Tag: Frosinone

15 Ottobre 2009 0

Micro-festival di musica internazionale a Frosinone

Di redazionecassino
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ennesimo fine settimana di musica alla Cantina Mediterraneo – CasadellamusicadiFrosinone. Fine settimana “lungo” che arriva fino al lunedì e musica internazionale, con ospiti provenienti dalla vicina Europa e dalla lontana America. Tanto per iniziare, venerdì 16 ottobre ci sono i Leit Motiv, formazione italo-francese che suonano rock, rock nel senso più ampio, quindi indipendente nel senso letterale… Teatrale, schizofrenico, sinfonico, minimalista, d’impatto e lirico…

Sabato 17 ottobre sarà la volta degli Eyestone Brain (Ancona) e del loro rock che narra di un mondo fantastico, popolato da uomini macchina, nazioni che si autodistruggono, lande desertiche e inquinate, ragazze fragili come la polvere, luoghi simbolo, scorpioni, segugi ed ombre che si nascondono ovunque.

Domenica 18 ottobre mescla dal cuore elettronico per due giovani e poliedrici artisti nostrani, che si cimentano tra vinili e memorie in un dj set debuttante e originale: Luciah & Truculent Boy.

Lunedì 19 ottobre sbarcano direttamente da Boston, Massachussetts (USA), i Pretty & Nice, tre gentlemen dalla chitarra leggera a sottolineare le atmosfere lampeggianti del loro ultimo CD “Get Young”.

15 Ottobre 2009 0

Sanità, il piano per la provincia di Frosinone

Di redazionecassino

Il presidente della regione Lazio Piero Marrazzo  ha illustrato in consiglio regionale il piano sanitario. Ecco cosa prevede il piano per la provincia di Frosinone. La Asl di Frosinone ha un numero di posti letto per 1.000 abitanti pari a 2,6 dopo la manovra del Decreto 43/08 del Commissario ad Acta. Nella ridefinizione della rete ospedaliera per acuti della Asl di Frosinone, è stato ritenuto opportuno programmare un adeguato potenziamento dell’Ospedale Umberto I, propedeutico al suo riconoscimento di Dea di secondo livello dell’Area Sud. È in corso di completamento la realizzazione del nuovo Ospedale di Frosinone (via Fabi) che andrà a sostituire l’attuale ospedale Umberto I, situato nel centro storico; per quest’ultimo è stata autorizzata la vendita al fine di finanziare l’acquisto delle attrezzature del nuovo ospedale. La rete di offerta ospedaliera del Distretto A (82.000 residenti) è costituita dall’Ospedale Civile di Anagni e dal S. Benedetto di Alatri, per complessivi 228 posti letto per acuti; il tasso di ospedalizzazione della popolazione di tale Distretto è risultato, nel 2007, superiore a 215 ricoveri per 1.000 abitanti. In particolare meno del 44% dei ricoveri dei residenti del Distretto A è assorbito dai suddetti ospedali di zona (Alatri per il 25%, Anagni per il 19%), il 45% dei ricoveri avviene in strutture esterne all’Asl di Frosinone e circa l’11% fuori regione (Bambino Gesù incluso). In base a quanto rilevato, si rende pertanto necessaria una trasformazione del profilo di offerta dell’ospedale di Anagni in Ospedale per acuti dotato di 92 posti letto, organizzato per livelli di complessità assistenziale e articolato nelle seguenti aree assistenziali: – area dell’emergenza-urgenza; – area chirurgica multidisciplinare, con potenziamento delle attività di Ortopedia e Traumatologia; – area medica multidisciplinare, con potenziamento delle attività di Medicina e di Cardiologia; – area Day hospital multi specialistico; – servizio di dialisi; – Hospice; – attività ambulatoriale multispecialistica e attività diagnostiche di base: radiologia e laboratorio/punto prelievi. Al fine di garantire sicurezza e qualità delle cure a gestante/puerpera e neonato, il punto nascita dell’ospedale Civile di Anagni sarà accorpato a quello del S. Benedetto di Alatri (con oltre 800 nati nel 2007). Nella provincia di Frosinone è inoltre prevista la ristrutturazione del Distretto di Sora e del vecchio ospedale di Cassino nel centro storico riconvertendoli in locali destinati alle attività territoriali con finanziamenti previsti dall’accordo di programma terza fase, rispettivamente di 8 e 6 milioni di euro. I Ptp previsti in questa provincia sono dislocati a Ceccano, Atina e Ceprano.

