Tag: virtus

15 Marzo 2019 0

A Ferentino va in scena Virtus Cassino – Leonis Roma

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dopo la sconfitta casalinga contro la Benacquista Assicurazioni Latina, la BPC Virtus Cassino è attesa da un doppio turno in trasferta. La prima sfida in ordine cronologico sarà quella contro la Leonis EBK Roma, in un incontro valevole per la 25° giornata del campionato nazionale di serie A2 Girone Ovest.

Nella gara di andata si impose la formazione della capitale con il risultato di 61-63, dopo un match combattuto e deciso solo nel finale di gara.

Per riuscire a portare a casa i due punti, gli uomini di coach Vettese, dovranno disputare una gara quasi perfetta, contro una formazione dall’organico competitivo e rinvigorito dalla cura di coach Nunzi, il nuovo capo allenatore subentrato all’esonerato Corbani.

La Leonis consta, dicevamo, di un roster di assoluto valore, a partire dalla coppia straniera Hollis (ala grande) e Jones (guardia), che stanno viaggiando rispettivamente a 15.3 e 20.6 punti di media a gara; di indiscutibile qualità anche il parco italiani, composto dal centro veterano Infante (4 ppg in 15 minuti di media a gara, ndc), dalla guardia Fanti (3 ppg, ndc), dall’ala grande Bonessio, dal centro Fall, dalla guardia Loschi (10.5 ppg, ndc), dall’altro componente del “pacchetto piccoli” arrivato da Roseto, Bushati (3 ppg in 21 minuti per gara, ndc) e dal playmaker Piazza (8 ppg in 28 minuti per partita, ndc).

Le dichiarazioni pre-gara dell’assistant-coach cassinate, Furio De Monaco: “Giocheremo contro una delle squadre più in forma del momento. Una formazione ben diversa rispetto a quella del girone di andata. Una compagine che ha cambiato il proprio modo di giocare, le sue gerarchie e le sue alchimie. Hanno sostituito un componente della loro coppia di stranieri, Zeisloft con Jones, hanno inserito un altro giocatore importante come Bushati, hanno lasciato andare via un’atleta che fa la differenza in questa serie A2 come Amici, ma soprattutto hanno cambiato il loro capo allenatore. Ci stiamo preparando al meglio in vista di questo prossimo impegno, attraverso come al solito, il lavoro e la volontà di non mollare fino alla fine di un solo centimetro. I ragazzi si sono allenati bene. Stiamo inserendo pian piano anche noi il nostro nuovo straniero Ojo, che sta rispondendo in maniera davvero buona alle indicazioni che gli stiamo dando noi come staff tecnico, e stiamo cercando di ridisegnare un pochino la nostra pallacanestro. Le risposte dalla squadra e dal gruppo stanno arrivando; speriamo nei due punti. È solo con quelli che i nostri ragazzi possono ritornare ad avere quella tranquillità e serenità nel lavoro quotidiano”.

Il match sarà trasmesso in diretta streaming su LNP TV Pass e in diretta audio-streaming sul canale Spreaker della società, Virtus Cassino Radio (https://www.spreaker.com/show/lo-show-di-virtus-cassino). Aggiornamenti live dai canali ufficiali Facebook (www.facebook.com/VirtusCassino), Twitter (@VIRTUSTSB) ed Instagram (@virtuscassino). Differita dell’incontro sulle emittenti locali EXTRA TV (CANALE 94 del DIGITALE TERRESTRE) e MEDIACENTRO TV (CANALE 191 e 605 del DIGITALE TERRESTRE). Arbitreranno la sfida di sabato 16 marzo, in programma al Ponte Grande di Ferentino (FR), con palla a due alle ore 18.00, i signori TERRANOVA FRANCESCO di FERRARA (FE), FOTI DANIELE ALFIO di VITTUONE (MI) e MARZIALI SILVIA di FERMO (FM).

ROSTER:

LEONIS EBK ROMA: Andre Jones, Federico Loschi, Abdel Pierre Fall, Damian Hollis, Eugenio Fanti, Luca Infante, Franko Bushati, Daniele Bonessio, Alessandro Piazza, Gianluca Santini.

BPC VIRTUS CASSINO: Mike Hall, Michael Ojo, Francesco Paolin, Davide Raucci, Luca Castelluccia, Tommaso Ingrosso, Gennaro Sorrentino, Angelo Guaccio, Davide Bianchi, Alessio Punzi, Sava Razić.

4 Marzo 2019 0

La Virtus Cassino ingaggia la guardia britannica Michael Ojo

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino comunica di aver raggiunto, nella giornata di ieri, un accordo con l’entourage dell’atleta Michael Adetokunbo Ojo per l’acquisizione delle prestazioni sportive per il corrente finale di stagione 2018/19. Nato il 28 giugno 1989, Ojo è una guardia particolarmente votata alla fase offensiva, abile nel gioco in transizione, dotata di un ottimo tiro dalla media e dalla lunga distanza. Subito dopo avere frequentato il college a Lehigh, si è trasferito in Inghilterra, dove ha conquista il titolo di capocannoniere con la canotta di Plymouth. Era la stagione 2012/2013. Nella stagione successiva, vince la Coppa Nazionale a Cipro con la maglia dell’Apollon, viaggiando con 13 punti e 5 rimbalzi di media.

Nel 2014/15 è ad Orebro, in Svezia, dove colleziona 12 presenze, condite da 12 punti di media, 4 rimbalzi ed il 38% dalla distanza.

Nel 2015/16 si divide Brno, nella massima lega ceca, e Barcellona Pozzo di Gotto, in serie A2.

Nella stagione successiva, è in Serie A austriaca, prima a Gmuden, poi a Klosterneuburg, dove viaggia a 14 punti di media a gara, 4 assist, 5 rimbalzi ed il 42% da 3 punti.

Nel 2017 partecipa, inoltre, con la maglia della nazionale nigeriana alle qualificazioni per la FIBA BASKETBALL WORLD CUP che si svolgeranno in Cina nel 2019. Conquista con la formazione africana, il diritto di partecipare al campionato mondiale maschile di pallacanestro, che avrà inizio il prossimo 31 agosto.

Nel 2017-18 si trasferisce a Worcester, in Gran Bretagna, dove mette a segno 12 punti in 30 minuti di utilizzo, con il 40% da 3, 4 rimbalzi e 3 assist.

Arriviamo alla stagione 2018/19. Michael vestirà la casacca delle ‘V’ rossoblù in questo finale di campionato; da parte di tutta la società rossoblù, un caloroso benvenuto all’ombra dell’Abbazia al nuovo numero 5 cassinate.

25 Febbraio 2019 0

La Virtus non riesce a piegare Tortona e al PalaOltrePo vince la Bertram

Di redazionecassino1

È un terzo periodo da dimenticare quello che condanna questa volta la Virtus Cassino a patire l’ennesima sconfitta. Due quarti giocati in maniera più che buona da parte degli uomini di coach Vettese, non sono bastati ad avere la meglio sulla compagine di Ramondino, che guidata da un Alibegovic strepitoso, vince al termine della gara con il risultato di 99-82.

