Tag: mario

2 Agosto 2018 0

Omicidio di Esperia, Mario Teoli indagato di omicidio volontario per la morte del padre

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ESPERIA – Il rapporto complicato e complesso tra Antonio Teoli 68enne e il figlio Mario di 30 anni entrambi residenti ad Esperia, è culminato in assassinio. Con un coltello e cocci, con questi oggetti, al culmine dell’ennesima lite, i due si sono colpiti ieri sera fino a quando uno dei due, il padre, non si è accasciato a terra esanime. Alle 21 circa Mario ha chiamato il 118 perché curassero le sue ferite. Per il padre, raggiunto da almeno quattro fendenti, non c’era più nulla da fare. Il suo corpo era all’esterno della casa, vicino al pozzo, lontano alcune decine di metri dalla cucina dove era cominciata la lite.

Padre e figlio erano già conosciuti dai Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo intervenuti ieri sulla scena del delitto, più volte in passato era stato richiesto il loro intervento proprio da uno dei due, esasperato dal comportamento dell’altro e meno di un anno fa erano stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ed in un’occasione lanciarono delle pietre ad una delle pattuglie intervenute.

Sarà ora il medico legale, la dottoressa Daniela Lucidi, ad indicare le ragioni della morte e stabilire l’oggetto con cui sono state inferte le ferite (sono stati sottoposti a sequestro un coltello, nonché cocci di vetro) ad Antonio Teoli a seguito del conferimento da parte del Pubblico Ministero Dott. De Franco di Cassino. Il figlio Mario è in stato di fermo per omicidio volontario, piantonato dai Carabinieri all’ospedale di Cassino, lo stesso ha riportato delle ferite da taglio all’altezza del torace ed alcuni tagli alle mani e visto lo stato di forte agitazione, i sanitari lo hanno sedato disponendone il ricovero. Sulla scena del crimine i rilievi sono stati eseguiti dai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Frosinone.

Ermanno Amedei

21 Maggio 2018 0

Scomparso a Cassino, ancora nessuna traccia di Luca Di Mario

Di admin

CASSINO – Ancora nessuna traccia di Luca Di Mario, il 47enne il 16 marzo da Cassino. Eppure le ricerche svolte dai carabinieri, da vigili del fuoco e volontari sono incessanti.

Dopo aver scandagliato il canale del fiume Rapido nel cui alveo venne ritrovata la sua bicicletta, le ricerche si sono estese alle aree circostanti. Questa mattina sono state accuratamente ispezionate e scandagliate le zone di Via Agnone, Via Varlese e del depuratore comunale, luoghi caratterizzati da fitta boscaglia e particolarmente impervi. Le ricerche al momento hanno dato esito negativo.

3 Maggio 2018 0

FOTO – Scomparso a Cassino, in acqua e su terra: continuano le ricerche di Luca Di Mario

Di admin

CASSINO – Sommozzatori e gruppo fluviali dei vigili del fuoco sono tornati, questa mattina a cercare Luca Di Mario, o ciò che ne resta, nel greto del fiume Rapido a Cassino. I craabinieri della locale compagnia comandata dal capitano Ivan Mastromanno, invece, hanno proseguito le ricerche lungo gli argini, o continuando a verificare segnalazioni.

L’uomo, 46 anni residente nel quartiere San Bartolomeo, è scomparso il 16 marzo scorso. La sua bicicletta è stata ritrovata il 20 aprile nel fiume dove si stanno concentrando le ricerche. Al momento, però, nonostante alle ricerche abbiano partecipato decine di persone ed anche cani molecolari, dell’uomo, a parte la bicicletta, non è stata trovata nessuna traccia.

20 Aprile 2018 0

Scomparso da un mese, ritrovata a Cassino la bicicletta di Luca Di Mario

Di admin

CASSINO – Scomparso dal 16 marzo, finalmente oggi è stata trovata una prima traccia. Luca Di Mario 45 anni di Cassino, sembrava essere stato inghiottito nel nulla. L’uomo, residente nel quartiere San Bartolomeo, si era allontanato con la bicicletta e da oltre un mese non si avevano più notizie.

Sulle sue tracce, ci sono carabinieri e vigili del fuoco e, questa mattina la sua bicicletta è stata ritrovata nella vegetazione fluviale in via Madonna Di Loreto lungo il corso del fiume Rapido, non molto distante dal centro.

Le ipotesi sono due: la prima è che l’uomo possa essersi lanciato nel fiume e, per questo, anche con l’ausilio dei fluviali dei vigili del fuoco, lo si sta cercando nelle acque; la seconda ipotesi è che dopo aver abbandonato la bicicletta si sia allontanato a piedi.

Ermanno Amedei 

Foto repertorio

5 Marzo 2018 0

Dopo voto, il M5S soffia la poltrona di deputato a Mario Abbruzzese

Di admin

CASSINO – Cassino è a 5 Stelle. A quanto pare la candidata del Movimento, la 30enne Ilaria Fontana, avrebbe sfilato la poltrona di deputato a Mario Abbruzzese.