9 Ottobre 2009 1

“Se Frosinone non lo vuole l’aeroporto facciamolo ad Aquino”

Di redazione

“In questi giorni stiamo assistendo ad un tira e molla mediatico che non giova a nessuno , se effettivamente non c’è volontà di una comunità di residenti dell’alta Ciociaria e a causa di problematiche tecniche per l’aereoporto Frosinone , perché non tentare la carta di Aquino?” E’ iol parere di Angelo D’Amata ex consigliere comunale di Pontecorvo. “Già in passato agli inizi degli anni novanta si era ipotizzata una proposta del genere , Riuscireste ad immaginare quali risorse riuscirebbe a convogliare sul nostro territorio? Quanti ragazzi sono costretti a viaggiare ogni giorno abbandonando cosi la propria terra e le sue tradizioni talvolta, tutto cio’ a discapito della famiglia. Nello specifico si parlerebbe di una sostituzione del manto erboso con piste di cemento, di una scuola per elicotteristi, per piloti attiva fino alla metà degli anni novanta, un’officina attrezzata per le 50 ,100 e 200 ore di volo. Ma c’e’ di piu’ penserei anche data la vicinanza con quella di Cassino , all’istituzione di una sorta di “Università” che prepari il personale indispensabile per le attivita’ collegate al volo: radaristi, motoristi, telescriventi, etc. Di strutture del genere non ce ne sarebbero in tutto il centro-sud. L’importanza strategica di Aquino e Pontecorvo non deve essere dimostrata: non sarà soltanto Frosinone a beneficiare di una struttura moderna ed efficiente. Credo fermamente nello sviluppo del Basso-Lazio perché ci sono le energie, le risorse e gli uomini per assicurare alle nostre terre uno sviluppo ampio e crescente. Quindi il mio invito e’ rivolto essenzialmente ai Presidenti Marrazzo e Iannarilli affinché valutino fattivamente una proposta alternativa a Frosinone! Per non far accadere come avvenne in passato che il volere di pochi danneggiò l’economia di tanti. Per quanto mi riguarda mi impegnerò, sempre al massimo delle mie forze per dare quel contributo che le circostanze e la nostra terra richiedono”.

23 Settembre 2009 0

Gli aeroporti di Viterbo e Frosinone si fanno insieme

Di redazione

“Non possiamo cadere nel vizio tutto italiano, che vede rimesso in discussione continuamente ogni assetto strategico sul territorio deciso in precedenza. Il nostro compito è rendere irreversibile i dubbi, perciò ribadisco che gli aeroporti di Viterbo e Frosinone si devono fare insieme, per evitare il cannibalismo che ha ucciso Malpensa”. E’ quanto ha detto il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, intervenendo in Consiglio regionale. “Nel Lazio ciascuno scalo avrà una vocazione precisa- ha aggiunto Marrazzo- Dunque la parola d’ordine della politica è difendere Roma e il Lazio”.

