Tag: torna

5 Aprile 2010 0

Lisi (Coldiretti): “L’uovo torna ad essere simbolo di rinascita e buon auspicio”

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sode per la colazione, dipinte a mano per abbellire le case e le tavole apparecchiate o consumate in ricette tradizionali o nei dolci casalinghi, artigianali e industriali. Nei giorni scorsi le uova di Pasqua hanno conquistato come al solito anche i ciociari. Una tradizione, quella delle uova “naturali”, che – sottolinea Gianni Lisi, direttore della Coldiretti di Frosinone – resiste nel tempo con piatti che sono protagonisti sulle tavole della Pasqua. La tradizione fa risalire l’usanza di considerare l’uovo come simbolo di rinascita e buon augurio in Occidente al 1176, quando re Luigi VII rientrò a Parigi dopo la II crociata e per festeggiarlo – ricorda Lisi – il capo dell’Abbazia di St. Germain des Près gli donò metà dei prodotti delle sue terre, incluse un gran numero di uova che furono poi dipinte e distribuite al popolo. Una usanza tramandata dai persiani che, già cinquemila anni fa, festeggiavano l’arrivo della primavera con lo scambio delle uova “portabene” contro pestilenze e carestie secondo un rito che resiste ancora ai giorni nostri. Peraltro, quest’anno, sono state molte le occasioni di vendita nei mercati degli agricoltori come a Roma dove , presso il mercato di Campagna Amica del Circo Massimo in via San Teodoro, 74, si sono riversati migliaia di consumatori.Nelle prossime settimane come Coldiretti Frosinone – ha aggiunto Lisi – presenteremo una serie di appuntamenti tesi a far incontrare i nostri produttori con i consumatori grazie proprio ai nostri mercatini. I consumi nazionali di uova hanno raggiunto la cifra record di 13 miliardi di pezzi all’anno che significa una media di circa 218 uova a testa, quasi interamente Made in Italy ma nel corso del 2009 una performance particolarmente positiva è stata ottenuta dalle uova di produzione biologica che hanno fatto registrare un +21,8% rispetto all’anno precedente. Le uova di gallina hanno rinnovato la gamma delle tipologie offerte e il proprio styling con un sistema di etichettatura obbligatorio che consente di distinguere tra l’altro la provenienza e il metodo di allevamento con un codice che con il primo numero consente di risalire al tipo di allevamento (0 per biologico, 1 all’aperto, 2 a terra, 3 nelle gabbie), la seconda sigla indica lo Stato in cui è stato deposto (es. IT), seguono le indicazioni relative al codice ISTAT del Comune, alla sigla della Provincia e, infine il codice distintivo dell’allevatore. A queste informazioni si aggiungono quelle relative alle differenti categorie (A e B a seconda che siano per il consumo umano o per quello industriale) per indicare il livello qualitativo e di freschezza e le diverse classificazioni in base al peso (XL, L, M, S).

