pubblicato il13 ottobre 2013 alle 18:00

La storia… zappata. A Pignataro arano un campo in area archeologica e distruggono mosaici, vasellami e muri romani

A Pignataro Interamna hanno zappato la storia. Quello che oggi è un distesa di terra destinata ad agricoltura, un tempo era presidio di civiltà con ville, teatri e luoghi di culto. Sotto meno di mezzo metro di terra, sono celati tesori che altri vengono a scoprire, come l’università di Cambridge che, a poca distanza dal campo coltivato, hanno riportato alla luce un anfiteatro. Ma la nostra attenzione si è soffermata sul campo, dove i lavori agricoli, effettuati ad una profondità maggiore di quanto consentito dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici, hanno arrecato pesanti danni alle strutture interrate della città romana di Interamna Lirenas. In questi giorni chi frequenta il sito ha potuto constatare che, a causa del vomere spinto troppo in profondità, diversi blocchi sono stati letteralmente sradicati dai muri. In un caso è venuto anche alla luce un muro lungo circa quattro metri e un grosso pezzo di mosaico. La foto cronaca mette tristezza, e testimonia come l’immenso patrimonio archeologico sia stato purtroppo sminuzzato e trasformato in pochi frammenti. Piante di grano cresceranno tra pezzi di mosaico, vasellame tritato, pezzi di storia andati distrutti per sempre. Già l’anno scorso un sopralluogo di tecnici del ministero verbalizzarono la stessa situazione; furono ulteriormente informati i proprietari dei campi di non effettuare arature a scasso. Ma l’esito di quelle buone intenzioni non è stato quello sperato. Ci troviamo nell’area di una città romana importantissima che si contendeva la Valle Latina con Aquinum e Casinum; oggi l’area della città è a destinazione agricola e soprattutto al di fuori dei circuiti ufficiali del turismo archeologico. A tale motivo va imputata l’assenza di attenzioni e controllo da parte di chi, purtroppo, deve necessariamente svolgere le proprie attività di vigilanza in altri contesti di pari importanza. Sarebbe da suggerire a chi effettua i lavori agricoli nell’area interessata dai rinvenimenti di usare un pò di buon senso ed evitare di affondare il vomere dove millenni di storia giacciono in attesa di più corretti rinvenimenti.
Ermanno Amedei
pignataro-reperti-arati-10

pignataro-reperti-arati-11

pignataro-reperti-arati-09

pignataro-reperti-arati-08

pignataro-reperti-arati-07

pignataro-reperti-arati-06

pignataro-reperti-arati-05

pignataro-reperti-arati-04

pignataro-reperti-arati-03

pignataro-reperti-arati-02

pignataro-reperti-arati-01

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07