtù di queste difficoltà, consigliamo infine alla neo presidente, in questa appendice di campagna elettorale che sta portando avanti, di intraprendere il viaggio con il codazzo ridotto al minimo, senza fotografi, telecamere e posti riservati.”

13 Maggio 2010 0

Agenzia di scommesse irregolari, due denunciati

Di redazione

I carabinieri di Arce (Fr), a conclusione di attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà F.R., 27enne originario di Colfelice, titolare di una agenzia di raccolte scommesse del luogo, per i reati di “inosservanza del provvedimento dell’autorità” ed “esercizio di raccolta scommesse senza licenza governativa”, nonché il proprietario del locale C.S., classe 1961, residente in Arce, per il reato di “falsità ideologica commessa da privato”. L’indagine svolta dai militari ha consentito di verificare che il titolare dell’agenzia conduceva una attività di raccolta scommesse in assenza del necessario titolo autorizzativo, nonostante una specifica ordinanza di diniego emessa il mese scorso della Questura di Frosinone. Contestualmente è stata accertata l’inagibilità dei locali sede della agenzia, in contrasto con quanto falsamente dichiarato nel contratto di locazione tra il titolare e il locatore, pertanto si procedeva al sequestro preventivo della citata agenzia.

13 Maggio 2010 0

Blitz anti assenteismo all’ospedale, 40 carabinieri hanno controllato il personale

Di redazione

Proseguono le verifiche da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone ai nosocomi della Provincia. Dopo le attività di indagine condotte dai Carabinieri del Reparto Operativo in ordine ai presunti reati di “assenteismo” presso l’Ospedale Civile di Ferentino e le verifiche eseguite presso gli Ospedali di Cassino e Pontecorvo del 24 aprile che portarono all’arresto ed al deferimento in stato di libertà di dirigenti e personale medico, in data odierna sono stati estesi i controlli anche all’Ospedale Civile di Sora con l’impiego di circa 40 uomini. Per ogni reparto sono state effettuate verifiche incrociate tra le effettive presenze del personale al momento degli accertamenti ed i tesserini magnetici (badge) timbrati in mattinata, tuttora al vaglio dei militari operanti. Al momento non si registrano casi di assenteismo.

13 Maggio 2010 0

Convegno: “Vie fluviali e industriali dell’Alta Terra di Lavoro. Il Liri e il Fibreno”

Di redazione

Storia, arte, cultura, presenta il convegno dal titolo: “Vie fluviali e industriali dell’Alta Terra di Lavoro. Il Liri e il Fibreno” che si terrà Venerdì 21 maggio 2010 alle ore 16,30 presso la sala conferenze della Biblioteca Comunale di Sora. L’evento, che conclude il breve ciclo dei tre incontri culturali del corrente anno, è organizzato col patrocinio del Comune di Sora – Assessorato alle Politiche Culturali in preparazione ai convegni nell’ambito del 150° anniversario dell’Unità d’Italia del 2011. Il tema di quest’ultima serata di incontro tratterà la storia dell’industria del bacino fluviale del medio Liri con riguardo alla produzione cartaria del sorano e alle implicazioni economiche. Sarà finalmente posto in evidenza dagli oratori anche l’importante ruolo dei cenciari, figure che tanta parte hanno avuto nella tradizione, nell’artigianato, nell’industria medio-lirina e che finora non hanno ricevuto il giusto riconoscimento della propria attività. Come da tradizione consolidata sin dagli appuntamenti precedenti (l’uno sui confini del Regno delle due Sicilie, l’altro sulle strade dell’Alta Terra di Lavoro) alla fine della serata i relatori rimarranno a disposizione per rispondere alle domande degli studiosi intervenuti e del pubblico. Interventi: arch. Stefano Manlio MANCINI, archeologo dell’industria, “La fabbricazione della carta nella media Valle del Liri fra Ottocento e Novecento: dai cenciari alla macchina continua”; avv. Ferdinando CORRADINI, storico dell’Alta Terra di Lavoro: “il Liri e il Fibreno nella storia e nell’economia del territorio”.

