Categoria: dallitaliaedalmondo

8 Aprile 2010 0

Due scosse di terremoto tra Marche e Umbria

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due distinti eventi sismici sono stati avvertiti dalla popolazione tra le Marche e l’Umbria nel primo pomeriggio di oggi. La prima scossa, di magnitudo 2.5, è stata registrata alle ore 14.27, secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’epicentro è stato localizzato nei comuni di Castelsantangelo sul Nera, Visso (Mc) e Preci (Pg). Il secondo evento sismico, di magnitudo 2.9, si è verificato alle ore 14.35, con epicentro tra i comuni di Belvedere Ostrense, San Marcello, Morro d’Alba e Ostra (An). Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, nessuna delle due scosse ha provocato danni a persone o cose.

7 Aprile 2010 0

Terremoto de L’Aquila, immagini per non dimenticare

Di Comunicato Stampa

Immagini di distruzione ma anche di tanto orgoglio, sono il contenuto delle immagini trasmesse oggi nella Sala Convegni “V.Bianco” del Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (Ch) (clicca per guardare il video). L’Amministrazione Comunale di Lanciano ha organizzato un incontro per ricordare insieme i tragici momenti del terremoto che ha colpito i corregionali del territorio aquilano. Nella circostanza le emittenti televisive e le web tv abruzzesi hanno proposto brevi filmati con le immagini più importanti in loro possesso. Nell’occasione sono stati dati riconoscimenti ai responsabili delle associazioni di volontariato che hanno operato e operano nel cratere aquilano.

Er. Amedei

7 Aprile 2010 0

Maxi truffa, enciclopedie pagate a peso d’oro. Tre denunce

Di Comunicato Stampa

Una truffa milionaria scoperta dagli agenti della polizia postale di Isernia, messa in opera sull’intero territorio nazionale. Si tratta di una azienda padovana già nota per aver perpetrato truffe nel recente passato, ad ignari clienti poco avvezzi a barcamenarsi nel contorto mondo della finanza. I tre soci ed amministratori dell’azienda, che si sono aggiudicati ingiusti profitti per svariate migliaia di euro, sono stati denunciati a seguito di un’attività d’indagine che ha portato al sequestro di titoli finanziari. È stato un cittadino isernino a denunciare il fatto presso la Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Isernia. Nel caso specifico il denunciante, in data 19/11/2005, ha raccontato agli agenti di aver stipulato con la citata finanziaria un contratto d’acquisto di un’enciclopedia multimediale ad una cifra alquanto esosa (€.6.390,00), nonostante la stessa fosse costituita in specie da 30 CD Master, 30 Volumi ed un tv color da 20 pollici. “La truffa – ha spiegato il dirigente Polpost Francario – aveva compimento allorquando uno dei responsabili all’atto della consegna della merce, invitava l’acquirente a modificare la modalità del pagamento rateizzato riferendo che per problemi tecnici non era possibile pagare la merce con finanziamento, bensì con cambiali”. Quest’ultimo, in buona fede, aveva accettato la modifica del pagamento e dopo circa cinque anni, precisamente in data 30/12/2009 ha terminato di pagare tutta la merce, liquidando l’ultima cambiale sottoscritta. Dopo alcuni mesi il malcapitato ha ricevuto, però, dall’istituto di credito, ove aveva assolto alle citate cambiali, comunicazione del mancato pagamento di altre cambiali a suo nome e sempre a favore della medesima società di Limena (Pd). Pertanto si è recato presso il citato Istituto di credito al fine di estinguere i titoli, ma con stupore, all’atto del pagamento ha constatato che sugli effetti avevano falsificato la sua firma. Le complesse indagini finanziarie esperite dal personale della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Isernia hanno così permesso l’identificazione e quindi la denuncia alla competente autorità giudiziaria dei responsabili della truffa, peraltro messa in opera sull’intero territorio nazionale, significando che i medesimi si sono aggiudicati ingiusti profitti per svariate migliaia di euro. M.B.

