Tag: nelle

14 Marzo 2019 0

Frosinone, avanti con la settimana corta nelle scuole

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Proseguono le iniziative volte all’introduzione della cosiddetta “settimana corta” all’interno della programmazione scolastica 2019/2020, allo scopo ridurre l’impatto delle emissioni inquinanti in atmosfera. Si è tenuta oggi la riunione indetta dal sindaco, Nicola Ottaviani, alla presenza dei dirigenti scolastici, dei direttori e dei rappresentanti delle scuole e degli istituti di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. L’amministrazione Ottaviani, infatti, nel quadro degli interventi e dei provvedimenti in materia di tutela della salute pubblica, intende sperimentare, già dal prossimo settembre 2019, eventuali benefici sui livelli di PM10, connessi ad una maggiore areazione atmosferica per 48 ore consecutive, grazie alla disattivazione degli impianti termici e alla attenuazione della circolazione stradale per il sabato e la domenica. All’incontro hanno preso parte Teresa Orlando, dirigente dell’IIS “Angeloni”, Giovanni Guglielmi, dirigente del Comprensivo 4, Lorenzo De Simone, dirigente del Comprensivo 1, Anna Pezzella, dirigente dell’Istituto Kennedy, Erminia Gnagni, dirigente dell’IIS “Turriziani”, Giulia Pica, collaboratrice del dirigente per il Comprensivo 2, Monica Fontana, dirigente del Comprensivo 3, Franco Palombi, collaboratore del dirigente per il Liceo scientifico “Severi”, Angela Cinelli in rappresentanza della scuola Kambo, Laura Fain (coordinatrice delle attività didattiche) e Suor Marisa Vella della scuola Sant’Agostino, Sabina Nobili e Mario Ritarossi, collaboratori del dirigente dell’IIS “Bragaglia”, Alida Biagi, collaboratrice del dirigente dell’IIS “Volta”, Francesco Raffa, collaboratore del dirigente per l’IIS “Brunelleschi – Da Vinci”, e il direttore del Conservatorio “Refice”, Alberto Giraldi.  Il sindaco Ottaviani, dopo aver fatto il punto della situazione relativamente alla qualità dell’aria nel Comune capoluogo, dove sono state installate ulteriori colonnine per il monitoraggio della stessa, ha proposto ai rappresentanti delle scuole di adottare piccoli accorgimenti contro l’inquinamento, tra i quali lo spegnimento degli impianti di riscaldamento nelle giornate più calde. Del resto, proprio le caldaie e gli impianti termici, sia civili che industriali, sono ritenuti i principali responsabili delle emissioni in atmosfera delle polveri sottili: stando al recente studio dell’Ispra, la voce più “pesante” dell’inquinamento da PM 2,5 è costituita proprio dal riscaldamento, che incide per oltre il 40% delle emissioni. Per questo, tra le altre cose, l’amministrazione Ottaviani ha attivato anche quest’anno il servizio di verifica e controllo degli impianti termici sul territorio comunale nell’ambito del progetto “Calore pulito”, che rientra tra gli interventi di risanamento della qualità dell’aria di cui l’amministrazione è promotrice: sono 650 i controlli già programmati. Il sindaco, Nicola Ottaviani, ha quindi ribadito ai presenti la necessità di organizzare le lezioni secondo lo schema della settimana corta a partire dal prossimo anno scolastico, in un’ottica sperimentale della durata di un anno al fine di apprezzarne e valutarne i risultati. Nel caso del Conservatorio di musica “Refice”, per ragioni didattiche aperto anche per l’intera giornata di sabato, è stata richiesta la pianificazione delle attività su 5 giorni settimanali nei mesi da novembre a marzo, durante i quali la concentrazione delle polveri sottili risulta più alta. Favorevoli i presenti. A tal fine, il sindaco Ottaviani, l’assessore Sementilli, il dirigente comunale del settore dott. Antonio Loreto e la dott.ssa Valeria Saiardi hanno chiesto un quadro generale alle singole scuole, relativo alle provenienze degli studenti, per poter avere più chiara la situazione complessiva e permettere così una più efficace pianificazione anche al servizio di trasporto pubblico del territorio comunale, da illustrare nell’ambito di un futuro incontro con il Cotral. Bisogna considerare, del resto, che ogni giorno, a fronte di circa 50.000 residenti, entrano in città altre 100.000 persone circa, con il relativo carico emissivo (che va unito a quello derivante dalle combustioni degli impianti di riscaldamento) che comporta un notevole innalzamento dei livelli del PM10, sicuramente dannoso per la salute dei cittadini e delle famiglie. Con i dirigenti delle scuole, inoltre, il sindaco Nicola Ottaviani, ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle famiglie e degli studenti nelle scelte riguardanti l’ambiente, adottando comportamenti che favoriscano il risanamento della qualità dell’aria, come l’utilizzo del trasporto pubblico locale, che l’amministrazione comunale ha rinnovato completamente, introducendo nella flotta tutti mezzi euro 5, euro 6, a metano e, dunque, a basso impatto emissivo, diventando, in questo settore, uno dei capoluoghi più all’avanguardia in Italia.