2 Aprile 2010 0

Torna ad Agnone la rievocazione storica della Via Crucis Vivente

Di felice pensabene

A distanza di vent’anni torna oggi ad Agnone la rievocazione storica della Via Crucis Vivente. La rappresentazione è stata organizzata dal Cenacolo Culturale Francescano Camillo Carlomagno, con l’alto patrocinio della Regione Molise (Ass. al Turismo ), Comune e Pro Loco di Agnone, Provincia  di Isernia, Ente Provinciale del Turismo di Isernia in collaborazione con le associazioni locali . L’ambientazione nella suggestiva cornice scenografica della nuova Villa Comunale è stata accuratamente realizzata dai signori Fabio Verdone e Mario Catolino, già promotori dell’evento negli anni’80,  e dal signor Gabriele Catolino, con il  prezioso contributo di tutti i partecipanti all’evento. Si tratta di uno dei tradizionali appuntamenti della Settimana Santa, volto ad avvicinare i cittadini alla Chiesa, coinvolgendo soprattutto i più giovani con una messa in scena ricca di enfasi,  non solo  uno spettacolo, dunque, ma un profondo momento di riflessione e meditazione che in passato ha incuriosito e richiamato migliaia di spettatori nella cittadina alto-molisana. La tragedia religiosa della “Via Crucis” sarà interpretata da 150 attori-figuranti, gente comune, che attraverso una profonda analisi introspettiva ed un esame spirituale del personaggio portato in scena con i costumi d’epoca, esemplificando i significati simbolici e traducendo le azioni in immagini descrittive della Passione di Cristo, faranno rivivere e provare al pubblico gli avvenimenti della Via Dolorosa percorsa da Gesù, dall’Ultima Cena, al Golgota, fino alla resurrezione, in tutta  la sua sofferenza e agonia, sino alla Sua morte sulla Croce. Articolata in nove atti, la drammatizzazione si svolgerà a partire dalle ore 18:00, in piazza Plebiscito percorrendo le vie cittadine, giungendo fino alla Villa Comunale. Lo scopo della rappresentazione è infatti, quello di coinvolgere gli spettatori in una realtà lontana da quella reale e quotidiana attraverso un paradosso temporale che fonde presente e passato.

27 Marzo 2010 0

Lancette in avanti di un’ora dalle 2 di questa notte, torna l’ora legale

Di felice pensabene

Dalle 2 di questa notte bisognerà spostare le lancette avanti di un’ora. Risparmi per 90 mln: da stanotte torna l’ora legale e i 7 mesi in cui sara’ in vigore comporteranno forti riduzioni dei consumi di energia. Terna, responsabile della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, li ha paragonati alla meta’ circa del consumo medio domestico annuo del Friuli Venezia Giulia. Con l’ora legale, che partira’ nella notte tra il 27 e il 28 marzo, con lo spostamento delle lancette degli orologi un’ora in avanti, ci sara’ anche meno Co2 nell’aria.

13 Marzo 2010 0

Dj Lanny da Londra torna a Cassino per cantare San Benedetto

Di Comunicato Stampa

Anche dall’ascetismo parte una sfida del nuovo millennio con una storia che punta sull’eremita medievale testimonial di pace e di europeismo ante litteram. Da Montecassino, culla di spirito e cultura, la metropoli del monachesimo scavata tra i monti, espressione di bellezza assoluta e perfezione, in occasione delle Celebrazioni in vista del 21 marzo, parte l’idea di un San Benedetto ispiratore di un messaggio in musica fortemente evocativo. L’avventura moderna di un uomo di quindici secoli fa intriga, infatti, addirittura un DJ star, Lenny (vive a Londra ma è originario di Cassino), famoso ovunque anche per avere lavorato spesso con Madonna, che produce insieme a Jenny Bae, una giovane e talentuosissima violinista coreana, un brano elettronico con interventi di violino dal feeling molto evocativo ispirato proprio a Montecassino e a Benedetto. Montecassino’s Deep Symphony sarà presentato per la prima volta a Cassino la sera del 20 marzo. Mai regola più attuale risulta quindi quella di San Benedetto che ha dato un contributo alla società dell’epoca e ancor oggi sembra parlare un linguaggio che tradotto in musica si rivolge ai più giovani. Vissuto alla fine dell’antichità agli albori di un’Europa in nuce composta dal crogiuolo delle migrazioni di nuovi popoli, rivela uno spirito che sembra anticipare l’Europa del futuro.

