pubblicato il12 luglio 2016 alle 15:59

Misteriosa moria di pesci nel Rio Faio a Sant’Angelo, indaga la Provinciale

Cassino – Una misteriosa moria di pesci nel rio Faio a Sant’Angelo in Theodice, frazione di Cassino, nei pressi di via Zuppariello e via Antridonati, ha destato il timori nei residenti che vi fosse in corso l’azione di qualche agente inquinante.

Sul posto, quindi sono stati chiamati gli agenti della polizia Provinciale di Cassino che hanno iniziato ad indagare recuperando parte del pesce morto, in particolare si trattava di quattro carpe. Alcune in avanzato stato di decomposizione. L’indagine è stata coordina direttamente dal comandante provinciale Massimo Belli ed effettuata dai suoi uomini di Cassino.

“La prima ipotesi sembra essere quella della mancanza di ossigeno nell’acqua – ha dichiarato Belli – il livello del fiume si abbassa in questo periodo e l’acqua è più calda e i pesci più grossi vanno in sofferenza. L’acqua appare limpida e altre specie non sembrano in difficoltà. Escluderei l’ipotesi dell’agente inquinante ma certamente chiederemo all’Arpa Lazio di svolgere degli esami”.

Ermanno Amedei

 

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags:



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07