Un centinaio di voti, tanti sarebbero costati al rappresentante del centrodestra l’affermazione politica per lui più prestigiosa. Una campagna elettorale senza lesinare energie e l’affermazione del 14% della Lega nel suo schieramento non sarebbero bastati.

L’M5S avrebbe avuto, da solo e con meno risorse finanziare, quello spunto in più per aggiudicarsi il seggio. I fuochi d’artificio, quindi, con cui si sarebbe dovuto festeggiare a Cassino la vittoria del forzista, sono destinati a rimanere spenti.

Ermanno Amedei 

20 Luglio 2017 0

A Piedimonte Terzo Torneo Beach Volley Memorial Mario Marrano. Per ricordare un uomo che è nel cuore di tutti

Di redazione

Piedimonte San Germano– Tutto è pronto per la terza edizione del torneo Beach volley memorial Mario Marrano. Si parte il giorno 22 luglio, ma c’è tempo fino ad oggi per le iscrizioni. L’appuntamento è in piazza Municipio, dove già è in fase di ultimazione il campo con la sabbia. Si tratta di una manifestazione che terminerà il giorno 2 agosto e rappresenta un evento non solo sportivo ma anche un momento di aggregazione per ricordare la figura dell’impegno imprenditore Mario Marrano, scomparso tragicamente nell’aprile 2015 nel piazzale dell’ azienda di famiglia. Mario Marrano è rimasto nel cuore di tutti, non solo pedemontani, poiché era conosciuto e stimato in tutto il cassinate e non solo. Nella contrada Piumarola, a Villa Santa Lucia, per esempio, in sua memoria è stata realizzata un’area verde con una suggestivo monumento in suo ricordo. Una persona sempre sorridente e disponibile, come ha anche ricordato l’ assessore allo sport del comune di Piedimonte, Valerio D’Alessandro, oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione del torneo alla quale hanno preso parte anche un referente del Volley di Piedimonte, poi i figli di Mario Marrano, Matteo e Marianna, e il fratello Valentino. Il torneo si divide in due parti: Promo, riservato ai bambini con iscrizione gratuita, e Open per adulti tesserati fino alla seconda divisione. Quest’anno, poi, per il volley Piedimonte la stagione sportiva è stata di grande successo con gli ottimi risultati delle ragazze che sono state promosse in seconda divisione. Dal 22 luglio, tutti in piazza Municipio, allora, per avvicinarsi al volley e per ricordare il grande amico Mario. Natalia Costa

15 Giugno 2017 0

A Cassino parte la 10ª edizione del torneo open di tennis “Memorial Mario Monfreda”

Di redazionecassino1

Come da tradizione anche quest’anno il prestigioso torneo di tennis “Memorial Mario Monfreda”, singolo maschile a importanza nazionale, viene ospitato dalla struttura sportiva Sporting Club di Cassino. Nelle giornate che vanno dall’8 di giugno al 18, si sfideranno 60 campioni provenienti da tutta Italia e dall’estero, come nel caso dell’argentino Patricio Heras, 500 ATP nella classifica internazionale, che sembra il favorito di quest’anno, classificato 2.1. Fra gli italiani ricordiamo Pierdario Lo Priore, Andrea Paciello e il cassinate Giacomo Cerbo, leader favorito della Città Martire che proprio questa sera sarà in gara. Il vincitore si aggiudicherà l’ambito premio di 3000€, rimasto quasi invariato negli anni. Il torneo, organizzato dalla Scuola Tennis di Gianluca Petrucci col patrocinio della Federtennis Lazio, è aperto a tutti con limitazione alle classifiche da 4-3 a 2-1. Partendo dai 4-3, chi avanza si confronta con coloro di classifica più alta, sino ad arrivare, a eliminazione diretta e non quindi a gironi, ai quarti di finale.

Giulia Guerra

21 Novembre 2016 0

Deceduta madre di Mario Abbruzzese, convegno per il NO rinviato per lutto

Di admin

Cassino – Il convegno sulle “Ragioni del No” al Referendum, previsto per questa sera a Pignataro Interamna organizzato dall’avvocato Antonio D’Alessandro è stato rinviato a causa del grave lutto che ha colpito Mario Abbruzzese, consigliere regionale e presidente della commissione Riforme della Regione Lazio.

Questa mattina è venuta a mancare la mamma dell’esponente politico di centro destra. Per questo il convegno sarà rinviato a datata da destinarsi.

A Mario Abbruzzese e alla sua famiglia il sincero messaggio di cordoglio da parte della redazione de Il Punto a Mezzogiorno.

