Giorno: 13 maggio 2011

13 maggio 2011 0

Ceprano al voto, il sindaco Russo volta la faccia alla sua maggioranza e si schiera con l’opposizione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dall’ufficio stampa della Lista “Insieme per Ceprano” per Paolo Castaldi Sindaco riceviamo e pubblichiamo. La notte dei lunghi coltelli a Ceprano. Al termine di una campagna elettorale di veleni, l’ultimo comizio ha proposto ai cepranesi un vero e proprio colpo di teatro. Il Sindaco Renato Russo, che sempre nei mesi scorsi aveva dichiarato di essere “super partes”, nelle ultime ore di campagna elettorale è salito sul palco per appoggiare la lista che era all’opposizione, che contrastava la sua stessa maggioranza. E allo stesso tempo ha abbandonato i suoi assessori, i suoi consiglieri di maggioranza, ha abbandonato il Vicesindaco Paolo Castaldi (che lui stesso nei mesi scorsi aveva incoronato come futuro Sindaco) per appoggiare la lista del centrosinistra, rappresentata da Emanuela Ranelli, moglie di Giacomo D’Amico, che con incarico politico lavora nella segreteria di Mario Abbruzzese, esponente del centrodestra, alla Regione Lazio. Russo ha sputato veleno contro il suo vecchio Vice Paolo Castaldi e contro i suoi stessi assessori. Un colpo di teatro che nessuno si aspettava, portato a termine violando anche la par condicio elettorale: la lista di centrosinistra, dopo aver parlato per un’ora, ha ottenuto una ulteriore mezz’ora, “gentilmente” ceduta dai Comunisti Italiani di Luigi Sorge. Un comportamento poco corretto, stigmatizzato da tutte le altre liste, sia da “Insieme per Ceprano” di Paolo Castaldi, sia da “Per una nuova Ceprano” di Gianni Sorge, da cui la lista di centrosinistra è stata definita quella con ironia “UPD”, un misto di destra e sinistra, un misto di interessi affaristici di difficile interpretazione. Ma la delusione più forte senza dubbio è quella di Paolo Castaldi, che fino a ieri era stato insignito da Renato Russo come “il futuro sindaco di Ceprano”. Il Sindaco Renato Russo ha dichiarato pubblicamente al comizio di chiusura: “Ho fatto ritinteggiare il mio ufficio per Emanuela Ranelli e la accoglierò martedì con un fascio di rose”. Amareggiato, il candidato a Sindaco di Insieme per Ceprano non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali, ma negli ambienti del suo comitato si sussurra una definizione eloquente: traditore”.

13 maggio 2011 1

Orgia di maleducazione elettorale, cara Paola, speriamo che vinca uno sfigato

Di redazione

Ci sono alcuni commenti agli articoli che meritano uno spazio maggiore di quelli che solitamente concediamo. E’ il caso del commento scritto (e per questo la ringraziamo) dalla lettrice Paola che dice: “Il “Punto a mezzogiorno” è un quotidiano online o un blog di opinione? Nel secondo caso niente da obiettare (nei modi dell’esposizione del signor Pensabene). Nel primo, invece, mi azzarderei a dire che il tono è un tantino retorico, e il contenuto scontato. Si è mai vista in Italia una campagna elettorale senza caos, manifesti e turbolenze varie? Ai limiti dell’utopia… Speriamo che i vincitori, faraonici o dimessi (sfigati?) faranno azioni utili alla città. Che altro poter dire? Cordiali saluti, Paola”. Gentile lettrice, Il Punto a Mezzogiorno è un quotidiano on line e ci sentiamo di dire che quello scritto da Felice Pensabene è una fedelissima cronaca di quanto accaduto a Cassino nel corso della campagna elettorale. Si chiede se ci sono in Italia città in cui non si fanno orge di manifesti elettorali, santini, gazebo, e in cui si rispettano le regole? In cui non si fa uso della religione a fine elettorale (Vedi la madonnina nel laghetto della villa comunale o il candidato a sindaco che ha chiesto ad un sacerdote di benedire le palme per poterle distribuire sotto il proprio gazebo) Noi le rispondiamo di si. Ci sarà anche di peggio, ma assolutamnte e per fortuna c’è di meglio. Un meglio che forse a Cassino non ci sarà mai se gli elettori, quale sicuramente è Paola, definiscono “sfigati” quei candidati che nella campagna elettorale non fanno stampare migliaia di manifesti e cartelloni con cui imbrattare la citta contro ogni regola. Cara Paola, speriamo che vinca uno “sfigato” (anche se purtroppo a Cassino non ce ne sono). Significherebbe farsi amministrare da un buon amministratore, rispettoso delle regole e che basa il proprio progetti su idee e non sui manifesti elettorali. Ermanno Amedei