7 Aprile 2010 0

Sorpresi a rubare rame sulla ferrovia, arrestati tre rumeni

Di Ermanno Amedei

I Carabinieri della Stazione di Venafro nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla repressione dei reati contro il patrimonio, hanno individuato alcune persone mentre erano intente a tranciare cavi di rame sulla tratta ferroviaria in località pedemontana di Venafro. I malfattori accortisi di essere stati scoperti si sono dati a precipitosa fuga cercando di allontanarsi con un’autovettura che avevano parcheggiato nei pressi della ferrovia. L’immediata azione dei militari della stazione ha consentito di bloccarli prima che potessero dileguarsi in direzione del napoletano, per cui: tre rumeni, un 25enne, un 34enne ed un 40enne tutti provenienti dal campo nomadi di Napoli, sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Ponte San Leonardo, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Il proprietario dell’autovettura con la quale gli arrestati stavano cercando di allontanarsi, un 35enne del casertano, pregiudicato, è stato segnalato per “favoreggiamento”. Il tratto di ferrovia interessato, immediatamente ripristinato dal personale di Trenitalia, non ha subito conseguenze per la sicurezza della circolazione dei treni. Sempre i Carabinieri della Stazione di Venafro durante i controlli effettuati su esercizi pubblici e commercianti hanno segnalato alla competente Autorità Giudiziaria due romeni, provenienti dal napoletano, per “vendita di prodotti privi del marchio CE”. Un consistente numero di manufatti e giochi elettrici che potevano costituire un pericolo, soprattutto per i bambini, cui erano destinati, è stato sottoposto a sequestro. Ed ancora i Carabinieri della Compagnia di Venafro durante i controlli sugli automobilisti che guidano in stato di ebbrezza alcoolica hanno riscontrato due casi in cui i conducenti nonostante l’assunzione di sostanze alcooliche si erano messi alla guida di veicoli. L’apparecchiatura in dotazione ha evidenziato, in uno dei due casi, un tasso di alcool nel sangue di ben 2,55 gr. per litro. Per il conducente oltre al ritiro della patente si è proceduto anche al sequestro del veicolo. I carabinieri della Compagnia di Isernia hanno segnalato alla competente Autorità Giudiziaria due giovani, per “guida senza patente “. Un napoletano che fermato durante un posto di controllo è risultato privo del documento perché mai conseguito ed un isernino al quale la patente era stata sospesa.

6 Aprile 2010 0

Oltre 5mila fuochi d’artificio sequestrati dalle fiamme gialle

Di Comunicato Stampa

La Guardia di Finanza di Caserta, con l’approssimarsi delle date inerenti alle numerose feste “patronali” in programma nella Provincia di Caserta, ha intensificato l’attività info-investigativa finalizzata al contrasto e repressione della produzione e vendita di fuochi pirotecnici illegali. In tale contesto, i Finanzieri della Tenenza di Capua hanno posto in essere un’attenta azione info-investigativa, che ha consentito di individuare, nel pieno centro di Bellona, un’autovettura sulla quale erano trasportati oltre 5.000 artifizi pirotecnici, del peso complessivo di oltre duecento chilogrammi, privi di omologazione ministeriale. Da un controllo più accurato è emerso che i fuochi d’artificio, costituiti in gran parte dai cc.dd. “tronetti”, “fuochi a stella”, “cannacche” e “botti”, presumibilmente destinati ad essere utilizzati nell’ambito di qualche festa “patronale” della zona, erano tutti abusivamente confezionati, privi di etichettatura di omologazione ministeriale e, quindi, sottratti al vaglio dello specifico Organo tecnico del Ministero dell’Interno. Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro dalle Fiamme Gialle ed il responsabile, A.B. di anni 60, sprovvisto della prescritta autorizzazione di Pubblica Sicurezza per il trasporto di materiale pericoloso, è stato denunciato all’A.G. per detenzione e trasporto abusivo di sostanze esplodenti. Le indagini, ancora in corso, sono orientate ad individuare ulteriori autori dell’illecito traffico e, soprattutto, a risalire alle rotte commerciali di approvvigionamento. L’operazione si inquadra nel più ampio contesto della sistematica azione di controllo economico-finanziario del territorio posto in essere dalla Guardia di Finanza di Caserta su tutto il territorio della provincia, confermando, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela dei cittadini.

