Tag: primo

25 Febbraio 2019 0

Cassino al voto; arriva il primo sondaggio telefonico, ma da commissionario anonimo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Non è ancora iniziata la campagna elettorale che già iniziano a fioccare i sondaggi sulle preferenze verso possibili candidati a sindaco per Cassino. A dire il vero siamo nella fase del Commissario prefettizio che dovrà portare la Città verso le elezioni, non ci sono neppure i nomi ufficiali dei possibili candidati e la data del voto, ma arriva il primo sondaggio telefonico a bersagliare i cittadini della Città martire.

Proprio questa mattina molti di loro si sono visti tempestare di telefonate dove all’altro capo una voce preregistrata chiedeva di esprimere la preferenza su nomi specifici di candidati a sindaco di Cassino.

Ben otto i nomi per alla poltrona di Primo Cittadino: Carlo Maria D’Alessandro, Giuseppe Golini Petrarcone, Marino Fardelli, Benedetto Leone, Renato De Santis, Massimiliano Mignanelli, Carmelo Palombo e Giuseppe Marrocco uno per ogni tasto del telefono. Ma non basta, perché era possibile non “essere rappresentati” da nessuno dei nomi proposti digitando il tasto 9 dell’apparecchio.

Un sondaggio del tutto anonimo sulla persona o partito che lo abbia commissionato né sulle preferenze ottenute da ciascun candidato fra quelli proposti.

Che si tratti di uno scherzo? Non è dato sapere. L’unica certezza è la provenienza della telefonata, il cui numero era preceduto dal prefisso 06, sicuramente della provincia romana.

Burla o scherzo che sia, certo rappresenta un elemento che “scalda” la campagna elettorale ancora lontana! Intanto il commissario dott. Basile e i sub commissari procedono nel loro lavoro incontrando oggi i capigruppo di maggioranza ed opposizione.

F. Pensabene

4 Settembre 2018 0

A Roberta Pelagalli da Cassino il Primo Premio Salvatore Quasimodo

Di admin

CASSINO – Salvatore Quasimodo “premia” Roberta Pelagalli di Cassino. La giovane e brillante ricercatrice si è aggiudicata il primo premio relativo alla sezione saggistica con Il colera in letteratura: dalla narrativa europea a Mastriani, pubblicato da Guida Editori nel 2017.

La notizia che il prestigioso premio di respiro internazionale potesse essere assegnato alla Pelagalli era nell’aria già da quando vennero annunciati i nomi dei 13 finalisti tra i quali, ovviamente, il suo. I contendenti erano validissimi ma Roberta ha prevalso su tutti proprio nell’edizione del Premio che ricorda i 50 anni della morte del poeta siciliano.

Un risultato, quello di Roberta Pelagalli, che certamente inorgoglisce lei, i suoi familiari, ma soprattutto la città di Cassino in cui la professoressa è nata e ha studiato presso il Liceo Classico Carducci, laureandosi poi presso l’Università di Cassino. Il suo lavoro premiato si articola in tre parti che descrivono e analizzano il morbo d’Asia in relazione alla discordia sociale, alla paura del contagio e al caso particolare del romanziere napoletano Francesco Mastriani, considerato dall’autrice come il rappresentante europeo del colera letterario in Italia, all’epoca in cui il vecchio continente fu sconvolto dall’irruzione del flagello indiano.

Congratulazioni alla Pelagalli, quindi, da parte della redazione de IlPuntoaMezzogiorno, auspicando che lo stesso faccia l’amministrazione cittadina alla quale certamente non sfuggirà un così brillante risultato nel sempre controverso settore della cultura.

Ermanno Amedei

7 Luglio 2018 0

Il primo Bancomat Bitcoin del Lazio e del centro Italia si trova a Cassino

Di admin

ATTUALITÁ – Da Pisa fino a Napoli per oltre 550 km il primo Bancomat Bitcoin che si incontra, si trova a Cassino e sui forum di settore Bitcoin come Bitcointalk messaggi di complimenti per l’iniziativa, e qualcuno dice: “finalmente!”.

Cassino rientra tra le 31 grandi città italiane ad avere un bancomat per le criptovalute, più del 70% delle installazioni sono nel Nord Italia, attraverso il bancomat è possibile acquistare Bitcoin in maniera semplice e veloce.  Tra i 3430 bancomat al mondo che offrono questo servizio possiamo dire con orgoglio che a Cassino siamo al passo con i tempi.

