Tag: piazza

13 Aprile 2019 0

San Giorgio a Liri, intitolata una piazza all’appuntato scelto dei carabinieri Angelo Santoro

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SAN GIORGIO A LIRI – Nella mattinata di ieri si è svolta la cerimonia di inaugurazione di una piazza intitolata all’Appuntato Scelto Angelo Santoro.

Alla cerimonia, con picchetto d’onore, erano presenti la vedova e le due figlie dell’Appuntato, il Sindaco di San Giorgio a Liri, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Frosinone, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo ed il Comandante della Stazione di San Giorgio a Liri, nonché e i componenti delle varie Sezioni  ANC del circondario, la Polizia Municipale, i bambini della locale Scuola Materna e i cittadini di San Giorgio a Liri.

Dopo lo scoprimento del cippo è stata deposta una corona in memoria dell’app. Santoro e di tutti i caduti in servizio. Subito dopo, il Parroco ha dato la sua benedizione e a turno i bambini della scuola materna, che sulle spalle portavano il tricolore, hanno deposto una gerbera rossa vicino al cippo nella commozione generale.

L’Appuntato Scelto Angelo Santoro nasce in un paese dell’entroterra campano. Secondo di tre figli, a diciotto anni segue le orme del fratello maggiore arruolandosi, nel 1983, nell’Arma dei Carabinieri. Dopo aver frequentato il corso di formazione presso la scuola allievi Carabinieri di Campobasso e Roma, nel dicembre del 1983 viene destinato alla stazione Carabinieri di Velletri ove rimarrà fino a settembre del 1986.

Successivamente viene assegnato al Nucleo Tribunale e Traduzioni di Roma fino al gennaio del 1991, quando viene trasferito alla Stazione carabinieri di San Giorgio a Liri ove presta servizio con ammirazione della scala gerarchica e della locale popolazione.

Il 14 giugno 2001, durante un servizio di perlustrazione, su disposizione della centrale operativa, si recava presso il comune di Ausonia poiché era stato segnalata la commissione di un reato. Durante il tragitto il mezzo condotto dall’Appuntato Santoro veniva travolto da un altro veicolo che invadeva la corsia nel senso opposto. Nel tragico impatto l’Appuntato Scelto Angelo Santoro perdeva la propria  vita, lasciando la moglie e due figlie in tenera età.

In considerazione delle eccellenti doti militari, del senso del dovere e del coraggio che lo hanno caratterizzato, il 23 marzo 2004, veniva riconosciuto “Vittima del Servizio”.

15 Marzo 2019 0

75° Anniversario della distruzione di Cassino, cerimonia in piazza De Gasperi presieduta dal Prefetto Ignazio Portelli

Di redazionecassino1

CASSINO – Si ricorda oggi il 75° Anniversario della distruzione di Cassino, la cerimonia in piazza De Gasperi alla presenza del Commissario Straordinario del Comune, Benedetto Basile, il Prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, le Autorità civili, religiose e militari  con la deposizione delle corone d’alloro al Monumento ai Caduti.le Autorità civili.

Gli onori militari saranno resi dal 80° Reggimento “Roma” di stanza alla caserma di Cassino.

Sono trascorsi settantacinque anni da quel tragico 15 marzo 1944, quando la Città venne rasa al suolo insieme alla millenaria abbazia di Montecassino. Un momento tragico che segnò profondamente Cassino ed il cassinate, iniziato nel gennaio e che si sviluppò in una lunga stagione di combattimenti. Da gennaio a maggio del 1944, infatti, la zona di Cassino venne segnata e ferita da una lunga serie di battaglie tra le forze alleate e quelle tedesche.

Il bombardamento del 15 marzo venne preparato per giorni. Per quattro lunghe ore, dalle 8 del mattino, centinaia di aerei bombardieri e cacciabombardieri rasero al suolo la città, sganciando oltre 1000 tonnellate di esplosivo.

