Tag: circeo

10 Settembre 2019 0

Come Robinson Crusoe, per due giorni prigionieri del mare nelle Grotte del Circeo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

TERRACINA – Per quasi due giorni sono rimasti bloccati in una delle Grotte del Circeo. E’ l’odissea vissuta da una coppia di escursionisti in canoa, marito e moglie entrambi di 41 anni.

Nella giornata di domenica, i due si erano avventurati in canoa in prossimità del promontorio del Circeo, per vedere le belle grotte, nonostante le stesse siano interdette per il pericolo di caduta massi. Ma i due improvvidi canoisti, si facevano sorprendere dal peggioramento delle condizioni del mare, che con onde di quasi 3 metri, bloccava la coppia in una spiaggetta sottostante la scogliera che rendeva impossibile il passaggio via terra.

Dopo aver atteso e sperato, invano, che il mare si calmasse, decidevano di passare la notte accampati nella Grotta dei Prigionieri.

Il giorno dopo, nel tardo pomeriggio,dopo una notte all’addiaccio e una giornata sotto il sole, i due turisti hanno deciso di chiedere aiuto, chiamando i Carabinieri e la Guardia Costiera di Terracina.

La motovedetta in servizio di ricerca e soccorso, sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera di Terracina raggiungeva la spiaggetta, dove avevano trovato rifugio i coniugi,ma la forte risacca ed il mare sempre più agitato ne impediva l’avvicinamento ed il recupero dei due malcapitati.

I vari tentativi effettuati dai militari si sono interrotti con il sopraggiungere della notte e la conseguente mancanza di luce in un tratto di mare particolarmente insidioso per la presenza di scogli.  Accertatisi delle buone condizioni di salute dei due malcapitati e della disponibilità di viveri, i militari rinviavano le operazioni di recupero a questa mattina.

Alle prime luci dell’alba, il Gommone della Guardia Costiera di San Felice Circeo con l’ausilio della Motovedetta di Terracina, sono riusciti a recuperare la coppia di coniugi, nonostante il permanere di un mare agitato che rischiava di far infrangere le unità navali della Guardia Costiera sulla vicina scogliera: i militari recuperavano subito il marito con l’ausilio della Speed Line, una cima che viene sparata da bordo a terra per circa 250 mt..

Per salvare la signora, ormai terrorizzata dalla forza del mare, invece si è reso necessario l’intervento di un sergente della Guardia Costiera di Terracina che, vistala criticità della situazione, si è gettato in mare, con le dotazioni di sicurezza,per raggiungere la spiaggia. Dopo aver fatto indossare le dotazioni di sicurezza alla donna ed averla rassicurata, si lanciavano in mare e riusciva a trarla in salvo accompagnandola a bordo dell’unità navale della Guardia Costiera.

Sebbene molto provati dalla avventura che poteva avere un diverso epilogo, i due coniugi risultavano in buono stato di salute

23 Giugno 2018 0

Pirati in azione a San Felice Circeo, rubano il gommone ad un pescatore

Di redazionecassino1

SAN FELICE CIRCEO (LT) – “Pirati” in azione al largo di S. Felice Circeo, questa mattina intorno alle sei. A farne le spese un 37enne di Latina mentre era a largo di S. Felice Circeo intento a pescare. L’uomo era a bordo del suo gommone quando veniva avvicinato da un altro gommone con tre persone, a suo dire con accento dell’est, uno dei quali in pieno stile piratesco si impadronisce del gommone del malcapitato.

Salito a bordo del gommone del pescatore, lo getta in mare con un parabordi galleggiante e si dilegua con il natante “scortato” dai complici a bordo di un altro gommone.

La vittima riesce a nuotare per oltre trecento metri e raggiunta la riva chiede soccorso ad alcuni presenti che lo accompagnano presso la locale stazione dei Carabinieri.

Il 37enne denuncia quanto accaduto poco prima. A bordo del gommone rapinato vi erano documenti effetti personali ed alcune centinaia di euro contanti.

I militari dell’arma hanno avviato le ricerche dei “pirati”.

21 Marzo 2017 0

Esce per fare una corsa sul Circeo, trovato morto Forestale 43enne

Di admin

Sabaudia – Era uscito nel pomeriggio di ieri per fare una corsa sul promontorio del Circeo ma, arrivata la sera, lui non è rientrato.

La denuncia di persona scomparsa è stata lanciata ieri sera dai parenti di un 43enne di Sabaudia, carabiniere forestale e sulle sue tracce si sono messi fin da subito le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

Questa mattina il suo corpo è stato ritrovato a valle di un dirupo in una zona impervia in località Torre Paola.

Per recuperare il suo corpo è stato necessario far intervenire l’elicottero dei vigili del fuoco con a bordo una squadra che si è calata con tecniche Saf. Le ipotesi più accreditate sono quelle della caduta accidentale o causata da un malore.

9 Febbraio 2017 0

Sequestrata discarica abusiva a San Felice Circeo

Di admin

San Felice Circeo – Un’area di circa 2000 metri quadrati  trasformata in discarica è stata sequestrata a San Felice Circeo dai carabinieri Forestali del comando di Terracina.

La discarica è stata notata durante un normale servizio di controllo del territorio quando la pattuglia si è imbattuta nell’area in cui la vegetazione aveva parzialmente avvolto materiali ferrosi,  cavi elettrici,  oggetti sia in plastica che in vetro,  isolatori in vetro  per tralicci elettrici, contatori del gestore elettrico di vecchia tipologia  e di nuova generazione,   batterie al piombo per autovetture, lastre di eternit,   carcasse di autovetture e fusti di olio esausto per un quantitativo di oltre 60 metri cubi di materiale.

Il proprietario dell’are, un 50enne del luogo, è stato denunciato