Come dicevamo, buona la partenza di Cassino, che con Mike Hall scrive il primo vantaggio ad inizio gara. Sono 11 i punti nella sola prima frazione per il lungo USA rossoblù. Un contro-parziale, però, di Tortona, non fa scappare la BPC, che al primo mini-intervallo conduce la sfida sul risultato di 24-22. La seconda frazione continua sulla falsariga della prima, con le squadre che si rispondono colpo su colpo, parziale su parziale. I due allenatori mettono mano alle panchine, ruotando molto gli effettivi a disposizione, per permettere agli uomini fondamentali di entrambe le compagini, di arrivare lucidi nei momenti clou del match.

All’intervallo il tabellone recita 45-45.

Al rientro dagli spogliatoi, escono due squadre con il morale completamente diverso. La BPC appare scarica e demotivata, mentre la Bertram decisa nel portare a casa il match. È un parziale mortifero di 32-14 a condannare la Virtus, che vede il vantaggio dei padroni di casa dilatarsi oltremodo, grazie alle triple di Alibegovic, Spizzichini e Bertone. Per Cassino, è il solito Pepper a non mollare, ma è davvero troppo poco per i lupi virtussini, che vanno all’ultimo mini-intervallo sul -20, 77-57.

L’ultimo quarto vede i viaggianti avere un piccolo sussulto nei primi 2 minuti di periodo, che permettono alla formazione di Vettese di arrivare fino al -9, salvo poi essere ricacciati di nuovo indietro dai padroni di casa, che non devono far altro che amministrare il vantaggio.

Per la Virtus arriva la settima sconfitta consecutiva, che conferma la crisi di risultati della formazione della città martire, e l’ultimo posto solitario a quota 4 punti.

Per la Bertram, prestazioni sontuose per Bertone e Alibegovic, che si rendono autori il primo di 19 punti, il secondo di 38.

Per la BPC Virtus Cassino, non bastano quattro uomini in doppia cifra (Pepper 18, Hall 16, Ingrosso 14, Guaccio 11, ndc) ed il 48% da 3 per espugnare il PalaOltrepò.

La partita termina sul risultato di 99-82.

Il commento nel post-gara di coach Luca Vettese: “È stato l’ennesima partita gettata via. Abbiamo iniziato bene. Mi è particolarmente piaciuto il nostro approccio alla gara. Ci siamo andati però via via spegnendo; ci siamo disuniti e non abbiamo rispettato appieno le direttive difensive su Alibegovic e su Bertone, che ci hanno fatto davvero male. Dopo l’intervallo lungo, avevo chiesto ai ragazzi energia ed intensità, perché sapevo che sarebbero state quelle componenti a fine gara a fare la differenza. E così poi è stato. Abbiamo regalato ancora una volta un quarto agli avversari, che sono entrati nella terza frazione più decisi, più convinti e più cattivi di noi. Lavoreremo in settimana per migliorare, e sfrutteremo al meglio la sosta per ricaricare le pile in vista del rush finale di campionato”.

Prossimo appuntamento per la BPC Virtus Cassino, sabato 9 marzo al Casaleno contro Latina.

Turno di riposo per il campionato di serie A2, la prossima settimana, in virtù delle “FINAL EIGHT” di Coppa Italia di serie A2 e Serie B, che verranno svolte i giorni 1-2-3 Marzo nella location di Porto S.Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

 

Bertram Tortona – BPC Virtus Cassino 99-82 (22-24, 23-21, 32-14, 22-23)

Bertram Tortona: Mirza Alibegovic 38 (6/8, 8/15), Pablo Bertone 19 (4/5, 3/5), Gabriele Spizzichini 10 (1/1, 2/4), Brett alan Blizzard 9 (0/1, 3/4), Marco Lusvarghi 8 (3/4, 0/0), Kenneth Viglianisi 6 (1/1, 1/5), Lorenzo Gergati 6 (1/3, 1/2), Tautvydas Lydeka 3 (1/2, 0/0), Luca Garri 0 (0/1, 0/0), Lorenzo Cremaschi 0 (0/0, 0/0), Pietro Ugolini 0 (0/0, 0/0), Klaudio Ndoja 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 35 7 + 28 (Gabriele Spizzichini 7) – Assist: 20 (Gabriele Spizzichini 6)

All. Ramondino

BPC Virtus Cassino: Dalton Pepper 18 (3/9, 3/10), Mike Hall 16 (1/4, 4/7), Tommaso Ingrosso 14 (2/5, 2/2), Angelo Guaccio 11 (2/2, 2/3), Davide Raucci 9 (3/4, 0/1), Gennaro Sorrentino 9 (0/1, 3/3), Francesco Paolin 4 (1/3, 0/1), Sava Razic 1 (0/0, 0/1), Luca Castelluccia 0 (0/2, 0/1), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 29 9 + 20 (Dalton Pepper 8) – Assist: 11 (Dalton Pepper, Mike Hall 3)

All. Vettese

.

18 Febbraio 2019 0

Virtus, speranze salvezza appese ad un filo, al Casaleno passa Trapani

Di redazionecassino1

È una falsa partenza questa volta a condannare la Virtus in questa 22° giornata di Serie A2 Girone Ovest. Un primo quarto con un approccio superficiale e nervoso da parte di Raucci e compagni, che accumulano nei primi 10 minuti di gara uno svantaggio di 9 punti che poi si porteranno avanti per l’intera gara.

Un 13-24 “pronti-via”, con soli 2 canestri dal campo, un Miaschi da 13 punti e una difesa rivedibile, invitano coach Vettese a delle riflessioni sull’approccio alla partita dei suoi ragazzi, capaci poi di arrivare nell’ultimo quarto anche al pareggio, salvo poi cedere il passo ai viaggianti per evidenti cali di energia nei momenti clou della gara.

Nel secondo quarto e nel terzo, difatti, la Virtus riesce a risalire la corrente, guidata dai due soliti Pepper e Hall, che scriveranno a referto 41 punti sui 70 di squadra. I due USA cassinati, però, sono davvero pochi per contrastare la prova solida dell’intero roster di Parente, che riesce a sopperire in maniera ottimale anche all’infortunio di Clarke e a domare le speranze di raggiungere la vittoria finale di Pepper e soci. Nel quarto periodo Cassino riesce ad arrivare fino al 64-64, salvo poi essere ricacciata indietro dalle triple di Mollura e Marulli che scrivono la parola fine sul match.

Il risultato finale vede vittoriosa la squadra ospite con il risultato di 70-78.

Per i rossoblù cassinati, grandissima prova di Pepper, 28 punti con il 60% da 2 ed il 50% da 3, e di Hall, 13 punti con 16 rimbalzi. Solo un altro uomo in doppia cifra per Cassino, Castelluccia, con 12 punti, che però non riesce ad essere incisivo come suo solito da oltre l’arco dei 6.75, dato il solo 2/12 da 3 di fine gara.

Per i viaggianti, invece, ben 4 uomini in doppia cifra: Renzi con 21 punti, Miaschi con 13, Czumbel e Marulli con 10.

Migliore in campo il capitano e centro granata, Renzi, che oltre al ricco bottino di punti, condisce la sua straordinaria prestazione con 8 rimbalzi, il 59% al tiro ed il 70% ai liberi.