Il Bancomat consente non solo di acquistare la criptovaluta più quotata, il “Bitcoin (BTC)“ ma anche altre criptovalute come Ethereum e Litecoin ed in futuro Dash e Zcash Il progetto, molto ambizioso, è portato avanti dalla società NEW COMMUNICATION esperta del mercato delle criptovalute e fintech ( finanza tecnologica) anche attraverso il sito www.bancomatbitcoin.it. Per chi non li conoscesse ancora, i Bitcoin sono la moneta digitale per eccellenza e attualmente rappresentano il 42% del mercato delle cosiddette “criptomonete”, grazie alla sua capitalizzazione per 96 miliardi di euro con una crescita costante trovando oggi diffusione anche al di fuori della rete, divenendo un vero e proprio mezzo di pagamento per negozi fisici e online, B&B ed ecommerce on-line Il Bancomat, di facile utilizzo, permette ai clienti di acquistare moneta virtuale facilmente, basta infatti scaricare un App per iOS o Android per il Wallet Bitcoin tra queste Bread Wallet, Airbitz, Copay , BitPay avvicinarsi al bancomat e seguire le istruzioni di acquisto sullo schermo. Tutto avviene secondo gli standard di legge attraverso il riconoscimento dell’utente KYC (know your customer), anti riciclaggio (AML-  Anti money laundering) e antiterrorismo con una connessione diretta dei database OFAC. I vantaggi di un Bancomat per Bitcoin sono svariati, e consentono di sfruttare al meglio le funzionalità di questa tecnologia: -Immediato: la tecnologia bancomat è completamente immediata e veloce, le transazioni degli svariati wallet ed exchange Bitcoin richiedono ore, sui bancomat tutto è invece istantaneo. -Semplice: i bancomat concorrenti richiedono un wallet di terze parti, mentre svariate soluzioni risultano essere integrate. -Cash: i Bancomat accettano il denaro contante, mentre invece gran parte degli altri exchange necessitano di costosi e lenti bonifici. Il bancomat è sempre attivo 24/24 presso Area Varlese, via Ausonia 2, Cassino
30 Giugno 2018 0

Primo colpo di mercato per la Virtus Cassino, arriva Antino Jackson

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino ha raggiunto l’accordo con l’entourage del giocatore classe ’96, Antino Jackson, per la stagione 2018-19.

Il giovane americano ricoprirà il ruolo di playmaker nello scacchiere di coach Luca Vettese.

Nato il 31 gennaio 1996 a Cypress, in Texas (USA), è alto 183cm per un peso forma di 77kg.

Atleta dalle importanti doti atletiche, ha concluso la sua carriera universitaria lo scorso anno sportivo, nelle fila dei “Lobos” di NEW MEXICO. Nel destino del giovane americano, dunque, ci saranno di nuovo i lupi, questa volta però, quelli rossoblù della terra di San Benedetto.

Prima di approdare nel branco sud-americano, la carriera del giovane “point-guard”, si era dipanata per 3 anni presso l’università di AKRON, nell’Ohio. Per lui in questa prima esperienza collegiale, nell’ultima stagione 2016-17, quasi 28 minuti di utilizzo con 10.8 punti per gara e quasi 4 assist dispensati per i suoi compagni, con le invidiabili percentuali del 43% da 2, il 39% da 3 ed il 75% dalla linea del tiro libero.

L’ultima stagione, quella che lo ha portato all’attenzione del basket professionistico, lo ha visto autore di performance condite da 10.4 punti per match in 23.5 minuti in campo, con le percentuali del 41% da 2, il 39% da 3, il 76% ai tiri liberi, 2 rimbalzi catturati, 5 assist e 2 palle recuperate.

Le caratteristiche tecniche e una breve storia di Antino, è possibile ricavarla dalle parole del suo agente Prescott Mack, felice per la conclusione della trattativa con la società cassinate: “Antino Jackson, ex play/guardia dell’Università del New Mexico, è un giocatore che può punire gli avversari con il suo tiro e con la sue capacità balistiche. È inoltre un tenace difensore ‘faccia-faccia’, che gioca ogni minuto come se avesse sempre qualcosa da dimostrare. Questo perché lo fa? Perché la critica ha sempre pensato che non avrebbe potuto giocare nella prima divisione della NCAA. Antino invece ha militato 3 anni ad Akron e quindi un anno nell’università di New Mexico. Ha finito la sua carriera al college con oltre 1.400 punti segnati e più di 400 assist. I critici sostenevano inoltre che lui non avrebbe potuto giocare da professionista, ma lui ora ha trovato una casa con la Virtus Cassino.

Antino progetta di portare in Italia tutta la sua volontà per provare alle persone che si sbagliavano. Vuole far bene in un campionato complesso con la sottovalutata Virtus Cassino, che è stata da pochi giorni promossa in serie A2”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche le parole del soddisfatto DS Leonardo Manzari: “So bene che ci prendiamo dei rischi ad affidare la cabina di regia al giovane ’96 Antino Jackson, ma ci ha colpito di lui la spavalderia e la sua determinazione nell’affrontare questa nuova avventura. Antino è stato visto dal nostro staff tecnico diverse volte ed è stato giudicato idoneo per ricoprire questo ruolo delicato. Sono felice che sia lui, il primo volto nuovo nel roster che affronterà la serie A2. Spero che insieme si possano realizzare i nostri obiettivi”.