 

5 Febbraio 2019 0

Cus-Cassino; doppio successo nelle gare di cross e marcia dei ragazzi del Cus

Di redazionecassino1
Cross e marcia: doppio successo per il Centro Universitario Sportivo del professor Carmine Calce. Nei giorni scorsi si è svolta a Roma, ippodromo delle Capannelle, a prima prova del: trofeo giovanile di Cross che ha visto partecipare 2 giovani ragazze del Cus Cassino. Si tratta di Palombo Francesca che si è classificata 17a con un tempo di 3’36 su 1000 metri e Angela Fardelli 41a con 3’55. Tra le cadette bei 2km ottima la 16^ posizione della new entry del Cus Cassino, Kasia Mastronicola  con un tempo di 6’43. Nel Challenge Cross corto 3km Assoluto M/F bravissimo il nuovo atleta del Cus Cassino Mattia Tasi 37° con 9’41 seguito del master SM65 Valentino Panaccione 91o con 12’14. Tra le donne bravissima anche Melissa Tasi 25^ con un tempo di 12’28. Per il CDS Assoluto Cross fase regionale ottima la posizione del Cus Cassino che si è posizionato al 4 posto con le allieve nei 4km : Gobbo Roberta – una nuova atleta del Cus – 12a con 15’40, Panzini Giulia Maria 19a con 17’08, Di Meo Serena 20a con 17’33. Ottima anche la gara di 8 km delle Senior Donne, anche loro quarte nella classifica di società, con Francesca Marotta 15a con 29’58, Elisa Vecchio 21^ con 31’18, Fiorella Pittiglio 28^ con 33’24. Contemporaneamente, in Sicilia ai Cds di San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina), l’assoluta marciatrice Anthea Mirabello del Cus Cassino ha ottenuto uno sopitoso secondo posto nella 20 km! “Speriamo – dice il Presidente del Cus Cassino, Carmine Calce – di riuscire a portare queste sue squadre femminili ai Campionati Italiani di società che ci saranno a Torino! Sarà difficile competere con tante squadre molto forti ma già arrivare agli italiani sarà per noi un grande successo”. E poi sempre il presidente del Cus Carmine Calce, nel complimentarsi con Agostino Terranova, Francesca Marotta e Fabrizio Mirabello, annuncia l’evento del 20 febbraio a Cassino. A partire dalle ore 10, all’interno del Campus Folcara, si svolgeranno i campionati regionali studenteschi di cross. Prima partiranno le ragazze e i ragazzi che percorreranno i mille metri, poi sarà la volta dei cadetti e infine gli allievi. Ci sarà anche lo spazio riservato ai diversamente abili. L’appuntamento è per il 20 febbraio al Campus della Folcara. Intanto gli atleti del Cus Cassino in vista dei festeggiamenti di San Benedetto . Quest’anno arricchiti dalla ricorrenza del 75° anniversario della distruzione della città martire – si preparano anche al tour tra le città benedettine per l’accensione della fiaccola che quest’anno i tedofori del Cus accenderanno a Cracovia dal 28 febbraio al 4 marzo. Il presidente del Cus Cassino si dice entusiasta e trapela che altre iniziative importanti potrebbero svolgersi nel corso dell’anno per celebrare anche i 40 anni dell’Università di Cassino. .
2 Gennaio 2019 0