13 Maggio 2010 0

Perdita d’acqua nella palazzina: scivolano e si feriscono 4 inquilini mentre le infiltrazioni minacciano i quadri elettrici

Di redazione2

La palazzina di viale Parigi nel quartiere Cavoni di Frosinone è ostaggio di una perdita d’acqua che persiste da 15 giorni. Nell’atrio si è formata una piscina artificiale, gli stipiti di colonne, ascensori e porte sono lambiti dalla traccia di acqua che ricade a terra sottoforma di pioggia. La palazzina in questione è quella più alta del quartiere Cavoni, ben dieci appartamenti, la perdita di acqua è visibile anche da fuori e rischia di compromettere la funzionalità dell’impianto elettrico. Al momento un’ inquilina ha lasciato l’appartamento perché l’acqua gli cade sulla centralina elettrica, scatta il salvavita e lei era rimasta senza corrente. Quattro i condomini che sono caduti scivolando nelle pozzanghere formate dall’acqua nell’atrio. Un ragazzo di 20 anni ha riportato la frattura della gamba, una donna di 40 anni è scivolata proprio davanti alla porta del suo appartamento ed è caduta sulla busta della spesa rimanendo ferita con i vetri infranti della bottiglia d’olio. L’emergenza è tale che i residenti hanno contattato vigili del fuoco e agenti della municipale. La perdita è stata verbalizzata ora tocca all’Ater intervenire. Sembra che la causa sia riconducibile ad una tubazione scoppiata intorno al 3°piano. L’acqua scorre giorno e notte ed è arrivata già negli scantinati, mangiando intonaco strada facendo. Il rischio più grande è rappresentato tuttavia dal corto circuito che bloccherebbe i due ascensori. Per gli inquilini anziani sarebbe un disagio enorme. [nggallery id=114] Tamara Graziani

13 Maggio 2010 0

Scossa di terremoto registra dall’osservatorio sperimentale Del Liri

Di redazione

L’osservatorio Geofisico Sperimentale Del Liri, comunica che in data oggi pomeriggio alle ore 3.05,56 ha registrato un evento tellurico a distanza di 5,5 km dalla stazione di rilevamento di San Giovanni Incarico (Fr), ovvero 3,5 km dal centro urbano di Ceprano. L’indice di magnitudo è stato pari a 2.3 Richter. La profondità dell’evento è stata determinata in 8.5 km.

13 Maggio 2010 0

Otto persone impiegate in una stanza di 15mq con infiltrazioni di acqua all’interno dell’ospedale di Alatri

Di redazione2

IL centro di assistenza domiciliare di Alatri versa in condizioni precarie secondo la denuncia di Giulio Rossi responsabile del Gruppo aziendale UIL FPL dell’Ospedale di Alatri. La prima obiezione è l’alloggio: un locale di circa 15 metri quadrati, parzialmente occupato dal gabbiotto del Bancomat. La seconda obiezione riguarda le condizioni igienico sanitarie in cui otto dipendenti vi lavorano. Si tratta di medici, operatori sanitari ed un impiegato ospitati in una stanzetta che funge da ufficio, archivio, magazzino e spogliatoio. Insistono infiltrazioni di acqua che rendono l’ambiente invivibile e pericoloso per la salute degli operatori oltre che indecente per una struttura sanitaria.

Tamara Graziani

13 Maggio 2010 0

Maxi operazione ambientale, sequestrate 12 discariche tra il Cassinate e il Sorano