13 maggio 2011 1

Morte sospetta di una Lancianese, i familiari si rivolgono alla Procura

Di redazione

“Vogliamo sia fatta giustizia”. Un grido di dolore lanciato dai familiari di Giovina Di Lelio, 55 anni di Lanciano morta nella notte tra il 7 e l’8 marzo nell’ospedale di Vasto dove era arrivata dopo aver trascorso molte ore nell’ospedale Renzetti di Lanciano. I figli si sono rivolti alla procura della Repubblica per denunciare una serie di siuazioni anomale. Alla web tv AbruzzoLive, la figlia ha raccontato come sarebbero andate le cose, di quell’arrivo, alle 10 di mattina, al pronto soccorso dell’ospedale di Lanciano per i forti dolori alla schiena e della diagnosticata lombo sciatalgia. A Vasto, però, dove è stata trasportata con un codice giallo poco dopo le 20, Giovina sarebbe morta, lo si saprà dopo, per dissecazione dell’aorta addominale. La procura, quindi, chiamata a stabilire se si tratta di un caso di malasanità.

13 maggio 2011 0

Omicidio Rea, mistero sul telefonino. Intanto lunedì i funerali di Melania

Di redazione

Melania torna a casa, nella sua Somma Vesuviana. Lunedì, la salma della 29enne uccisa, non si sa bene ancora dove tra il parco di colle San Marco ad Ascoli e il bosco di Ripe di Civitella a Teramo, potrebbero svolgersi i suoi funerali dato che oggi la procura ha liberato la salma. Intanto regge la “pressione” investigativa sul Marito Salvatore Parolisi che, quel maledetto lunedì, dice d’averla vista l’ultima volta a San Marco mentre cercava un bagno. Lui continua a professarsi assolutamente innocente ma gli investigatori, pur senza indagarlo ufficialmente, lo mantengono sottopressione. La novità investigativa è però legata al telefonino della donna e sulla “copertura” del segnale che, a lungo è mancata all’apparecchio durante la scomparsa di Melania, e che poi sarebbe stato portato in un punto, quello dove poi è stato trovato insieme al cadavere, dove la copertura c’era. Ciò lascia aperte due spiegazioni. La prima: se il telefono è stato sempre nel giubbino della donna, allora vuol dire che l’aggressione e uccisione sarebbe avvenuta altrove e solo successivamente il cadavere è arrivato a Ripe di Civitella. La seconda: se il telefono è stato portato via dall’assassino, vuol dire che è ritornato successivamente a Ripe per lasciarlo sul posto. Insomma, un vero rompicapo, non siamo noi a dirlo, ma gli inquirenti.

13 maggio 2011 0

Ceprano al voto / Castaldi chiude la campagna elettorale con l’amico Maurizio Mattioli

Di redazione

Ieri sera al ristorante “Borgo Antico” c’erano Maurizio Mattioli, Flavio Monturchio, Alessia Mancini e Bruno Minniti. Quattro personaggi del mondo dello spettacolo, arrivati tutti gratuitamente per appoggiare il candidato a Sindaco Paolo Castaldi. Basterebbe questo per testimoniare l’affetto e l’appoggio disinteressato che tutti hanno dimostrato verso l’attuale Vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici. Una considerazione che Castaldi si è guadagnato sul campo, non a parole, non con promesse, ma con fatti concreti.