6 Aprile 2010 1

Ad un anno dalla tragica scossa di terremoto

Di Comunicato Stampa

Ore 3.32 del 6 aprile 2009. Una scossa di terremoto colpì duramente la città de L’Aquila e della sua provincia. Dopo giorni di incessante lavoro, si poterono contare le vittime: 308. Alla stessa ora, la scorsa notte, nella città abruzzese le campane hanno suonato 308 rintocchi e oltre 25mila persone hanno partecipato alla fiaccolata in ricordo delle vittime. Il giorno dopo, IlPuntoaMezzogiorno inviò una troupe nel centro abruzzese per documentare la tragedia. Vi riproponiamo alcuni video realizzati in quell’occasione (clicca).

5 Aprile 2010 0

Mozart Requiem per l’Aquila ad un anno dal terremoto

Di Comunicato Stampa

Per non dimenticare L’Aquila: il Requiem di Mozart, nella basilica dell’Ara Coeli, in Campidoglio, martedì 6 aprile alle ore 21, in ricordo della grande tragedia che proprio un anno fa, il 6 aprile, distrusse la città aquilana. Il Concentus parteciperà con il suo coro polificonico, diretto da Mauro Gizzi. La musica ricorderà le vittime e servirà a dare nuova forza all’opera di ricostruzione. L’iniziativa è stata presa dal Comune di Roma, dal Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo e dalla Cassa di Risparmio della provincia dell’Aquila, sotto l’alto patronato del Sovrano Militare Ordine di Malta , dell’Ambasciata dell’Impero del Giappone e della Repubblica Federale di Germania. Ad eseguire il Requiem del grande compositore austriaco, nella stupenda chiesa dell’Ara Coeli al Campidoglio, sarà appunto il Coro del Concentus Musicus fabraternus Josquin Des Pres, insieme al Coro dell’Arcum di Roma, alla Cappella Musicale Costantina e al Coro Città di Roma, accompagnati dall’Orchestra Barocca Marco Dall’Aquila, voci soliste Lucia Vaccari, Cecilia Alegi, Flaviano Bianchi, Fabrizio Pica Alfieri. la direzione è affidata a Jacopo Sipari di Pescasseroli. Madrina della serata sarà la principessa Maria Pia Ruspoli. Oltre che dal Comune di Roma, l’evento è patrocinato da; Comune dell’Aquila, Comune di Pescasseroli, Provincia di Roma, Provincia dell’Aquila, Regione Lazio, Regione Abruzzo, Arcidiocesi dell’Aquila, Sovrano Militare Ordine di Malta, le ambasciate di Albania, Australia, Austria, Regno di Danimarca, Cile, Finlandia, Grecia, Giappone, Germania, Haiti, Regno di Giordania, Niger, Repubblica del Mozambico, Pakistan, Regno di Svezia, Siria, Svizzera, Ungheria presso lo Stato Italiano, e le ambasciate di Croazia, Francia e d’Italia presso la Santa Sede. Inoltre dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro di casa Savoia e dal Circolo Gran Magistrale Giovanile degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, insieme all’Istituto Gurdie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon. L’ingresso al Concerto è libero

3 Aprile 2010 0

Rapinano l’ufficio Postale e fuggono con l’auto della polizia municipale

Di Comunicato Stampa

Rapina a mano armata questa mattina all’ufficio postale di Guasto, frazione del Comune di Castelpetroso, in provincia di Isernia. Le pensano davvero di tutti i colori i ladri pur di passare inosservati e questa volta tre persone sarebbero fuggite, secondo alcune testimonianze raccolte in paese, a bordo di una Fiat Brava della Polizia municipale di un paese in provincia di Avellino. Forse proprio in direzione di quel territorio sarebbero fuggiti i malviventi dopo aver fatto irruzione nel locale, dove in quel momento c’erano diversi clienti. Li hanno terrorizzati utilizzando, a volto coperto, due pistole ed un fucile. Dai dipendenti, invece, si son fatti consegnare tutto il denaro presente nelle casse, oltre 7mila euro. Subito dopo sono fuggiti dal paese a bordo della vettura che sarebbe stata rubata proprio qualche giorno fa in provincia di Avellino. M.B.

