Tag: basket

11 Dicembre 2018 0

Basket serie C Silver; Pallacanestro Veroli supera la Nova Basket Ciampino e prosegue nel trend positivo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Prosegue positivamente il percorso della Pallacanestro Veroli che nell’ultima dell’anno in casa si impone sulla Nova Basket Ciampino con il risultato di 79-68.

Tre quarti con i ciociari sempre un passo avanti fino ad arrivare all’ultimo dove trovano l’allungo decisivo. Fondamentale l’approccio mentale alla gara da parte dei ragazzi di coach De Rosa che spadroneggiano per tutta la durata del match, nonostante il riavvicinamento a -2 di Ciampino nel finale del terzo quarto che ha costretto Coach De Rosa al time-out.

All’uscita dal minuto di sospensione però la Pallacanestro Veroli 2016 è lucida nel trovare subito una bomba da nove metri di Fiorini G. e due contropiedi magistrali capitalizzati da Alessandrini prima e da Fiorini M. poi. Nel quarto finale Coach De Rosa limita le rotazioni ed affida il pallone di gioco ai suoi uomini di maggiore esperienza, trovando una gestione impeccabile che fa “scivolare” la gara verso il risultato finale, regalando al numeroso pubblico presente giocate di buon livello di Basket.

Infine, i canestri di Frusone e le ottime giocate di Iannarilli hanno messo il punto esclamativo sulla vittoria facendo così capitolare la Nova Bk Ciampino che si arrende sul punteggio di 79-68.

La Pallacanestro Veroli si dimostra ancora una volta difficile da battere tra le mura amiche, dove coach De Rosa dovrà costruire il suo cammino verso una tranquilla salvezza o addirittura l’accesso ai Playoff.

In attesa dell’ultimo difficilissimo impegno del 2018 sul campo della Carver, la Pallacanestro Veroli può godersi questo momento in cui le prestazioni, prima che i risultati, iniziano ad arrivare con la consapevolezza che nel girone di ritorno sarà importante non perdere questa concentrazione.

 

PALLACANESTRO VEROLI 79 – NOVA BASKET CIAMPINO 68

Veroli: Fiorini G. 6, Fiorini M. 18, Alessandrini 17, Iannarilli 11, Frusone 17, Renzi 2, Frasca 7, Lella 1, Igliozzi, Fontana n.e., Moraldi n.e., Calicchia n.e. All. De Rosa

6 Dicembre 2018 0

Basket Cassino, non ci resta che vincere in casa della capolista Vigna Pia

Di redazionecassino1
Dopo la cocente sconfitta rimediata a Roma in casa della capolista Vigna Pia, i ragazzi del coach Luigi Pagano riceveranno la visita di un’altra romana il St Cahrles, formazione che occupa l’ultima posizione in classifica del raggruppamento A della serie C Silver. I romani, allenati da coach Abbate , che non hanno ancora ottenuto punti nelle 6 gare fin qui disputate , 6 sconfitte distribuite equamente tra  casalinghe e in trasferta, dispongono di un gruppo di ragazzi molto ben assortito su cui spiccano le giocate dei vari Ciancaglini e Zacchia capaci di andare a referto spesso anche sopra i 20 punti;  inoltre possono contare sulle prestazioni sopra le righe di Bauer e Giombini. I romani comunque nonostante il lungo digiuno sono una formazione da prendere con le molle, sono tutti giovani ancora troppo acerbi ma che invertendo la marcia potrebbero diventare la mina vagante di questo campionato. Cassino dovrà essere compatto e chirurgico quando serve, concentrazione e applicazione maniacale dei fondamentali visto quanto successo nella gara contro il Vigna Pia. Nella settimana appena trascorsa coach Pagano ha lavorato sodo proprio per eliminare le problematiche relative soprattutto alla concentrazione, che ogni tanto lascia purtroppo a desiderare. Questa gara deve essere vinta a tutti i costi per proseguire in questo campionato nella maniera giusta. Tutti i ragazzi eccetto Shaykarov fermo per un piccolo problema muscolare hanno lavorato intensamente, sono consapevoli che la brutta sconfitta nell’ultimo turno va immediatamente cancellata e una corroborante vittoria darebbe maggiore tranquillità e fiducia a tutto il gruppo. Ci si attende una reazione d’orgoglio da parte dei cosiddetti senatori, De Santis, Ausiello, Pagano e De Pippo, a loro toccherà rimboccarsi le maniche e guidare i tanti giovani presenti nel roster a giocare sempre ad alto livello per puntare alla vittoria. Durante la gara di domenica, palla a due alle ore 18,30 verrà scelta la nuova mascotte ufficiale del Basket Cassino, e salutato con affetto Benny della Pallacanestro Cassino verrà svelata la nuova figura scelta a rappresentare il gruppo del basket. Le premiazioni dei tre disegni vincitori sugli oltre trenta elaborati arrivati sarà effettuata dal Presidente della Banca Popolare del Frusinate, main sponsor del Basket Cassino,  dottor Domenico Polselli che ai tre vincitori elargirà buoni spesa da 100 euro cadauno. Insieme al presidente Polselli anche il Ragionier Enzo Pagano editore di Radio Cassino Stereo partner in questa iniziativa. Vi aspettiamo numerosi presso la casa del basket Longo e Pagano domenica 9 dicembre ore 18.30.
3 Dicembre 2018 0