“E la città cadde. Le pareti ed i tetti furono suolo e polvere. Niente fermò le bombe. Cassino scomparve e con lei il senso di appartenenza a qualcosa di precedente, familiare ed antico. Da quel momento cambiò il carattere dei Cassinati, orfani della storia e destinati ad una diaspora che ancora oggi condiziona l’idea di futuro e la volontà di credere in qualcosa che appartiene a tutti” questo il ricordo di quei tragici anni di Dante Sacco, promotore del progetto Summa Ocre.

Cassino, tuttavia, seppe rialzarsi, rinascere, progredire nel corso degli anni della Ricostruzione. Il vecchio slogan “Ieri per la ricostruzione, oggi per il futuro”, accompagnò quegli anni duri e di sacrifici, gettando le basi per la rinascita della Città, l’impegno per continuare a lavorare ad un mondo migliore e di pace. E così è stato.

F. Pensabene

Foto di repertorio

5 Marzo 2019 0

Frosinone, Carnevale: oltre 16.000 in piazza e per le strade

Di redazionecassino1
FROSINONE –  Il giorno clou del programma della settimana di celebrazioni – fortemente voluta dall’amministrazione Ottaviani – in onore del Carnevale frusinate, ha segnato un successo strepitoso. La manifestazione era patrocinata dal Comune (assessorati alla cultura, coordinato da Valentina Sementilli, e al centro storico, coordinato da Rossella Testa) e organizzata dall’associazione culturale Rione Giardino con Pro loco di Frosinone, associazione Il Corso e Limited Edition.

Una folla festante e allegra, stimata attorno alle 16.000 persone, ha pacificamente invaso, infatti, il capoluogo ciociaro per partecipare alla celebrazione, goliardica e suggestiva al medesimo tempo, del rito che si ripete ormai da 220 anni. Il martedì grasso ha visto la sfilata dei caratteristici carri, che ha coinvolto la parte inferiore della città. Nel primo pomeriggio, come da tradizione, il corteo allegorico si è ricongiunto con quello storico, al grido di essegliè-essegliè-essegliè, scandito da radecari e pantanari. Danze, circoli, risate, simpatiche maschere, un nutrito gruppo di figuranti e tanta musica hanno accompagnato l’incedere festoso dei partecipanti, che hanno rinnovato l’antichissimo rito collettivo di Rinascita e purificazione, goliardico, felicemente dionisiaco, del Carnevale frusinate, inserito, ormai, tra i carnevali storici più importanti d’Italia.

Si è conclusa, con il “sacrificio” del generale Championnet, una settimana di festeggiamenti contraddistinta da grande partecipazione popolare, senza distinzione di età. Grande successo hanno infatti riscosso le visite al museo del carnevale (presso l’ex Mattatoio) con le scolaresche e i centri anziani del capoluogo, il “fini-fini party”, la sfilata delle mascherine (dedicata ai più piccoli), il veglione di beneficenza alla Villa comunale, la visita del generale Championnet nelle case famiglia della città, lo spettacolo in compagnia della pungente ironia di Maria Nicola. Apprezzatissime anche le novità introdotte lo scorso anno e ormai eventi consolidati anche per questa edizione: la matinée in disco per i giovani e la radicata delle criature.

“Una festa, quella del Carnevale  – ha dichiarato il sindaco, Nicola Ottaviani – che ha celebrato l’orgoglio identitario di appartenere a questa terra. Da frusinati, siamo fieri delle tradizioni che esprime la nostra ‘ciociarità’, un modo di essere che appartiene a chi è nato qui o a coloro che sono innamorati di questa terra, pur non essendovi nati”.

12 Febbraio 2019 0

A Cassino la statua dell’orso Woytek, in corso l’installazione in piazza XV Febbraio

Di admin

CASSINO – Lavori di collocazione in corso in Piazza XV Febbraio della statua di Woytek, l’orso che seguiva l’esercito polacco nella sua avanzata verso la liberazione dal nazifascismo. Secondo alcuni l’orso, famoso perché aiutava i soldati nel trasporto delle munizioni, sarebbe passato anche sul fronte di Cassino, secondo altri no.

Comunque grazie all’impegno dell’associazione “Le Contrade”, Woytek a Cassino avrà la sua statua.

