Tag: viterbo

8 Gennaio 2018 0

Viterbo, due furgoni distrutti da incendio: ipotesi dolo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VITERBO – In due incendi contemporanei ma distinti, a circa cento metri di distanza l’uno dall’altro sono andati distrutti due furgoni in località Santa Barbara a Viterbo.

L’allarme è stato lanciato poco dopo l’una e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Viterbo.

I mezzi erano ad una distanza tale da poter escludere che l’incendio si sia propagato da un mezzo all’altro.

I furgoni, inoltre, appartengono a proprietari diversi, il primo ad una agenzia di traslochi, il secondo ad un commerciante cinese. Le forze dell’ordine che indagano sembrano privilegiare la pista del dolo

14 Dicembre 2017 0

Due corpi ritrovati avvolti nella pellicola a Viterbo

Di redazione

Non rispondevano al telefono e, per questo, i due figli, ieri sera alle 21 hanno lanciato l’allarme. La coppia di anziani coniugi, R. F. di 79 anni e G. F. di 83 anni, genitori di tre figli, due maschi e una femmina, risiedeva nel quartiere Santa Lucia della città di Viterbo. Al loro arrivo i vigili del fuoco con l’ausilio di un’autoscala sono arrivati al primo piano e il caposquadra si è introdotto nell’appartamento entrando da una finestra. I due figli che avevano lanciato l’allarme non riuscivano ad aprire la porta perché la serratura era stata sostituita a loro insaputa. Una volta dentro i pompieri si sono trovati davanti, nella camera da letto, i due corpi esanimi avvolti in una pellicola di plastica di quelle usate per gli imballaggi. Chi lo aveva fatto, evidentemente, intendeva rallentare il processo di decomposizione e il propagarsi del cattivo odore. Immediatamente sul posto sono arrivati gli investigatori della questura. Sul corpo dell’uomo pare non vi fossero segni di violenza mentre sul cranio della donna vi era una evidente ferita infertale, quasi certamente con un attizzatoio del camino ritrovato nell’appartamento. Da una prima ricostruzione pare che il decesso di entrambi sia risalente alle 36 ore precedenti al ritrovamento dei cadaveri. Gli investigatori della polizia sono sulle tracce del terzo figlio, un 44enne disoccupato che viveva con loro e che il pomeriggio prima del ritrovamento aveva dato indicazioni vaghe ai fratelli che chiedevano informazioni su dove fossero i genitori. Immagine d’archivio

31 Ottobre 2017 Off

Viterbo, atti sessuali con le nipoti di 8 e 10 anni: denunciato zio

Di admin

VITERBO – Compie atti sessuali con le nipoti minorenni, ma viene individuato e denunciato dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo. L’episodio si è verificato nei giorni scorsi, quando gli uomini della Sezione Reati contro la Persona della Squadra Mobile, specializzati in abuso e violenze sessuali anche in danno di minori, hanno denunciato all’A.G. per violenza sessuale nonché corruzione di minorenni un cinquantacinquenne residente nella provincia di Viterbo che è risultato molestare sessualmente le proprie nipoti di otto e dieci anni, figlie di sua sorella, che convivevano con lui. Le attività investigative, unitamente alla perquisizione domiciliare, hanno portato al rinvenimento e sequestro di un considerevole quantitativo di DVD e videocassette pornografiche. Ciò a dimostrazione del fatto che l’uomo utilizzava il materiale mentre abusava sessualmente delle nipoti. Considerati i riscontri veniva trasmessa all’A.G. una dettagliata informativa a seguito della quale il G.I.P emetteva nei confronti dell’uomo la misura cautelare del Divieto di Avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle vittime, a cui è stata data immediata esecuzione.