Di seguito il racconto di Dino Lenny su come è nata l’idea di Montecassino’s Deep Symphony: “Sin dai tempi della scuola, proprio a Cassino, guardavo su verso quella cima e fantasticavo: “pensa a trasformare per una notte l’abbazia per un mega evento per i più giovani…” E’ passato qualche anno e oggi posso finalmente presentarvi quello che sarebbe stato il primo disco di quella serata indimenticabile… Montecassino’s deep symphony. L’abbazia rimarra’ sempre e solo un luogo sacro, a dir poco unico, ma ci tenevo a renderle onore con un tributo musicale. Che possa ripagare il lustro e l’orgoglio che per tanti anni mi hanno accompagnato fuori dall’italia al solo nominare Montecassino. Montecassino’s deep symphony nasce dalla collaborazione con la star internazionale Jenny Bae, violinista affermata che vanta importanti collaborazioni e partecipazioni con Pavarotti, Elton John, Zucchero, Eric Clapton, Brian May e tanti altri. L’incontro delle note classiche di Jenny con i miei groove e synth creano secondo me una fusione originale e innovativa, adatto alla celebrazione di S Benedetto.”

3 Febbraio 2010 0

Meteo, da domani torna il maltempo ad iniziare dal nord

Di Comunicato Stampa

Dopo un inizio settimana caratterizzato da clima asciutto e rigido, con temperature ben al di sotto delle medie del periodo, dalla serata di domani è previsto l’arrivo di una perturbazione atlantica, che porterà fra l’altro temperature in rialzo. Per venerdì è atteso diffuso maltempo su tutta la penisola e, tra sabato e domenica, ancora precipitazioni al centro e al sud. Nel dettaglio dalla sera di domani, giovedì 4 febbraio, l’approssimarsi di una perturbazione proveniente dall’Atlantico porterà le prime precipitazioni al nord-ovest, a carattere nevoso fino a bassa quota sulle regioni nord-occidentali e sull’Emilia-Romagna occidentale, mentre la ventilazione meridionale favorirà un rialzo termico al centro-sud. Per venerdì 5 febbraio si prevede maltempo diffuso, con probabili temporali lungo il versante tirrenico e precipitazioni al nord, più frequenti sulle zone alpine e prealpine e sull’Appennino settentrionale, che potranno assumere carattere nevoso fino in pianura sul nord-ovest e a quote superiori ai 400-600 metri sulle restanti zone del nord. Deboli nevicate sono previste anche sull’Appennino centrale. I venti subiranno un deciso rinforzo contribuendo ad aumentare il moto ondoso dei bacini occidentali, da mossi ad agitati. Sabato 6 febbraio assisteremo ad un sensibile miglioramento al nord, mentre al centro-sud persisteranno condizioni di tempo perturbato, con rovesci o temporali sparsi e precipitazioni nevose sull’Appennino centro-meridionale, con quota neve al di sopra dei 700-900 metri. Ancora ventilazione sostenuta sulle due isole maggiori, con mari agitati o molto agitati. Secondo le previsioni attualmente disponibili, bisognerà aspettare fino a domenica per registrare un deciso miglioramento anche al centro, in particolare sui settori tirrenici, mentre sulle regioni meridionali si avranno ancora rovesci e nevicate sui rilievi appenninici, in attenuazione nella giornata di lunedì. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.

2 Febbraio 2010 0

Dagli arresti domiciliari collaborava allo spaccio, torna in galera

Di Comunicato Stampa

Nel pomeriggio, gli uomini del N.O.R. di Giulianova (Te) agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, hanno arrestato SPINELLI Giulietta, 43enne, già nota per fatti di giustizia, in atto sottoposta al regime degli arresti domiciliari concessi dal Tribunale di Teramo a seguito del suo arresto (avvenuto insieme ad altri 13 ROM di Giulianova) operato nel luglio 2009 nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Scacco alla Rocca”. La Spinelli, che non ha tradito il vecchio proverbio “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, lo scorso 19 gennaio 2010, violò le prescrizioni impostegli con la misura in atto avendo collaborato con la DI ROCCO Morena, che nella circostanza venne arrestata con l’accusa di spaccio di stupefacenti, nelle fasi della cessione di due dosi di cocaina ad un giovane di Teramo. Il G.I.P. del Tribunale di Teramo, su richiesta del N.O.R., nella giornata di ieri ha revocato la misura degli arresti domiciliari in atto sostituendola con quella della Custodia Cautelare in Carcere. I militari, pertanto, dopo la notifica del provvedimento traducevano la ROM presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’A.G. mandante.