Basket Serie C SILVER : Veroli supera Pallacanestro Lazio, 82-68

Di redazionecassino1

Nel match disputatosi ieri la Pallacanestro Veroli si impone sulla Pallacanestro Lazio 1932 chiudendo con il risultato di 68-82. Avvio prepotente per i ciociari che spiazzano gli avversari. Solo nel terzo periodo i padroni di casa girano l’inerzia a proprio favore e rimontano lo scarto in doppia cifra ma nell’ultimo quarto i ciociari allungano il passo portando a casa una gran vittoria.

Fondamentale il trio Marco Fiorini-Alessandrini-Frusone che ha tenuto in piedi l’attacco dei verolani, in aggiunta anche un ottimo Iannarilli. Una settimana molto proficua questa per la Pallacanestro Veroli 2016 che è scesa in campo in tutte le sue vesti con l’Under20, la CSilver e con l’esordio dell’Under 13 sperimentale.

Prossimo appuntamento domenica 9 dicembre alle ore 18 contro Nova Basket Ciampino. Ultima partita di campionato in casa, prevista la presenza di un caldo pubblico.

 

PALLACANESTRO LAZIO 1932 68 – PALLACANESTRO VEROLI 2016 82

Veroli: Fiorini M. 22, Frusone 19, Alessandrini 17, Iannarilli 12, Frasca 5, Calicchia 3, Renzi 4, Igliozzi, Lella, Fontana, All. De Rosa.