Capodanno con il furto a Frosinone, gli altri stappano e lei ruba nelle borse

Di admin

FROSINONE – È da poco scattata la mezzanotte e mentre gli avventori di un locale del capoluogo stanno festeggiando l’arrivo del nuovo anno, una 45enne, in trasferta da Ancona, ne approfitta e, anziché stappare lo spumante, preferisce aprire e “ripulire” alcune borse di presunte distratte proprietarie.

Una attività che non passa inosservato e proprio una delle vittime segnala l’accaduto, contattando la linea di emergenza 113 della Questura. La nota viene diramata prontamente alle Volanti presenti sul territorio.

All’arrivo dei poliziotti, la donna, accusata di furto, è ancora lì. Alla vista degli agenti mostra un evidente stato di agitazione e disagio. Il bottino trafugato ammonta a 425 euro. Per la donna, con precedenti specifici, scatta l’arresto, con fotosegnalamento  in Questura, presso la Polizia Scientifica.

21 Novembre 2018 0

Intercettati ed inseguiti dai carabinieri fuggono nelle campagne gli autori di un furto in un’abitazione

Di redazionecassino1

CEPRANO – Proseguono senza interruzione  i servizi preventivi attuati da parte del Comando Compagnia di Pontecorvo in tutta la sfera giurisdizionale di competenza al fine di prevenire i reati in genere, con particolare attenzione ai reati predatori  consumati nelle ore serali e principalmente ai danni di abitazioni, oltre che per garantire sempre più maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

Nella serata di ieri durante l’espletamento di un articolato servizio di prevenzione realizzato nei principali snodi e arterie della giurisdizione, i carabinieri della Stazione Carabinieri di Ceprano, intercettavano una vettura A3 S Line con targa tedesca con quattro persone a bordo i quali avevano appena consumato un furto ai danni di un’abitazione del posto. I militari intuivano l’atteggiamento sospetto dei predetti ed effettuavano una veloce inversione di marcia e ne scaturiva un inseguimento. I malviventi al fine di eludere l’inseguimento dei Carabinieri, attuavano pericolose manovre di guida andando a collidere contro un muretto di recinzione. Il tempo di fuga guadagnato con la potentissima auto, consentiva ai malviventi di dileguarsi a piedi nelle campagne limitrofe. I militari accertavano che il veicolo era stato asportato a Bologna il 15 novembre 2018 e a seguito di perquisizione veniva rinvenuto specifico materiale utilizzato per lo scasso (una cesoia  di grosse dimensioni, una mazzuola, due flex con nr. 3 dischi, due 2 piedi di porco, una pinza, sei radioline portatili, varie punte di trapanano modificate, una chiave inglese due borsoni, due 2 zainetti e tre 3 paia di guanti).

Il veicolo e il materiale veniva sottoposto veniva sottoposto a sequestro per il prosieguo dell’attività investigativa.

Si ribadisce ai cittadini l’importanza della collaborazione segnalando in tempi celeri la presenza  di persone o autoveicoli sospetti che stazionano nelle vicinanze delle loro abitazioni.

 

26 Ottobre 2018 0

Razzie nelle scuole del Cassinate, colpiti i plessi di San Giorgio, S. Andrea, Vallemaio e Sant’Apollinare

Di admin

CASSINO – Notte di razzie nelle scuole del Cassinate. Ad essere presi di mira sono stati i plessi dei centri della Valle dei Santi dove in poche ore, probabilmente gli stessi individui, hanno fatto irruzione negli istituti comprensivi di San Giorgio, Sant’Andrea, Vallemaio e Sant’Apollinare.

