Tag: prefetto

27 Marzo 2019 0

Amministrative 2019: Indette elezioni dal Prefetto di Frosinone. Cassino e Veroli, comuni più grandi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono state indette le elezioni amministrative nella provincia di Frosinone. Secondo le indicazioni del Ministro dell’Interno, il Prefetto in data 25 marzo ha indetto le elezioni comunali per il giorno 26 maggio e l’eventuale ballottaggio il 9 giugno. Di seguito l’elenco dei comuni coinvolti. Di seguito i comuni dove si voterà con sistema maggioritario. Numero di abitanti, consiglieri comunali da eleggere e numero di sezioni.

ACUTO 1.910 10 2 ARCE 5.783 12 6 ARNARA 2.379 10 3 AUSONIA 2.650 10 3 BROCCOSTELLA 2.807 10 3 CASALVIERI 2.867 10 4 CASTELLIRI 3.533 12 4 CEPRANO 8.740 12 7 COLFELICE 1.853 10 2 COLLE SAN MAGNO 744 10 1 CORENO AUSONIO 1.671 10 2 FALVATERRA 567 10 1 FONTECHIARI 1.318 10 2 GALLINARO 1.246 10 2 GIULIANO DI ROMA 2.343 10 3 ISOLA DEL LIRI 11.963 16 12 MOROLO 3.267 12 32 ​ PALIANO 8.146 12 7 PESCOSOLIDO 1.552 10 3 PIGLIO 4.657 12 4 POSTA FIBREN O 1.217 10 2 RIPI 5.346 12 5 ROCCA D’ARCE 971 10 2 S. DONATO VAL DI COMINO 2.122 10 2 SAN GIORGIO A LIRI 3.166 12 3 S. AMBROGIO S. GARIGLIANO 994 10 1 S. ANDREA DEL GARIGLIANO 1.566 10 2 SANT’APOLLINARE 1.931 10 2 SANT’ELIA FIUMERAPIDO 6.227 12 8 SANTOPADRE 1.410 10 2 SAN VITTORE DEL LAZIO 2.679 10 2 SETTEFRATI 792 10 2 STRANGOLAGALLI 2.501 10 3 VALLEMAIO 1.002 10 1 VALLEROTONDA 1.671 10 4 VICO NEL LAZIO 2.256 10 2 VILLA SANTO STEFANO 1.707 10 2

Con sistema proporzionale CASSINO 33.658 24 33 VEROLI 20.763 16 19 Foto d’archivio

11 Dicembre 2018 0

Il prefetto di Frosinone visita il presepe allestito nel castello di Pico

Di admin
PICO – “Il Prefetto di Frosinone Ignazio Portelli questa mattina ha fatto visita al Presepe allestito nel Castello di Pico, a seguire la visita istituzionale in Municipio. Presente il sindaco Ornella Carnevale, il Presidente del Parco dei Monti Aurunci Marco Delle Cese e alcuni consiglieri comunali”. Lo si legge in una nota del Parco degli Aurunci. “Un appuntamento istituzionale nel mio paese, Pico, al quale non potevo mancare”. Lo dichiara nella nota il Presidente del Parco Monti Aurunci, Marco Delle Cese. “Ho accettato l’invito, partecipato e apprezzato molto le considerazioni di sua eccellenza il Prefetto Portelli. Uomo delle Istituzioni vicino anche alle piccole realtà. Essere presenti in una comunità come quella di Pico ricca di cultura e di storia è un segnale di grande vicinanza ai cittadini. Il Parco dei Monti Aurunci tutela a tutto tondo le realtà territoriali e le singole tradizioni. Quella del Presepe nel Castello di Pico è una prima edizione per la quale siamo pronti a mettere in campo iniziative a sostegno. È un grande orgoglio potermi mettere a disposizione delle altre istituzioni e soprattutto dei miei concittadini. Cultura e tradizioni è un binomio vincente per il quale siamo pronti a fare la nostra parte”.
14 Settembre 2018 0

Il Prefetto di Frosinone incontra a Cassino i sindaci del territorio

Di admin

CASSINO – “Si è svolto giovedì pomeriggio nella sala consiliare del comune di Cassino un incontro tra il prefetto, Ignazio Portelli e i sindaci del cassinate. E’ la prima volta che la prefettura ha organizzato questo genere di incontri”.

Lo si legge in una nota del comune di Cassino.

