Categoria: Lazio

13 Aprile 2010 0

Morte del presidente polacco, il cordoglio della città Martire

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A seguito del disastro aereo che ha colpito la Polonia, nel quale hanno perso la vita il presidente della Repubblica Lech Kaczynski, la moglie Maria e molti rappresentanti del Governo polacco, Bruno Vincenzo Scittarelli, sindaco della città di Cassino, “gemellata con le città polacche di Tycky, Zamosc e Kolbuszowa, e particolarmente legata al popolo polacco per il grandissimo contributo di sangue versato in occasione della seconda guerra mondiale in occasione della riconquista dell’abbazia di Montecassino, il 18 maggio 1944”, ha scritto un telegramma di cordoglio all’ambasciatore della repubblica di Polonia in Italia, S.E. Jerezy Chmielewski. “A nome della città di Cassino e mio personale – scrive Scittarelli – esprimo i sentimenti del più profondo cordoglio per la tragica scomparsa del presidente Lech Kaczynski e della gentile signora Maria, nonché dei molti rappresentanti della massima autorità della Repubblica di Polonia”. Analogo telegramma è stato trasmesso ai sindaci di Tycky, Andrei Dziuba, Zamosc, Marcin Zamoycki, e Kolbuszowa, Jan Zuba.

13 Aprile 2010 0

Confartigianato: al via il bando di apprendistato professionalizzante

Di Comunicato Stampa

“Sono occorsi incontri e solleciti ma alla fine ce l’abbiamo fatta”. E così lunedì, almeno a quanto riportato sulla stampa, è partito, con l’approvazione dell’avviso pubblico recante modalità attuative, adempimenti amministrativi e gestionali, l’attivazione in via sperimentale nel territorio frusinate di percorsi formativi in apprendistato professionalizzante. La provincia di Frosinone era una delle ultime del Lazio e proprio per questo Confartigianato, consapevole dell’importanza di questa misura per le proprie aziende artigiane associate, nelle scorse settimane aveva incontrato l’assessore provinciale Tersigni per far presente l’urgenza del provvedimento, poi più volte sollecitato e sottolineato anche in pubblici interventi. L’assessore Tersigni aveva promesso il proprio impegno, e così, seppure in ritardo, il bando è ad oggi attivo. L’avviso riguarda appunto la concessione di contributi economici finalizzati alla realizzazione di attività formative di breve durata a favore degli “apprendisti”, soggetti di età compresa tra i diciotto e i ventinove anni assunti con contratto di apprendistato professionalizzante a far data dal 1 ottobre 2007. In questa prima fase è prevista la sola erogazione di azioni formative relative al Modulo A (contenuti di base e trasversali) con uno stanziamento complessivo di fondi pari ad € 500.000,00 in un momento successivo, una volta valutata la funzionalità del sistema regionale nonché il reale soddisfacimento del fabbisogno formativo provinciale, verranno avviati i moduli B e C inerenti le competenze professionali specifiche per settori di attività. “È per noi sicuramente una buona notizia – ha detto Augusto Cestra, presidente di Confartigianato Frosinone – che attendevamo da mesi. Una spinta in più per la tutela e il rilancio dell’occupazione, una prerogativa che è sempre stata importante per le aziende artigianali”. “Confartigianato Imprese Frosinone”, ribadisce anche il segretario dell’associazione Basilio Conflitti, “occuperà un ruolo di primo piano nell’aderire al presente Avviso Pubblico, attraverso un’ampia opera di sensibilizzazione rivolta al sistema imprese della Provincia di Frosinone affinché contribuiscano, in maniera significativa e concreta, ad un’attività partecipata, per la condivisione e attuazione di programmi formativi per apprendisti”. Confartigianato, infatti, alla luce di un protocollo di intesa sottoscritto con l’ente di formazione D.M.D. Italia S.r.l. (Ente accrediato dalla Regione Lazio per realizzare corsi rivolti ad apprendisti), avvierà in maniera sistemica, sia per le imprese che i loro dipendenti, una esperienza lavorativa in apprendistato e nel contempo consentirà di adempiere facilmente agli obblighi formativi previsti.