Il commento a fine gara di coach Vettese: “Abbiamo giocato una gara di energia e di voglia. Abbiamo lottato e ho apprezzato la prestazione grintosa da parte dei ragazzi, nonostante un’altra sconfitta che ci ritroviamo qui quest’oggi a commentare. Non sono soddisfatto dell’approccio che abbiamo avuto alla gara. Abbiamo prodotto nel momento decisivo degli sforzi importanti per rientrare nel punteggio, e nel momento in cui dovevamo fare ancora di più per superare i nostri avversari, non abbiamo avuto la lucidità per fare le cose giuste. Lavoreremo in settimana per sistemare le situazioni tecnico-tattiche che non sono andate come sarebbero dovute andare in vista della prossima gara esterna con Tortona. Abbiamo una situazione difficile di classifica, ma fino a che la matematica non ci condanna, noi lotteremo fino alla fine per raggiungere la salvezza”.

Intervento in sala stampa anche per il DS Leonardo Manzari: “Siamo dispiaciuti e amareggiati per come sono andate a finire queste due partite in casa. Adesso la nostra situazione è davvero difficile. Potevamo approfittare del passo falso casalingo di Legnano, ma non lo abbiamo fatto. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi in termini di impegno. Tutti hanno dato tutto. Purtroppo siamo incappati in una serata storta al tiro che non ci ha permesso di fare le cose nel modo giusto e ci ha particolarmente innervositi. Quando i tuoi due migliori tiratori fanno 3/17 da 3, è difficile poi portarle a casa le partite. Lavoreremo con lo staff in vista della prossima partita contro Tortona per migliorare il nostro approccio non buono alla gara di oggi e speriamo di vivere anche di qualche gioia in questo finale di stagione”.

Prossimo appuntamento per la BPC Virtus Cassino, domenica prossima al PalaOltrepò di Voghera contro la Bertram Tortona.

 

BPC Virtus Cassino – 2B Control Trapani 70-78 (13-24, 16-14, 20-19, 21-21)

BPC Virtus Cassino: Dalton Pepper 28 (6/10, 4/8), Mike Hall 13 (1/4, 1/5), Luca Castelluccia 12 (2/4, 2/12), Davide Raucci 9 (3/4, 0/3), Gennaro Sorrentino 5 (0/0, 1/3), Francesco Paolin 3 (0/2, 1/2), Angelo Guaccio 0 (0/0, 0/1), Sava Razic 0 (0/0, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 26 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (Mike Hall 16) – Assist: 18 (Mike Hall 5)

2B Control Trapani: Andrea Renzi 21 (7/12, 0/1), Federico Miaschi 13 (2/3, 3/7), Erik Czumbel 10 (2/5, 1/3), Roberto Marulli 10 (2/2, 2/3), Cameron Ayers 9 (2/4, 1/7), Rei Pullazi 7 (3/4, 0/3), Marco Mollura 6 (0/1, 2/3), Curtis chinonso Nwohuocha 2 (1/4, 0/0), Luciano Tartamella 0 (0/0, 0/0), Salvatore Basciano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Andrea Renzi, Erik Czumbel 8) – Assist: 14 (Erik Czumbel 4)

 

12 Febbraio 2019 0

Virtus battuta al Casaleno da Agrigento

Di redazionecassino1

Impossibile raccontare l’ennesima sconfitta casalinga della Virtus Cassino senza dover prendere in considerazione la prestazione insufficiente della terna arbitrale in questa 21^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest tra BPC Virtus Cassino e Fortitudo Agrigento. Un match vinto dalla squadra di Ciani, ma che gli uomini in grigio hanno probabilmente condizionato con chiamate senza dubbio più che discutibili, a favore della compagine siciliana nel finale punto a punto. Sono i numeri a dimostrarlo: 12 falli fischiati a Raucci e soci nell’ultimo quarto, contro i soli 6 di Agrigento; 20 tiri liberi assegnati ad Evangelisti e soci, rispetto ai soli 6 assegnati alla compagine di casa; 3 tecnici fischiati ai giocatori cassinati, nessuno invece alla compagine ospite; commenterà in conferenza stampa post-partita il Direttore Sportivo Leonardo Manzari: “perdere avendo tirato meglio di loro e avendo preso più rimbalzi rispetto a loro, ci porta ad una lettura univoca della gara: è stato più di qualche fischio assolutamente errato nel finale di gara che ha indirizzato la partita”.

La società cassinate non ci sta. Fino al prossimo mese di aprile, la formazione rossoblù è e rimarrà una delle squadre partecipanti al secondo campionato nazionale, e come tale, merita rispetto e parità di trattamento come qualunque altra partecipante a questo torneo.

Una partita combattuta ed equilibrata non può e non deve essere decisa da personaggi esterni rispetto ai giocatori e alle loro scelte sul campo. Quella vista al Casaleno è una gara da guardare e riguardare più volte, per far sì che gli accadimenti del PalaSport di Frosinone, non facciano più parte di questo finale di stagione su qualsiasi parquet italiano. Vittimismo? Sono i numeri a parlare, non polemiche non supportate da fatti.

Passando al difficile racconto della gara, Agrigento si presenta al match senza il centro titolare Zilli, con Ciani che decide così di adattare Cannon nello spot di ‘5’ affiancato da Bell, Ambrosin, Evangelisti e Sousa; lo starting five della BPC Virtus Cassino, è invece composto dai soliti Sorrentino, Raucci, Pepper, Castelluccia e Hall.

Parte meglio la squadra ospite, che nella prima frazione riesce ad imporre meglio il suo ritmo ed il suo gioco con i punti di Bell e Cannon, che portano gli ospiti al primo mini-intervallo sul 16-22. Come nel primo periodo, per i padroni di casa sono sempre i soliti Pepper e Hall a suonare la carica, coadiuvati da un ottimo Paolin, top scorer dei suoi a fine gara con ben 17 punti. Agrigento, però, risponde sempre colpo su colpo, riuscendo ad andare all’intervallo lungo sempre in vantaggio sul 40-45, grazie ai punti di Ambrosin, Bell, Guariglia e Sousa. Dagli spogliatoi esce una Virtus spenta, che nei primi 5 minuti di gioco subisce le sortite avversarie, ma nella seconda parte del quarto riprende la corsa verso la rimonta. Sono Hall e Paolin a mettere a segno i punti decisivi, mentre dall’altra parte sono sempre Cannon e Sousa a mantenere i padroni di casa a distanza di sicurezza: 51-56 il risultato alla penultima sirena. Al rientro in campo, Cassino non demorde e rientra ancora nel match. Hall, con due canestri strepitosi, trova il sorpasso (alla fine della gara, saranno 16 i punti per lui, con 16 rimbalzi, 4 assist e 5 falli subiti, prestazione monstre la sua, ndc), ma con Ambrosin e Pepe la Fortitudo ricuce il gap sul 56-56. Si materializza, così, la scempio arbitrale: fallo in difesa fischiato a Paolin su Bell, non in situazione di tiro, ma per gli arbitri sono due tiri liberi; in attacco fallo inesistente di sfondamento chiamato a Pepper che ridà il possesso agli ospiti; nella richiesta di spiegazioni, fallo tecnico al numero 32 cassinate, che esce dal match per 5 falli; sotto le plance, nel pitturato difensivo, non viene utilizzato lo stesso metro per Bell, che conquista un fallo sempre per mano di Paolin, con il numero 10 che era in una posizione più che corretta per la chiamata arbitrale di fallo di sfondamento; ancora in attacco, fallo fischiato ad Hall a rimbalzo, dopo un contatto inesistente con Cannon; nel gridare “non è vero” all’arbitro, viene fischiato un tecnico sempre al numero 7; non contenta, la terna arbitrale decide di dare un altro fallo tecnico alla panchina di coach Vettese.

