Tag: provincia

9 Aprile 2019 0

Cassino, report “reati spia” femminicidio in provincia, la Polizia lo presenta alla Folcara

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Nella mattinata di ieri, presso l’aula magna del Palazzo degli Studi del Campus Folcara – Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – è stato presentato un report sui “reati spia” del femminicidio in provincia di Frosinone, anno 2019.

Un importante lavoro nato dall’impegno di SOS Donna Sportello Telematico e Centro di Ascolto, in collaborazione  con A.I.P.E.S. Sora ed il Laboratorio di Ricerca Sociale Unicas, con il contributo della Prefettura, nonché della Questura di Frosinone, rappresentata per l’occasione dal Direttore Tecnico Superiore Psicologo dr. Cristina Pagliarosi.

L’esperta della Polizia di Stato, sempre in prima linea nelle scuole per prevenire e contrastare ogni forma di comportamento deviante, ha evidenziato l’importanza di un tempestivo intervento educativo affinché concretamente ci si possa prefiggere di raggiungere un abbassamento o addirittura un annullamento dei reati persecutori nel mondo femminile

“Il bambino si rispecchia nei genitori e crea la mappa di sé per cui – prosegue la dr.ssa Pagliarosi – bisogna creare nuove modalità di relazioni,  partendo dalla famiglia per poi intrecciarsi trasversalmente nelle diverse stratificazioni sociali”.

8 Aprile 2019 0

Controlli a tappeto della Polstrada in tutta la provincia

Di redazionecassino1

FROSINONE – Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere da parte della Polizia Stradale di Frosinone, con un accento alle violazioni del Codice della Strada in materia di assicurazioni,  sulla scorta delle direttive impartite dal Questore di Frosinone in sede di tavolo tecnico tenutosi il 5 aprile scorso.

Infatti nel  decorso fine  settimana, gli operatori della Polizia Stradale  hanno contestato ad un pullman di linea adibito a scuolabus, di proprietà di un comune ad est della ciociaria,  l’art.193 c.d.s. cioè la mancanza della prevista copertura assicurativa da oltre due anni, con conseguente sequestro del mezzo.

Inoltre nell’ambito del servizio  “strage del sabato sera”, sempre gli operatori della Polizia Stradale, hanno elevato n°7 contesti contravvenzionali ai sensi dell’art.186 C.d.S., relativi alla guida in stato di ebbrezza alcoolica, con contestuale ritiro delle patenti di guida e denuncia all’A.G.

2 Aprile 2019 0

Controlli in provincia della Polizia di Stato, quattro persone denunciate

Di redazionecassino1

CASSINO – Controlli costanti della Polizia di Stato in provincia prevenire e contrastare in maniera sempre più efficace le varie forme di illegalità, in sinergia con la Questura  i Commissariati e le Specialità – Ferroviaria, Postale, Stradale – .

Nel corso dell’attività, in 31 posti di controlli, sono state identificate circa 500 persone, con la verifica della regolarità di 382 veicoli, mentre 69 sono state le contravvenzioni elevate al Codice della Strada.

Due automobilisti, in particolare, sono stati denunciati dalla Stradale in quanto responsabili, rispettivamente, di guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di stupefacenti.

A Cassino, invece, personale del Commissariato cittadino ha deferito all’Autorità Giudiziaria per appropriazione indebita in concorso due persone.

Infine, l’Ufficio Immigrazione della Questura ha coordinato l’attività per l’espulsione di un cittadino egiziano; l’uomo non era in possesso del permesso di soggiorno, nonché   ritenuto socialmente pericoloso per le sue attività delittuose.

foto di repertorio

12 Marzo 2019 0

Frosinone, la Commissione Europea riconosce la Provincia indenne da tbc bovina e bufalina

Di redazionecassino1

FROSINONE – Dopo continui e approfonditi controlli del Servizio Veterinario aziendale, la nostra Provincia è stata riconosciuta dalla Commissione Europea “Territorio Ufficialmente Indenne” dalla Tubercolosi Bovina e Bufalina. Gli allevamenti di Frosinone si aggiungono così a quelli di Rieti e Viterbo nella lista certificata dall’Unione Europea.