“Ci sono voluti 20 anni di impegno e di sensibilizzazione per raggiungere questo risultato – dichiara Antonio Capaldi rappresentante dell’associazione Le Contrade – Avevano un progetto più ampio ma il costo di 50mila euro era insostenibile. Abbiamo quindi lanciato una raccolta fondi a livello internazionale raccogliendo circa 10mila euro che servivano per realizzare il manufatto in pietra di Coreno. Un modo per collocare anche il personaggio con il territorio e con qualcosa che lo rappresenti come la pietra locale”.

Ermanno Amedei

(foto Dante Sacco)

 

31 Gennaio 2019 0

Cassino, in arrivo le nuove isole ecologiche in piazza Green

Di redazionecassino1

CASSINO – Saranno installate fra il 7 e il 17 febbraio prossimo in piazza Green, le due isole ecologiche. Lo hanno assicurato il sindaco D’Alessandro e il consigliere Tauwinkelova.

Si tratta di strutture a basso impatto visivo e sono utilizzabili esclusivamente con le card in distribuzione presso l’Ufficio Ambiente del Comune di Cassino.

Grazie a queste card, le isole ecologiche si potranno conferire, in modo differenziato, carta, vetro, plastica, organico e pannolini, oltre a piccoli RAEE (telefonini, MP3, ecc..) pile e farmaci.

“Raccomandiamo pertanto agli utenti – scrivono  nel comunicato – di recarsi in municipio per ritirare la card che rappresenta un ulteriore passo dell’Amministrazione verso il cittadino e verso la corretta gestione della raccolta differenziata”.

 

1 Dicembre 2018 0

Domenica “Sport in piazza”, giornata di sport per tutti

Di redazionecassino1

CASSINO – Rinviata per il maltempo, domenica 2 dicembre in piazza Labriola si svolgerà #SportinPiazza, una giornata di sport aperta a tutti i cittadini.

“Con questa iniziativa vogliamo sensibilizzare adulti e bambini sui temi della salute fisica e dello sviluppo motorio. – ha detto il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Lo faremo tutti insieme domenica, riempiendo le strade e le piazze della nostra città di sport”.

“Grazie alla collaborazione con il CONI e la Regione Lazio, Cassino vivrà un’intera giornata all’insegna dell’attività fisica. – ha dichiarato il consigliere comunale con delega allo sport Carmine Loreta Di Mambro – Dalle ore 10, Piazza Labriola, piazza Diamare, Corso della Repubblica e Piazza Toti ospiteranno tantissime discipline sportive che sapranno coinvolgere bambini, adulti e anziani”.

1 Dicembre 2018 0

Domani “Mercatino dellartigianato di prodotti natalizi” in piazza Diamare e viale Dante

Di redazionecassino1

CASSINO – Si svolgerà domani, 2 dicembre, in piazza Diamare e Viale Dante il mercatino dell’artigianato di prodotti natalizi promosso dall’associazione “Conca D’Oro – Il fascino dell’antico” con il patrocinio del Comune di Cassino. Si tratta di una iniziativa che intende creare un momento di aggregazione sociale attraverso il coinvolgimento di larghe fasce di popolazione, alle porte del periodo natalizio.

“Si tratta di uno dei primi eventi che abbiamo programmato per il periodo di Natale nella città di Cassino – ha detto l’assessore alle Attività Produttive e Commercio, Chiara Iadecola – Il mercatino natalizio che si svolgerà il prossimo due dicembre è senz’altro una iniziativa che può permettere un maggior afflusso di persone nel cuore della città martire.

Di riflesso le attività commerciali, sia coinvolte nel mercatino stesso e sia presenti in centro, potrebbero beneficiarne positivamente. E’ compito della nostra amministrazione dare dei segnali importanti, degli stimoli che facciano capire a tutti che siamo dalla parte di tutte quelle piccole e micro imprese che non si arrendono, e che lavorano anche per il bene di tutta l’offerta commerciale della città”.Ha concluso l’assessore Chiara Idecola.

foto repertorio

20 Novembre 2018 0

Domenica 25 novembre, Cassino apre strade e piazze a “Sport in Piazza”

Di redazionecassino1

CASSINO – Domenica 25 novembre le piazze e le strade della città di Cassino ospiteranno #SportinPiazza, una giornata di sport aperta a tutti i cittadini.

