Tag: scuole

14 Marzo 2019 0

Frosinone, avanti con la settimana corta nelle scuole

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Proseguono le iniziative volte all’introduzione della cosiddetta “settimana corta” all’interno della programmazione scolastica 2019/2020, allo scopo ridurre l’impatto delle emissioni inquinanti in atmosfera. Si è tenuta oggi la riunione indetta dal sindaco, Nicola Ottaviani, alla presenza dei dirigenti scolastici, dei direttori e dei rappresentanti delle scuole e degli istituti di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. L’amministrazione Ottaviani, infatti, nel quadro degli interventi e dei provvedimenti in materia di tutela della salute pubblica, intende sperimentare, già dal prossimo settembre 2019, eventuali benefici sui livelli di PM10, connessi ad una maggiore areazione atmosferica per 48 ore consecutive, grazie alla disattivazione degli impianti termici e alla attenuazione della circolazione stradale per il sabato e la domenica. All’incontro hanno preso parte Teresa Orlando, dirigente dell’IIS “Angeloni”, Giovanni Guglielmi, dirigente del Comprensivo 4, Lorenzo De Simone, dirigente del Comprensivo 1, Anna Pezzella, dirigente dell’Istituto Kennedy, Erminia Gnagni, dirigente dell’IIS “Turriziani”, Giulia Pica, collaboratrice del dirigente per il Comprensivo 2, Monica Fontana, dirigente del Comprensivo 3, Franco Palombi, collaboratore del dirigente per il Liceo scientifico “Severi”, Angela Cinelli in rappresentanza della scuola Kambo, Laura Fain (coordinatrice delle attività didattiche) e Suor Marisa Vella della scuola Sant’Agostino, Sabina Nobili e Mario Ritarossi, collaboratori del dirigente dell’IIS “Bragaglia”, Alida Biagi, collaboratrice del dirigente dell’IIS “Volta”, Francesco Raffa, collaboratore del dirigente per l’IIS “Brunelleschi – Da Vinci”, e il direttore del Conservatorio “Refice”, Alberto Giraldi.  Il sindaco Ottaviani, dopo aver fatto il punto della situazione relativamente alla qualità dell’aria nel Comune capoluogo, dove sono state installate ulteriori colonnine per il monitoraggio della stessa, ha proposto ai rappresentanti delle scuole di adottare piccoli accorgimenti contro l’inquinamento, tra i quali lo spegnimento degli impianti di riscaldamento nelle giornate più calde. Del resto, proprio le caldaie e gli impianti termici, sia civili che industriali, sono ritenuti i principali responsabili delle emissioni in atmosfera delle polveri sottili: stando al recente studio dell’Ispra, la voce più “pesante” dell’inquinamento da PM 2,5 è costituita proprio dal riscaldamento, che incide per oltre il 40% delle emissioni. Per questo, tra le altre cose, l’amministrazione Ottaviani ha attivato anche quest’anno il servizio di verifica e controllo degli impianti termici sul territorio comunale nell’ambito del progetto “Calore pulito”, che rientra tra gli interventi di risanamento della qualità dell’aria di cui l’amministrazione è promotrice: sono 650 i controlli già programmati. Il sindaco, Nicola Ottaviani, ha quindi ribadito ai presenti la necessità di organizzare le lezioni secondo lo schema della settimana corta a partire dal prossimo anno scolastico, in un’ottica sperimentale della durata di un anno al fine di apprezzarne e valutarne i risultati. Nel caso del Conservatorio di musica “Refice”, per ragioni didattiche aperto anche per l’intera giornata di sabato, è stata richiesta la pianificazione delle attività su 5 giorni settimanali nei mesi da novembre a marzo, durante i quali la concentrazione delle polveri sottili risulta più alta. Favorevoli i presenti. A tal fine, il sindaco Ottaviani, l’assessore Sementilli, il dirigente comunale del settore dott. Antonio Loreto e la dott.ssa Valeria Saiardi hanno chiesto un quadro generale alle singole scuole, relativo alle provenienze degli studenti, per poter avere più chiara la situazione complessiva e permettere così una più efficace pianificazione anche al servizio di trasporto pubblico del territorio comunale, da illustrare nell’ambito di un futuro incontro con il Cotral. Bisogna considerare, del resto, che ogni giorno, a fronte di circa 50.000 residenti, entrano in città altre 100.000 persone circa, con il relativo carico emissivo (che va unito a quello derivante dalle combustioni degli impianti di riscaldamento) che comporta un notevole innalzamento dei livelli del PM10, sicuramente dannoso per la salute dei cittadini e delle famiglie. Con i dirigenti delle scuole, inoltre, il sindaco Nicola Ottaviani, ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle famiglie e degli studenti nelle scelte riguardanti l’ambiente, adottando comportamenti che favoriscano il risanamento della qualità dell’aria, come l’utilizzo del trasporto pubblico locale, che l’amministrazione comunale ha rinnovato completamente, introducendo nella flotta tutti mezzi euro 5, euro 6, a metano e, dunque, a basso impatto emissivo, diventando, in questo settore, uno dei capoluoghi più all’avanguardia in Italia.

 

28 Febbraio 2019 0

Sulle orme di Ada Lovelace. Studenti e studentesse delle secondarie protagonisti di un convegno all’Università di Cassino e del L. M.

Di redazionecassino1

CASSINO – Il 7 e il 14 marzo nell’Aula Magna del Palazzo degli Studi della Folcara si svolgerà la terza edizione dell’Ada Award, un convegno in due sessioni che vedrà come protagonisti non docenti universitari, ma ragazzi e ragazze delle scuole del territorio.