27 Novembre 2018 0

Basket Cassino finalmente arriva la prima vittoria casalinga contro Fonte Roma

Di redazionecassino1

Alla terza di campionato tra le mura amiche della Casa del Basket Longo e Pagano, arriva la prima vittoria casalinga, la seconda in totale del suo primo campionato di serie C Silver. A cadere sotto i colpi di Ausiello e De Pippo, 40 punti in due è stata la formazione della Fonte Roma Basket che dopo aver comandato il primo parziale, 17-22 cede ai padroni di casa gli altri parziali, 14-9, 19-15 e 13-5, con il punteggio finale fissato sul 63-51 per i cassinati. Gara a tratti confusionaria con errori in fase realizzativa da entrambi i versanti;  errori che hanno penalizzato entrambe le formazioni per la troppa fretta di andare a canestro. Cassino fatica a mettere in pratica quanto provato negli allenamenti ma per fortuna recupera tutti gli elementi del roster nonostante acciacchi fisici che hanno penalizzato più di un atleta. Riccardo Barrella, assente giovedì nel recupero perso contro Anagni, si dimostra utile e cinico per il suo coach e alla fine i suoi rimbalzi e i 9 punti personali contribuiscono al raggiungimento di una vittoria fondamentale per la società cara ai presidenti Longo e Pagano presenti in tribuna a sostenere i propri ragazzi. Va rimarcata la prestazione di tutta la formazione del Basket Cassino che voleva regalare al pubblico la prima gioia casalinga:  i nostri ,dopo una sbandata paurosa che ha dato il massimo vantaggio per gli ospiti, -12 , hanno serrato le fila migliorando la difesa e  approfittando dei momenti di poca lucidità degli avversari , sono riusciti a risalire la china impattando sul 31 pari al suono della fine del primo tempo.  Nei rimanenti due quarti la partita cambia volto, salgono le percentuali dei soliti noti, Giovanni Ausiello e Silvio De Pippo con due triple a testa spingono in avanti tutto il gruppo che , con una difesa sempre più aggressiva e supportati da un pubblico numeroso e caloroso , spaccano la partita dirigendola verso la sponda cassinate.  Nel quarto e decisivo parziale il vantaggio per i padroni di casa sale a  + 11 che consente di giocare con relativa tranquillità gli ultimi minuti di gioco amministrando il punteggio e spegnendo sul nascere una reazione dei romani che si arrendono segnando solo 5 punti nel quarto tempo e con il punteggio finale che vede Cassino prevalere di 12 punti, 63-51.

Una vittoria fortissimamente voluta da tutto il roster a dimostrazione di un meccanismo che sta raggiungendo la giusta lubrificazione per poter puntare a traguardi importanti. Sabato trasferta romana insidiosa e terribile, almeno sulla carta in casa di una delle capoliste, Vigna Pia.  Sarà una gara dura ma non impossibile per un Basket Cassino agguerrito come quello visto contro la Fonte Roma, gli avversari sono avvisati.

Parziali: 17-22; 31-31; 50-46; 63-51 Basket Cassino: West Vidal, Barrella 9, Shaykarov 8, Pagano M., De Santis 3, De Pippo 21, Ausiello 20, Mastronardi n.e., Lena n.e., De Rosa n.e., Tomassi n.e. All. Pagano L. Fonte Roma Bk: Tomassini 10, Dell’Oca 10, Di Fabio 15, Ranocchia, Pasquali, Migliorati 2, Gaska, Fattore, De Berardinis 3, Nunzi 3, Marini 3, Pirino 5. All. Cerroni Ass. Brunetti

13 Novembre 2018 0

Basket C Siver: Pallacanestro Veroli sconfitta casalinga con Albano 59-65

Di redazionecassino1

Albano tiene il passo e conquista la vittoria contro una Pallacanestro Veroli 2016 che avrebbe potuto mettere un pizzico di carattere in più: la gara si chiude con il risultato di 59-65.

Albano è risolutivo e riesce a piazzare nei quarti centrali il break decisivo soprattutto grazie ad una difesa solida e concentrata. A nulla è valsa la reazione finale della Pallacanestro Veroli 2016 che ha provato a rimontare una gara che si era messa in salita: gli sforzi di Alessandrini e compagni sono valsi solo un rientro parziale nel punteggio, ma la vittoria è andata ad Albano che può così continuare la sua marcia in classifica.

Il trio Alessandrini-Frusone-Marco Fiorini appare troppo solo in attacco con 50 dei 59 punti totali di squadra messi a segno. «Manca quella prova di carattere che si è vista nel primo quarto e a pochi minuti dallo scoccare della sirena. Quella prova di carattere che ha sempre contraddistinto i giallorossi in gare importanti come quella che si è disputata ieri. Mancano la continuità e la grinta per raggiungere l’obiettivo finale. La squadra è troppo giovane e molto indietro con la preparazione e fatica troppo in attacco. Manca la lucidità. Allenarsi su un campo differente da quello dove si gioca penalizza i ragazzi. Siamo certi che arriverà quel momento, basta crederci un po’ di più, come il tifo che continua a crescere e non molla di un millimetro. Una gran bella cornice quella di ieri che ha confermato di nuovo il sold out» commenta a fine gara il Presidente Ivano Stirpe.