13 Aprile 2010 1

Confindustria, un convegno sulle energie rinnovabili quale opportunità per il sistema industriale

Di Comunicato Stampa

L’energia è uno dei temi sui quali Confindustria Frosinone da tempo ha incentrato la sua attenzione. Per questo motivo ospitare a Fiuggi un convegno nazionale sulle energie rinnovabili è sicuramente motivo d’orgoglio per l’Associazione. “Energie rinnovabili: un’opportunità per il sistema industriale italiano” è infatti il titolo del convegno organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, Confindustria Lazio e Confindustria Frosinone. “Sin dal mio insediamento – dichiara il Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli – ho voluto sottolineare l’importanza della green economy per la nostra provincia. Essa rappresenta la scommessa economica ed ambientale del futuro, sia a livello nazionale, tanto più per il territorio della provincia di Frosinone. Crediamo pertanto che la green economy debba avere un ruolo di rilievo negli indirizzi di politica industriale del Governo e della Regione, divenendo di conseguenza l’obiettivo prioritario per le Amministrazioni competenti. Va verso questa direzione, infatti, il protocollo d’intesa sottoscritto recentemente da Confindustria Frosinone con l’Amministrazione provinciale di Frosinone per il recupero ambientale della Valle del Sacco e per la promozione e diffusione delle fonti energetiche rinnovabili in Ciociaria. Il tema dell’energia è da tempo una priorità per l’Associazione. Da dieci anni, infatti, è attivo il Consorzio Energia Frosinone, che ha favorito, tra l’altro al proprio interno, la costituzione di società operative volte a fornire tutta una serie di servizi per supportare le aziende nella diagnosi energetica, compresa la valutazione per l’applicabilità di soluzioni e interventi finalizzati all’efficienza e al risparmio energetico, sia in termini commerciali che strutturali. Per questo ci ha fatto molto piacere poter ospitare nella nostra provincia una iniziativa dei Giovani Imprenditori di Confindustria”. “E’ urgente che il Lazio adegui significativamente la disponibilità di energia con un’offerta diversificata ed a basso costo – dichiara il Presidente di Confindustria Lazio Maurizio Stirpe – riduca maggiormente la dipendenza dal petrolio, sviluppi un sistema produttivo flessibile e competitivo. Nel medesimo tempo deve realizzare le condizioni per uno sviluppo economico equilibrato e sostenibile, in armonia con il fondamentale principio della conservazione delle risorse nel senso più generale, con ampio ricorso alle migliori tecnologie disponibili per la conversione dell’energia e per la protezione dell’ambiente. In tale quadro si inserisce la necessità di sostenere lo sviluppo dell’importante accordo fra Enea,Confindustria Lazio e Regione per la realizzazione nel Lazio della prima centrale solare termodinamica in Italia”.

13 Aprile 2010 0

Ciociaria al Vinitaly, Coldiretti: “In crescita la nostra azienda vinicola”

Di Comunicato Stampa

Anche la Coldiretti di Frosinone è stata presente al Vinitaly. Il presidente Lori Benacquista ed il direttore, Gianni Lisi, hanno preso parte alla kermesse che si è conclusa ieri. Nello stand della Ciociaria allestito nello spazio della nostra regione – ha commentato il direttore Gianni Lisi – i vini della frusinati hanno trovato ancora una volta il giusto risalto e si sono ulteriormente affermati nell’apposito spazio espositivo realizzato in collaborazione dalla Camera di Commercio e dalla Provincia di Frosinone. Lisi, che ha rappresentato anche la Camera di Commercio di Frosinone in qualità di vice presidente – ha posto in risalto i numeri dedicati al settore vitivinicolo. “Con un aumento del 50 per cento in dieci anni nel settore del vino, trovano oggi opportunità di lavoro moltissime persone. Si tratta di figure impegnate direttamente in vigne, cantine nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, con ogni grappolo raccolto in campagna che è in grado di attivare ben 18 diversi settori nel nostro territorio – ha aggiunto Lisi. Tutto quanto ciò è emerso da uno studio della nostra organizzazione che anche in provincia di Frosinone ha fatto emergere la vitalità del comparto. Si guarda ora con curiosità ai centri di vinoterapia e l’arrivo di nuovi e curiosi prodotti che possono essere confezionati dal vino. “Stiamo lavorano alla capacità di individuare esperienze imprenditoriali creative che valorizzano lo storico legame del vino con il territorio e la tradizione sembra essere la ricetta del successo di molte attività correlate come dimostrano alcuni degli esempi esposti dalla Coldiretti al Vinitaly nel proprio apprezzato stand. Al di là dei risultati ottenuti dai nostri produttori (gran menzione per l’impresa Colletonno e Giovanni Terenzi) credo – ha aggiunto Lisi – che la crescita del settore del vino impone una riflessione sulle attività da proporre. I tempi sono maturi per una manifestazione alla quale Coldiretti sta già lavorando da tempo: una vetrina per tutti i vini ciociari che potranno essere acquistati e degustati cercando, soprattutto, di far incontrare i nostri produttori con quanti per diletto, per passione o solo per curiosità si potranno avvicinare al settore. D’altronde le attività poste in essere di recente dall’Aspin, dalla Provincia di Frosinone, da alcune associazioni di categoria oltre che dall’Ente Camerale anche mediante l’apprezzata guida ai vini, dimostrano il crescente interesse e la validità dei prodotti occorre predisporre delle azioni di sistema “Come lo era durante la fase di crescita economica, il vino rappresenta l’unico modello da replicare anche in una situazione di crisi della quale, nonostante le difficoltà, il vitivinicolo ciociaro risente meno di quello di altre zone e meno degli altri settori produttivi, perchè esprime i valori dell’identità e del legame con il territorio che nel mercato globale sono vincenti rispetto all’omologazione”. I 18 SETTORI MESSI IN MOTO DA OGNI GRAPPOLO RACCOLTO (Elaborazioni Coldiretti) 1) Agricoltura, 2) industria trasformazione, 3) commercio/ristorazione, 4) vetro per bicchieri e bottiglie, 5) lavorazione del sughero per tappi, 6) trasporti, 7) assicurazioni/credito/finanza, 8) accessori come cavatappi, sciabole e etilometri, 9) vivaismo, 10) imballaggi come etichette e cartoni, 11) ricerca/formazione/divulgazione, 12) enoturismo, 13) cosmetica, 14) benessere/salute con l’enoterapia, 15) editoria, 16) pubblicità, 17) informatica, 18) bioenergie.