14 Marzo 2017 0

La Virtus Cassino supera l’ostacolo Viterbo e si mantiene nella scia delle migliori

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino non si perde tra le strade della Tuscia ed espugna il Palamalè di Viterbo dopo aver sconfitto i padroni di casa della Stella Azzurra Viterbo per 86 a 66. Il match andato in scena sul parquet della città viterbese era valevole per la giornata numero 23 della regular season del Campionato Nazionale di basket di serie B, girone C. I padroni di casa erano giunti al match da una posizione di classifica che li relega in terzultima posizione con soli 8 punti nel paniere. Ma questo non aveva assolutamente condizionato la volontà dei viterbesi di poter provare a fare propria la posta in palio. D’altra parte a questo punto della stagione e soprattutto dopo la sosta prevista dal calendario in occasione dello scorso week – end per la disputa della Coppa Italia, tutte le gare sono giocate dai contendenti allo spasimo proprio perché i punti in palio sono e saranno pesantissimi nel determinare la griglia dei play off e dei play out. E dunque a questa eccezione non è sfuggita la gara che andremo a raccontare, gara che ha avuto momenti di grande equilibrio però solamente nella prima frazione di gioco, allorquando i padroni di casa provavano, da sottolineare però in una sola occasione, a mettere il muso avanti nel punteggio ed eravamo al quarto minuto di gioco allorquando Listwon con un tiro dalla media fissava il punteggio sul 14 a 13. Vantaggio come detto però decisamente effimero dal momento che Birindelli sul ribaltamento di fronte rimetteva immediatamente le cose a posto 14-15 per i viaggianti. E da quel momento la gara non conosceva più storia per le sorti finali con una sola padrona del proprio destino e di quello del match ovvero la BPC Virtus Cassino. Gli uomini di coach Vettese infatti decisamente concentrati ed assolutamente sul pezzo non concedevano più spazi alle velleità agonistiche degli stellini viterbesi raggiungendo ad inizio del terzo quarto con Petrucci (ottima gara la sua, 20 punti realizzati e 19 di valutazione finale frutto di un 50% da 2 punti, 36% da tre, 4 rimbalzi, 3 palle recuperate e due assist) anche il + 24. L’atleta cassinate infatti fissava, con un jumper da distanza ravvicinata, il punteggio sul 31 a 54 per la BPC. Una gara pertanto sempre in controllo di Bagnoli ( ancora una volta MVP di serata con i suoi 29 punti realizzati , 14 su 16 da due punti, con 13 rimbalzi catturati , ennesima doppia doppia per lui, a fronte di 34 minuti giocati, con una valutazione globale di 43) e soci . La gestione del match da parte degli uomini di Vettese è stata, e bisogna sottolinearlo, pressoché perfetta con ampi sprazzi di bella circolazione di palla sul perimetro. Le “V” rossoblù hanno anche avuto il grande merito di non lasciare spazio ai ragazzi di coach Fanciullo. La Stella Azzurra Viterbo infatti era particolarmente temibile perché rappresentava il classico avversario che non aveva niente da perdere nello scontro con i virtussini benedettini. I cassinati, invece, nonostante l’assenza di Valesin, hanno approcciato il match nel modo migliore fin dall’inizio, cercando di allungare già nel primo periodo, cavalcando subito un Bagnoli, come detto , ancora una volta devastante. Tuttavia Viterbo teneva botta e si andava alla prima pausa sul -5 (19-24) per i rossoblù. La gara restava virtualmente aperta anche nelle fasi iniziali del secondo quarto con Rovere per i padroni di casa sugli scudi , ma la Virtus Cassino chiudeva praticamente i giochi con un break di 12-0 prima dell’intervallo grazie al dup Marsili – Sergio che provvedevano a firmare in modo perentorio il 31-45 del 20′. E con questo punteggio le due formazioni si avviano negli spogliatoi. Dopo la pausa lunga ed al rientro dagli spogliatoi si scaldava anche Petrucci che spingeva i suoi fino al +24 grazie anche grazie all’apporto costante di capitan Del Testa. Sull’altro fronte non mollavano sia Rovere che Cianci, risorse preziosissime in uscita dalla panchina, i quali limitavano i danni per i padroni di casa portando gli stellini fino al 49-63 con cui si andava all’ultimo riposo. La frazione conclusiva era gestita senza alcun patema da Cassino che aumentava anche il distacco fino alla sirena conclusiva con il 86 a 66 finale che permette agli uomini di coach Vettese di continuare la volata con Barcellona per il quarto posto finale, tenendo anche d’occhio le primissime posizioni. Sabato prossimo, 18 marzo , si torna al PalaVirtus, ospite d’eccezione la LUISS Roma per un grande match in chiave play off .