Prima sosta del campionato, prossimo appuntamento in trasferta il 2 Dicembre contro la Lazio Pallacanestro 1932.

 

PALLACANESTRO VEROLI 2016 59 – ALBANO BASKET CLUB 65

Veroli: Fiorini G.3, Frasca 2, Frusone 16, Alessandrini 21, Fiorini M. 13, Iannarilli 4, Renzi, Calicchia, Igliozzi n.e., Lella n.e., Fontana n.e, Ghinet n.e., All. De Rosa.

13 Novembre 2018 0

Basket Cassino; a Velletri prima vittoria stagionale

Di redazionecassino1
Sparisce il fastidioso e immeritato 0 dalla classifica della serie C silver, grazie alla prova superlativa dei ragazzi di coach Pagano che con una prestazione molto vicina alla perfezione battono  la Virtus Velletri ex capolista di questo raggruppamento. Su una superficie di gioco a dir poco approssimativa, Ausiello e compagni hanno messo in pratica tutte le direttive ricevute durante l’avvicinamento a questa partita definita snodo cruciale di quest’inizio di stagione, gara assolutamente da non perdere, e cosi è stato. Annichiliti i padroni di casa che non si aspettavano un Cassino così tonico e determinato capace di rimanere sempre attaccato punto a punto prima delle due scosse decisive, nel terzo quarto 14-21 per arrivare al pareggio e nell’ultimo decisivo parziale 18-24 che ha portato la vittoria ai cassinati.

Due quarti a rincorrere per Cassino che  ha pagato una partenza lampo della Virtus capace di portarsi avanti con estrema determinazione, ma  solo per poco; subito il quintetto scelto da coach Pagano ha cominciato a rispondere agli attacchi portati dai vari Di Biasio, Puleo e Borro nella giusta maniera; Cassino ha  rafforzato il roster con l’innesto del macedone Shaykarov e i risultati si sono visti subito soprattutto per gestire le risorse di un roster molto stretto afflitto da diversi infortuni. Alexandar ha contribuito  in maniera importante  alla vittoria finale segnando 6 punti con almeno 3 rimbalzi. La gara comunque sempre punto a punto è passata in mano agli ospiti anche grazie ad una prestazione super di Ausiello che nonostante ancora afflitto da sindrome influenzale ha spaccato in due la partita, 5 triple in rapida successione su 6, e poi tre palloni rubati nell’ultimo decisivo ed entusiasmante quarto dove si erge a protagonista anche capitan De Santis che ha preso le misure ad una difesa virtussina distratta, tagliando come il burro il campo e portando 17 punti alla sua squadra secondo miglior realizzatore della partita dopo il compagno Ausiello con 19, buoni numeri anche per il puntuale e preciso De Pippo, 14 per lui, di Pagano 9 come Barrella sempre determinato e combattivo.

Fondamentale comunque tutto il supporto dei componenti del roster, soprattutto dei giovani under anche nella fase dell’incoraggiamento a non mollare. La mentalità è quella giusta e su questo modo di approcciare le partite si può ancora migliorare in prospettiva futura. Domenica prossima sosta ma subito dopo doppio impegno casalingo, recupero il 22 contro Anagni e gara contro la Fonte Roma il 25, due gare difficili ma non impossibili soprattutto per questo Cassino visto coeso, compatto e determinato per raggiungere l’obiettivo della vittoria.