Di redazione

“Dirty country”, ossia campagna sporca, così la guardia di Finanza di Frosinone ha denominato l’operazione ambientalòe che questa mattina ha portato al sequestro di ben 12 discarica dislocate nei comuni tra Cassino e Sora. Si tratta di due aree a Sora, una ad Alvito, una a Campoli Appennino, cinque a Cassino, due a Sant’Elia Fiumerapido, una a Pignataro Interamna. Rifiuti solidi urbani depositati ovunque, tonnellate di amianto riversato nelle campagne e nei corsi d’acqua, eternit in frantumazione vicino le scuole materne, discariche abusive di rifiuti speciali ai confini di parchi naturalistici ed aree protette sono state trovate e sequestrate dalle fiamme gialle. I 12 diversi terreni sequestrati per un totale di 219.000 metri quadrati di superficie c’erano ammassate 3000 tonnellate di rifiuti, suddivisi nei materiali inquinanti di diverse tipologie: dai classici rifiuti solidi urbani, ai rifiuti speciali (es. elettrodomestici), ai rifiuti pericolosi (eternit ed altri materiali con amianto, per 150.000 kg), gomme di automobili, materiali ferrosi, inerti, bitumi ed altri rifiuti di edilizia, carcasse di autovetture, batterie, oli esausti, vernici, solventi ed altre sostanze chimiche disperse su terreni agricoli. I finanzieri al comando del capitano Vincenzo Ciccarelli e coordinate dal colonnello Giancostabile Salato hanno segnalato tutte le aree con nastro bianco/rosso e con cartelli che avvisano sulla pericolosità dell’area. Particolarmente pericolosa è la concentrazione di amianto in forma ”friabile”, poiché anche deboli sollecitazioni permettono il rilascio di milioni di fibre cancerogene nell’ambiente, causando un pericoloso inquinamento dell’area ed il conseguente rischio per la salute pubblica. Per questo motivo, particolarmente preoccupante è risultata la scoperta di capannoni con coperture di amianto in frantumazione nei pressi di un istituto scolastico a Cassino, nonché in aree verdi utilizzate per la pratica sportiva e per passeggiate. Gli interventi sono stati effettuati in sinergia con i funzionari tecnici ed il personale dell’ARPA Lazio, che ha fornito supporto specialistico per la corretta individuazione della tipologia dei rifiuti e per le analisi dei reperti prelevati. Ad oggi, inoltre, sono stati individuati dodici responsabili, tutti deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, che dovranno rispondere dei reati previsti dalla normativa in materia di tutela ambientale, e che rischiano una condanna all’arresto fino a due anni ed un’ammenda fino a 26.000 euro. ermadei@libero.it

13 Maggio 2010 0

Pensionato rischia di bruciare vivo nel suo appartamento, è stata la figlia a metterlo in salvo rischiando la vita

Di redazione2

Le fiamme hanno avvolto e ridotto in cenere un appartamento al terzo piano della palazzina di via Cesare Balbo a Sora questa mattina intorno alle 9.

All’interno viveva da solo un anziano di 84 anni la cui fortuna è stata la figlia che era andata a trovarlo.

Una volta sull’uscio la donna ha visto il fumo uscire dalle fughe del portone ma è entrata lo stesso noncurante delle fiamme e della coltre grigia che invadeva la casa. Ha messo in salvo l’anziano padre.

Una volta sul posto i vigili del fuoco hanno faticato non poco a domare l’incendio. L’appartamento è andato completamente distrutto. Sembra che a scatenare le fiamme sia stato un corto circuito scaturito da una stufetta elettrica.

Ancora pochi minuti e per l’84enne non ci sarebbe stato più nulla da fare.

Tamara Graziani

12 Maggio 2010 0

Un po’ di Aquino alla presidenza delle Filippine

Di redazione

Quasi un: “Ricordati da dove vieni”, così suona il messaggio che il sindaco di Aquino (Fr), Antonino Grincia, ha inviato a Benigno Aquino, detto Noynoy, per felicitarsi della sua elezione a Presidente della Repubblica delle Filippine. Nello stesso messaggio è spiegato il legame che unisce Aquino al nome della famiglia del Presidente eletto delle Filippine, e di tanti altri Filippini. “Egregio Presidente, – scrive Grincia nel messaggio – nel momento della sua elezione a Presidente della Repubblica delle Filippine, come sindaco della mia città, Aquino che dà il nome a Lei e alla Sua famiglia, desidero farle giungere le mie più vive felicitazioni per essere stato chiamato dal Suo popolo a questa altissima responsabilità. Il nome della mia città, dato a tanti Filippini nel XVI secolo, all’epoca della evangelizzazione della sua terra da parte dei padri Domenicani, l’ordine monastico a cui appartiene San Tommaso d’Aquino, tanto venerato nella Sua terra, è stato reso ancor più famoso nel mondo perché portato da suo padre Benigno e da sua madre, la compianta Presidente Corazon e adesso dal nuovo Presidente. Anche per tale motivo, e per l’evidente richiamo a uno storico nome italiano, la sua famiglia è tanto conosciuta in Italia. Con l’auspicio che i legami siano sempre più rafforzati e che lei un giorno possa visitare la città da cui prende il nome, le rinnovo gli auguri miei, dell’amministrazione comunale e dei cittadini di Aquino”.