Maltempo, la Protezione Civile convoca il comitato operativo

25 Ottobre 2011 Off Di Ermanno Amedei

Il Dipartimento della Protezione Civile sta seguendo con attenzione, in contatto con le prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, l’evolversi degli annunciati fenomeni meteorologici avversi che in queste ore stanno interessando buona parte del centro-nord, anche con situazioni di particolare criticità.

Nel pomeriggio di oggi si è riunita l’unità di crisi, per rispondere alle prime richieste arrivate da Liguria e Toscana, zone già indicate nel bollettino di criticità nazionale emesso ieri come “a elevata criticità idrogeologica” per la giornata odierna.
In serata, sono partiti due team operativi composti da funzionari del Dipartimento della Protezione Civile che andranno a coadiuvare le attività di risposta all’emergenza coordinate dalle strutture di protezione civile regionali e dalle prefetture interessate. Il Dipartimento della Protezione civile ha inoltre attivato il concorso delle regioni limitrofe attualmente non coinvolte dagli eventi meteorologici e le organizzazioni nazionali di volontariato, oltre alle forze armate.

Inoltre, per le ore 22 di questa sera è convocato a Roma, presso la sede del Dipartimento della protezione Civile, il Comitato Operativo che seguirà l’evolversi della situazione disponendo, nel caso, le eventuali misure necessarie.

Nella giornata di oggi, è utile ricordarlo, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello emesso nella giornata di ieri, poiché l’intenso sistema perturbato di origine atlantica che già sta interessando le nostre regioni settentrionali si estenderà nella giornata di domani anche alle regioni centro-meridionali, continuando ad apportare condizioni di maltempo.

Si invita la popolazione a prestare la massima attenzione per evitare di esporsi a rischi: in particolare, è opportuno tenersi lontani da corsi d’acqua, ponti, passerelle, aree dissestate e allagate, evitare di scendere in scantinati e sottopassi, nonché passare sotto scarpate naturali o artificiali. Se non strettamente necessario, è consigliabile evitare di mettersi in viaggio.

Condividi