Tabellini: VIRTUS VELLETRI-BASKET CASSINO 70-76 Parziali:19-13/19-18/14-21/18-24 VIRTUS VELLETRI: Borro 9, Carturan 8, Di Biasio 16, Miele 3, Lauretti, Marinelli 8, Prosperi 2, Misolic 2, Insero 2, Acciaroli, Puleo 14, Mancini 6. Coach Libutti BASKET CASSINO BPF: Barrella 9, West Vidal 2, Shaykarov 6, Pagano 9, De Santis 17, D e Pippo 14, D’Aguanno, Mastronardi, De Rosa, Pignatelli, Ausiello 19. Coach Pagano Luigi

20 Maggio 2018 0

Basket Serie B Playoff: Virtus corsara a Roma contro la Luiss, vede la finale

Di redazionecassino1

Un sostegno incessante dei supporters cassinati, un tifo incredibile, ha accompagnato la Virtus Cassino in questa prima sfida al Pala LUISS di Roma per gara 3 della semifinale playoff del Campionato Nazionale di Serie B, Tabellone D.

La Virtus Cassino ha avuto la meglio sull’ostica, compatta e giovane formazione allenata da coach Paccariè al termine di una gara praticamente giocata punto a punto.

Equilibrio rotto a favore dei viaggianti solo nell’ultimo quarto di gioco dopo che per larghi tratti i padroni di casa avevano condotto le danze forti anche di un vantaggio di +7 maturato sul finire della seconda frazione e a metà del terzo quarto di gioco. Una gara dunque appassionante e ricca di pathos quella che si è giocata presso l’impianto universitario a Roma.

Pubblico delle grandi occasioni per il Pala LUISS , praticamente esaurito in ogni ordine di posti per una prima sfida dal sapore antico tra due formazioni che venivano dall’esito di gara 2 favorevole ai romani, grazie, lo ricordiamo, ad una tripla segnata quasi allo scadere da capitan Faragalli.

<img class=”wp-image-27991 alignleft” src=”https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=318%2C201&ssl=1″ alt=”” width=”318″ height=”201″ srcset=”https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=553%2C350&ssl=1 553w, https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?resize=343%2C217&ssl=1 343w, https://i0.wp.com/www.cassinoinforma.it/immagini/photo_2018-03-18_14-31-11-2.jpg?w=703&ssl=1 703w” sizes=”(max-width: 318px) 100vw, 318px” data-recalc-dims=”1″ />Palla a due e subito si comprende che la gara sarà equilibrata. La LUISS Roma gioca il suo basket garibaldino fatto di sapienti e ben organizzate transizioni offensive attivate dai rimbalzi del trio Beretta, Cefarelli e Martone che innescano con sapiente e consumata maestria le frecce all’arco di coach Paccariè. Le scelte difensive per il coach dei romani sono una asfissiante presenza di un giocatore alle calcagna di Manuel Carrizo. L’argentino stasera però ha le polveri bagnate almeno all’inizio da oltre l’arco dei 6.75 e le sue conclusioni sono preda dei rimbalzisti avversari. Il leit motiv della gara è questo.

E Cassino? Cassino fa la sua partita. Tosta e attenta, tutta sostanza con pochi fronzoli per lo spettacolo ben coordinata bene in regia da Lorenzo Panzini, d’altra parte questa è la bellezza dei playoff e i benedettini sembrano interpretare al meglio questa condizione dello spirito di un cestista arrivato al termine di una stagione a dir poco massacrante. Il primo quarto si gioca sul filo dell’equilibrio ma sono i cassinati a chiuderlo in vantaggio di tre lunghezze, 20 a 17 grazie alla bomba di Carrizo che si accende proprio in prossimità della sirena.

Cassino ha il sacro fuoco e si vede ma la LUISS ne ha di più. Il secondo quarto è segnato da un parziale micidiale di 9-0 per i romani dopo che Bini aveva portato le “V” rossoblù a + 6, 27-21, con una incursione in area romana. Chiude il parziale di cui sopra, al termine di una transizione, Di Fonzo, firmando il canestro del sorpasso universitario e fissando il tabellone sul 30-27.

Prima Bagnoli con un viaggio in lunetta e poi sempre Panzini con una entrata delle sue, mantengono in linea di galleggiamento gli ospiti che chiudono il secondo minitempo sotto di sole due lunghezze, 43-41. La pausa lunga non modifica le proposte tattiche dei due coach. E’ battaglia agonistica, è clima playoff e la LUISS Roma sembra decisa a far sua la posta in palio, allorquando una bomba di Veccia fissa il punteggio sul 52 a 45, +7.