Stella Azzurra Viterbo – BPC Virtus Cassino 66-86 Parziali: 19-24, 12-21, 18-18, 17-23 Stella Azzurra Viterbo: Cianci 20 (7/8, 2/2), Listwon 13 (2/5, 2/5), Rovere 13 (2/4, 3/5), Fowler 9 (3/5, 1/3), Ingrillì 6 (0/2, 1/2), Di Coste 3 (1/1, 0/2), Marcante 2 (1/5, 0/0), Cattaneo 0 (0/1, 0/2), Meroi 0 (0/1, 0/0), Casanova 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 7 / 8 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Listwon 8) – Assist: 14 (Marcante 6) All. Fanciullo BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 29 (14/16, 0/1), Nicolò Petrucci 20 (3/6, 4/11), Lorenzo Panzini 9 (0/2, 3/6), Biagio Sergio 9 (3/6, 1/1), Maurizio Del testa 7 (2/4, 1/4), Duilio ernesto Birindelli 5 (1/3, 1/2), Valerio Marsili 5 (2/2, 0/0), Filippo Serra 2 (0/0, 0/2), Renato Quartuccio 0 (0/3, 0/2), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 6 / 6 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Simone Bagnoli 13) – Assist: 20 (Lorenzo Panzini 9) All. Vettese MVP : Simone Bagnoli