16 Settembre 2009 0

Frosinone, festa della birra dal 17 al 27 settembre alla Cantina Mediterraneo

Di redazionecassino

Prima edizione della Festa della Birra di Frosinone dal 17 al 27 settembre, ospitata dal Circolo Arci La Cantina Mediterraneo, in via Fabi 37, con la collaborazione di Ithaca, la nuovissima libreria del Centro Storico. Programma ricco ed intenso, che spazia dallo spettacolo puro (Malignino Marino Josè che “suona” i migliori musicisti della provincia in un evento unico nel suo genere), dalla musica rock al giunge, al rap fino ai sound reggae più ricercati per ricordare le 4 Giornate di Napoli, con un tris di giovani emergenti campani ospiti di “Do You remember Gennarino Capuozzo?”. 10 giorni di performance dal vivo; degustazioni e percorsi gustativi per conoscere l’universo birra e dintorni a cura di eccellenti mastri birrai; libri e video, immagini, film; fotografi e autori. Una particolarità: le birre proposte sono tra quelle appena sbocciate dall’Oktober Fest di Monaco, importate unicamente per la Festa. L’intera manifestazione è a ingresso gratuito, riservato ai soci ARCI. Programma in dettaglio 17 settembre – Malagnino Marino José, Brindisi – Psss Psss Pssss ‘Round the world 2010 myspace.com/pssspssspssss 18 settembre – Mosquitos, Frosinone – www.myspace.com/mosquitospace 19 settembre – Her Pillow, Roma – www.myspace.com/herpillow 20 settembre – Cercando Ithaca: immagini, suoni, parole e Dj set 22 settembre – Buon Compleanno Bruce con i Backstreets, video, film, foto, ricordi a cura di G. Segneri… 23 settembre – Ithaca, Forse l’abbiamo trovata!!! 24 settembre – Ma che è sta birra? Percorso degustativo sul luppolo e dintorni Do you remember Gennarino Capuozzo? Commemorazione delle 4 Giornate di Napoli (più o meno) 25 settembre – ITAL GOOD VIBRATION, Caserta – www.myspace.com/italgoodvibration 26 settembre – DAGO OUTTA GHETTO CAMPANIA www.myspace.com/ghettocampania 27 settembre – NINIVE, Nola (NA) – www.myspace.com/ninivegrunge

4 Settembre 2009 0

Cinema e turismo, un asse Frosinone-Irlanda del nord

Di redazionecassino

Finale di anno interessante per l’associazione CiociariaInCelluloide  con partecipazioni a  ottobre ’09 – Festa del Cinema di Roma; Iª Edizione del Premio Colosseo; presentazione del Festival del CineTurismo e della Borsa Internazionale delle Location Cinematografiche 2010. Il 2008 è stato  un anno ricco di soddisfazioni per l’iniziativa di CineTurismo denominata CiociariaInCelluloide, a partire dal conferimento di un premio in occasione della III Edizione di “San Donato Cinema” (in Valcomino), per l’impegno profuso sul versante del Cinema come volano per il territorio, a partire dalla realizzazione di un reportage/diario di viaggio di questo vastissimo set naturale! Un riconoscimento che ha dato il via, solo pochi mesi dopo, ad una collaborazione tra il Salotto Letterario “Gli Atomi”, presieduto da Giovanna Caridei e Peter Bolan, ricercatore presso la School of Hospitality and Tourism Management della University of Ulster (Irlanda del Nord). Un 2009, dunque, scandito da una sinergia tesa ad indagare l’originalissimo case history frusinate (già presentato in altri contesti internazionali), in cui si assiste alla commistione – in un unico, immenso e variegato set naturale – di location cinematografiche e paesi natali di alcuni dei più grossi nomi del cinema di ieri e di oggi. Un binomio che già da tempo suscita grande curiosità/apprezzamento da parte di viaggiatori desiderosi di ri/vivere, attraverso l’esperienza immersiva del MovieTour (direttamente nei luoghi in cui è stato girato il film), le emozioni e le suggestioni provate al cinema. Ed è proprio di questo nuovo orientamento che si è parlato quest’estate alla VIIª Edizione dell’Ischia Film Festival, nonché Vª della BILC (Borsa Internazionale delle Location e del CineTurismo) e IIª del Product Placement & Location Festival. Ricco di spunti interessanti il VII Convegno Nazionale, “Diversificare col Cineturismo per superare la crisi”, che ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’ungherese Anna Irimiás del Tourism Institute, Kodolányi János – University College, Székesfehérvár, che ha illustrato come la città di Budapest si sia spesso prestata a rappresentare, in pellicole del calibro di Evita, altre capitali mondiali, generando tuttavia un fenomeno che ha sapientemente indagato Roberto Provenzano, docente di Cinema e Audiovisivi presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM) di Milano, nel suo intervento “Illusioni, delusioni e verosimili prospettive”. È stata poi la volta della relazione “Sogna con il film, risvegliati in Australia” di Matteo Prato, della Tourism Australia e la sua acuta analisi dell’omonimo colossal Australia. Ma sono intervenuti anche la sceneggiatrice Carlotta Ercolino, che ha ragionato sulla strategica rilevanza di una buona sceneggiatura, affinché la location possa diventare elemento narrativo al pari di storia e personaggi, in vista della sua successiva promozione turistica; e la senatrice Irene Aderenti, con un intervento su “Turismo, cultura, territorialità, imprenditorialità, scuola: le nuove frontiere del cinema italiano”. Non sono mancati poi i momenti formativi con workshop e laboratori legati alle professioni di Cinema & Turismo; primo fra tutti il convegno “Dal Product Placement al Cineturismo: i contenuti come driver di un’esperienza”, cui hanno preso parte il regista, sceneggiatore e critico cinematografico David Grieco, nonché esponenti del product placement e di tour operator internazionali, che hanno analizzato le possibilità offerte da 2 film hollywoodiani girati nel 2009 sul territorio italiano, New Moon (secondo capitolo della saga Twilight) e Letters to Juliet.