Per i ragazzi di coach Vettese è uno schiaffo in faccia, un pugno che potrebbe, per i deboli di spirito, segnare le sorti del match. Non così per Del Testa e soci. Petrucci non si fa pregare e con una delle sue conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 manda in visibilio il settore dei tifosi rossoblù. La progressione ospite è implacabile. Cena segna la tripla del +3 a 1 minuto e 20” dal termine della terza frazione di gioco. Ancora l’ala grande argentina e poi Petrucci dalla linea dei tiri liberi fissano il punteggio sul 64 a 59 al termine della terza frazione di gioco.

Gli ultimi 10 minuti di gioco sono un punto a punto incredibile ma sempre sotto la gestione degli ospiti che concludono in completo controllo il match fino sulla sirena con sette lunghezze di vantaggio, 74-81. La serie dunque va sul 2-1 per la Virtus Cassino. Domenica 20 però è ancora partita, si va a gara 4 sempre al Pala LUISS di via M. Longhi a Roma.

«Oggi in campo non eravamo in 5 ma in 6- le prime parole del capitano della BPC Virtus Cassino, Maurizio Del Testa, al termine della partita- grazie al grande pubblico che è venuto da Cassino a sostenerci, tutta la squadra ha sentito il calore e la forza che hanno saputo infondere con i loro cori incessanti. E’ stata una gara tosta, siamo stati bravi a rimanere incollati e a non farli andar via , sapevamo che era una battaglia, siamo stati bravi . Oggi è venuto fuori il gruppo, nessuno ha fatto un passo indietro e tutti ci siamo aiutati sempre in ogni circostanza del match. Anche e soprattutto se consideriamo che tre di noi eravamo fortemente penalizzati dai falli (Bagnoli, Del Testa e Panzini, ndr). Dobbiamo essere sempre positivi, questo è l’ingrediente fondamentale per vincere le partite. Adesso testa a gara 4, ce la metteremo tutta».

Ore 18.00 di oggi 20 maggio palla a due, andrà in scena gara 4 di questa avvincente semifinale playoff.

Luiss Roma – BPC Virtus Cassino 74-81  Parziali 17-20, 26-21, 16-23, 15-17

 

Luiss Roma: Marcon 14 (5/11, 1/1), Cefarelli 12 (6/8, 0/0), Beretta 11 (4/8, 0/1), Scuderi 10 (2/3, 1/2), De Dominicis 8 (4/6, 0/0), Di Fonzo 6 (1/2, 1/3), Veccia 5 (0/2, 1/5), Faragalli Serroni 4 (0/2, 1/5), Martone 4 (1/1, 0/0), Bonaccorso 0 (0/4, 0/1), Gebbia 0 (0/0, 0/0), Miriello 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 37 15 + 22 (Beretta 10) – Assist: 9 (Di Fonzo 3). All. Paccariè.

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 16 (5/5, 0/0), Enzo Cena 15 (4/7, 2/5), Manuel Carrizo 14 (3/5, 2/7), Lorenzo Panzini 11 (4/5, 1/4), Niccolò Petrucci 9 (1/4, 1/2), Maurizio Del Testa 8 (3/7, 0/2), Matteo Bini 8 (2/4, 1/3), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/1, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 30 8 + 22 (Simone Bagnoli 7) – Assist: 12 (Manuel Carrizo 4) All. Vettese Ass. Incelli.