28 Maggio 2018 0

Primo intervento di craniotomia nell’ospedale Spaziani di Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Senza l’impegno della Regione Lazio e della ASL di Frosinone il paziente di 69 anni operato sabato scorso all’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone sarebbe stato costretto, così come i propri familiari, a recarsi in una struttura sanitaria fuori provincia dotata di un Reparto di Neurochirurgia”.

Lo si legge in una nota della Asl di Frosinone.

“Invece questo non è stato necessario ed il cittadino è stato operato all’Ospedale di Frosinone, nel nuovo reparto di Neurochirurgia, dal Dott. Giancarlo D’Andrea, coadiuvato dalla Dott.ssa Biagia La Pira.

Nella storia della Asl, è questo il primo intervento in assoluto che si effettua con la procedura chirurgica di “Craniotomia”, che consente l’accesso all’interno del cranio, per poter curare le malattie di interesse neurochirurgico.

L’intervento è stato eseguito in anestesia generale e,  ha visto l’asportazione di una neoformazione e non vi è stata alcuna complicazione.

Il primo decorso post operatorio è avvenuto nella Unità di Terapia Neurovascolare (UTN)  diretta dal Dott. Maurizio Plocco mentre la degenza post operatoria, prevista in una settimana  si svolgerà,  sempre allo  “Spaziani”, sotto l’osservazione dell’Area Testa Collo del Dipartimento Ospedaliero.

A breve, con l’arrivo di altre risorse ed attrezzature di ultima generazione, si potrà dare risposte ancor più adeguate alle numerose richieste del territorio, evitando così ai tanti che ne avranno bisogno, ulteriori disagi per curarsi fuori provincia”.

2 Maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… al Primo Maggio

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Si parla tanto dei diritti dei lavoratori e dell’importanza della data del Primo Maggio per ribadirlo. Poi nessuno nota che tutti i centri commerciali erano comunque aperti…”

Ultimo

6 Aprile 2018 0

Primo intervento di neurochirurgia nell’ospedale Spaziani di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Primo intervento di neurochirurgia nell’ospedale Fabrizio Spaziano di Frosinone. “Per la prima volta in questa Provincia abbiamo – si legge in una nota della Asl di Frosinone – presso l’Ospedale Fabrizio Spaziani, Direttore di ruolo il Dott. Giancarlo D’Andrea – un Reparto di Neurochirurgia (UOC Neurochirurgia) con 8 posti letto. Oggi proprio il Dott. D’Andrea, già Dirigente Medico con una consolidata esperienza professionale alle spalle presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma, ha effettuato il primo intervento su un paziente di una settantina di anni. L’uomo, a causa di una caduta accidentale in casa, ha subito la rottura di vertebra e disco intervertebrale con conseguente impossibilità a camminare per intervenuta stenosi dei recessi foraminali ed effetto ghigliottina sugli arti inferiori. L’intervento è riuscito e il paziente, una volta dimesso, dovrà effettuare un periodo di riabilitazione”. “Rispetto all’attesa del territorio per un DEA di 2° livello – spiega nella nota il Commissario Straordinario Luigi Macchitella – più volte ho avuto modo di esprimere che l’elevazione del livello delle nostre prestazioni non dipendeva tanto da una indicazione nominalistica, ma da una serie di Reparti che potevano condurre a realizzarne il percorso. Oggi la ASL di Frosinone – prosegue Macchitella – con Emodinamica, Unità di Trattamento Neurovascolare (UTN), l’istituzione della Radiologia Interventistica e la Neurochirurgia, di fatto offre già prestazioni di DEA di 2° livello. La mia soddisfazione, anche grazie al nuovo Reparto di Neurochirurgia, è soprattutto per le centinaia di persone che non saranno più costrette a ricorrere fuori Provincia. Il mio benvenuto va al Dott. D’Andrea, che ha scelto questa ASL per prestare la sua opera professionale e un grazie alla Regione Lazio che ci sostiene in questo percorso”.

23 Marzo 2018 0

Primo incendio boschivo dell’anno su Montecassino; e siamo appena a marzo

Di admin

CASSINO – Primo incendio boschivo dell’anno sulle pendici di Montecassino. Alle 14.30 l’allarme è stato lanciato ai vigili del fuoco. Le fiamme si vedevano nitide dalla località Sella di San Rachisio. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco di Cassino a cui, a breve, si aggiungerà anche l’intervento di un mezzo aereo.