8 Gennaio 2010 0

ARPINO (Fr) – Fabio Forte: “La famiglia torna protagonista”

Di Comunicato Stampa

“Con Renata Polverini e l’Udc alleato la famiglia tornerà al centro dell’attenzione”. Lo afferma il consigliere provinciale e sindaco di Arpino, Fabio Forte. “All’indomani dell’accordo in vista delle regionali di marzo – osserva l’esponente del partito di Casini – sono certo che l’istituzione famiglia sarà più considerata come pilastro fondamentale della società. Il percorso personale e sindacale della candidata alla presidenza della Regione Lazio è una garanzia della quale l’Udc non può non compiacersene. Da sempre ed a tutti i livelli il nostro partito afferma che è necessario sostenere i nuclei familiari, stare al fianco di quelli con anziani, bambini e diversamente abili con una politica più concreta, con progetti seri che sul piano pratico abbiano un effetto immediato, positivo, quotidiano. Il quoziente familiare, caro alla Polverini quanto a noi, è la soluzione giusta per mettere in pratica quelle agevolazioni tese ad aiutare le famiglie. In questo periodo di crisi generalizzata vanno create nuove opportunità perché sostenendo la famiglia si sostiene lo sviluppo ed il rilancio dell’economia. Per noi è un punto cardine del programma elettorale e per la famiglia faremo la nostra parte”.

4 Gennaio 2010 0

Il cinque gennaio torna la Pasquetta Epifania. Si canta in ogni angolo della città

Di Comunicato Stampa

Anche quest’anno è tutto pronto per la nuova edizione della Pasquetta Epifania. L’antica tradizione della Pasquetta Epifania si rinnova a Cassino nella notte del prossimo 5 gennaio. Per l’associazione culturale e il Comitato organizzatore, il 2010 segna l’edizione n. 13. La storica manifestazione, tanto cara ai cassinati e non, risale agli inizi dello scorso secolo. Da quasi cento anni (l’unica interruzione si è avuta negli anni della seconda guerra mondiale) la città vive ogni 5 gennaio una notte davvero magica. Ogni strada e ogni angolo si animano di un canto melodioso: l’inno della “Pasquetta Epifania”. Musici e cantori,indossando pesanti cappe e cappelli, e sfidando, come ogni anno le gelide temperature, percorreranno in lungo e in largo la città per annunciare a piccoli e grandi l’arrivo della befana. Quest’anno il “viaggio” inizierà alle ore 20:00 dal rione Colosseo, quartiere Unrra “II Lotto”. Alle ore 21:15 ci sarà il tradizionale appuntamento dinanzi al presepe del ‘700 allestito nella Sala parrocchiale di Sant’Antonio e realizzato da Rosario Di Fazio e Marco Lena . Qui verranno eseguiti, dapprima la melodia della Pasquetta, indi poi, il canto della “Vecchia Cassino”, poesia scritta dal poeta Gino Salveti, musicata dal maestro Donato Rivieccio ed orchestrata dal maestro Pio Di Meo. I canti saranno eseguiti dal coro della Pasquetta Cassinate mentre la direzione degli orchestrali è affidata al maestro Marcello Bruni. “Sarà come sempre una serata particolare” – preannuncia il presidente del Comitato Antonio Marzocchella, che aggiunge: “La novità di quest’anno consiste nella presenza, nella banda, di cinque piccoli esordienti, figli di musicisti che, da ben tredici anni, animano la Pasquetta; segno questo della tradizione che si perpetua”. L’associazione «Vecchia Cassino» si prefigge di non disperdere il ricco patrimonio culturale e le antiche tradizioni che, nel corso dei secoli, hanno dato un’identità particolare alla Terra di San Benedetto.