18 Maggio 2018 0

Basket C/Silver Playoff Gara 2: Veroli batte, 88-77, Stelle Marine e conquista il primo punto

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli 2016 trascinata dal caldissimo pubblico della Palarifard di Casamari porta a casa con merito il punto della parità. Una partita intensa e tecnicamente quasi perfetta, incominciata con il botta e risposta a suon di bombe di Grande e Fiorini M. Una serata da incorniciare per la truppa di Coach Celani partita fin da subito con le marce alte: un primo quarto da altissime percentuali per i padroni di casa sospinti dalle triple di Marco Fiorini e Mauti al primo allungo, con le Stelle Marine alle prese con le prime difficoltà. I giallorossi dominano a tutto campo il match raggiungendo il +17 a metà del secondo quarto (44-27). Ostia prova a limitare i danni chiudendo a -10 con l’inerzia tutta a favore dei locali. Alla ripresa dal riposo lungo la Pallacanestro Veroli 2016 non si fa trovare impreparata e continua a rispondere colpo su colpo. Pappalardo (che poche settimane fa siglò 50 punti su questo campo in regular season) prova a caricarsi sulle spalle i suoi con 12 punti consecutivi che riaprono completamente il match e fanno correre qualche brivido sulla schiena dei tifosi verolani. Nel finale, però, le triple di Fiorini G. decretano la vittoria dei giallorossi che chiudono il match 88-77 e 1-1 nella serie che a questo punto si deciderà domenica ad Ostia. La bella stabilirà quale tra le due formazioni sarà dunque la finalista. La Pallacanestro Veroli 2016 si conferma squadra durissima da battere in casa con una serata super per Mauti ed i fratelli Fiorini, ma importante il lavoro della difesa che ha saputo tenere sotto gli 80 punti un attacco micidiale come quello dei lidensi, a cui non bastano i 54 punti messi a referto dalla coppia di bomber Pappalardo-Grande. Arrivare ai playoff per i giallorossi è stato un gran risultato dato che la Società in soli due anni ha raggiunto traguardi importanti. La Pallacanestro Veroli 2016 vestita di nuovo è tornata a far battere i cuori giallorossi.

 

PALL. VEROLI 2016 88 – STELLE MARINE 77

Tabellini: Fiorini G. 20, Fiorini M. 19, Frusone 13, Velocci 7, Mauti 23, Celani D. 4, Iannarilli 2, Vinci n.e., Lauretti n.e., Igliozzi n.e., Lella n.e. All. Celani G.

 

 

 

7 Maggio 2018 0

Basket: Veroli perde l’ultima di regular season contro Vigna Pia, ma si qualifica per i play-off

Di redazionecassino1

Si chiude con una sconfitta la regular season della Pallacanestro Veroli 2016 sul campo del Vigna Pia al termine di una gara dal punteggio molto alto, 100-94. Risultato indolore per i ciociari che, già matematicamente qualificati, attendevano la griglia playoff che li vede accoppiati al primo turno con le Stelle Marine Ostia nella semifinale. La Pallacanestro Veroli 2016 arriva a Roma senza due pezzi da novanta come Fiorini M. e Velocci – squalificati per due giornate dopo il finale concitato della gara con il Pass Roma – ed il gioco ne risente molto, anche perché nel corso della gara si registra l’infortunio alla spalla per Vinci che complica le speranze playoff dei ciociari, ridotti (almeno per gara 1) a rotazioni al minimo stagionale. Vigna Pia gestisce la gara per tre quarti, allungando fin dall’inizio con +16 fatto registrare al termine della prima frazione. Tuttavia, nonostante le difficoltà della gara odierna, il carattere della Pallacanestro Veroli 2016 permette la clamorosa rimonta, grazie all’esperienza di Mauti e Fiorini G., oltre alla presenza, fisica di Frusone, con un parziale da 25-41, che non basta però a rimettere in piedi una sfida nata male. I romani rispondono e riescono a preservare il vantaggio. La Pallacanestro Veroli 2016 in vista dei playoff evita al primo turno lo scontro con Albano e finisce nella parte di tabellone opposta rispetto alla Fortitudo Roma perciò si giocherà la promozione con le Stelle Marine al primo turno e poi (eventualmente) con la vincente di Pass-Ciampino.

