Tag: raffica

10 Ottobre 2019 0

Raffica di rapine con tentato omicidio, tre arresti a Palestrina

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PALESTRINA – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri di Palestrina per rapine e tentato omicidio. Sono stati gli stessi Carabinieri della Compagnia di Palestrina ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Tivoli, Mario Parisi, nei confronti di C.A., P.A. e S.M. per tentata rapina, rapina, tentato omicidio, detenzione e porto di arma.

Tutta l,’indagine è stata cordinata dalla Procura di Tivoli diretta da Francesco Menditto.

I fatti risalgono allo scorso 11 settembre, quando nelle prime ore della mattinata, in stretta successione, si verificavano tre episodi di rapina a mano armata nei confronti di tre distinti esercizi commerciali, il bar “Romano” in via Casilina a Roma, il bar “Area 51” in via Proust a San Cesareo (RM) e la Sala Slot “Belvedere” in via Maremmana a San Cesareo (RM).

La ricostruzione degli eventi a seguito della minuziosa e tempestiva attività d’indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Palestrina, sotto la direzione del P.M. di turno della Procura di Tivoli, ha consentito di documentare nel dettaglio quanto accaduto.

La prima tentata rapina è stata messa a segno presso il bar “Romano” in via Casilina a Roma. Nonostante l’esplosione di un colpo d’arma da fuoco a scopo intimidatorio da parte di uno dei rapinatori, a causa della resistenza opposta da un impiegato e della difficoltà di accesso alla cassa, la rapina non è riuscita.

Poco dopo i tre indagati consumavano una rapina lungo la via Casilina, presso il bar “Area 51” in via Proust a San Cesareo (RM) ove, riscontrata l’assenza di denaro all’interno della cassa, uno di loro, previa minaccia della pistola si faceva consegnare il denaro prelevato dal portafogli personale di un impiegato.

In seguito i tre si recavano presso la poco distante Sala Slot “Belvedere”, in via Maremmana a San Cesareo (RM) ove, come documentato anche dall’impianto di videosorveglianza, uno di loro, con il volto travisato da una sciarpa e con la pistola in pugno, si introduceva all’interno dell’esercizio commerciale minacciando il cassiere per farsi consegnare il denaro contenuto nella cassa. Un impiegato addetto alla sicurezza, nel tentativo di sventare la rapina in corso, colpiva con uno sgabello il rapinatore che esplodeva due colpi d’arma da fuoco al suo indirizzo attingendolo all’inguine. Il rapinatore, impossessatosi di 2500 euro, è scappato dal locale e ad attenderlo, a bordo di un’autovettura, vi erano i suoi due complici unitamente ai quali si dava alla fuga facendo perdere le proprie tracce.

Nel corso dell’operazione, durante una perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno rinvenuto presso l’abitazione di uno degli arrestati (S.M.) una pistola semiautomatica calibro 7.65 con matricola abrasa, compatibile per calibro e tipologia con l’arma utilizzata nelle azioni delittuose.

Il Gip del Tribunale di Tivoli, che ha provveduto sulla richiesta della Procura con grandissima celerità, sottolinea che “il quadro indiziario a carico degli indagati è solidissimo  …articolato sulla scorta di un bagaglio investigativo che ha rapidamente assunto tratti di indiscutibile e stringente attitudine probatoria e incriminante”.

Aggiunge il gip “la pervicace spregiudicatezza operativa… la disponibilità di armi e l’inclinazione a farne disinvolto impiego contro le persone, l’abitudine all’assunzione di alcool e di droghe… strutturano un contesto in cui campeggia e spicca l’accentuata pericolosità degli indagati. Costoro sono ben disposti all’aggressione e all’uso di armi pur di soddisfare il loro contingente bisogno economico…”

19 Febbraio 2018 0

Raffica di furti durante la partita Frosinone-Ascoli, arrestato 26enne

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – Pensando che le forze dell’ordine fossero impegnate per la partita di calcio tra Frosinone e Ascoli un 26enne di Frosinone ha pensato bene di evadere dagli arresti domiciliari per andare a rubare in tre appartamenti del centro.

Per sua sfortuna, nell’ultimo casa arraffa gli orecchini alla proprietaria che lo coglie sul fatto e lancia l’allarme al 113.

Le indicazione raccolte hanno permesso di individuare subito il “nascondiglio” dove l’uomo si era rifugiato, proprio nella zona di Selva Piana, vicino alla struttura sportiva e più specificatamente nel noto “Casermone”, già oggetto di diverse operazioni di Polizia Giudiziaria.