28 Aprile 2010 0

Nessun ciociaro in giunta, Mario Abbruzzese: “Giusto il malumore ma non concordo sui metodi”

Di redazione

La mancanza di un rappresentante della provincia di Frosinone nella neonata giunta regionale del Lazio disegnata dal governatore Renata Polverini crea malumori. “Penso che Frosinone come territorio possa essere rappresentato in giunta a prescindere dal colore politico, l’importante è che ci sia un assessore locale”. A parlare è Mario Abbruzzese che commenta così i malumori del PdL Ciociaro che ha manifestato davanti alla sede della giunta regionale per chiedere la nomina di un assessore rappresentativo del territorio. “Se dobbiamo invece difendere una parte del Pdl, questo non lo condivido. Così come non condivido la forma che si è voluto dare a questa protesta, che sarebbe stato meglio portare nelle sedi opportune, quelle del partito”. Pare inoltre che sia stata assicurata a Frosinone la seconda carica della Regione, ossia la presidenza del consiglio regionale, poi è stato indicato Franco Fiorito, esponente del Pdl ciociaro, come capogruppo”.

30 Marzo 2010 1

Regionali 2010 / Con 22.144 preferenze Mario Abbruzzese è consigliere regionale

Di redazione

Ventiduemila e centoquarantaquattro preferenze. Questo è l’importantissimo risultato che Mario Abbruzzese ha raccolto nel corso della sua lunga ed estenuante campagna elettore, “spalmata” su tutti e 91 Comuni della Provincia di Frosinone, senza lasciare nessuno indietro. L’ormai onorevole Abbruzzese è, a pieno titolo, uno dei cinque consiglieri regionali (eletti fra maggioranza ed opposizione) che il territorio è riuscito a mandare alla Regione Lazio, passata dalle mani del centrosinistra in quelle del centrodestra capeggiato da Renata Polverini. Un traguardo davvero straordinario se si pensa che Abbruzzese, solo nella sua città natale, Cassino, ha portato a casa, contro tutti, la bellezza di 4600 preferenze. “La campagna denigratoria e lo sciacallaggio politico che qualcuno ha tentato di fare nei miei confronti per screditare il mio lavoro – ha detto riferendosi alla questione amianto a Villa Santa Lucia – è servita davvero a poco. La gente ha capito chi, sul nostro territorio, stava portando avanti l’iter per dare il via allo stabilimento per lo smaltimento dell’amianto: non di certo Mario Abbruzzese presidente del Cosilam. Da domani, in Regione, comincerò a lavorare per fermare chi davvero voleva l’amianto a Villa. Mi batterò fino in fondo per fermare l’istallazione dello stabilimento sulla nostra terra”. Parole forti, concrete, come i tanti impegni che Abbruzzese ha preso con le migliaia di cittadini della Provincia di Frosinone, con cui si è confrontato in queste settimane di campagna elettorale. “Ha vinto la politica del “fare” – ha continuato il consigliere regionale – perché la gente ha compreso fino in fondo il mio progetto politico, basato sul rilancio dell’economia e sulla ripresa dello sviluppo economico della nostra Provincia. Sono stato l’unico candidato che ha parlato di cose fatte, di cose veramente concrete, mentre gli altri erano impegnati a fare la politica dell’odio, degli insulti e dello sciacallaggio, dimenticandosi della gente che, per chi fa attività politico-amministrativa, deve sempre e comunque essere il punto di riferimento, la cosa da cui partire. E’ proprio a loro, ai tantissimi cittadini, che va il mio più sentito ringraziamento. E’ proprio a loro che dedico la mia vittoria”. Mario Abbruzzese ha dimostrato ampiamente di avere le idee chiare sul da farsi. Il suo programma politico non ha lasciato nulla al caso. Sviluppo infrastrutture, lavoro e sanità, sono stati i punti cardine e gli impegni che ha preso con tutti i cittadini della Provincia di Frosinone. “Non andrò in Regione per fare la comparsa – ha annunciato Abbruzzese – ma per ricoprire un incarico di primo piano: bisogna puntare e lavorare per un assessorato. Sono convinto che Renata Polverini manterrà la sua promessa, visto anche il grandissimo consenso ottenuto da tutti i candidati del Popolo della Libertà nelle province del Lazio”. L’elezione di Mario Abbruzzese alla Pisana aprirà sicuramente una “nuova stagione” politica per il centrodestra e per il Pdl provinciale. Saranno tantissime le “riflessioni” che dovranno essere fatte. A partire proprio da Cassino, dove Mario Abbruzzese ha stretto attorno a lui dieci consiglieri e cinque assessori, la metà degli amministratori cittadini. “E’ un gruppo forte e merita rispetto – ha affermato riferendosi ai “quindici” -. Non si faranno più sconti a nessuno”, ha tuonato Abbruzzese rivolgendosi a chi, in campagna elettorale, si è schierato apertamente, per un motivo o per un altro, in favore di candidati del nord della Provincia. “Io continuerò a fare una politica rivolta agli interessi del territorio e al fianco dei cittadini, delle famiglie e dei giovani, vero volano per far ripartire il “motore” dell’economia locale. Questa è l’unica cosa che mi interessa. Questi sono i motivi che mi hanno sempre spinto ad andare avanti. Questo mi ha portato al successo”.