2 Settembre 2009 0

Frosinone, riapre il Multisala teatro Nestor

Di redazionecassino

Riapre il Multisala Teatro Nestor di Frosinone  dopo la pausa estiva con le primizie della nuova stagione cinematografica. Tra le tante novità una in particolare riguarda la politica dei prezzi per i biglietti, che a partire da quest’anno saranno ancora più accessibili a tutti gli spettatori. La Direzione: “Abbiamo deciso di rendere più fruibile il Cinema di Frosinone venendo incontro alle esigenze di tutti gli appassionati con prezzi anticrisi, alla portata di tutti: delle famiglie soprattutto numerose, dei giovani e degli studenti, degli anziani. Con la speranza di offrire sempre momenti di intrattenimento culturale e socializzazione per la comunità.” Il prezzo del biglietto sarà unico: 5 euro tutti i giorni, ridotto a 2,50 per gli over 65 anni. Bambini al di sotto dei 3 anni e diversamente abili usufruiranno dell’ingresso gratuito.

29 Agosto 2009 0

Bollettino incendi, roghi nelle province di Frosinone, Rieti e Latina

Di redazione

La giornata di oggi ha fatto registrare nel Lazio in tutto 30 roghi. Tra questi, 8 di dimensioni più preoccupanti, 5 in zone boschive (3 in provincia di Frosinone, uno in provincia di Rieti e uno in provincia di Latina). Tra quelli boschivi, l’incendio più grave è stato quello divampato in provincia di Frosinone presso il Comune Sant’Elia Fiumerapido, località Valleluce Cese, che nel pomeriggio ha interessato anche il territorio del Comune di Vallerotonda: per sedare le fiamme sono stati impiegati 2 elicotteri e un canadair. Preoccupante anche l’incendio di sterpaglie che ha interessato la zona di Cesano, a causa del forte vento e della prossimità di centri abitati: per fronteggiare il rogo, che ha bruciato circa 40 ettari, sono stati impegnati un elicottero della Protezione civile regionale e uno della Forestale. Attualmente in atto un incendio anche in zona Centocelle- Casilina (Roma). La giornata di oggi ha visto impegnate 20 associazioni della Protezione civile regionale, per un totale di circa 80 volontari. Per ogni segnalazione di incendi è attivo 24 ore su 24 il numero verde della Protezione Civile regionale 803 555.