Su questo concetto si è imperniata tutta la campagna elettorale della lista “Insieme per Ceprano”, che stasera terminerà con il comizio finale in piazza, previsto per le ore 20. Poi, tutti i sostenitori di Castaldi si ritroveranno per una festa privata: è un modo per concludere nel migliore dei modi un mese intenso ed entusiasmante. E ricaricare le batterie.

Da lunedì, comincia il lavoro da Sindaco. Paolo Castaldi ne è sicuro: “I cittadini di Ceprano non vogliono tornare indietro, ma guardare avanti, continuare in questo processo di rilancio partito in questi cinque anni e che con la mia amministrazione potrà avere un nuovo slancio. Per questo non ho dubbi: vinceremo noi”. Sul canale you tube tutti i video.

13 maggio 2011 8

Cassino (finalmente) al voto / E’ finita, per fortuna, la campagna della maleducazione

Di redazione

Ora è finita davvero questa campagna elettorale… sprecona e senza rispetto delle regole! La campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale e del sindaco di Cassino è al suo ultimo atto, oggi i comizi di chiusura, con gli ultimi big a sostenere i sei candidati a sindaco. Sta per finire per fortuna; i big della politica non si son risparmiati alle Conventions dei vari schieramenti e dei rispettivi candidati-sindaco. Si è partiti con Cesa, passando per Di Pietro, Ferrero, Donadi e Migliore, Casini, ma non basta perché i candidati alla poltrona di Primo Cittadino di piazza De Gasperi, Volante e Palombo, hanno giocato “l’asso di briscola’’. Già perché Iris Volante ha avuto il sostegno di Massimo D’Alema, a cui ha risposto Carmelo Palombo che per sostenerlo si è scomodato addirittura il Ministro di grazia e giustizia (ammesso che in questo Paese ne esista ancora di Giustizia) Angelino Alfano! Oggi gli ultimi comizi per cercare di convincere gli elettori. Ancora qualche ‘pezzo da novanta’. Leoluca Orlando per Petrarcone, Adornato per Iris Volante, Annalisa D’Aguanno e Oreste Tofani per Barbara Di Rollo, Abruzzese, Tajani e, forse, addirittura al telefono Silvio Berlusconi, per Carmelo Palombo e il generale Pappalardo a sostenere Maurizio Russo. Poi tutto si fermerà per la sacrosanta giornata di riflessione degli elettori.

L’importante che questa campagna elettorale sia finita, ballottaggio a parte, che siano finiti gli sprechi e le violazioni di una legge elettorale che, proprio nella Città Martire, è stata una vera ‘porcata’! Che sia finito lo sperpero di denaro, dilapidato a fiumi dai candidati e che, se impiegato in vere opere umanitarie, avrebbe sfamato, curato bambini, adulti e donne nei paesi del Terzo Mondo e invece tutto denaro buttato al vento per la sete e l’arroganza di potere!

Che sia finita la sporcizia per le strade, i marciapiedi, i parcheggi ridotti a discariche e da volantini, ‘santini’ e tutto il resto. Manifesti selvaggi, quintali di volantini con pseudo programmi elettorali che resteranno solo sulla carta, gazebo ad ogni metro di strada e di marciapiede disponibile, cassonetti per l’immondizia tappezzati di faccioni e slogan che in nessun altro posto potrebbero stare se non nei secchi dell’immondizia, ma dentro e non fuori! Una campagna elettorale in cui gli striscioni dei vari candidati hanno adornato i balconi di tutti gli edifici, persino quelli delle periferie della città (sempre più Martire!), che ha accentuato il già caotico traffico cittadino con automezzi che trascinavano faccioni sorridenti e accattivanti di questo o quel candidato in lungo ed in largo, neppure le recinzioni delle scuole pubbliche, elementari e materne, sono state risparmiate! Certo, non un bell’esempio da dare ai più giovani, non c’è dubbio! Per fortuna si avvicina il sabato pre-elettorale, quello in cui devono cessare tutti questi sprechi, gli schiamazzi politici e tutto questo fastidio per i cittadini, quello in cui nella tranquillità gli elettori dovranno riflettere, valutare i programmi degli schieramenti e decidere chi sia il più meritevole, idoneo e soprattutto capace di ricoprire il ruolo per il quale si è candidato e ha chiesto il consenso agli elettori. Già questo è il momento fatidico, quello in cui gli elettori, i principali artefici della prossima amministrazione comunale, dovranno esprimersi e con il loro voto premiare, ma per quello che si è visto in questi mesi, punire tutti gli sprechi, l’arroganza dei candidati, il mancato rispetto delle regole, anche quelle più elementari!