“Dopo i saluti iniziali e la relazione del Prefetto che ha chiesto ai primi cittadini di manifestare tutte le loro difficoltà nella gestione amministrativa e le aree sulle quali l’autorità di governo potesse intervenire, il Sindaco D’Alessandro a nome di tutti, come comune capofila, ha ringraziato Portelli per la sua presenza ponendo l’accento sui problemi che affliggono i comuni soprattutto per la gestione di una macchina amministrativa ormai in cronica carenza di personale”. “Un argomento importante della discussione è stata l’emergenza rifiuti creata dalla SAF. – ha detto nella nota Carlo Maria D’Alessandro – tra l’altro posizione condivisa anche dal prefetto, che ha messo i comuni in grandi difficoltà e che costringerà probabilmente i cittadini ad un ulteriore esborso economico. Inoltre è stata posta grande attenzione sul problema della manutenzione stradale sia provinciale che comunale, alla sicurezza nelle scuole e al tema ambientale oltre che quello dell’immigrazione. Da parte del Prefetto è emersa la piena disponibilità per dare un supporto sostanziale a tutti i comuni anche nei rapporti con le sovraordinate provincia, regione e ministero. Sua eccellenza ha evidenziato la necessità di essere inclusivi di saper ascoltare e soprattutto di cercare circuiti virtuosi con minore burocrazia e su questo tutti i sindaci hanno dato il loro assenso. Soprattutto considerando che il nostro incarico è basato su un discorso di passione civile. Grande attenzione è stata posta sul problema ambientale che non coinvolge solo la SAF, ma anche le discariche presenti sul territorio e il termovalorizzatore e nel comune di San Vittore nel Lazio, ma sostanzialmente a confine anche con il comune di Cassino”. “Al termine dell’incontro – continua la nota – il sindaco D’Alessandro ha dichiarato di “aver notato nel prefetto una grande attenzione sul territorio e la volontà di presidiare tutta la provincia in una maniera innovativa di grande responsabilità e di grande sensibilità istituzionale. Atteggiamento che ha trovato l’appoggio non solo del comune di Cassino, ma di tutti i comuni del cassinate nella speranza, anzi certezza che questo sia il primo di una serie di innumerevoli incontri”.

31 Maggio 2018 0

Contrabbando di tonnellate di sigarette, arrestato vice prefetto dell’Isola d’Elba

Di admin

DALL’ITALIA – I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno stanno dando esecuzione, su ordine del Procuratore Capo della Repubblica di Livorno, dottor Ettore Squillace Greco, ad un’ordinanza – emessa dal G.I.P. del locale Tribunale, Dott. Marco Sacquegna – di applicazione della misura cautelare personale nei confronti di nove persone, di cui due in carcere (il Vice Prefetto reggente l’Ufficio distaccato della Prefettura dell’Isola d’Elba ed un pregiudicato appartenente ad una nota famiglia di ‘ndragheta attiva in Piemonte, a suo tempo mandante dell’omicidio del Procuratore di Torino Bruno Caccia) e sette sottoposte agli arresti domiciliari. Nel corso delle investigazioni, era già stato, altresì, tratto in arresto in flagranza di reato altro soggetto, durante lo scorso mese di novembre. L’attività, rientrante nell’operazione denominata “Vicerè”, si inserisce nell’ambito di un’articolata indagine svolta, sotto la direzione del citato Procuratore Capo della Repubblica, da militari della Compagnia di Portoferraio e del Nucleo di Polizia EconomicoFinanziaria di Livorno, che ha portato alla denuncia all’A.G. di 27 soggetti, responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere, porto abusivo di esplosivi (detenuti al fine di compiere un atto di intimidazione), contrabbando di 9 tonnellate di sigarette, indebita compensazione di debiti tributari tramite fittizie compensazioni, illecita sottrazione al pagamento delle accise sugli alcoli, anche mediante falso in documenti pubblici informatici.

Contestualmente alle misure cautelari, sono in corso di esecuzione perquisizioni personali, domiciliari e locali (con la collaborazione dei Reparti del Corpo competenti per territorio) in 7 Regioni (province di Livorno, Torino, Asti, Padova, Ravenna, Forlì, Pisa, Pistoia, Campobasso, Napoli, Salerno, Lecce e Brindisi), nei confronti degli indagati, con l’impiego complessivamente di circa n. 120 militari. Compiuti dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno, alle ore 10.30 odierne.