Solo alcuni episodi di un racconto che potrebbe farsi terribilmente lungo. Non servono altre parole. Il risultato dice tutto e più di tutto, una conseguenza frutto del campo, ma soprattutto di quanto sopra descritto: Agrigento vince 69-75.

Il commento nella sala stampa del DS Manzari nel post-partita: “Faccio fatica ad essere calmo e tranquillo, ma devo provare ad esserlo. Non è la prima volta che in questi palcoscenici assistiamo a scempi del genere e francamente sono stanco di tutto ciò. Penso che il blasone alcune volte conti più di quanto accade sul parquet durante la partita, e non sono soltanto sensazioni, ma sospetti supportati da fatti. I falli in generale, i falli tecnici, i tiri liberi, fanno tutto parte di un calderone che non è la prima volta che ci vede come formazione soccombente. I fischi vanno sempre da una parte con noi, è naturale. Siamo Cassino… Chi siamo noi! Tutto ciò, però, non è corretto! E lo grido ad alta voce: non è corretto! Paghiamo le tasse come tutti, paghiamo gli stipendi dei nostri atleti sempre e comunque, siamo una società corretta in ogni nostro impegno e l’obiettivo di tutti è vederci sprofondare e affondare in serie B ? Lo faremo, ma con dignità. Alla Federazione fa comodo tutto questo? Io qualche domanda me la farei, se non altro questa partita la riguarderei attentamente. È davvero difficile fare delle settimane in questo modo: ti prepari alle partite e poi delle persone esterne ai protagonisti sul campo decidono come vogliono gli andamenti delle gare. È davvero assurdo. Ai ragazzi ho da rimproverare poco, escludendo qualche elemento con il quale dovrà essere fatto un discorso individuale. Adesso ci prepariamo a Trapani con un’altra settimana di allenamenti. (Dalla sala stampa si grida: “andiamo a giocare con l’under 20, tanto il finale già è scritto”, ndc) Vedremo cosa faremo con la squadra in questi giorni”.

Prossimo appuntamento per la Virtus Cassino, domenica prossima, sempre al Casaleno di Frosinone, contro la Pallacanestro Trapani.

 

 BPC Virtus Cassino – M Rinnovabili Agrigento 69-75 (16-22, 24-21, 11-13, 18-19)

BPC Virtus Cassino: Francesco Paolin 17 (5/6, 2/3), Dalton Pepper 16 (5/10, 2/8), Michael Hall 16 (4/6, 2/7), Davide Raucci 6 (3/5, 0/1), Luca Castelluccia 6 (0/0, 2/7), Gennaro Sorrentino 4 (1/2, 0/5), Angelo Guaccio 2 (1/1, 0/1), Tommaso Ingrosso 2 (1/3, 0/2), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Samuele Montagner 0 (0/0, 0/0), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Sava Razic 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 6 – Rimbalzi: 42 13 + 29 (Michael Hall 16) – Assist: 19 (Dalton Pepper, Michael Hall 4)

All. VETTESE

M Rinnovabili Agrigento: Jalen Cannon 18 (5/9, 1/3), Dimitri Sousa 14 (5/10, 1/3), Amir Bell 12 (4/7, 1/4), Lorenzo Ambrosin 9 (2/6, 1/4), Edoardo Fontana 9 (3/4, 0/1), Marco Evangelisti 5 (1/1, 0/3), Tommaso Guariglia 4 (2/2, 0/0), Simone Pepe 4 (2/2, 0/5), Giacomo Zilli 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Jalen Cannon 10) – Assist: 11 (Lorenzo Ambrosin 4)

All. CIANI

28 Gennaio 2019 0

La Virtus dura solo un tempo e Capo D’Orlando si aggiudica il match

Di redazionecassino1

Dopo un buon avvio di gara, la BPC Virtus Cassino, dunque, ‘si scioglie come neve al sole’, e complice una seconda parte di gara assolutamente sottotono da parte degli uomini di coach Vettese, la Benfapp Capo D’Orlando riesce a conquistare la diciottesima giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West girone Ovest, con un risultato finale più che gravoso per Pepper e soci.

Non arriva ancora, quindi, la prima vittoria esterna per le ‘V’ rossoblù, che rimediano ancora una pesante sconfitta lontano dal PalaSport di Frosinone.

Con la vittoria di Legnano contro Bergamo, la situazione della Virtus Cassino si fa ancora più complicata, e la distanza dal penultimo posto si rifà di nuovo di 4 punti.

“Comunico che da oggi la squadra è in silenzio stampa, compreso lo staff” l’esordio nella conferenza post-gara del Direttore Sportivo della Virtus Cassino, Leonardo Manzari.

“Dopo la seconda parte della gara di oggi, non è possibile fare nessun commento tecnico. La partita era stata preparata bene, e a dimostrazione di ciò, ci sono i primi due quarti di gioco dove abbiamo tenuto brillantemente testa a Capo D’Orlando. Al rientro dagli spogliatoi, ho visto una squadra molle, deconcentrata ed in alcun modo volenterosa nel voler portare a casa la partita. Il loro parziale del terzo quarto di 9-0 ci ha tagliato completamente le gambe. Siamo andati sul -14 e poi da lì non siamo più rientrati, anzi… ahimè è andata ancora peggio. Il piano partita, non era quello di far correre Capo D’Orlando, e nel momento in cui siamo stati in grado di contenere i ritmi, siamo stati in partita, quando poi non abbiamo seguito più le cose che di tecnico avevamo preparato abbiamo preso l’imbarcata. Con la vittoria di Legnano, abbiamo adesso senza dubbio un piede nel baratro. Abbiamo il dovere di provare fino in fondo a fare il nostro meglio e con la forza della disperazione uscire da questa situazione critica. Per fortuna, abbiamo la possibilità di riscattarci sin da mercoledì in casa con Rieti, non uno dei clienti più facili da affrontare. Vengono da una brillante affermazione esterna contro Trapani e verranno a Frosinone per mantenersi nelle piazze nobili della classifica. Dovremo gettare il cuore oltre l’ostacolo e fare una prestazione di grande orgoglio e sacrificio”.

Passando alla cronaca del match, si inizia con Bruttini, Parks, Triche, Bellan, Lucarelli per l’Orlandina, Castelluccia, Hall, Raucci, Sorrentino e Pepper per la BPC Virtus Cassino. Parte subito forte l’Orlandina, che con il numero 2 Bruttini si porta sul +5; la Virtus, però, con grande pazienza, fa circolare la palla, cercando di non alzare troppo i ritmi del gioco, e grazie alla tripla di Pepper trova il primo vantaggio sul 12-11 a 6 minuti dalla fine del primo quarto. Dopo il time-out chiamato dalla panchina di Capo D’Orlando, i ragazzi di coach Sodini riprendono a macinare gioco e con i due punti di Mobio, trovano il +10 a due minuti dalla fine del primo quarto. Castelluccia, con due bombe consecutive riporta le ‘V’ cassinati a contatto sul 26-21 al 9’, ma è Bellan questa volta a respingere indietro la formazione della città martire, chiudendo il primo parziale sul 28-21.