13 Aprile 2010 0

Fiamme nel garage, distrutto il camion di un commerciante

Di Comunicato Stampa

Un incendio ha distrutto, questa notte a Ferentino (Fr), un garage in via Vettorini. Il rogo è divampato nel locale in cui era custodito un grosso camion adibito alla vendita ambulante di prodotti alimentari. Il costoso mezzo è andato completamente distrutto mentre l’agibilità del locale dovrà essere accertata. A domare il fuoco sono stati i pompieri di Frosinone che hanno dovuto lavorare per alcune ore impedendo all’incendio di propagarsi ai piani superiori abibiti ad appartamenti. Pare che a generare le fiamme sia stato un corto circuito. Er. Amedei

13 Aprile 2010 0

Discarica scoperta grazie all’elicottero della Finanza

Di Comunicato Stampa

Grazie all’ausilio degli elicotteri del Corpo, la Guardia di Finanza di Fiuggi individua e sequestra una discarica di materiale pericoloso rinvenuta proprio a ridosso del Fiume Sacco. In virtù della nuova programmazione delle attività di servizio congiunte, in attuazione del Protocollo d’Intesa tra Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza e ARPA Lazio, un velivolo del Corpo della Sezione Aerea di Pratica di Mare, durante una missione di volo operativa, individuava una discarica di rifiuti speciali di notevoli dimensioni realizzata sul un suolo privato, immediatamente a ridosso del canale portatore del Fiume SACCO. Sarebbe stato impossibile senza l’ausilio dell’unità aerea, una facile individuazione dell’area adibita a discarica in considerazione che, la stessa, rimaneva ben occultata dalle civili abitazioni. I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi, in perfetta sinergia con il personale della Squadra Ambientale Sezione Operativa Navale di Formia, riuscivano ad intervenire prima che le già notevoli quantità di rifiuti speciali accumulati potessero creare ulteriori problematiche al canale interpoderale confinante, nonché alle falde acquifere sottostanti. Proprio in ragione di quanto già riscontrato durante il sorvolo, ed in relazione a quanto emergeva dalla visione dei rilievi fotografici, l’attività veniva organizzata in modo tale che all’operazione di servizio prendessero parte anche i funzionari dell’ARPALazio di Frosinone i quali, constatato il critico stato dei luoghi, procedevano a relazionare quanto riscontrato sul posto nonché coadiuvare le operazioni di confinamento della matrice inquinante. I militari intervenuti procedevano, pertanto in via preventiva, al SEQUESTRO dell’area di circa 250 mq adibita a discarica abusiva dove, erano stati stoccati circa 85 metri cubi di rifiuti speciali. Proprio l’ingente quantità di rifiuti accatastati nel tempo evidenziava la sistematicità dell’abbandono, evidenziando come, gli stessi, fossero stati abbandonati senza adottare alcun sistema di protezione dagli agenti atmosferici. Il comportamento antigiuridico posto in essere dagli indagati, faceva in modo che le acque piovane, una volta contaminate attraverso il contatto con i citati rifiuti, scorressero liberamente sul suolo e nel sottosuolo inquinandolo. Dei fatti, veniva immediatamente informata l’Autorità Giudiziaria con Informativa di Reato redatta a carico di G.S.M., 65enne di Altamura, amministratore della Società proprietaria del lotto di terreno, per l’inosservanza alle specifiche disposizioni dettate dal DLgs 152/06 in materia di rifiuti e di tutela delle acque.