L’approvazione è arrivata dopo la presentazione alla Commissione di documenti comprovanti l’esistenza, nel nostro territorio, delle condizioni previste dalla direttiva 64/432/CEE: tra queste, che tutti i bovini sono esenti da manifestazioni chimiche di tubercolosi e che nessuno di essi, in occasione del trasporto, è entrato in contatto con bovini provenienti da allevamenti non ufficialmente indenni.

La qualifica è stata attribuita con la Decisione di Esecuzione 2018/1983 di fine 2018, successivamente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. In precedenza la nostra Provincia è stata riconosciuta anche indenne da Brucellosi Bovina e Ovicaprina, oltre che da Leucosi, tutte patologie trasmissibili all’uomo.

L’Ufficiale Indennità degli allevamenti alla tubercolosi bovina e bufalina rappresentava l’obiettivo da raggiungere per i Servizi Veterinari e in particolare del Direttore Generale, che ha investito risorse per raggiungere tale risultato.

Ora il riconoscimento di Ufficiale Indennità da parte della Commissione Europea valorizza il patrimonio bovino e bufalino, oltre a quello dei prodotti derivati quali la carne, il latte e, soprattutto, la mozzarella di bufala, che sta conquistando ampie fette di mercato extraeuropee in Paesi come Russia, Argentina, Brasile, Cina.

26 Febbraio 2019 0

Polizia, controlli in provincia, due denunce e quattro espulsioni

Di redazionecassino1

FROSINONE – Non solo ordine pubblico in questo fine settimana, per una delle partite di cartello – Frosinone vs Roma –   disputatasi sabato sera  al  ”Benito Stirpe”, ma, come disposto dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, sono stati intensificati anche   i servizi di controllo del territorio,   con le Volanti della Questura e dei Commissariati di Cassino, Sora e Fiuggi impegnate nella prevenzione e nel  contrasto dei reati.

Nel capoluogo la Squadra Volante ha denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale un 24enne gambiano, mentre nella Città Martire gli agenti del Commissariato hanno denunciato per molestie sessuali un giovane nigeriano.

Le maggiori arterie viarie della provincia, compresa la rete autostradale ricadente nel territorio frusinate, sono state invece pattugliate dagli uomini della Polizia Stradale per offrire maggiore sicurezza  e contestare sanzioni agli automobilisti che non rispettano le regole.

Personale Polfer in servizio presso le stazioni di Frosinone  e di Cassino ha  identificato viaggiatori ed effettuato specifici controlli lungo la linea ferroviaria di propria pertinenza, mentre gli “specialisti” della Polizia Postale sono sempre in prima linea nel contrasto dei reati informatici.

Il bilancio della Polizia di Stato in questo fine settimana: oltre 1000 le persone identificate, 837 i veicoli controllati, mentre sono  105 le contravvenzioni comminate per violazioni al Codice della Strada.

Inoltre, l’Ufficio Immigrazione della Questura, nella costante attività di monitoraggio degli “irregolari”, ha coordinato l’attività per l’espulsione di 4 cittadini stranieri e l’allontanamento di  due romeni.

 

14 Dicembre 2018 0

Incendio al Tmb Salario, il presidente della provincia di Frosinone dice no ai rifiuti di Roma

Di admin

FROSINONE – “Purtroppo è una situazione già vissuta, che chiama in causa direttamente le mancanze dell’Amministrazione comunale di Roma. La Capitale d’Italia, simbolo del nostro Paese, non può non essere in  grado di gestire un servizio fondamentale per i cittadini come la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Non è più concepibile che si continui a rinviare una soluzione e si faccia sempre affidamento alle capacità altrui”.

E’ quanto dichiara in una nota il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. L’incendio che martedì ha distrutto il TMB Salario a Roma, l’impianto che trattava i rifiuti della Capitale ha aperto alla necessità di cercare soprattutto nei terrirori circostanti impianti in cui smaltire i rifiuti di Roma in attesa di trovare una soluzione definitiva con un nuovo impianto.