21 Novembre 2016 0

La Virtus Cassino non fa sconti, superata Viterbo, quarta vittoria di fila

Di redazionecassino1

Doveva essere una gara facile , doveva essere una formalità , la BPC Virtus Cassino nei pressi della vetta della classifica e la Stella Azzurra Viterbo fanalino di coda del girone C del Campionato Nazionale di Serie B , doveva essere ma non lo è stato . La Stella Azzurra Viterbo per due quarti ha fatto letteralmente vedere i sorci verdi ai padroni di casa che hanno completamente toppato l’approccio alla gara o forse la mente sgombra dei ragazzi di Fanciullo, il coach dei viterbesi, ha fatto il resto . Fatto è che la BPC Virtus Cassino per due quarti ha dovuto sempre guardare la targa dei biancoblù stellati che hanno regalato ai tifosi cassinati , accorsi al PalaVirtus per applaudire i propri beniamini , uno scenario non proprio esaltante per le speranze rossoblù. Dal riposo lungo però rientrava sul parquet cassinate una Virtus Cassino letteralmente imbufalita che in un amen spazzava via i rivali concedendo loro la miseria di 24 punti in due quarti , alzando all’inverosimile i ritmi difensivi . Insomma il Pala Virtus rimane imbattuto ed i rossoblù colgono la quarta vittoria consecutiva e continuano la loro corsa, la loro rincorsa al vertice. Il fanalino di coda Viterbo si presenta a Cassino senza il suo leader Marcante ma gioca un grandissimo primo tempo, nella ripresa però gli uomini di Vettese prendono in mano le operazioni e vincono con un grande margine di punti , ben venti . Grande partenza degli ospiti che , come dirà poi in sala stampa il coach dei viterbesi Fanciullo , rispettano in pieno il piano partita e sorprendono i padroni di casa chiudendo il primo quarto sul +6 (18-24) grazie alla buonissima vena di Listwon e Ingrillì, entrambi autori di 7 punti nei primi 10’. La gente rossoblù percepisce il peiricolo e rivive nella mente la partenza del match vs Barcellona di un mese orsono oramai . E cosa particolarmente importante è che nel secondo quarto la musica non cambia . La Stella Azzurra mantiene il divario inalterato per buona parte del secondo periodo ma Cassino si scuote e ritrova la parità prima della fiammata finale degli ospiti. I quali negli ultimi 20 secondi , complice una scellerata decisione arbitrale (antisportivo a Potì), a dispetto del fatto che era stato il cassinate a subire un plateale fallo realizzano ben 7 punti in un men che non si dica . E’ Rovere a fissare il punteggio sul 34-41 ,all’intervallo. Si va così negli spogliatoi dunque con la sorpresa numerica del tabellone del PalaVirtus . 34 a 41 per gli ospiti che sono stati davvero bravi sin qui a mettere in difficoltà i cassinati. Nella ripresa però la musica cambia in modo incredibile e diametralmente opposto. Sono gli uomini di Vettese ad entrare sul campo con una grinta fuori dal comune . Birindelli è una furia e trascina i suoi con una foga contagiosa anche per il pubblico della BPC Virtus Cassino. Valesin segna i primi punti della frazione, ma poi è l’immenso Del Testa a insaccare una tripla fondamentale per i suoi compagni . Birindelli segna due punti con un viaggio in lunetta dopo un coast to coast fantastico . Insomma la BPC Virtus Cassino viaggia esattamente al doppio della velocità dei viterbesi . La partita cambia repentinamente volto e la Virtus Cassino è in grado di ribaltare completamente la partita andando all’ultima pausa sul +8 (62-54). Nell’ultima frazione Viterbo non ha più benzina nel motore per provare a ricucire lo strappo operato sulla gara dai padroni di cada . Mancano le forze necessarie ai ragazzi di coach Fanciullo per rifarsi sotto alla battistrada .La BPC Virtus Cassino invece viaggia sulle ali dell’entusiasmo e arrotonda il divario finale grazie a giocate collettive davvero convincenti . Nota di merito per il giovane Filippo Serra sempre bravo a farsi trovare pronto allorquando viene chiamato in causa dal coach cassinate , Luca Vettese . E’ il secondo miglior realizzatore di serata dopo capitan Maurizio Del Testa . Si chiude sull’85 a 65 per i padroni di casa Vettese è stato bravo nel tourbillon dei cambi permette a tutti i propri ragazzi di iscriversi a referto . “Buoni sicuramente i due punti che non erano così scontati come un osservatore poco attento poteva ritenere alla vigilia di questo match “ osserva a fine gara un soddisfatto coach Luca Vettese “Viterbo è venuta a Cassino senza il suo giocatore più rappresentativo ( Marcante , ndr) ed è venuta libera mentalmente per proporre la sua partita . Noi abbiamo fatto una grande fatica ad imporre il nostro piano partita , che era quello di limitarli nel punteggio. Abbiamo subito tantissimo dal perimetro soprattutto. Sono molto soddisfatto dal fatto che tutti i ragazzi si siano fatti trovare pronti (Cassino , si pensi un po’, ha trovato nel suo paniere ben 45 punti dalla panchina, ndr). Devo essere molto contento anche perché ad esempio Valerio ( Marsili, ndr) si è fatto trovare pronto ed ha disputato davvero un buon match così come ha fatto Pippo Serra . Adesso ci attende un match davvero complesso. Dovremo andare a far visita ai romani della LUISS che sono un avversaio storico per noi . Sono molto ben allenati e soprattutto sono molto ma molto forti” conclude il coach rossoblù La Virtus Cassino infatti tornerà sul parquet in occasione della nona giornata del Campionato Nazionale di Serie B , girone C , sabato 26 novembre p.v. alle ore 18.00 Ma questa è un’altra storia ed avremo modo di parlarne in settimana .

BPC Virtus Cassino – Stella Azzurra Viterbo 85-65 Parziali : 18-24, 16-17, 30-13, 21-11 BPC Virtus Cassino : Maurizio Del testa 18 (3/4, 4/6), Duilio ernesto Birindelli 12 (4/9, 0/1), Gianluca Valesin 11 (3/5, 0/1), Filippo Serra 10 (0/0, 2/7), Biagio Sergio 8 (1/3, 2/5), Stefano Poti 8 (2/3, 1/3), Valerio Marsili 7 (3/4, 0/1), Renato Quartuccio 5 (1/1, 0/4), Simone Bagnoli 3 (1/2, 0/0), Andrea Giampaoli 3 (0/0, 1/4) Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 45 8 + 37 (Valerio Marsili 8) – Assist: 27 (Andrea Giampaoli 7) All. Luca Vettese Stella Azzurra Viterbo: Listwon 16 (6/13, 0/7), Ingrillì 12 (3/8, 2/3), Fowler 12 (0/3, 4/10), Ianuale 11 (2/7, 1/3), Rovere 10 (1/3, 2/5), Cianci 2 (1/4, 0/1), Ciampaglia 2 (1/1, 0/0), Meroi 0 (0/0, 0/0), Piazzolla 0 (0/0, 0/1), Casanova 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Ingrillì, Rovere 8) – Assist: 11 (Ingrillì 4) All. Fanciullo