Oltre ai danni alle strutture per entrare, i malviventi sono riusciti a portare via alcuni computer, ben 4 nella scuola media ed elementare di Sant’Apollinare oltre a due lavagne interattive. A Sant’Andrea, invece, non sono riusciti a portar via nulla ma hanno arrecato danni e ad alcuni impianti. Ad indagare sono i carabinieri di Cassino per gli episodi di Sant’Andrea e Sant’Apollinare e quelli di Pontecorvo per l’incursione nella scuola di San Giorgio a Liri e Vallemaio. In tutti e quattro i casi le scuole sono rimaste chiuse.

Ermanno Amedei

7 Agosto 2018 0

Giullari in Borgo a Vico nel Lazio, spettacoli nelle 4 piazze del comune

Di admin

VICO NEL LAZIO – “Sabato 11 e domenica 12 agosto dalle 18.30 fino a tarda notte, a Vico nel Lazio (Fr) si terrà la 7^ edizione di Giullari in Borgo! una manifestazione che ha il pregio di far convivere diverse arti espressive, TUTTO IN UNA VIBRAZIONE POSITIVA DI FESTA E DI ALLEGRIA! l’idea dell’Associazione Mani-Slegate è quella di trasformare il paese in un enorme palcoscenico all’aperto! Tra le mura dell’antico borgo medioevale si terrà un festival buskers unico nel suo genere!”

Lo si legge in una nota del comune di Vico nel Lazio.

“Nelle 4 piazze si alterneranno spettacoli unici! Ci saranno band di ogni genere,dagli Skasso passando per le soronità di EMILIO STELLA e BAND,la Old Jazz Orchestra fino ad arrivare alla “Marlon Banda Show”! Ad aprire il festival ci sarà una parata con tutti gli artisti impegnati nello spettacolo,il secondo giorno non poteva mancare la banda marciante della Murga Romana de ” LOS ADOQUINES DE SPARTACO” in un esplosione di colori e percussioni che inonderanno ogni vicolo e piazza di VICO NEL LAZIO! Ovviamente non mancheranno gli spettacoli circensi: clown, equilibristi, giocolieri, mimi, acrobati, fuochisti e molto altro ancora! Durante il festival dal 5 agosto al 15 dello stesso mese ci sarà allestita una mostra d’arte contemporanea, nelle suggestive location del borgo Ernico realizzata da David Pompili. 6 ore di spettacolo (al giorno) gratuiti assolutamente da non perdere! I ragazzi dell’associazione ManiSlegate sono pronti ad offrirvi due serate indimenticabili! Un evento che ogni anno richiama migliaia di persone nel circo sotto le stelle di Vico nel Lazio classificando Giullari in Borgo come uno degli eventi più importanti dell’estate ciociara e fiore all’occhiello degli eventi organizzati dall’associazione ManiSlegate, un associazione no profit composta da ragazzi di Vico che con orgoglio organizzano da sei anni questo evento con il solo scopo di far conoscere il proprio paese e arricchirlo culturalmente. In ogni piazza ci saranno degli stand gastronomici inoltre Sarà garantito il servizio parcheggio gratuito”.

21 Giugno 2018 0

Orto “stupefacente” nelle campagne di Cassino, arrestati moglie e marito che coltivavano marijuana

Di admin

CASSINO – Un orto “stupefacente”, nascosto nelle campagne di Cassino, è stato individuato dagli agenti del commissariato cittadino. Ad arrivare alla coltivazione segreta sono stati gli uomini del vice questore Raffaele Mascia il quale ha ufficialmente assunto la direzione del commissariato cassinate.

Nel corso di indagini gli agenti hanno seguito con discrezione una giovani coppia che, attrezzati di un grosso borsone a spalla vuoto, si sono diretti in una zona di periferia addentrandosi nella campagna fino ad arrivare nei pressi di un capannone per il deposito di fieno e ad un container occultato da un telo di plastica. I due, una volta all’interno, ne sono usciti con alcune piante di marijuana che hanno iniziato a recidere con le forbici per prenderne le infiorescenze.