1 Gennaio 2010 0

Meteo: da domani, la neve torna anche a bassa quota

Di Comunicato Stampa

Continua l’ondata di maltempo sulle regioni italiane con precipitazioni e venti di burrasca sul centro-sud e da domani nevicate a bassa quota sul Triveneto, in estensione ad Emilia-Romagna e Marche e successivamente ad Umbria ed Abruzzo. Oggi, 01 gennaio 2010, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che interesserà gran parte dell’Italia comprese le isole maggiori. In particolare, dalla tarda serata di oggi sono previste sulla Sicilia orientale precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, accompagnate in alcuni casi da scariche elettriche e forti raffiche di vento. Dalla mattinata di domani 02 gennaio e per tutta la giornata di domenica, venti di burrasca con mareggiate lungo le coste esposte soffieranno sulle regioni centro meridionali e sulle isole maggiori. Vento forte anche in Lombardia. In arrivo inoltre da domani e per le successive 12-18 ore nevicate sull’Italia nord-orientale anche a quote basse con estensione del fenomeno anche sull’Italia centrale, versanti adriatici. Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.

7 Dicembre 2009 1

Lanciano (Ch) Volley femminile / La D’Autilli torna alla vittoria

Di Comunicato Stampa

La BLS D’AUTILIO torna a buoni livelli di gioco, ma sopratutto di morale, semplificandosi la vita in una gara che solo all’inizio ha creato qualche problema alle frentane. Non è stata una settimana facile per le ragazze di Litterio, bisognava assorbire la sconfitta di Manoppello e ritrovare positività per le gare a venire che si presentano a cadenze ravvicinate, vista la presenza di turni infrasettimanali La concentrazione ad inizio gara era sicuramente alta, ma si avvertiva anche un minimo di tensione. Ed infatti il primo set, pur se condotto anche con discreti vantaggi, dava la sensazione, nei momenti di poca continuità di gioco, che qualche cosa doveva ancora essere risolto nel gioco. Però una volta acquisito il primo punto la squadra si distendeva ed iniziava a giocare in modo più tranquillo e consapevole; importante la tattica di servizio, aggressiva da subito, che impediva praticamente il gioco della Robur, così come le variazioni in attacco delle lancianesi che provocano grandi incertezze nella difesa ospite. Ora i servizi scavano veramente sequele di punti a favore della BLS D’AUTILIO, Dalerci farà 10 aces e Milano 5, probabilmente i valori in campo sono stati girati a favore del Lanciano dalla condotta di gara molto determinata, e la formazione pescarese ha un pò mollato mentalmente, ma tutto ciò sta a significare la positiva disposizione mentale della squadra di Litterio che voleva cancellare le condotte di gara un pò incerte delle scorse settimane e riaffermare la propria capacità di collettivo. Missione compiuta, anche perchè già mercoledì la BLS D’AUTILIO farà visita alla capolista Castelfrentano, e sarà un bell’esame per valutare le ambizioni future di tutte e due le formazioni, non manca molto alla pausa natalizia ed alla fine del girone di andata della prima fase. D/F gir.A BLS D’AUTILIO LANCIANO-ROBUR PESCARA 3-0 BLS D’AUTILIO LANCIANO Colacioppo 3,Milano 6, D’Orsogna 2, Corzo 9, Dalerci 22, Trivilino 5, Di Paolo 6, Rossi 2, Muffa 1, Di Mattia 0, Sorrentini (L). All.: Litterio ROBUR PESCARA Di Nizio, Olivieri, Petracca, Taricani, Di Benedetto, Di Tonno, Petrone, Di Giovanni, Torto, Mazza. All.: Maccioni Arbitri: Binaglia di Chieti e Memmo di Lanciano