Dopo la pausa, è sempre Capo D’Orlando a ripartire meglio con Laganà e Mei, trovando il nuovo +10. Sono Sorrentino, Pepper e Castelluccia a condurre la formazione di Vettese sul -3, che vede tuttavia scappare di nuovo la compagine di casa grazie a Mobio e Bruttini. Hall e soci non ci stanno, raggiungono di nuovo gli avversari, e li sorpassano con un gioco da 3 punti di Pepper su un passaggio tutto campo di Hall. È 38-39 per i viaggianti. L’Orlandina sorpassa di nuovo la Virtus grazie ai punti di Parks e Triche, ai quali risponde con due canestri Gennaro Sorrentino, ma è sempre il giovane Mobio a far concludere la seconda frazione sul parziale di 47-42.

Dagli spogliatoi escono due squadre con il morale decisamente differente: la Virtus sembra non essere mai rientrata in campo, l’Orlandina torna sul parquet con la voglia e la cattiveria giusta per ‘ammazzare’ la gara. Lucarelli e Bellan, dalla lunga distanza, puniscono immediatamente i rossoblù cassinati, che provano a reagire con Pepper e Hall. Triche e Lucarelli firmano il +16, con sempre il solito Hall che prova a rimettere in ritmo la Virtus, ma è Capo d’Orlando ad avere in mano le redini della gara, e con Parks tocca il +18 al 28’. Guaccio e Sorrentino cercano di metterci una pezza sul finire del terzo periodo, seppur il passivo rimanga comunque pesante: al 30’ si va all’ultimo riposo sul 69-53.

Capo d’Orlando rientra sul parquet con Bruttini, Laganà e Mei che in un amen firmano il +22 (79-57), con la Virtus che ormai attende inerme la fine del match. Gli ultimi 6’ hanno poco da offrire, con il risultato oramai ben saldo nelle mani della compagine di coach Sodini, che sulla sirena finale può festeggiare la vittoria sulla BPC con il risultato di 97-67.

Non bastano alla Virtus un Hall da 16 punti e 16 rimbalzi e un Castelluccia da 14 punti. Troppo pochi i punti dati alla causa dalla panchina cassinate, 4 per la precisione, rispetto ai ben 33 dei bianco-blu.

Prossimo appuntamento per le ‘V’ cassinati, mercoledì 30 gennaio ore 20:30, contro la NPC Rieti, che dopo la vittoria di Trapani e la sconfitta di Bergamo con i Legnano Knights, occupa la seconda piazza della Serie A2 Girone Ovest.

Benfapp Capo d’Orlando – BPC Virtus Cassino 97-67 (28-21, 19-21, 22-11, 28-14)

Benfapp Capo d’Orlando: Davide Bruttini 21 (6/7, 1/1), Jordan Parks 20 (4/8, 3/6), Yantchoue joseph Mobio 11 (5/7, 0/1), Matteo Lagana 10 (2/4, 2/4), Brandon Triche 9 (3/7, 0/3), Nicola Mei 9 (0/0, 3/8), Jacopo Lucarelli 7 (1/1, 1/3), Simone Bellan 7 (2/3, 1/1), Marco Murabito 3 (0/0, 1/1), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0), Mattia Raví 0 (0/0, 0/0), Giancarlo Galipó 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 22 – Rimbalzi: 38 13 + 25 (Jordan Parks 11) – Assist: 24 (Brandon Triche 11)

All. Sodini

BPC Virtus Cassino: Michael Hall 16 (5/8, 2/4), Luca Castelluccia 14 (2/6, 3/5), Dalton Pepper 13 (3/10, 1/9), Davide Raucci 11 (3/4, 1/2), Gennaro Sorrentino 9 (4/7, 0/2), Francesco Paolin 2 (1/3, 0/1), Angelo Guaccio 2 (1/2, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/2, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 28 11 + 17 (Michael Hall 16) – Assist: 14 (Michael Hall, Dalton Pepper 5)

All. Vettese

25 Gennaio 2019 0

Basket: Angelo Guaccio e Sava Razić due nuovi acquisti per la Virtus Cassino

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino comunica di aver raggiunto l’accordo con i rispettivi entourage degli atleti, Angelo Guaccio e Sava Razić, per l’acquisizione delle prestazioni sportive per il corrente finale di stagione 2018/19.

Due ottimi prospetti, dunque, i colpi messi a segno dal DS Leonardo Manzari, che ‘porta a casa’ due giocatori che fungeranno da aiuto per i componenti della prima squadra cassinate in vista di questo finale di stagione.

Il primo, classe ’98, nato a Rio de Janeiro da padre di Salerno e madre brasiliana, Guaccio si trasferisce a 4 anni in Italia, ed inizia a giocare a pallacanestro all’età di 13 anni con la formazione della Rari Nantes Bordighera. Lì gioca per due anni, in Under 15, e viene chiamato dal Pool Loano, formazione molto attiva a livello giovanile ed allora in Serie C con la prima squadra. Per lui da subito tanto spazio in U17 Elite, con diverse apparizioni in DNG e già a 16 anni le prime convocazioni in prima squadra. Nel 2015 si trasferisce a Battipaglia, con la quale disputa i campionati Under 18 Eccellenza e C Silver, in doppio tesseramento con la BCC Agropoli (in Serie A2, ndc). Dopo essersi guadagnato la chiamata di coach Capobianco al raduno della Nazionale Under 18, nel 2016/17 è a Reggio Calabria, ancora una volta in doppio tesseramento in A2 (giocando 18 partite con la Viola, ndc) ed in C Silver (Scuola Basket Viola, con la quale chiude la stagione a 13.8 punti a partita, ndc). Lo scorso anno veste la maglia della Bakery Piacenza di coach Coppeta, e con la compagine biancorossa conquista la promozione in serie A2. In regular season raccoglie 15 minuti di utilizzo con quasi 5 punti segnati per gara e 3 rimbalzi, mentre nei playoff, quasi 20 minuti giocati per partita, 4 punti, 4 rimbalzi, 2 assist e 2 palle recuperate. Nella prima sfida delle Final Four di Montecatini è protagonista, insieme ai suoi compagni, della vittoria proprio contro la Virtus Cassino, che seguirà la compagine emiliana nel secondo campionato nazionale nel giorno successivo; a farne le spese sarà la Cestistica Città di San Severo. Quel 9 giugno, Angelo calcherà il parquet per 11 minuti, mettendo a segno 2 punti e catturando 2 rimbalzi. Nella stagione corrente, firma per la Winterass Omnia Basket Pavia (Serie B, ndc), dove gioca per 15 minuti a gara, mettendo a segno 4 punti e catturando 3 rimbalzi. Da domenica, sarà a completa disposizione di coach Vettese, pronto a scendere in campo.

