Tag: Pozzilli

29 Giugno 2019 0

Pozzilli, grave incidente. Tratto stradale ss 85 chiuso

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nrl primissimo pomeriggio di oggi si è verificato un brutto incidente sulla strada statale 85 “Venafrana”. Si tratta du uni scontro frontale. Il tratto stradale risulta essere provvisoriamente chiuso in entrambe le direzioni. Si tratta del km 28,100 a Pozzilli (IS). Tre persone sono ferite in modo grave. Sul posto sono presenti il personale di Anas e delle Forze dell’Ordine per ripristinare la circolazione il prima possibile. Prestare attenzione per chi intenda percorrere tale tratto.

17 Marzo 2017 0

Studenti dell’Itis di Cassino ospiti presso l’istituto Neuromed di Pozzilli per il progetto Alternanza scuola lavoro. Tanto entusiasmo, ottimi risultati

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo dalla redazione Ad Majorana una nota stampa relativa all’esperienza di alternanza scuola lavoro per gli studenti di biotecnologie sanitarie. “Nell’ambito del progetto Alternanza scuola lavoro, scrivono i ragazzi della redazione della scuola- l’istituto neurologico Mediterraneo Neuromed di Pozzilli ha accolto gli studenti dell’istituto tecnico E.Majorana di Cassino. Una intensa e proficua settimana di lavoro, dal 6 al 10 marzo scorso, ha visto,per otto ore al giorno, i giovani studenti della classe IV dell’indirizzo Chimica e biotecnologie sanitarie, coordinati dalla tutor professoressa Brunella Scarabeo, docente di microbiologia e affiancati dai ricercatori dei laboratori di neurogenetica, fisiopatologia vascolare e genetica molecolare, partecipare a varie attività di laboratorio. Gli stagisti hanno sperimentato, nel corso delle attività lavorative, le tecniche biotecnologiche più recenti e innovative sull’ipertensione, epilessia, morbo di Parkinson, schizofrenia e morbo di Alzheimer. Gli studenti,già abituati a lavorare nei laboratori di analisi chimiche, di analisi strumentale, di chimica organica e microbiologia dell’istituto cassinate, indossati i camici, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, hanno dimostrato preparazione e competenza effettuando analisi di laboratorio e imparando nuove tecniche grazie alle strumentazioni all’avanguardia di cui il centro polispecialistico è dotato. Nel laboratorio di malattie rare e di genetica molecolare hanno effettuato l’estrazione del DNA, PCR e realizzato controlli ecofrafici sull’aortico e sulla milza per verificare le condizioni cardiocircolatorie di alcune cavie. Gli alunni hanno inoltre assistito ad interventi di microchirurgia,nonché all’estrazione delle proteine del fegato ma anche partecipato ad una interessantissima conferenza sulle malattie genetiche del sistema neurovegerativo, organizzata dall’istituto neurologico, che ha permesso loro di interagire con ricercatori di chiara fama. Forte l’apprezzamento dei medici tutor dei giovani studenti dei quali hanno rilevato le conoscenze teoriche, le capacità manuali e la padronanza dimostrata nelle varie attività laboratoriali. Grande la soddisfazione degli insegnanti tutti e del dirigente scolastico professoressa Ina Gloria Guarrera. Grandissimo l’entusiasmo degli studenti che sperano di poter ripetere al più presto questa bellissima e formativa esperienza. A loro un plauso per le competenze dimostrate in ambienti extrascolatici di altissima qualità”.

13 Dicembre 2016 0

Pozzilli – Scoperta casa di appuntamenti, denunciati un uomo ed una donna

Di Antonio Nardelli

I Carabinieri della Stazione di Filignano hanno scoperto a Pozzilli, un appartamento dove venivano fatte prostituire giovani ragazze di origine sudamericana, con tariffe che oscillavano tra i cinquanta e i cento euro a prestazione.

L’attività di prostituzione avveniva a tutte le ore del giorno e della notte, con decine di clienti provenienti anche da altre province. Due persone, un 40enne isernino ed una 30enne della Repubblica Domenicana, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, avendo i Carabinieri accertato che i due con ruoli diversi gestivano l’illecita attività.

I militari della Stazione, in collaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro, hanno fatto irruzione nell’appartamento eseguendo una perquisizione, durante la quale è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro materiale ritenuto di alto interesse investigativo. Alcune settimane orsono, furono i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, a sgominare una organizzazione composta da tre persone, che gestivano un’attività di prostituzione di giovani ragazze straniere in un appartamento nel centro di Isernia.