28 Maggio 2018 0

Visita del  Prefetto della Provincia di Frosinone alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino

Di admin

CASSINO – Lo scorso venerdì, il Prefetto di Frosinone dottoressa Emilia Zarrilli si è recata in vista presso la Sottosezione Polizia Stradale di Cassino per incontrare i “ragazzi” di quel Reparto che dall’inizio dell’anno si sono resi “protagonisti” di numerose operazioni di Polizia Giudiziaria.

Il Prefetto ha esternato il suo plauso per la dedizione ed il senso del dovere  degli operatori che, con intuito e professionalità, quotidianamente svolgono il proprio dovere.

Tra le operazioni più significative ricordiamo  il sequestro di 65 Kg. TLE, 10 Kg di sostanza stupefacente,  di materiale ed attrezzature di cantiere, rintraccio di persone clandestine o ricercate e da ultimo due ragazzi studenti  Erasmus che ignari circolavano in  bicicletta in autostrada.

9 Marzo 2018 0

Piedimonte S.Germano: Il sindaco fa appello al prefetto. “Strade provinciali colabrodo. Dalla provincia nessun cenno”

Di redazione

Con una nota stampa l’amministrazione comunale ed il sindaco di Piedimonte lanciano l’allarme sulle condizioni in cui versano le strade provinciali del territorio. “L’amministrazione comunale di Piedimonte San Germano- scrivono- dal suo insediamento ad oggi, si trova di nuovo, per la terza volta a comunicare al Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, la grave situazione in cui versano le strade provinciali sul territorio pedemontano. Prima fra tutte ad essere protagonista di questa problematica è l’arteria principale che conduce allo Stabilimento FCA soprattutto i Comuni della Valle dei Santi e Pontecorvo, la SP152, ormai diventata impraticabile, poichè, oltre a diverse buche lungo tutto il percorso stradale, presenta anche, in alcuni punti, il restringimento della carreggiata”. “Oggi il Sindaco, avv. Gioacchino Ferdinandi, carico delle tante segnalazioni ricevute dai cittadini e soprattutto esausto dell’inerzia da parte del Presidente della Provincia, si rivolge anche al Prefetto, Sua Eccellenza dott.ssa Emilia Zarrilli”. Scrivono così in una nota dal comune di Piedimonte San Germano. Il Sindaco dichiara: “dal mio insediamento ho rappresentato da subito le criticità delle strade Provinciali presenti sul territorio comunale ma con rammarico sono a constatare che le precedenti richieste di intervento risultano completamente inevase, mentre ci risulta che in questo periodo sono stati effettuati interventi di manutenzione e di bitumazione riguardanti altre arterie stradali ricadenti nel territorio di altri comuni sicuramente meno trafficate rispetto all’arteria di collegamento con lo stabilimento Alfa Romeo”

25 Febbraio 2018 0

Grande freddo, il Prefetto di Frosinone dispone il blocco alla circolazione per i mezzi di oltre 7,5 t

Di admin

FROSINONE –  “A seguito dei recenti avvisi meteo del Dipartimento di Protezione Civile e del Centro Funzionale della Regione Lazio, che hanno preannunciato, a partire da oggi, domenica 25 febbraio, il brusco abbassamento delle temperature, si è riunito, stamane, nel Palazzo del Governo, il Comitato Operativo Viabilità, composto da tutte le Forze di Polizia e gli Enti proprietari delle strade, per monitorare la situazione e porre in atto le opportune misure precauzionali per attenuare i disagi alla circolazione stradale”.

Lo si legge in una nota del Prefetto di Frosinone.

“Il Prefetto di Frosinone, Emilia Zarrilli, a seguito del predetto incontro, ha adottato l’ordinanza di interdizione al traffico dei mezzi pesanti, disponendo il fermo della circolazione per il trasporto di cose aventi massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate a partire dalle ore 22.00 del 25.02.2018 fino a cessate esigenze, su tutta la rete viaria della provincia.

Il provvedimento è stato adottato in linea con analoghi provvedimenti  adottati dalle Prefetture limitrofe.