Insieme a lui, approda alla corte della formazione cassinate anche un altro giovane: Sava Razić. Lo scorso anno, l’atleta nativo di Podgorica ha giocato negli Stati Uniti con la First Love Christian Academy Knights, squadra di college della Pennsylvania; in Italia ha calcato i parquet nei campionati giovanili con le maglie del Cilento Basket Agropoli e del Cuore Basket Napoli. Nella stagione corrente, viene ingaggiato dai Lions Bisceglie (Serie B,ndc), con i quali scende in campo per 10 minuti per gara mettendo a referto 3 punti. Anche per il giovane montenegrino classe 2000, l’esordio è in programma nella prossima trasferta della Virtus Cassino contro l’Orlandina Basket.

Queste le parole del DS Leonardo Manzari sulle operazioni di mercato appena concluse: “Sono molto soddisfatto degli interventi che abbiamo fatto nel nostro roster. Le operazioni di miglioria della squadra continuano, e dopo Hall e Sorrentino, avevamo bisogno di due giocatori nel ‘settore under’ che ci potessero essere di aiuto in questo finale di stagione, dopo le partenze di Rossi e Masciarelli. Sono entrambi giocatori giovani con tanto da imparare, ma che sono sicuro verranno a Cassino con l’entusiasmo giusto e la voglia di dimostrare. Angelo è, senza dubbio, rispetto a Sava, un giocatore ‘cestisticamente’ più maturo, che ha alle spalle esperienze di un certo spessore, non da ultima la vittoria del campionato di Serie B con la maglia di Piacenza. Il secondo, è un giocatore con ottime qualità, dotato di un buonissimo tiro, che avrà inoltre modo di mettersi in luce anche con la maglia della nostra U20. Oltre che da un punto di vista personale, il loro aiuto sarà fondamentale anche per i nostri ‘senatori’, in quanto è solo mantenendo un certo livello qualitativo negli allenamenti settimanali, che sarà possibile conquistare da qui alla fine del campionato risultati positivi”.

Per Angelo e Sava, un caloroso benvenuto all’ombra dell’Abbazia, da parte di tutta la società rossoblù.

21 Gennaio 2019 0

La vittoria esterna ancora non arriva. La Virtus cede sul campo di Casale con il risultato di 89-62

Di redazionecassino1

È una brutta Virtus, quella che scende in campo al PalaFerraris di Casale Monferrato, e che cede il passo alla squadra di coach Mattia Ferrari nella 17^ giornata del campionato nazionale di Serie A2 Girone Ovest 2018/19.

Una formazione mai con la giusta cattiveria, mai in partita, mai con il piglio giusto per rientrare in gara quando il vantaggio si faceva più che pesante.

Una sconfitta che brucia, una sconfitta che quasi cancella tutti i passi avanti che erano stati fatti nelle partite casalinghe contro Scafati e Roma.

Eppure, la Virtus che scende in campo in questa domenica di metà gennaio, aveva illuso tutti. Partono subito bene, infatti, i viaggianti, che con la tripla di Hall segnano lo 0-3 con cui si apre la gara. Sono Pinkins e Martinoni, però, a rispondere all’americano rossoblù, e scavare il primo solco importante tra Casale e Cassino. Al 7’ il risultato è di 11-3 per i padroni di casa, e Vettese è costretto a chiamare time-out. Al rientro, è Castelluccia a guidare i compagni di squadra e a suonare la carica, ma l’ingresso sul parquet di Musso mette in crisi la difesa dei lupi cassinati, che subiscono, e non poco, l’italo-argentino ex Ferentino e Treviso. Denegri e sempre il solito Musso, firmano il 20-10, mentre i cassinati continuano a concludere a canestro con pessime percentuali. Sono i canestri di Cesana e Tinsley, che concludono il primo periodo sul risultato di 27-10 per la Novipiù.

I liberi di Hall riaprono le danze al PalaFerraris, ma al numero 7 rispondono in rapida sequenza Musso, Martinoni e Battistini. È notte fonda per la BPC, ed il coach cassinate è nuovamente costretto a chiamare time-out sul risultato di 35-14. Dopo la sospensione, è sempre il solito Mike Hall a trovare punti dalla lunetta, che con il numero 6 Casteluccia, non sbagliano i tiri a cronometro fermo. Sono per la squadra di casa Tinsley, Cattapan e Valentini, questa volta a farsi trovare pronti e a siglare i canestri che ricacciano indietro la Virtus; a chiudere il periodo le conclusioni di Musso, Hall e Paolin, che mandano le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 46-26 per Pinkins e compagni.

Al rientro dagli spogliatoi, la musica non cambia e a Casale non resta che amministrare il vantaggio, al cospetto di una Virtus che non ha abbastanza forze fisiche e mentali per impensierire i piemontesi nel conquistare la leadership del match. Sono Pinkins, Castelluccia, Pepper e Tinsley, i protagonisti del periodo di gara e sono loro i punti con il quale la contesa va avanti. È ancora Hall a trovare per Cassino punti che danno ossigeno ai lupi virtussini, ma Denegri, Martinoni e Cesana spengono le speranze di risalita delle ‘V’ benedettine. È Battistini che con due punti manda le squadre all’ultimo mini-riposo sul parziale di 68-46.

Nell’ultimo quarto, la Virtus, date le pessime percentuali da oltre l’arco dei tre punti, prova a recuperare il match con conclusioni ravvicinate, con più di qualcuna che trova il fondo della retina con il libero aggiuntivo per il fallo avversario, con in particolar modo Pepper e Raucci a provarci; Casale, tuttavia, è in grande serata, e al cospetto della forma straordinaria degli uomini di Ferrari, ogni sforzo appare inutile. Sono nuovamente Valentini, Battistini e Giovara a punire la Virtus, facendo arrivare la formazione di casa anche sul +25. Non c’è più nulla da fare per la BPC, che negli ultimi due minuti cerca di rendere meno pesante il passivo senza riuscirci. La partita si conclude sul risultato di 89-62 per la Novipiù Junior Casale.

Queste le parole in conferenza stampa del coach della BPC Virtus Cassino, Luca Vettese, al termine dell’incontro: “Per questa sera, c’è davvero poco da dire da un punto di vista tecnico-tattico. Abbiamo messo in campo una prestazione scadente sotto tutti gli aspetti in maniera inspiegabile ed inaspettata. Avevamo preparato la partita in settimana in un certo modo, ma se manca l’energia durante il match puoi fare davvero poco e non puoi sperare di portare a casa la partita in un campo difficile e contro una delle squadre più forti del campionato. Venivamo da una partita che ci doveva dare entusiasmo e forza per andare avanti, ma evidentemente non è stato così. In settimana dovremo rivedere senza dubbio la partita per analizzare le nostre carenze e capire come mai abbiamo approcciato in maniera così superficiale alla gara. Il primo quarto è come se non fossimo scesi in campo ed è una cosa, dal mio punto vista, inaccettabile. I miei complimenti, però, vanno anche a Casale che è stata capace di mettere sul parquet tanta energia, tanta intensità e tanta qualità, mettendoci in difficoltà sin dall’inizio con il tiro dalla distanza, con la presenza a rimbalzo, con la fisicità e i punti sotto canestro. Mi prendo la responsabilità, insieme allo staff tecnico, di questa sconfitta, perché vedere sul campo una squadra che non riesce a mettere energia in una partita come questa, trova anche delle nostre colpe, in quanto evidentemente non siamo riusciti a ‘caricare’ nel giusto modo la partita. Nonostante tutto, non abbiamo tempo di piangerci addosso. L’unica ricetta per rimediare alla prestazione di quest’oggi, è solo ed esclusivamente il lavoro in palestra in vista della prossima partita di Capo D’Orlando. Abbiamo l’obbligo di provare anche lì a portare a casa i due punti, anche se non sarà semplice, e tentare su un campo difficile di dire la nostra e di fare la nostra partita”.