14 Agosto 2009 0

Frosinone, progetti culturali per la Via Francigena

Di redazionecassino

Via libera alla Francigena del sud  Direttrice Via Prenestina  Via Latina. La Giunta provinciale di Frosinone, presieduta dal presidente Antonello Iannarilli, su proposta dell’assessore alla Cultura Antonio Abbate, ha infatti adottato una importante deliberazione in merito al Progetto definitivo L.R. 40/99. Intervento di valorizzazione della Via Francigena del Sud Direttrice Via Prenestina Via Latina. Una tappa fondamentale nel processo di realizzazione del tracciato di pertinenza dell’Area relativo alla Via Francigena sud (direttrice via Prenestina – Via Latina) e per procedere alla indizione delle necessarie conferenze di servizi. Nello specifico il progetto “La via Francigena del sud – Grande itinerario culturale europeo” ripercorre le tracce della antica via medievale di pellegrinaggio che collegava i principali luoghi di culto della cristianità: Canterbury in Inghilterra, Santiago di Compostela in Spagna, Roma in Italia e Gerusalemme in Terra Santa. La Via Francigena ha ricevuto dal Consiglio d’Europa a Wroclaw (Polonia) il 9 dicembre 2004 la menzione di Grande Itinerario Culturale Europeo. Per centinaia di anni, durante tutto il medioevo la Via Francigena è stata l’arteria più importante d’Europa, che connetteva il Nord Europa con Roma e con il Sud: dall’Inghilterra, si attraversava la Francia, le Alpi, la pianura padana, gli Appennini e pre-Appenini. Definita anche “ponte tra l’Europa anglosassone e quella latina” che si affaccia sul Mediterraneo. Per la realizzazione del tracciato di pertinenza la Provincia di Frosinone, quale soggetto capofila dell’Area di Programmazione Integrata “Territori Ciociari”, è destinataria di un investimento complessivo di 477.500,00 euro, di cui 382.000,00 euro (80% della spesa prevista) ex Legge Regionale 40/99 ed il restante 95.500,00 euro, a carico dei comuni partecipanti (66.850,00 euro) e della Provincia di Frosinone (28.650,00 euro). Così come individuata dal progetto la Via Francigena attraversa i territori dei Comuni di ACUTO-ANAGNI-FERENTINO-ALATRI-FROSINONE-ARNARA-RIPI. Promuovere la Via Francigena del Sud è un’occasione per valorizzare le risorse paesaggistiche, storiche e culturali di un territorio, che vanta una varietà di ambienti ed ecosistemi unici e con essi una varietà culturale. L’insieme di queste risorse presenta tutte le caratteristiche per attrarre flussi turistici sostenibili capaci di promuovere sviluppo in territori non interessati dal turismo di massa. Il progetto si propone, in definitiva, di sviluppare una strategia di azione che miri alla valorizzazione turistica integrata dei territori attraversati dai principali Itinerari Culturali Europei ‘ Via Francigena e Cammino di Santiago, tra i quali rientra appunto il percorso individuato in terra ciociara. Un percorso che porterà visibilità internazionale per la nostra provincia, nell’attuale periodo storico che ridefinisce in chiave moderna il concetto stesso di “pellegrinaggio”. Il viaggio verso i luoghi della fede diviene marketing territoriale di un’area interna da scoprire secondo l’antica prassi dei pellegrini, con lo spirito di chi intraprende il cammino a piedi e vive la semplicità ed il fascino di luoghi ricchi di storia e di arte.

16 Luglio 2009 0

Musica, iniziativa contro la guerra a Frosinone

Di redazionecassino

Alla Cantina Mediterraneo di Frosinone, via Fabi 327,  un’iniziativa di musica, pace e solidarietà. Tre giorni intensi e vibranti di musica accompagnano l’iniziativa “Calpesta la Guerra”, promossa da CooperAction Onlus per la pace in Afghanistan, durante la quale verranno esposti i tappeti di guerra, simbolo della rivolta afgana alle occupazioni russa e angloamericana, che rappresentano armi, atti terroristici e operazioni militari. Con la Campagna “Calpesta la Guerra”, CooperAction denuncia lo sfruttamento del lavoro infantile e minorile: sono i bambini infatti che vengono “usati” per la realizzazione dei preziosi drappi venduti in tutto il mondo. La Onlus promuove così la difesa dei Diritti Umani violati dal continuo stato di assedio che l’Afghanistan vive da oltre un trentennio. Alla Campagna è associato il progetto “Più tiri, Più unisci”: corso di restauro in tappeti annodati a mano rivolto ai profughi afgani presenti a Roma I tappeti di guerra fanno da scenografia alle tre serate: sul palco dove si esibiscono gli artisti, in un apposito spazio espositivo dedicato, si potrà fisicamente “calpestare la guerra”, ricacciando sotto i piedi uno dei drammi peggiori dell’umanità.

Programma musicale: 17 luglio: Mammooth, per la prima volta in Ciciaria! 18 luglio: Milk White e i Serial Drinkers di Roma 19 luglio: Giuseppe Caruso da Firenze