3 Aprile 2010 0

Droga, 36enne in manette

Di Comunicato Stampa

Continua senza sosta l’attività di contrasto alla criminalità posta in essere dai Carabinieri di Giulianova finalizzata a prevenire e reprimere i reati in materia di stupefacenti. In tale contesto, nella serata di ieri 2 aprile, in Giulianova, i militari del dipendente Nucleo Operativo agli ordini del Luogotenente Antonio Longo, nel corso di specifica attività posta in essere nella “zona Annunziata” considerata a rischio e per questo costantemente monitorata, hanno tratto in arresto CELI Domenico, 36enne di Giulianova, già noto per fatti di giustizia. Il giovane è stato sorpreso mentre cedeva sostanza stupefacente del tipo hashish ad un giovane del luogo, quantificata in gr. 6 (sei) già suddivisa in dosi. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire ulteriore sostanza stupefacente, ovvero altri 6 grammi di hashish, grammi 9 di marijuana, 3 francobolli imbevuti di sostanza allucinogena tipo “LSD”, bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e 420,00 Euro in contanti verosimile provento dell’attività di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro. L’Arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida dove si dovrà difendere dall’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

2 Aprile 2010 0

Torna ad Agnone la rievocazione storica della Via Crucis Vivente

Di felice pensabene

A distanza di vent’anni torna oggi ad Agnone la rievocazione storica della Via Crucis Vivente. La rappresentazione è stata organizzata dal Cenacolo Culturale Francescano Camillo Carlomagno, con l’alto patrocinio della Regione Molise (Ass. al Turismo ), Comune e Pro Loco di Agnone, Provincia  di Isernia, Ente Provinciale del Turismo di Isernia in collaborazione con le associazioni locali . L’ambientazione nella suggestiva cornice scenografica della nuova Villa Comunale è stata accuratamente realizzata dai signori Fabio Verdone e Mario Catolino, già promotori dell’evento negli anni’80,  e dal signor Gabriele Catolino, con il  prezioso contributo di tutti i partecipanti all’evento. Si tratta di uno dei tradizionali appuntamenti della Settimana Santa, volto ad avvicinare i cittadini alla Chiesa, coinvolgendo soprattutto i più giovani con una messa in scena ricca di enfasi,  non solo  uno spettacolo, dunque, ma un profondo momento di riflessione e meditazione che in passato ha incuriosito e richiamato migliaia di spettatori nella cittadina alto-molisana. La tragedia religiosa della “Via Crucis” sarà interpretata da 150 attori-figuranti, gente comune, che attraverso una profonda analisi introspettiva ed un esame spirituale del personaggio portato in scena con i costumi d’epoca, esemplificando i significati simbolici e traducendo le azioni in immagini descrittive della Passione di Cristo, faranno rivivere e provare al pubblico gli avvenimenti della Via Dolorosa percorsa da Gesù, dall’Ultima Cena, al Golgota, fino alla resurrezione, in tutta  la sua sofferenza e agonia, sino alla Sua morte sulla Croce. Articolata in nove atti, la drammatizzazione si svolgerà a partire dalle ore 18:00, in piazza Plebiscito percorrendo le vie cittadine, giungendo fino alla Villa Comunale. Lo scopo della rappresentazione è infatti, quello di coinvolgere gli spettatori in una realtà lontana da quella reale e quotidiana attraverso un paradosso temporale che fonde presente e passato.