Dal divieto sono esclusi: gli automezzi che trasportano derrate alimentari deperibili in regime ATP, altri prodotti deperibili (ad esempio frutta ed ortaggi freschi; carni e pesci freschi; fiori recisi; animali vivi destinati alla macellazione o provenienti dall’estero, nonché i sottoprodotti derivanti dalla macellazione degli stessi; pulcini destinati all’allevamento; latticini freschi; derivati del latte freschi; semi vitali);

mezzi che trasportano medicinali e attrezzature sanitarie;

veicoli adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza o che trasportano materiale e attrezzi occorrenti a tale fine e quelli utilizzati dagli enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio”.

13 Dicembre 2017 0

Controlli antidroga: segnalati al Prefetto quattro giovani in trasferta nel capoluogo

Di redazionecassino1
Frosinone – Prosegue senza sosta l’intensa attività antidroga della Squadra Volante: nel mirino degli agenti non soltanto i pusher ma anche i clienti. Nel corso dei controlli sono stati identificati 4 giovani, in atteggiamento sospetto, nella zona bassa del capoluogo. Di età compresa tra i 19 e 20 anni e residenti nell’hinterland del sorano, i “trasfertisti” della droga sono stati segnalati al Prefetto per detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente. A bordo dell’auto su cui i 4 viaggiavano sono stati rinvenuti, infatti, 5 involucri di cocaina, per un peso complessivo di grammi 1, 32.
27 Agosto 2017 0

Migranti a Pontecorvo, il sindaco: “Aggredito concittadino, al prefetto chiedo mirati controlli”

Di admin

PONTECORVO – “Ho appreso, dal diretto interessato (uno stimato cittadino di Pontecorvo), al quale ho espresso la massima solidarietà, di quanto avvenuto sabato pomeriggio in un condominio di via Kennedy , quando un extracomunitario, richiedente asilo politico ha inveito contro un nostro concittadino, che è finito al Pronto soccorso”. Lo scrive in una nota il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

“Non è certo compito dell’autorità amministrativa entrare nel merito delle responsabilità oggettive che potrebbero derivante dal fatto, è obbligo morale e di lealtà nei confronti dei tanti residenti della zona, invece, informare dell’accaduto la Prefettura di Frosinone, essendo lo stesso extracomunitario ospite di una cooperativa incaricata proprio dalla Prefettura di accogliere i migranti. Ed è esattamente quello che domani mattina (lunedì 28 agosto) farò in via ufficiale e nelle vesti di autorità di pubblica sicurezza. Chiederò alla Prefettura mirati accertamenti per garantire la sicurezza ai cittadini di Pontecorvo, iniziativa lontana da qualsivoglia forma di discriminazione o pregiudizio. La sicurezza è un bene di tutti,  soprattutto si chi lavora e onestamente contribuisce allo Stato”.
10 Maggio 2017 0

Beni confiscati alla malavita nel Frusinate, il Prefetto: “Immobili di difficile genstione

Di admin

Frosinone – “I beni immobili singolarmente confiscati, nella maggior parte dei casi, presentano gravi criticità. Esse consistono principalmente in ipoteche accese con banche, di confische di quote di immobili, difficili da gestire, anche per la concomitante presenza di procedure fallimentari che ne rendono impossibile la consegna ai Comuni. Esistono, inoltre, immobili non accatastati ed altri illecitamente occupati”.

Lo ha detto il prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli in una nota riferendosi ai beni confiscati alla malavita, ubicati nei comuni della provincia di Frosinone. Ieri mattina il commissario di Governo, su questa vicenda, ha riunito intorno allo stesso tavolo i sindaci dei comuni di Arce, Ferentino, Guarcino, Pontecorvo, Sant’Elia Fiumerapido, nonché il Commissario Prefettizio del Comune di Fiuggi e i membri del Nucleo di Supporto Beni Confiscati per fare il punto sulla situazione di tali strutture e affrontare e risolvere le problematiche che ne impediscono l’utilizzo.

“Il superamento di tali criticità – ha detto anche il Prefetto – passa attraverso il forte e costante impegno delle Istituzioni dello Stato, degli Enti Locali, della Società Civile e il mondo dell’ Associazionismo, in uno sforzo congiunto e sinergico, che renda possibile la piena fruibilità dei beni confiscati, affinché vengano inseriti in percorsi progettuali di pratico riutilizzo e conversione per fini sociali. Oggi, grazie ad un apprezzabile e significativa forma di aggressione ai patrimoni delle mafie, non solo si riaffermano i fondamentali valori di legalità e civile convivenza ma si infliggono duri colpi alle organizzazioni criminali”.

Ermanno Amedei