“Attraverso lo sport vogliamo promuovere valori universali come la solidarietà, la tolleranza, la convivenza pacifica tra i popoli. – ha detto il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Allo stesso tempo, una giornata di questo tipo ci permette di sensibilizzare l’intera cittadinanza sui temi della salute fisica, dello sviluppo e dell’edu…cazione delle nuove generazioni”.

“Questa mattina abbiamo inviato una circolare a tutte le scuole della città per invitare gli studenti all’evento. Con Sport in Piazza, realizzato in collaborazione con il CONI, vogliamo coinvolgere tutta la città, dai bambini, agli adulti, agli anziani. – ha dichiarato il consigliere comunale con delega allo sport Carmine Loreta Di Mambro – A partire dalle ore 10, Piazza Labriola, piazza Diamare, Corso della Repubblica, Viale Dante e Piazza Toti, per l’intera giornata, diventeranno campi da gioco e palestre a cielo aperto per ospitare tutte le discipline sportive presenti in città: calcio, basket, pallavolo, golf, rugby, danza, atletica, scherma, pugilato, arti marziali, calcio balilla, simulatori volo, simulatori di vela, crossfit, tiro con l’arco, ping pong, simulatore di kayak e tanto altro. Invito fin d’ora i cittadini di Cassino a partecipare per riscoprire la bellezza dello sport e dello stare insieme”.

20 Novembre 2018 0

Cassino, riapre al pubblico il Teatro Romano e l’Info Point di piazza Garibaldi

Di redazionecassino1

CASSINO – Da lunedi 19 novembre apertura al pubblico del Teatro Romano e dell’Info Point presente in piazza Garibaldi, nelle vicinanze della stazione Ferroviaria di Cassino.

“Grazie alla disponibilità di alcuni dipendenti comunali, sarà possibile visitare, durante la mattinata, il Teatro Romano dalle 9:30 alle 12:00. Per la prossima settimana saranno presenti anche alcuni alunni dell’I.I.S.Medaglia D’Oro di Cassino dell’indirizzo turistico, i quali accompagneranno… i visitatori all’interno delle bellezze del Teatro Romano, patrimonio inestimabile del nostro territorio. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Maria Iannone.

L’info Point rimarrà aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 12:00 e rappresenta un importante punto strategico di informazione turistica. All’interno sono disponibili dei depliant preparati e stampati dagli uffici comunali che raccontano sinteticamente le principali bellezze della nostra città e gli opuscoli degli orari di autobus di linea urbani ed extraurbani.

Accanto a queste due operazione stiamo progettando delle strategie necessarie per trasformare l’azione turistica della città in un’ azione attiva che possa essere propulsiva e di valorizzazione del patrimonio storico culturale di tutta la nostra Città. Un piano che cerchera’ di creare delle sinergie utili per la costruzione di un sistema integrato rche abbia obiettivi condivisi con tutti gli operatori del settore, in modo da creare un’offerta turistica allettante e capace di attrarre turisti. Una valida e concreta azione che avra’ delle ricadute positive sull’economia in generale”.

5 Ottobre 2018 0

Piazza dello spaccio a Ferentino, oltre ai 5 arresti, chiusi anche 4 bar e 200 segnalati

Di admin

FERENTINO – Si chiama “Anomia” l’operazione antidroga condotta all’alba di questa mattina a Ferentino, nell’ambito di una articolata indagine coordinata dal procuratore De Falco capo dalla Procura della Repubblica di Frosinone che ha portato i Carabinieri della Compagnia di Anagni ad eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Frosinone (dott. Bracaglia Morante), nei confronti di 5 indagati, gravemente indiziati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Le indagini svolte dalla Stazione Carabinieri di Ferentino, corroborate da attività tecniche, hanno confutato una serie di cessioni di sostanze stupefacenti poste in essere dai principali indagati ad una pluralità di soggetti. Le intercettazioni, i pedinamenti, i sequestri hanno confermato come gli indagati nel periodo in questione hanno vissuto e tratto profitti esclusivamente dall’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, principalmente cocaina. Le intercettazioni hanno permesso di acclarare che i sunnominati vivessero in totale stato di anomia (contrarietà ad ogni forma di civile convivenza e rispetto delle regole); inoltre in molte occasioni alcuni degli arrestati al fine di destare meno sospetti durante le consegne dello stupefacente ai vari clienti non hanno esitato a portare con loro minorenni, destando addirittura anche la riprovazione nel tossico di turno che commentava negativamente la loro presenza.