Prossimo appuntamento, dunque, per le ‘V’ cassinati, domenica 27 gennaio ore 18.00, al PalaFantozzi di Capo D’Orlando, contro la Benfapp Orlandina Basket di coach Sodini.

 

Novipiù Casale Monferrato – BPC Virtus Cassino 89-62 (27-10, 19-16, 22-20, 21-16)

Novipiù Casale Monferrato: Kruize Pinkins 15 (4/8, 1/2), Niccolò Martinoni 15 (2/2, 3/6), Davide Denegri 14 (1/2, 4/7), Bernardo Musso 13 (2/3, 3/9), Bradley glen Tinsley 10 (3/5, 1/3), Fabio Valentini 8 (1/3, 2/3), Leonardo Battistini 5 (2/8, 0/0), Luca Cesana 5 (1/2, 1/3), Edoardo Giovara 4 (2/2, 0/0), Nazzareno Italiano 0 (0/1, 0/4), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 9 – Rimbalzi: 45 13 + 32 (Kruize Pinkins 12) – Assist: 24 (Bradley glen Tinsley 8)

All. Ferrari

BPC Virtus Cassino: Michael Hall 15 (2/3, 2/5), Dalton Pepper 15 (4/8, 2/8), Francesco Paolin 12 (4/6, 0/1), Davide Raucci 9 (2/6, 0/3), Luca Castelluccia 9 (1/2, 1/4), Gennaro Sorrentino 2 (1/2, 0/2), Fabrizio De ninno 0 (0/2, 0/2), Tommaso Ingrosso 0 (0/4, 0/1), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 22 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Michael Hall 8) – Assist: 15 (Dalton Pepper, Davide Raucci 4)

All. Vettese

14 Gennaio 2019 0

Cassino riparte con Hall: battuta la Virtus Roma 92-86

Di redazionecassino1

Una partita perfetta doveva essere, e partita perfetta è stata, quella dei lupi virtussini, capaci di battere la capolista Virtus Roma, della Serie A2 girone Ovest, tra le mura amiche del PalaSport di Frosinone. È una Virtus Cassino rinvigorita dalla cura di Mike Hall, quella che scende in campo nell’anticipo della 16^ giornata di regular season, una formazione affamata, grintosa e vogliosa di fare punti, che merita ampiamente al termine del match la vittoria finale. È proprio l’ultimo arrivato l’MVP del match, con 20 punti e 15 rimbalzi, coadiuvato da 3 ottimi Pepper (25 punti, 6 rimbalzi, 9 assist e 8 falli subiti), Castelluccia (18 punti con 5/6 da tre punti) e Davide Raucci (11 punti, 7 rimbalzi, 5 falli subiti e 3 assist). Dopo la vittoria contro la formazione capitolina, dunque, la Virtus si rilancia in classifica e si augura un girone di ritorno più sereno, nella speranza di compiere quella ‘mission impossible salvezza’.

La partita inizia con Moore, Landi, Sims, Saccaggi e Sandri da una parte, Hall, Raucci, Sorrentino, Castelluccia e Pepper per la Virtus Cassino. Parte subito bene la compagine di casa, con una tripla di Castelluccia da oltre l’arco, a cui però non tarda la risposta del centro dei viaggianti, Henry Sims, che a fine match scriverà a referto 22 con 12 rimbalzi. Le polveri dell’ex Olimpia Milano e Ferrara, Hall, in un primo momento sembrano bagnate, ed infatti l’inizio gara del neo-arrivato in casa Virtus, non è dei migliori. Sono, però Castelluccia, Raucci e Paolin a guidare le offensive rossoblù, ed aiutano Cassino a trovare il primo vantaggio sul risultato di 18-10. Roma non si scoraggia e piazza un parziale sul finale del periodo di 0-14, che permette alla squadra di Piero Bucchi di andare al primo mini-intervallo sul risultato di 18-24. Nel secondo periodo regna sempre l’equilibrio, con Moore e Pepper che si prendono la scena, ma è sempre Roma ad avere in mano le redini del match sul risultato di 33-38. Al rientro dall’intervallo lungo, sono però Sorrentino e soci ad uscire dagli spogliatoi più decisi nel portare a casa il match. Hall riapre le danze con due triple mortifere condite da balletto che da carica a tutto l’ambiente rossoblù, Castelluccia mette a referto la quinta tripla di serata e Cassino raggiunge la parità a metà del terzo quarto a quota 48. Le triple di Alibegovic e Baldasso illudono gli ospiti che vanno sul +5, ma sono sempre Hall e compagni ad avere la lucidità di fare le cose giuste al momento giusto rispetto agli atleti capitolini. Roma subisce, quindi, la fisicità della formazione di Vettese, che con i canestri di Pepper, le recuperate di Paolin, i rimbalzi di Hall e la solidità offensiva di Raucci, non perde la maniglia della leadership del match. Sull’80-74, la Virtus Roma ha due liberi per il -4, ma Landi li sbaglia entrambi. La formazione di Bucchi vede la sconfitta materializzarsi con i liberi di Sorrentino, Hall, nonchè dalle due triple, su due fantastici assist di Raucci, di Pepper. Mancano 3 secondi, e Sorrentino lancia la palla in aria esultante. È finita! L’impresa è compiuta: la Virtus Cassino batte la Virtus Roma con il risultato di 92-86. I lupi rossoblù rivedono la luce e sono pronti ad affrontare le prossime trasferte di Casale e Capo D’Orlando con fiducia e determinazione.

Le parole di Pepper nel post-partita: “Hall ci ha dato più fiducia, più esperienza sia offensiva che difensiva e intelligenza cestistica. Ha aiutato tutta la squadra a fare meglio ed ha tolto a tutti quella pressione che nei momenti clou dei match non riusciva a farci portare a casa i due punti. Speriamo che la seconda parte di stagione sia migliore, vincendo più partite possibili. Dobbiamo allenarci con più intensità e concentrarci sulle prossime gare. Testa adesso a Casale, perchè non abbiamo tempo di ‘guardaci allo specchio’ per osservare la bella prestazione di questa sera”.