“Roma – dice Pompeo nella nota – sta dimostrando di non avere nessuna strategia sullo smaltimento dei rifiuti, appoggiandosi sempre agli impianti di altri territori. Una strada che non può essere percorsa all’infinito e che, come già annunciato dalla sindaca, produrrà anche degli aumenti sulla Tari per i contribuenti capitolini”.

“Tra l’altro la Provincia di Frosinone è fortemente impegnata sul potenziamento della raccolta differenziata, sia con risorse per i servizi e le strutture ai Comuni, sia con una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini, “Save Ciociaria”. Stiamo lavorando da tempo e per tempo per non soffrire quello che sta vivendo Roma e questa situazione può mettere in difficoltà anche chi comunque ha un sistema che funziona. In sede di confronto con la Regione Lazio, per l’aggiornamento del Piano dei Rifiuti, chiederemo espressamente e con forza il rispetto del principio dell’autosufficienza dei territori, non solo a tutela dei nostri cittadini, ma anche perché Il tempo degli slogan è finito. Roma faccia il suo dovere, come lo stanno facendo le Province del Lazio”.

21 Novembre 2018 0

Blitz dei Carabinieri negli Istituti scolastici della provincia contro la ‘dispersione scolastica’

Di redazionecassino1

Nella giornata di ieri, i militari dipendenti dei Comandi Compagnia Carabinieri di Frosinone, Alatri, Anagni, Cassino Pontecorvo e Sora , su disposizione del  Superiore Comando Provinciale hanno eseguito,  nelle rispettive  sfere giurisdizionali di competenza, un’ attività di controllo presso gli istituti  scolatici “primari e secondari”, al fine di verificare casi di inadempienza degli obblighi scolastici che possano, in qualche modo,  poi portare alla diffusione del cosiddetto fenomeno della “Dispersione Scolastica”. Tale fenomeno, considerato  un vero  problema sociale, non ha ripercussioni immediate solo sul percorso formativo dello studente ma influenza anche l’evoluzione delle sue condizioni di vita future, in quanto coloro che conseguono bassi livelli di scolarizzazione sono molto spesso destinati a percorsi lavorativi instabili ed irregolari e si espongono  purtroppo a maggiori rischi di  esclusione sociale, devianza o peggio ad essere vittime di illegalità”.

L’obbligo dell’Istruzione scolastica quindi, sancito dall’art. 34 della Costituzione, qualora disatteso,  causa inevitabili  riflessi di natura sociale che,  è sempre  da monitorare ed,  eventuali casi di non rispetto degli obblighi scolastici  sono sempre da  segnalare   ai competenti servizi sociali, al fine di evitare che sfocino in maniera allarmante nella “Dispersione Scolastica “, il cui processo complesso si struttura nel tempo  attraverso il ripetersi e/o il sommarsi di diversi fenomeni che vanno letti come indicatori di rischio sui quali attivare attenzione ed ascolto, tra cui vanno ricordati: i frequenti trasferimenti e cambiamenti di sede, i ritardi, le assenze ripetute e la frequenza irregolare, le difficoltà di adattamento alle regole, alle richieste e agli orari dell’istituzione scolastica, le difficoltà di relazione dei ragazzi con i pari e con gli insegnanti, le difficoltà di collaborazione con le famiglie, la scarsa partecipazione, il disinteresse, la bassa motivazione dei ragazzi in classe, le difficoltà d’apprendimento, il basso rendimento, l’accumulo di insuccessi,  le bocciature e l’eventuale  disomogeneità anagrafica coi pari.

A seguito dell’attività effettuata in tutta la Provincia è emerso che, seppur non sono accertate percentuali e situazioni allarmanti di inadempienza degli obblighi scolastici, sono stati però  rilevati i sottonotati casi, per i quali i rispettivi Dirigenti scolastici hanno già avviato l’iter burocratico previsto dalla normativa, interessando i compenti servizi sociali:

a)nel territorio del Comando Compagnia CC di Cassino:

–          in San Vittore del Lazio, un alunno  italiano di 6 anni,  regolarmente iscritto  presso la  locale Scuola Primaria, avendo superato il limite consentito di assenze;

–          in Cassino, un’ alunna italiana di 11 anni, regolarmente iscritta presso la Scuola Secondaria di primo grado “G. CONTE”, avendo superato il limite consentito di assenze;

