Spari in aria con pistola rubata per allontanare stalker, due arresti ad Anagni

Spari in aria con pistola rubata per allontanare stalker, due arresti ad Anagni

6 Luglio 2020 Off Di Ermanno Amedei

Anagni – Un romeno di 34 anni già denunciato per stalking dalla propria ex fidanzata connazionale di 28 anni, si è recato presso il bar dove la giovane lavora sulla via Anticolana ad Anagni e dopo averla minacciata, ha rotto il vetro di una finestra del bar lanciando il cellulare.

Il proprietario del bar, dopo aver estratto una pistola a tamburo Smith & Wesson illegalmente detenuta, ha esploso due colpi in aria e comunque all’indirizzo del rumeno che si è allontanato. Sul posto sono arrivati i carabinieri del colonnello Fabio Cagnazzo che hanno portato i protagonisti in caserma per accertamenti in seguito ai quali è emerso che la pistola illegalmente detenuta dal barista albanese, è risultata rubata nel 2012 presso la stazione carabinieri di Zagarolo.

L’arma è stata sottoposta a sequestro unitamente a 3 cartucce dello stesso calibro. La successiva perquisizione eseguita presso abitazione del barista ha permesso di rinvenire 2 cartucce da caccia calibro 12, una pistola ad aria compressa priva tappo rosso, nonché un’ascia, il tutto sottoposto a sequestro.

Al termine degli accertamenti del caso, il cittadino romeno è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e danneggiamento, mentre l’albanese è stato arrestato per detenzione illegale di arma comune da sparo con relative munizioni, tentato omicidio e ricettazione.

(foto repertorio)

Condividi