I poliziotti sono quindi intervenuti perquisiscono il container e trovando una vera e propria fabbrica adibita alla produzione di droga, con cella frigorifera, impianto di aerazione, termosifone elettrico, fertilizzante, bustine per il confezionamento, bilancino e più di 610 grammi di infiorescenze.

Rinvenute anche pistola simulacro marca Kimar senza tappo rosso e fucile a canne mozze, risultato rubato in Campania. Perquisita anche l’abitazione dei coniugi dove è stata rinvenuta altra marijuana.

Per i due, 28 anni lui, 29 lei, è scattato l’arresto e dovranno rispondere di produzione di sostanze stupefacenti, porto abusivo di armi alterate e ricettazione, in concorso.

23 Maggio 2018 0

Niente pulizia nelle scuole di Cassino, genitori ed insegnanti ogni mattina, a turno, puliscono le aule

Di redazionecassino1

CASSINO – Una situazione che si protrae da troppo tempo nelle scuole di Cassino e che investe l’intera provincia. Da mesi i lavoratori delle ditte che hanno l’appalto della pulizia delle aule scolastiche e che dal giugno del 2017 lottano per il pagamento degli stipendi arretrati, hanno incrociato le braccia e non forniscono più il servizio. Conseguenza le aule restano sporche e gli insegnanti con i genitori, a turno, costretti ad imbracciare scopa, secchio e straccio e pulirle prima dell’inizio delle lezioni. Una situazione che va avanti da molto tempo e che potrebbe diventare molto seria in termini di salute per gli studenti. ma non basta, perchè i genitori si sono organizzati per la pulizia dei bagni delle scuole, il sabato pomeriggio. Alcuni degli alunni nei mesi scorsi, per questa grave carenza hanno contratto infezioni serie.

Una situazione che rischia di diventare esplosiva sotto l’aspetto igienico in queste ultime settimane dell’anno scolastico, specie con l’arrivo delle giornate più calde. Alcuni genitori dei plessi scolastici del centro di Cassino si sono rivolti ai Dirigenti scolastici per denunciare la situazione senza, però, trovare risposte adeguate.

“Noi come genitori e lavoratori – ci spiega una mamma – comprendiamo il disagio dei lavoratori e delle lavoratrici che da mesi non ricevono lo stipendio e giustamente manifestano, ma siamo preoccupate anche per la salute dei nostri figli. Del resto non possiamo tutte le mattine, insieme agli insegnati, sostituirci a chi deve svolgere il servizio di pulizia, anche noi dobbiamo andare al lavoro”.

Una situazione che riflette un disagio generale e rischia di trasformarsi in una lotta fra poveri, ma soprattutto in una grave interruzione di un pubblico servizio che può essere pericoloso e potrebbe avere conseguenze igienico-sanitarie ben più serie nei ragazzi.

Un problema che va risolto nel più breve tempo anche se l’anno scolastico è ormai quasi al termine, per non trovarsi, all’inizio del prossimo nella situazione attuale.

F. Pensabene

 

10 Maggio 2018 0

Sopralluogo nella Rocca Janula, torre a rischio crollo: interdetta vasta area

Di admin

CASSINO – Sopralluogo dei vigili del fuoco e dei tecnici comunali nella Rocca Janula di Cassino. La vecchia fortezza è stata oggetto di verifica e, in particolare, attenzionati sono stati i resti della torre che richiedevano già da tempo lavori di consolidamento.

L’intervento, però, non è stato ancora effettuato e, per questo, è stata confermata l’interdizione ad accedervi. Inoltre è stata anche interdetta l’area che potrebbero essere interessate da eventuali e non auspicati crolli della torre stessa.

Il problema è che il perimetro descritto ruota intorno al manufatto ritenuto non consolidato per un raggio pari all’altezza della torre stessa, ossia, poco più di 16 metri. Dell’area interna alla Rocca Janula, poco o nulla resterà di fruibile. Un vero peccato soprattutto in vista dell’estate. Nella bella stagione, infatti, il vecchio forte è scenario di suggestive iniziative. Lo sarà ancora? Al momento l’area resta chiusa in attesa di una decisione.

foto web