22 Ottobre 2016 0

Si gioca lo stipendio alle slot machines, ma finge di essere stato rapinato per non raccontare alla moglie la verità

Di redazione

Evidentemente ha pensato che l’unico modo per evitare problemi con la moglie sarebbe stato quello di inventarsi di essere stato vittima di una rapina. Non è un film, ma poco ci manca. Protagonista un uomo di 40 anni originario dell’ alto casertano che ha inscenato una storiella che non ha convinto i carabinieri. Il fatto è avvenuto nella zona di Pozzilli nelle scorse ore. L’uomo si è rivolto ai carabinieri della compagnia di Venafro raccontando di essere rimasto vittima di una rapina ad opera di due persone sconosciute. I fantomatici ladri, stando al racconto del 40enne, gli avrebbero portato via un ingente quantitativo di soldi, praticamente una buona parte dello stipendio ed avrebbero agito all’ interno di un locale commerciale. I carabinieri hanno così avviato tutta una serie di accertamenti che li hanno portati verso una singolare soluzione del caso. Ovvero hanno scoperto che l’uomo si era inventato tutto per non far scoprire alla moglie di aver perso tutti i soldi alle slot machines. Il 40enne, oltre a dover affrontare la moglie, ora dovrà rispondere di simulazione di reato. N.Costa

18 Agosto 2016 0

Furto nella notte alla Sata di Pozzilli, banda di malviventi catturata dai carabinieri

Di Antonio Nardelli

Pozzilli – Una banda di quattro malviventi è stata arrestata dai Carabinieri, nel corso della notte, mentre stava perpetrando furto di rame all’interno degli stabilimenti della SATA GROUP S.p.A, ubicati nella zona industriale di Pozzilli, e che si occupa della produzione di componenti destinati all’industria autoveicolistica e fa parte dell’indotto della Fiat Chrysler Automobiles. I quattro, tutti provenienti dalla zona dell’aversano, in provincia di Caserta, un 26enne di origine bulgara, un 27enne, un 25enne ed un 43enne, tutti di origine rumena, di cui l’ultimo latitante da oltre quattro anni perché evaso dagli arresti domiciliari dove si trovava ristretto per reati contro il patrimonio, sono stati intercettati dai militari della Stazione di Filignano e da quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro, mentre perpetravano furto di rame dagli impianti elettrici della suddetta azienda. I quattro, arrestati in flagranza di reato, dopo le formalità di rito sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Isernia.

Nella circostanza veniva inoltre sottoposta a sequestro un autovettura Renault Scenic, utilizzata dai malviventi, e a bordo della quale veniva rinvenuta altra refurtiva consistente in circa cinquanta bottiglie di liquore, asportate alcune ore prima all’interno degli stabilimenti della società SIL, ubicata sempre nella zona industriale di Pozzilli, e che si occupa proprio della produzione di liquori. Ulteriori indagini sono comunque in corso per accertare l’eventuale presenza di altri complici e se la banda sia coinvolta in altri furti commessi nel recente passato in provincia di Isernia.

26 Gennaio 2010 0

Sequestrata Villa Pini, intanto la Neuromed di Pozzilli (Is) tratta per l’acquisto

Di redazione

Sigilli alla clinica Villa Pini di Chieti. A porli sono stati i finanzieri su ordine della locale procura della Repubblica. La struttura sanitaria è il perno sun cui ruota lo scandalo della sanità abruzzese che ha visto, nel 2008, l’allora governatore dell’abruzzo Ottiviano Del Turco rimanere coinvolto in un giro di presunte mazzette. Ad annunciare il sequestro è stato il presidente della Giunta, Gianni Chiodi, nel corso della seduta del Consiglio regionale aggiungendo che come amministratore giudiziario è stato nominato Ugo Zucco. La clinica di proprietà della famiglia Angelini. Intanto i lavoratori continuano a vivere un momento drammatico dato che da 10 mesi non percepiscono lo stipendio. In tutto questo trambusto l’unica notizia positiva arriva dal Molise dove la Neuromed di Pozzilli (Is), che fa capo alla famiglia dell’eurodeputato Aldo Patriciello, ha confermato l’interesse ad acquisire l’intero gruppo sanitario chietino.