 

BPC Virtus Cassino – Virtus Roma 92-86 (18-24, 15-14, 26-20, 33-28)

BPC Virtus Cassino: Dalton Pepper 25 (8/15, 2/8), Michael Hall 20 (2/2, 3/7), Luca Castelluccia 18 (1/4, 5/6), Davide Raucci 11 (3/7, 1/2), Francesco Paolin 7 (3/4, 0/1), Gennaro Sorrentino 4 (0/0, 0/1), Fabrizio De ninno 4 (2/2, 0/0), Tommaso Ingrosso 3 (0/1, 1/1), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0), Marco Gambelli 0 (0/0, 0/0), Samuele Montagner 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 24 – Rimbalzi: 40 5 + 35 (Michael Hall 15) – Assist: 24 (Dalton Pepper 9)

All. Vettese

Virtus Roma: Nic Moore 24 (5/11, 3/9), Henry Sims 22 (7/15, 0/0), Aristide Landi 16 (2/2, 4/8), Daniele Sandri 6 (0/2, 2/3), Tommaso Baldasso 6 (0/1, 2/5), Amar Alibegovic 5 (1/4, 1/2), Andrea Saccaggi 4 (1/3, 0/1), Massimo Chessa 3 (0/0, 1/3), Marco Santiangeli 0 (0/0, 0/3), Edoardo Lucarelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 23 – Rimbalzi: 31 11 + 20 (Henry Sims 12) – Assist: 15 (Nic Moore 10)

All. Bucchi

MVP: Hall

11 Gennaio 2019 0

Big match al Casaleno, la Virtus affronta la Virtus Roma per la prima vittoria del girone di ritorno

Di redazionecassino1

Seconda gara del 2019 per gli uomini di coach Vettese, che in vista della 16^ giornata, la prima di ritorno della regular season, del campionato nazionale di serie A2 Girone Ovest, affronterà la prima classificata della lega (a pari punti con Bergamo, ndc), ovvero la Virtus Roma. Dopo la bella prestazione dei primi due quarti con Scafati, cancellati da una brutta prova nella seconda metà di gara, e dopo l’arrivo in settimana di Mike Hall, la squadra della città martire ha voglia di stupire e di ben figurare al cospetto della corazzata capitolina. L’arrivo della “stella americana”, ribattezzato “The King” in quel di Ferrara, ha sicuramente aumentato il fermento in casa rossoblù per la prossima partita casalinga. Un match difficile, ma tutto da giocare, da vivere e da seguire per gli appassionati di fede cassinate, che se in partenza potevano pensare ad un match dal risultato scontato, adesso con un Mike in più, è più facile sognare, o perlomeno sperare.

Con l’organico al completo, allora, la formazione cassinate è pronta a dare battaglia alle ‘V’ capitoline, per cominciare nel miglior modo possibile il girone di ritorno. Al cospetto, tuttavia, della compagine rossoblù, ci sarà un collettivo reduce dalla vittoria contro la penultima piazza del girone Legnano, che ha ridato ossigeno alla formazione di Bucchi dopo la sconfitta beffarda nel tempo supplementare contro la Givova Scafati. L’obiettivo dei giallorossi è quello di continuare nel trend positivo e non perdere il contatto con l’altra capolista del girone Bergamo, nella speranza di ribaltare nel match casalingo, lo scontro diretto per la prima piazza solitaria.

L’organico a disposizione di Piero Bucchi, si compone dalle stelle americane Moore (16,6 punti, 4 assist e 3 rimbalzi di media, ndc) e Sims (top-scorer con 19.7 punti, 10.7 rimbalzi e 2 assist di media, ndc), senza dubbio la coppia di stranieri più forte del girone, dalla coppia di ali grandi, Alibegovic (7.1 punti e 4 rimbalzi di media per gara, ndc) e Landi (10.5 punti, 7 rimbalzi e 2 assist di media a gara, ndc), dalle guardie-ali, Sandri (8.8 punti e 3 rimbalzi di media a gara, ndc), Baldasso (7.9 punti, 3 rimbalzi e 2 assist di media per gara, ndc), Santiangeli (5.9 ppg, 2 rimbalzi e 2 assist, ndc), Chessa (5.4 ppg, 3 rimbalzi e 2 assist, ndc) e Saccaggi (4.3 ppg, 2 rimbalzi e 1 assist, ndc), e dai giovani Matic e Lucarelli.

Partita speciale per due “ex” di turno: Dalton Pepper, protagonista della salvezza giallorossa in A2 nella stagione 2016/17, e Davide Raucci, protagonista anche lui della salvezza capitolina nella scorsa annata sportiva 2017/18.

Queste le parole del Team Manager e Assistant-coach cassinate, Furio De Monaco, in vista del match di sabato: “Ci avviciniamo alla partita con la Virtus Roma nel migliore dei modi. Affrontiamo una delle squadre più forti del nostro girone, ma non arriveremo in alcun modo al match con la mentalità della ‘vittima sacrificale’ di turno. Mercoledì è arrivato Mike (Hall), e ho visto, sin dal suo primo allenamento, un’intensità ed una grandissima voglia da parte della squadra di fare bene. Tutti lo hanno accolto in maniera ‘super’ e questo non ci fa altro che ben sperare per il futuro. Avere un giocatore come lui, non è sicuramente una ‘medicina curativa’ per tutti i nostri problemi, ma è senza dubbio quell’atleta che cercavamo ed in grado di darci quel carisma, quella leadership e quella sicurezza che a questa squadra è mancata nella prima parte di stagione. Penso che sia uno dei migliori giocatori della lega, ed avere la possibilità di allenarlo è davvero una cosa unica. Spero che con Roma riesca a dare sicurezza e mentalità positiva anche a tutta la squadra, perchè contro i capitolini avremo bisogno di una gara ai limiti della perfezione. Loro sono una formazione lunga e che può contare su diverse varianti tecnico-tattiche. Credo, però, che se saremo capaci di mettere in campo la Virtus dei primi due quarti contro Scafati, potremo giocarci le nostre chance di portare a casa il match. Da sabato avranno inizio per noi 15 finali, dove ogni gara dovrà essere giocata alla ‘morte’. Questo i ragazzi lo sanno, e sono sicuro che le sensazioni buone che ho avuto in settimana, saranno confermate sul campo questo fine settimana”.

Arbitreranno la partita in programma al PalaSport di Frosinone, sabato 12 gennaio 2019 alle ore 17.00, i signori: YANG YAO DANIELE di VIGASIO (VR), NUARA SALVATORE di SELVAZZANO DENTRO (PD) e MENEGHINI FRANCESCO di VERONA (VR).

Diretta streaming su LNP TV Pass, diretta audio in streaming dal canale Spreaker della società, Virtus Cassino Radio (https://www.spreaker.com/show/lo-show-di-virtus-cassino), aggiornamenti dai canali ufficiali Facebook (www.facebook.com/VirtusCassino), Twitter (@VIRTUSTSB) ed Instagram (@virtuscassino).

 

ROSTER:

 

BPC Virtus Cassino: Mike Hall, Dalton Pepper, Francesco Paolin, Davide Raucci, Luca Castelluccia, Tommaso Ingrosso, Fabrizio De Ninno, Gennaro Sorrentino, Dario Masciarelli, Davide Bianchi.

 

Virtus Roma: Nic Moore, Henry Sims, Tommaso Baldasso, Daniele Sandri, Marco Santiangeli, Amar Alibegovic, Aristide Landi, Andrea Saccaggi, Massimo Chessa, Edoardo Lucarelli.