Sicuramente, a favorire le fiamme non è certamente una stagione secca o asciutta. A Cassino ha piovuto fino a ieri, quindi, l’ipotesi di un incendio doloso è certamente quella più probabile.

Ermanno Amedei

1 Febbraio 2018 0

Occupazione abusiva di prodotti ortofrutticoli su suolo pubblico, primo provvedimento del Comune

Di redazionecassino1

Cassino – Primo provvedimento contro l’occupazione abusiva di suolo pubblico del comune di Cassino nei confronti di un commerciante di prodotti ortofrutticoli in via Di Biasio. Già in passato erano state applicate le disposizioni previste dalla legge sull’occupazione abusiva di spazi pubblici, marciapiedi, carreggiate, fermate di bus, da parte di venditori di frutta e verdura. Questa mattina la pubblicazione del primo provvedimento nei confronti del commerciante. Ora l’Amministrazione, sembra finalmente decisa a fare sul serio applicando la legge dopo l’ennesima violazione e conseguente verbale di contestazione da parte della polizia locale ad un rivenditore di frutta e verdura in via Di Biasio. L’uomo, infatti, continuava ad occupare il marciapiede con le cassette dei propri prodotti. Questa mattina, con apposita ordinanza, il sindaco ha disposto l’immediata rimozione delle cassette di frutta e verdura ed il ripristino del decoro dei luoghi a spese del trasgressore, un cittadino egiziano residente a Cassino, già più volte sanzionato in passato. Il provvedimento ha disposto anche la conseguente chiusura dell’esercizio commerciale per sette giorni, comunque fino al pieno ripristino dei luoghi, e il pagamento delle spese. Certo è una prima goccia in un mare di illegalità che dovrebbe essere applicata più spesso, in modo uniforme e rigoroso verso tutti i trasgressori. E’ superfluo ricordare che marciapiedi e carreggiate stradali non possono essere occupate da materiale che renda pericolosa la circolazione e l’uso ai pedoni o agli automobilisti. Speriamo che questo provvedimento non rimanga l’unico, ma trovi applicazione verso tutti gli ‘indisciplinati’ ripristinando una volta per tutte la piena legalità.

F. Pensabene

Foto di repertorio

20 Dicembre 2017 0

Inaugurato il primo tratto de “La strada di pietra per Montecassino”

Di redazionecassino1

Cassino –  Si è svolta questa mattina nell’area antistante il municipio in Piazza de Gasperi l’inaugurazione del primo tratto de “la strada di pietra per Montecassino” promossa dalla Fondazione Cassino Cultura. Presenti all’evento il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro, il presidente del sodalizio culturale, Fabio Fiorillo, Dom Luigi Di Bussolo in rappresentanza dell’Abbazia di Montecassino, l’assessore alla Cultura, Nora Noury, il consigliere regionale Mario Abbruzzese, il presidente del Cosilam, Pietro Zola, i consiglieri comunali Francesca Calvani e Gianrico Langiano e una nutrita schiera di studenti degli istituti scolastici della città.

“Voglio ringraziare innanzitutto tutti voi ragazzi che state partecipando a questa importante cerimonia per la nostra città. – ha dichiarato il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Un grazie di vero cuore a Fabio Fiorillo, alla dottoressa Ida Petraccone, ad Antonio Iquaniello e tutte le persone che hanno collaborato insieme alla Fondazione Cassino Cultura all’ambizioso progetto relativo alla strada di pietra per Montecassino. La basola che è stata realizzata davanti al comune rappresenta l’inizio simbolico del “cammino” verso la nostra amata Abbazia. Il percorso vero e proprio per motivi logistici partirà, però, dalla Chiesa Madre, attraverserà i luoghi della “Vecchia Cassino”, la Rocca Janula e si svilupperà attraverso basole personalizzate come accaduto per il progetto “Un mattone per Assisi”. In questo primo tratto di strada sono presenti le 66 pietre con i nomi dei Sindaci del Comune di Cassino dal 1806 fino ad oggi. I tasselli che vedete vuoti sono riservati agli amministratori del futuro.E’ in eventi straordinari come questo, quindi fuori dalla quotidianità, che la nostra città si riscopre maggiormente comunità. La storia, la spiritualità, la cultura del nostro territorio sono uniche al mondo e dobbiamo impegnarci, tutti, per far in modo che siano sempre tutelate e valorizzate. Nel corso dell’evento è il primo cittadino, Carlo Maria D’Alessandro e il presidente della Fondazione Cassino Cultura, Fabio Fiorillo hanno firmato l’atto in cui il sodalizio ha donato questo primo tratto di strada al Comune di Cassino.