–          in Cassino, 6 alunni : 5 (cinque)  italiani (due di 13 anni ed i restanti tre di 12 anni) ed 1 di nazionalità filippina ( di anni 13), tutti regolarmente iscritti  presso la Scuola Secondaria di primo grado “GAETANO DI BIASIO” , avendo superato il limite consentito di assenze;

b)nel territorio del Comando Compagnia di Pontecorvo:

–          in Aquino, un alunno italiano  di 11 anni poiché, pur regolarmente iscritto presso la locale Scuola Secondaria di primo grado, non ha mai ottemperato all’obbligo della frequenza dall’inizio  dell’anno scolastico;

c)nel territorio del Comando Compagnia di Frosinone;

–          in Frosinone,  5 alunni  di( due italiani di anni 13, due di  anni 13 e di nazionalità russa , uno di anni 14 di nazionalità rumena), regolarmente iscritti presso la Scuola Secondaria di primo grado “ Luigi Pietrobono” poiché, seppur tutti regolarmente iscritti,  non hanno mai ottemperato all’obbligo della frequenza dall’inizio  dell’anno scolastico;

–          in Frosinone, un alunno italiano di 8 anni iscritto presso la Scuola Primaria “Giuseppe Verdi” poiché, seppur regolarmente iscritto,  non ha mai ottemperato all’obbligo della frequenza dall’inizio  dell’anno scolastico;

Per i casi suddetti, sono ora in corso di valutazione , le eventuali  responsabilità dei genitori degli alunni, esercenti la patria potestà, i quali potranno rispondere della violazione di cui all’art. 731 c.p. (Inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare dei minori)

foto di repertorio

13 Ottobre 2018 0

Furti di armi in provincia di Frosinone, rinvenuti 5 fucili: un arresto e due denunce

Di admin

ALATRI – Al termine di una indagine i carabinieri di Alatri comandata dal Maggiore Gabriele Argirò hanno arrestato una persona di Castelliri in quanto ritenuto responsabile del reato di porto e detenzione illegale di armi e munizioni nonché del reato di ricettazione. L’uomo aveva nelle sue disponibilità 5 fucili e diverso munizionamento provento di diversi furti verificatisi nella provincia di Frosinone. Nel corso dell’operazione sono stati denunciati per il reato di furto altre 2 persone di Alatri. I dettagli dell’indagine saranno divulgati in seguito alla conferenza stampa prevista stamattina presso il Comando Provinciale di Frosinone.

Foto repertorio

15 Agosto 2018 0

Terremoto, scossa di magnitudo 4.7 in provincia di Campobasso

Di admin

CAMPOBASSO – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata poco prima della mezzanotte con epicentro a Campobasso.

A seguito dell’evento sismico registrato dai sismograafi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle ore 23.48 del 14 agosto con magnitudo ML 4.7, sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. L’evento sismico – con epicentro localizzato nel Comune di Montecifone in provincia di Campobasso – risulta avvertito dalla popolazione. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose.

11 Giugno 2018 0

Elezioni 2018, i sindaci eletti in provincia di Frosinone

Di admin

PROVINCIA DI FROSINONE – Ad Amaseno il sindaco eletto è Antonio Como ad Aquino il sindaco uscente Libero Mazzaroppi ha ottenuto la riconferma, così come Renato rea ad Arpino.

Ad Atina è stato eletto sindaco Adolfo Valente, Enzo Perciballi a Boville Ernica, mentre Gianni Taurisano è il sindaco di Filettino e Alioska Baccarini è sindaco a Fiuggi.

A Pico l’ha spuntata Ornella Carnevale, mentre a Pignataro Interamna vince Benedetto Murro e a Serrone Giancarlo Proietto. A Torrice il sindaco si chiama Mauro Assalti, Luigi Rossi a Villa Latina e Antonio Iannarelli a Villa Santa Lucia.

Ad Anagni, le poche schede scrutinate danno il ballottaggio (provvisorio) tra Daniele Natalia e Daniele Tasca. A Ferentino, Antonio Pompeo viaggia verso la riconferma al primo turno.

Ermanno Amedei

(fonte Ministero dell’Interno ore 7.48)