Taviano: “La criminalità non si combatte con le “auto blu'”

20 Dicembre 2009 Off Di Comunicato Stampa

“Si vuole veramente fare la lotta alla criminalità spendendo milioni di euro per le auto blu che vengono utilizzate, ovviamente a spese dei contribuenti, anche per fini che potremmo definire con un eufemismo “ludici” (vedi il caso Marrazzo), mentre magari mancano i buoni per pagare la benzina delle macchine di Polizia e Carabinieri necessarie per fare pedinamenti che durano mesi per catturare mafiosi latitanti, o non c’è la carta per fotocopiare gli atti dei processi nei tribunali?” A porsi la domanda è Paolo Andrea Taviano Magistrato del tribunale di Cassino (Fr) che interviene sull’argomento sicurezza. Leggi il suo intervento integrale nella rubrica “Il Punto di Vista”

Condividi