12 Aprile 2010 0

Due incidenti in centro, 8 feriti

Di Comunicato Stampa

Due incidenti stradali avvenuti in pieno centro a Cassino hanno causato oggi ben otto feriti, per fortuna, nessuno particolarmente grave. Il primo è avvenuto alla 6.20 circa all’incrocio tra via De Posis e via Marconi dove si sono scontrati un camion per il trasporto del latte, una Fiat Grande Punto e una Citroen. alla conta dei feriti, sono risultate sette le persone che sono state costrette alle cure ospedaliere. Poco dopo le 8 all’incrocio tra via Pascoli e Via dannunzio, nuovo scontro in cui è rimasta ferita una ragazza.

Er. Amedei

12 Aprile 2010 0

Bomba nel cimitero di guerra, chiusura precauzionale dell’area

Di Comunicato Stampa

Una grossa bomba anticarro rinvenuta sul vialetto d’ingresso del cimitero militare polacco di Cassino ha costretto le autorità a chiudere il luogo di culto a scopo precauzionale. L’ordigno, risalente alla secionda guerra mondiale, è stato lasciato nel vialetto da chi, evidentemente, l’aveva trovata nella vicina boscaglia. a notare per primi la bomba sono stati proprio alcuni turisti che hanno chiesto l’intervendo del custode che, a sua volta, ha chiamato i carabinieri. I responsabili del cimitero monumentale che, tra l’altro anche per la vicinanza al monastero di Montecassino è visitato da centinaia di turisti al giorno, hanno deciso di chiuderlo a scopo precauzionale in attesa che gli artificieri rimuovano l’ordigno. Er. Amedei

12 Aprile 2010 0

Esce di strada e finisce in un canale, salvato dall’affogamento

Di Comunicato Stampa

Ha rischiato di morire affogato dopo essere uscito di strada con la propria macchina. E’ accaduto questa mattina ad Anagni a B. R. 53 anni di Sgurgola. L’uomo stava percorrendo via Mola Santa Maria quando, a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, ha perso il controllo dell’auto finendo capovolto in un canale di scolo dell’acqua piovana. La lamiera dell’auto ormai deformata gli impediva di aprire le portiere ed uscire mentre il livello dell’acqua saliva. La strada poco trafficata ha fatto si che nessuno potesse assistere all’incidente. Fortuna ha voluto che l’uomo avesse con se il telefono cellulare con cui ha guidato i soccorsi. I primi a giungere sul posto sono stati i carabinieri della compagnia di Anagni che lo hanno raggiunto ed insieme a vigili del fuoco sono riusciti a liberarlo ed affidarlo alle cure degli operatori del 118. Feriti, anche se lievemente, i due militari che hanno dovuto far ricorso alle cure ospedaliere. Er. Amedei

12 Aprile 2010 0

Finto carabiniere denunciato dalla polizia, “scroccava” ricariche telefoniche

Di Comunicato Stampa

Si finge maresciallo dei carabinieri per ottenere ricariche telefoniche senza pagare. Con questo stratagemma, V.G. un 39enne di Maddaloni, pregiudicato, riusciva ha farsi accreditare sulla propria utenza telefonica, ricariche senza sborsare neanche un euro. Il proprietario di una ricevitoria, però, stizzito dall’arroganza del sedicente militare, ha raccontato tutto agli agenti del commissariato di Cassino. La squadra informativa coordinata del vice questore Gianfranco Simeone ha indagato scoprendo che l’uomo era tutt’altro che carabiniere e, soprattutto, nella sua città d’origine era noto proprio per questo tipo di attività. Per il 39enne, quindi, è scattata la denuncia. Er. Amedei