La Gara 1 sul campo dei lidensi, però, dovrà essere affrontata senza M. Fiorini e Velocci, senza calcolare la probabilissima assenza di Vinci che potrebbe aver chiuso anzitempo la sua stagione. In virtù dei risultati dell’ultima giornata, le Stelle Marine chiudono al secondo posto mentre il Pass scavalca Albano; tre squadre a pari punti subito dietro, Scuba Frosinone, Nova Bk Ciampino e Pallacanestro Veroli 2016, situazione di parità anche nella classifica avulsa, decide pertanto il quoziente canestri nei confronti diretti che premia Frosinone (5°), poi Ciampino (6°) e Veroli (7°). La Carver, sconfitta dal Pass, chiude invece 8°.

Prossimo appuntamento quindi, domenica 13 Maggio sul campo dei lidensi e, giovedì 17 Maggio alle 20.00 presso la tensostruttura di Casamari.

 

VIGNA PIA 100 – PALLACANESTRO VEROLI 2016 94

Tabellini: Fiorini G. 24, Frusone 18, Mauti 20, Celani D. 14, Vinci 8, Iannarilli 10, Lella, Igliozzi, Lauretti. All. Celani G.

 

 

23 Aprile 2018 0

Basket C/Silver: Importante vittoria casalinga per Veroli contro Gaeta

Di redazionecassino1

La gara, disputata domnica, tra Pallacanestro Veroli 2016 e Basket Serapo Gaeta, termina con il risultato di 80-67. Importante vittoria interna per la Pallacanestro Veroli 2016 che consolida la posizione playoff superando una lanciata Gaeta (reduce dalla vittoria con la Fortitudo Roma) con una prova convincente. Un avvio di gara spento, nei primi tre minuti di gioco le squadre faticano a mettere a segno un canestro poi arrivato con un tiro da tre del Basket Serapo Gaeta. Si entra nel vivo della gara sempre condotta dalla Pallacanestro Veroli 2016 che recupera Mauti tornato in ottima forma, la gara di oggi ne è stata testimone. Basket Serapo Gaeta prova a contrastare i giallorossi che con un pressing a tutto campo chiudono il primo quarto a +8 (21-13). Alla ripresa la Pallacanestro Veroli 2016 procede a testa alta, trascinata dai fratelli Fiorini e da un Frusone particolarmente ispirato, mantenendo le distanze con ottime giocate nel pitturato e le bombe dei fratelli Fiorini. Si chiude il secondo quarto con il risultato di 44-39. Nonostante l’assenza di Velocci, la formazione ciociara conduce la gara riuscendo a trovare l’allungo decisivo nel terzo periodo, quando il vantaggio si attesta ampiamente sulla doppia cifra, con gli ospiti che pagano un parziale da soli 10 punti messi a referto: la Pallacanestro Veroli 2016 arriva al +11 a 3′ 10″ di gioco nel terzo quarto, Serapo risponde e riduce le distanze arrivando a -3 a 4′ 20″ dalla fine. Ma la Pallacanestro Veroli 2016 ci crede e guidata dai soliti fratelli Fiorini, Vinci, Mauti e Celani, forti sotto canestro e nei contropiedi, chiude il terzo quarto a +17. Rush finale in divenire, la gara si scalda, ma la Pallacanestro resta concentrata e chiude il match 80-67. I fratelli Fiorini con 21 punti a testa, assieme a Frusone con 16, i migliori tra i padroni di casa, a Gaeta non basta il solito Porfido per uscire vincente e adesso la strada verso la post season si complica, con la prossima gara interna con la Carver nel turno infrasettimanale che diventa decisiva. Per Veroli, invece, mercoledì ci sarà un vero e proprio match point contro Bracciano per provare a chiudere i conti e a raggiungere matematicamente il traguardo playoff, sempre più vicino dopo la prestazione odierna.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 80 – BASKET SERAPO GAETA 67 Tabellini: Mauti 8, Fiorini G.21, Vinci 10, Celani 4, Fiorini M. 21, Frusone 16, Iannarilli,  Igliozzi, Lauretti, All. Celani.