16 Settembre 2016 0

Maltempo a Viterbo, uomo e auto trascinati via da acqua e fango. E’ disperso

Di admin

Tarquinia – Un uomo è stato trascinato via dalla furia delle acque mentre era alla guida della sua auto. E’ accaduto questa mattina poco dopo le 6.30 a Tarquinia nel viterbese. L’uomo stava transitando sulla strada tra Vallata e Tuscania quando l’onda di acqua e fango hanno trascinato via l’auto su cui viaggiava a centinaia di metri dalla strada. Al momento risulta disperso e i vigili del fuoco lo stanno cercando anche con l’ausilio di un elicottero. Il maltempo sta imperversando su tutto il viterbese.

Er. Amedei

6 Settembre 2016 0

Operazione contro anarchici, da Torino arresti anche a Viterbo

Di admin

Viterbo – Una operazione della Digos di Torino denominata Scripta Manent condotta nei confronti della Federazione Anarchica Informale ha visto arresti anche in provincia di Viterbo. Sette le persone arrestate, otto gli indagati in  Piemonte, Liguria, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Sardegna, Abruzzo, Campania e Umbria.

Gli arresti sono stati effettuati anche a Viterbo e perquisizioni a Roma. Gli investigatori contestano alle persone coinvolte il reato di associazione con finalità di terrorismo e attribuisce agli stessi l’esplosione di tre ordigni. Uno presso il quartiere Crocetta di Torino del 5 marzo 2007 e due ordigni presso la Caserma allievi carabinieri di Fossano del 2 giugno 2006. Gli ordigni, in entrambi i casi, erano programmati per esplodere a breve distanza l’uno dall’altro al chiaro scopo di arrecare grave danno all’incolumità delle forze dell’ordine intervenute sul posto. L’operazione della DIGOS di Torino trae origine dal procedimento penale instaurato presso la Procura della Repubblica di Torino a seguito del ferimento dell’ingegner Roberto Adinolfi, Amministratore delegato dell’Ansaldo Nucleare, per mano di appartenenti al cd. “Nucleo Olga”, espressione del cartello eversivo “FAI-Federazione Anarchica Informale”.

 

31 Maggio 2016 0

Scosse di terremoto in Umbria, ripercussioni anche a Rieti e Viterbo

Di admin

Lazio – Paura, ieri sera, nell’alta Tuscia dove una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata avvertita in Umbria ma anche la provincia di Rieti e quella di Viterbo. La scossa è stata registrata alle 2224 con epicentro Castel San Giorgio in provincia di Terni. In alcune località dove il sisma è stato avvertito con maggior forza, la gente è scesa in strada e ha intasato i centralini dei vigili del fuoco dei comandi di Rieti e Viterbo. La scossa, seppur violenta, è durata pochi secondi e forse questo ha evitato che causasse danni a cose o persone. Altre cinque scosse di magnitudo 2.0 si sono ripetute fino all’una di notte.

 

23 Settembre 2009 0

Gli aeroporti di Viterbo e Frosinone si fanno insieme

Di redazione

“Non possiamo cadere nel vizio tutto italiano, che vede rimesso in discussione continuamente ogni assetto strategico sul territorio deciso in precedenza. Il nostro compito è rendere irreversibile i dubbi, perciò ribadisco che gli aeroporti di Viterbo e Frosinone si devono fare insieme, per evitare il cannibalismo che ha ucciso Malpensa”. E’ quanto ha detto il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, intervenendo in Consiglio regionale. “Nel Lazio ciascuno scalo avrà una vocazione precisa- ha aggiunto Marrazzo- Dunque la parola d’ordine della politica è difendere Roma e il Lazio”.