Emergenza Covid-19, la Asl di Chieti recluta medici e infermieri. Appello anche ai pensionati

Emergenza Covid-19, la Asl di Chieti recluta medici e infermieri. Appello anche ai pensionati

23 Marzo 2020 Off Di Comunicato Stampa

La Asl Lanciano Vasto Chieti ha pubblicato due bandi per reclutare medici e infermieri disponibili a lavorare nelle unità operative degli ospedali che stanno affrontando l’emergenza Covid-19. Non è previsto un termine per la presentazione delle domande che vanno inviate per E-mail a candidature.covid19@asl2abruzzo.it utilizzando il modulo disponibile su www.asl2abruzzo.it, sezione “Avvisi e concorsi”, secondo le modalità indicate nei bandi.

Gli avvisi sono rivolti uno a medici e infermieri esterni, l’altro a medici già in servizio in azienda.

Il primo bando è aperto a professionisti attualmente dipendenti del Servizio sanitario nazionale o di altre strutture pubbliche o private, a professionisti in cerca d’impiego, a specializzandi e anche ai pensionati.

Per quanto riguarda i medici laureati, la priorità andrà agli specialisti, agli specializzandi e a chi possa documentare qualificate esperienze nelle seguenti discipline: Anestesia e Rianimazione, Malattie infettive, Malattie dell’apparato respiratorio, Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, Medicina interna, Geriatria, Igiene epidemiologia e sanità pubblica.

Gli infermieri devono essere in possesso di un titolo di studio abilitante all’esercizio della professione, con priorità per chi possa documentare qualificate esperienze nell’ambito dell’Area dell’emergenza e delle Terapie intensive.

Il secondo è un avviso interno aperto a tutti i dirigenti medici della Asl Lanciano Vasto Chieti al momento non coinvolti direttamente nell’emergenza, considerando anche la riduzione delle prestazioni ambulatoriali. L’avviso dà priorità a esperienza e conoscenze nelle seguenti discipline: Anestesia e Rianimazione, Malattie infettive, Malattie dell’apparato respiratorio, Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, Medicina interna, Geriatria, Igiene epidemiologia e sanità pubblica, Organizzazione dei servizi sanitari di base. Successivamente saranno valutate anche esperienze e conoscenze in Area medica e in altre discipline.

Condividi
  • 3
    Shares