In pochissimi minuti, Squadra Mobile e Squadra Volante, con l’ausilio della Polizia Stradale e del Reparto Mobile di Roma – a Frosinone per la partita di calcio – , circondano  l’edificio:  l’uomo è stato bloccato ed arrestato.

E’ un 26enne con precedenti di polizia. Gli inquirenti erano sulle sue tracce già da qualche giorno, anche per altri colpi messi a segno in città.

Lo stesso, nella serata precedente, era riuscito a fuggire alla cattura, scavalcando alcuni recinzioni.

14 Gennaio 2017 0

Neve e ghiaccio nel frusinate, raffica di incidenti stradali

Di Ermanno Amedei

Frosinone – Una raffica di incidenti sono avvenuti da ieri sera nel frusinate a causa della neve che è caduta in poco tempo. Neve che si è subito ghiacciata.

Pochi centimetri che si sono depositati anche sulle strade e  in poco tempo sono iniziati i disagi alla circolazione stradale. Almeno sei gli incidenti causati tra Frosinone e Fiuggi.

Sinistri che, danni a parte, hanno causato ferite non gravi. L’ultimo, questa mattina sulla via Anticolana a Fiuggi, all’uscita della galleria dove un automobilista ha riportato un trauma facciale.

Ermanno Amedei 

5 Gennaio 2017 0

Raffica di camion ribaltati e strade chiuse. Super lavoro per le autogru

Di Ermanno Amedei

Latina – Tre camion si sono ribaltati a poche ore di distanza a Pontinia,  Terracina e Cori.

In tutte e tre le circostanze i conducenti dei mezzi pesanti se la sono cavata con ferite lievi ma le strade sono state chiuse al traffico per permettere la rimozione del materiale finito sulla strada.

Il primo incidente è avvenuto nel primissimo pomeriggio sulla via Appia nel comune di Pontinia. Camion che trasportava concime, si è adagiato prima su un fianco per poi ribaltarsi completamente. Per rimuovre ii rottami è stato necessario far intervenire l’autogru dei vigili del fuoco oltre alla squadra di Aprilia.

Poco dopo un altro camion si è ribaltato a Prossedi sulla strada a scorrimento veloce Prossedi – Terracina. In questo caso oltre alla squadra dei vigili del fuoco di Terracina è dovuta intervenure l’autogru da Frosinone.

L’ultimo incidente si è verificato a Cori ed sul posto è dovuta intervenire l’autogru di Roma. In questo caso le operazioni di travaso continueranno fino a notte inoltrata e la strada rimarrà chiusa fino ad allora.

2 Giugno 2010 0

Scippi a raffica in centro, la polizia arresta l’autore

Di Comunicato Stampa

Rapinatore e scippatore arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Cassino. Si tratta di D.P.S. 24 anni di Cassino che ieri pomeriggio, a distanza di poche ore, ha rapinato un 29enne e scippato un 87enne. Il primo episodio è avvenuto poco prima delle 17 quando l’anziano è stato scippato in pieno centro. Poco dopo, lo stesso giovane avrebbe aggredito un 29enne strappandogli borsello e l’orologio di marca. In questo caso è stata prontamente allertata la polizia che, in pochi minuti, ha individuato il ladro. Il giovane si era rifugiato in una tabaccheria dove gli agenti lo hanno trovato ed arerstato dato che lo stesso avrebbe confessato entrambi i furti. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

19 Gennaio 2010 0

Suicidi a raffica in carcere, tre tentativi ed un morto in 20 giorni

Di Comunicato Stampa

Il super carcere di Sulmona (Aq) è in piena bufera. Dall’inizio dell’anno, appena 19 giorni, un detenuto si è suicidato, altri due hanno tentato di farlo e un terzo, ieri si stava lasciando morire dui fame. I detenuti, ma non solo loro, lamentano un sovraffollamento dell’istitutop di pena che va ben al di là dell’umanamente accettabile. a protestare è anche il pesonale dipendente della polizia penitenziaria. Il fenimeno dei sucidi o dei tentati suicidi non sono nuovi ma hanno assunto, nell’ultimo periodo, numeri preoccupanti. Ieri, gli agenti della scorta impegnati nel trasferimento di un detenuto 30enne di Roma che da Sulmona doveva essere portato al carcere di Lanciano (Ch), hanno dovuto cambiare percorso e tornare al pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona. Il 30enne, infatti, rischiava l’arresto cardiocircolatorio.