L’intera indagine trae origine dalla attività informativa (iniziata sin dalla primavera del 2017) e dalle continue segnalazioni circa lo stato di invivibilità e mancanza di tranquillità presso le palazzine (case popolari) di via Madonna degli Angeli di Ferentino a causa di una sfacciata e tracotante attività di spaccio di sostanze stupefacenti poste in essere dai fratelli arrestati, attività esercitata sotto il palazzo in cui essi hanno occupato abusivamente due distinti alloggi che molto spesso si davano appuntamento per la consegna nel centro storico e in dei Bar di Ferentino.

Durante l’attività, alla sola vista dei Carabinieri in zona per normale servizio di controllo del territorio, le vedette – indagati si agitavano e provvedevano immediatamente a nascondere “fionnare” la sostanza stupefacente.

La droga veniva nascosta nei più disparati posti, nei contatori dell’energia elettrica delle case popolari, nel sellino di uno scooter abbandonato di proprietà di un ragazzo trasferitosi altrove, risultato estraneo ai fatti .

Infatti in esso, all’interno del bauletto posto sotto il sellino del citato scooter venivano rinvenuti e sequestrati circa 6 grammi di cocaina suddivisi in un involucro unico contenente grammi 5 (purissima) e due dosi già confezionate oltre materiale per il confezionamento.

Agli arrestati odierni:

CELARDI IVAN, nato a Ferentino il 19/11/1991, ivi residente via Madonna degli Angeli scala D Case ATER, censito in banca dati per reati contro la persona, il patrimonio, in materia di stupefacenti nonché avvisato orale di P.S.;

CELARDI LORIS, nato ad Alatri il 03/03/1998, residente a Ferentino via Madonna degli Angeli scala D Case ATER, censito in banca dati per reati contro la persona, il patrimonio, in materia di stupefacenti nonché avvisato orale di P.S.;

BAMBOLO ILARIA, nata ad Alatri il 29/06/1988, residente a Ferentino via Madonna degli Angeli scala D case ATER censita Banca dati in materia di stupefacenti

PUPERI GIUSEPPE, nato a Ferentino il 19/03/1962, ivi residente in via san Rocco Terravalle snc, convivente, censito in banca dati per reati specifici, contro il patrimonio, la persona, in materia di stupefacenti nonché avvisato orale di P.S.;

ABBATE LUCA, nato a Ferentino il 10/02/1983, ivi residente in via Aielle Pastolica n.59, censito in banca dati per reati specifici, nonché contro la persona ed il patrimonio.

è contestato il reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e reato continuato

Durante l’indagine messa in atto per arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti in Ferentino sono state accertate circa 200 cessioni di dosi di cocaina.

Durante la fase investigativa è stato effettuato l’arresto di un altro soggetto trovato in possesso di cocaina appena acquistata dagli indagati, che nel tentativo di sottrarsi al controllo dei carabinieri gli aggrediva; inoltre si è proceduto alla segnalazione ex art. 75 del D.P.R. 309/90 di nr. 8 giovani assuntori, al sequestro di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, per un totale di oltre 60 dosi per un totale di grammi 60, nonché alla denuncia in stato di libertà di altre tre persone, responsabili del reato di favoreggiamento e truffa.

Per i 200 assuntori di sostanza stupefacente, sarà richiesta agli organi competenti la revisione della loro patente

Per 4 Bar di Ferentino, è stata chiesta la chiusura in quanto ritrovo di incontro tra gli spacciatori.

Solo per la BAMBOLO Ilaria è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Tutti gli altri sono stati associati presso la Casa Circondariale di Frosinone.