Speriamo che i cittadini di Cassino pensino a tutto questo e decidano scegliendo chi ha agito secondo le regole, certamente pochi, ma questo non sarà un problema, tanto i posti da consigliere comunale sono solo 24 e il sindaco soltanto uno. Un vecchio spot pubblicitario di qualche anno fa recitava: “Meditate gente, meditate…!” Già, meditiamo e scegliamo secondo coscienza per evitare che questa città sia ancora più Martire di quanto sia già stata ridotta nel corso della sua storia, dalla Guerra prima e dalle amministrazioni comunali succedutesi in questi anni! Felice Pensabene

13 maggio 2011 0

Maltempo, da domani temporali sulle regioni del nord-ovest

Di admin

Una perturbazione atlantica, proveniente dalle isole britanniche, sta raggiungendo le regioni settentrionali della nostra penisola determinando, a partire dalle zone occidentali, fenomeni temporaleschi.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dalla mattinata di domani, sabato 14 maggio, precipitazioni sparse, a prevalente carattere temporalesco, sui settori nord-occidentali. Le manifestazioni temporalesche saranno accompagnate da raffiche di vento e scariche elettriche.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

13 maggio 2011 0

Cassino al voto / Le parlamentari del partito democratico mobilitato a sostegno di Iris Volante

Di redazione

“Possiamo costruire un’Italia diversa, facciamolo da Cassino. Da questa città il 16 maggio deve partire il segnale di cambiamento per il nostro Paese”. E’ l’appello lanciato ad una platea, tutta al femminile, da un gruppo di parlamentari del Partito Democratico. A sostegno di Iris Volante sono arrivate all’Iris Garden le onorevoli Marianna Madia e Sesa Amici, il presidente del Consiglio Provinciale di Roma Pina Maturani. All’incontro ha preso parte anche l’on. Anna Teresa Formisano. “Il tuo voto per le donne. La scelta migliore” è il titolo scelto per l’iniziativa organizzata dal PD di Frosinone, in collaborazione con la Presidenza della Conferenza Regionale delle Democratiche del Lazio, che ha visto in veste di moderatrice dei lavori Sara Battisti del PD Frosinone. “Siamo convinte che per uscire dalla difficile fase che attraversa l’Italia sia necessario promuovere il protagonismo delle donne in politica e nelle istituzioni. Iris in questo momento rappresenta tutte noi, in una battaglia difficile. Con Iris sindaco il valore della politica tornerà ad essere idea di servizio. Iris saprà occuparsi concretamente delle problematiche della città. Con lei al governo dell’Amministrazione, Cassino sarà un città solidale, una città diversa.” Questo l’appello delle parlamentari. Le onorevoli Sesa Amici e Anna Teresa Formisano hanno, poi, sottolineato l’iniziativa parlamentare che le vede prime firmatarie: la modifica alla legge elettorale per i comuni, oggi penalizzante per la rappresentanza femminile. Le due deputate chiedono l’introduzione della doppia preferenza; una per gli uomini e una per le donne. “Da Cassino – hanno concluso all’unisono le parlamentari – deve partire un segnale di rinascita e rivincita per il Paese. Siamo sicure che la città martedì prossimo si risveglierà diversa. Iris, farà rinascere Cassino.”