15 Gennaio 2010 0

Sicurezza sul lavoro, controlli a raffica nei cantieri

Di Comunicato Stampa

Nelle ultime 24 ore gli uomini dell’Arma e dello speciale Nucleo Carabinieri Ispettorato Lavoro di Isernia a seguito dei controlli di attività in alcuni centri dell’alta Valle del Volturno, hanno sospeso come prescritto dal Testo Unico n.81 del 2008, l’attività di due imprese del settore edilizio, ove peraltro è stata riscontrata la presenza di lavoratori in nero non regolarizzati secondo le normativa sulle assunzioni e di conseguenza scoperti sotto il profilo assicurativo e di tutela in caso di sinistri. A dover sospendere l’attività, due ditte, una della provincia di Napoli ed una impresa di Roma, alle quali sono state anche irrogate complessivamente maxisanzioni depenalizzate per Euro 21.500. Il titolare della ditta laziale e quello di una impresa locale, sono stati anche segnalati invece in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Isernia per due infrazioni di natura penale previste dal Decretoi Legislativo suddetto, in particolare per non aver protetto alcune aperture per evitare cadute e per aver fatto utilizzare dai propri dipendenti in un cantiere una macchina utensile senza che fosse stata messa a norma a tutela degli stessi lavoratori che la utilizzavano.

7 Gennaio 2010 0

Crisi del commercio, raffica di chiusure dei negozi

Di Comunicato Stampa

“Il commercio in provincia di Frosinone è in affanno e le attività cominciano a chiudere battenti”, a sostenerlo è Florindo Buffardi vice Presidente della Conf Commercio di Frosinone. “I saldi, vanno bene, e stanno consentendo ai commercianti di svuotare i magazzini rimasti pieni a causa della crisi. Quello che ci chiediamo è cosa accadrà dopo i saldi dato che siamo una categoria lasciata all’abbandono. Non abbiamo alcun tipo di agevolazione nonostante avessimo chiesto la riduzione delle nostre tasse o la detassazione della 13esima mensilità per dare maggiore liquidità ai consumatori e incentivare gli acquisti. Appelli – continua Buffardi – rimasti inascoltati. Una situazione che ha prodiotto, nei primi nove mesi del 2009 la chiusura di ben 480 attività commerciali. Un numero che rappresenta circa il 18 % in più rispetto allo stesso periodo del 2008. Le cose nelle altre province non vanno meglio. A Latina, infatti, sono cessate 650 attività e nell’intera Regione Lazio circa 6500 commercianti hanno abbassato le saracinesche per sempre”.

11 Dicembre 2009 0

Raffica di furti, i ladri riescono a dileguarsi con auto potenti

Di Comunicato Stampa

Continuano i raid notturni dei ladri nella zona di Lanciano (Ch). Intervallate, tra una notte e l’altra, gruppi sempre meglio organizzati di ladri, certamente provenienti da zone della Campania, imperversano in case e attività commerciali. Il copione dei loro blitz sembra ormai consolidato e si basa l’utilizzo di automobili di grossa cilindrata per assicurarsi la fuga. Rubano le auto, spesso potenti Audi, ma anche Porche, e approfittando delle prime ore di sonno della gente, quelle più pesanti, si introducono nelle case e fanno man bassa di soldi ed oggetti preziosi. Atteggiamenti quasi sfacciati dato che riescono a colpire più volte, nel corso della stessa notte, anche nelle stesse zone. Poi, quando scatta l’allarme e arrivano le forze dell’ordine fuggono con le loro potenti vetture seminado quelle dei loro inseguitori. Per questo si sono intensificati, nell’ultimo periodo, i controlli sulle strade da parte di polizia, carabinieri e guardia di finanza. Le forze in campo però sono quelle che sono e il territorio è vasto, per cui è indispensabile la collaborazione della gente nel segnalare ogni fatto sospetto ai numeri di pronto intervento.

21 Novembre 2009 0

Furti a raffica nel lancianese

Di Comunicato Stampa

Una raffica di rapine, senza precedenti, sta interessando l’hinterland di Lanciano (Ch) . La scorsa notte sono state assaltate, mentre i proprietari dormivano all’interno, altre 5 abitazioni tutte in prossimità del quartiere Santa Rita. Le modalità sembrano essere sempre le stesse che, nelle passate notti, hanno interessato altre zone di Lanciano e altri comuni adiacenti. Nel giro di pochi giorni, o meglio, di pocjhe notti, sarebbero oltre 15 i colpi messi a segno. Inevitabile pensare ad una squadra di topi d’appartamento ben organizzata e preparata. Entrano di notte da porte o finestre e fanno razzie di computer, auto e suppellettili di valore.