13 maggio 2011 0

Meno di 24 ore per ritrovare sedicenne scomparsa a Fiuggi

Di admin

L’allarme è scattato nel pomeriggio di mercoledì quando il padre si è recato negli uffici del Commissariato di Fiuggi per denunciare la scomparsa della figlia sedicenne non rientrata a casa dall’uscita di scuola e non raggiungibile nemmeno telefonicamente in quanto il cellulare era sempre spento.

Immediatamente si sono attivate tutte procedure di Polizia per la ricerca della minore seguendo quanto, tra l’altro, stabilito dal RiSc, il sistema informativo interforze del Dipartimento di Pubblica Sicurezza che mette a disposizione delle forze dell’ordine un patrimonio informativo in continua evoluzione in grado di offrire, grazie al proprio sistema di indagine o tramite le cooperazioni con altre banche dati esterne, risorse e servizi a supporto dell’attività investigativa e decisionale.

Forte la preoccupazione dei genitori poiché a detta degli stessi non vi erano motivi apparenti per allontanarsi da casa della figlia.

Gli investigatori hanno da subito contattato le persone più vicine alla giovane, dai compagni di scuola alle sue frequentazioni amicali, a parenti e vicini di casa.

A condurre i poliziotti sulle tracce della ragazza, nonostante la forte reticenza e rete di complicità mostrata dai suoi compagni di classe, anche un riscontro “tecnologico” importante trovato analizzando il suo profilo Face-book.

Le indagini si sono da subito concentrate su un ventenne residente in un paesino della Marsica ma che per un periodo di tempo ha vissuto proprio nella cittadina termale.

Ieri mattina la Polizia di Stato è andata nel casolare del paese in cui risiede il giovane ed è lì che lo hanno trovato in compagnia della ragazza.

Il ventenne, già conosciuto alle forze dell’ordine per vari precedenti penali, è stato denunciato per sottrazione di minore.

La sedicenne, dopo essere stata sottoposta ad un accurato controllo medico che ha escluso qualsiasi forma di violenza fisica, è stata affidata alle cure di una sorella maggiorenne, in attesa di una decisione definitiva sul suo futuro, del Tribunale dei Minorenni, interessato dagli agenti a seguito delle discordanze emerse sulla sua situazione familiare.

Le indagini degli investigatori proseguono per accertare il ruolo e responsabilità avuto dal ventenne aquilano nella scomparsa della giovane ed eventuali complicità di altre persone.

13 maggio 2011 0

Tremonti elogia il ruolo delle famiglie, ma è guerra fiscale

Di admin

Dall’Uffico Stampa Federcontribuenti Nazionale riceviamo e pubblichiamo: Tremonti:«L’Italia ha tenuto grazie alle famiglie. C’è un tasso di evasione ed economia illegale fortissimo.» Federcontribuenti:«Tremonti non può elogiare la resistenza delle famiglie quando le stesse sono state rese vittime sacrificali». Questa classe politica ha colpito duramente lo Stato italiano in tutti i modi possibili con cui si può colpire e uccidere uno Stato democratico, riducendolo a terra di conquista per pochi eletti. Adesso sembra che qualcosa dall’alto delle Segreterie, sulla spinta che dal basso arriva con forza e determinazione, si intenda fare, staremo a vedere e la Federcontribuenti assicura di vigilare affinchè, le promesse fatte, vengano mantenute.

La maggiore organizzazione a difesa dei contribuenti italiani, apprezza il Partito Democratico per gli emendamenti proposti a contrastare il fenomeno Equitalia e di essersi finalmente schierato a fianco di chi, ogni giorno, si vede raggiunto da continue notifiche e pignoramenti vari. Questo è un tema che non è più possibile ignorare, né, tanto meno rimandare. La lotta all’evasione fiscale non si discute, tuttavia, è bene distinguere tra piccoli e grandi evasori. Una persona che perde il posto di lavoro non potrà permettersi di pagare notifiche salate per una multa non pagata anni prima o per debiti contratti per amncanza di un reddito: oggi invece queste persone, anche per una sola multa, si vedono pignorata la casa o la macchina o l’azienda. Questo perchè i tassi di interesse applicati da Equitalia rasentano lo strozzinaggio.(continua)