Si fronteggeranno 12 squadre tutte capitanate da una ragazza, per un totale di 82 studenti di 5 scuole secondarie di Cassino, Frosinone e Vairano Patenora, guidati da 12 tutor Unicas e 12 tutor scolastici: presenteranno i risultati delle loro ricerche su temi come l’energia solare, la Power quality dei carichi elettrici, l’ambiente, il PIL e la misurazione del benessere, l’inclusione nelle scuole, la tutela dei marchi IGP, lo sviluppo sostenibile, la robotica, la percezione sociale della violenza di genere, le risorse idropotabili, l’Europa, la topografia, l’economia, la salute, lo spreco alimentare e il riciclo nella filiera agro-alimentare, l’alimentazione e la dieta mediterranea.

È la fase conclusiva del contest nato in occasione dell’Ada Lovelace Day celebrato all’Università di Cassino nell’ottobre scorso. La giornata in onore di Ada Lovelace (1815-1852), la matematica inglese considerata la prima programmatrice di computer della storia, è in tutto il mondo l’occasione per promuovere le discipline di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica soprattutto tra le nuove generazioni di ragazze, e Unicas ha scelto di cercare i nuovi talenti delle discipline STEM nelle scuole del territorio e di dar loro la possibilità di partecipare a un vero convegno scientifico.

I migliori lavori e le migliori presentazioni saranno premiati il giorno 14 marzo 2019 nell’Aula Magna del Palazzo degli Studi della Folcara, a conclusioni dei lavori.

L’ Ada Award. Scuole in competizione per il miglior lavoro scientifico è promosso da Scire – Delega per la Diffusione della cultura e della conoscenza e dal Cuori, Centro universitario per l’orientamento.

 

 

 

 

 

 

 

20 Febbraio 2019 0

Latina, prosegue l’iniziativa della polizia “Scuole sicure”, al setaccio gli istituti di Terracina

Di redazionecassino1

LATINA – La Polizia di Stato – Questura di Latina è stata impegnata in preordinati servizi volti al contrasto e alla repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito scolaresco, denominati scuole sicure. Le attività, svolte dagli uomini del Commissariato Distaccato di P.S. di Terracina, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e dai rispettivi uffici investigativi, hanno riguardato in particolare perquisizioni all’individuazione dei pusher di riferimento tra i giovanissimi. Tra gli obiettivi controllati particolare attenzione è stata dedicata a coloro che, da attività info investigativa, sono indicati come dediti allo spaccio destinato ai giovanissimi frequentatori delle scuole di Terracina. In tale ambito sono stati segnalati alla Prefettura di Latina M.P. 19enne di Priverno e R.C. 18enne di Fondi, entrambi incensurati. Gli stessi sono stati trovati in possesso, rispettivamente di 1,2 grammi di marijuana e 3,1 grammi di hashish.

Peraltro, i servizi straordinari di controllo del territorio hanno permesso di individuare ed identificare due giovani donne di etnia rom che si aggiravano tra le vie di questo centro cittadino e, con fare sospetto osservavano abitazioni private e esercizi commerciali, con ogni probabilità pronte aa entrare in azione. Le stesse, già ricercate da numerose Procure della Repubblica per la notifica di atti inerenti precedenti procedimenti penali per i numerosi furti di cui si erano rese protagoniste, sono state munite di foglio di via obbligatorio con il divieto di fare ritorno nel comune di Terracina per anni tre.

29 Ottobre 2018 0

Maltempo, secondo giorno di chiusura delle scuole e verifiche su tutto il territorio

Di admin

FROSINONE – Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha disposto la proroga della chiusura delle scuole e degli istituti di istruzione di ogni ordine e grado aventi sede nel capoluogo per la giornata di martedì 30 ottobre.

Il provvedimento è stato emesso dopo una riunione straordinaria del Coc, tenutasi in tarda serata, resasi necessaria a seguito del rilievo di criticità per la circolazione stradale, anche a causa di fusti arborei in prossimità delle carreggiate, oltre che dell’esondazione del fiume Cosa in zona via Caio Mario e via Fontana Unica.

È stata inoltre, considerata la necessità di verificare la sussistenza di condizioni ottimali, sotto il profilo della sicurezza, all’interno di tutti gli istituti di istruzione, di carattere primario, secondario e universitario, presenti sul capoluogo, prima della definitiva riapertura, prevista per la giornata di mercoledì 31.

29 Ottobre 2018 0

Maltempo: Scuole chiuse anche domani a Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO –  Scuole chiuse anche domani a Cassino, lo ha dichiarato sul profilo facebook del Comune il sindaco D’Alessandro. Visto il persistere delle avverse condizioni meteorologiche e della conseguente allerta meteo, – si legge nel comunicato –  il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, in costante contatto con il Dipartimento di Protezione Civile e la Prefettura, sta disponendo l’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani, martedì 30 ottobre 2018, a solo scopo precauzionale e per consentire un sopralluogo di verifica delle condizioni degli edifici scolastici della città.

28 Ottobre 2018 0

Maltempo, scuole chiuse anche a Cassino

Di admin

CASSINO – “A causa dell’allerta meteo diramata nelle ore scorse dal Dipartimento della Protezione Civile, il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, in costante contatto con Protezione Civile e Prefettura, ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di lunedì 29 ottobre 2018 a solo scopo precauzionale”.

Lo si legge in un post sul profilo Facebook del Comune di Cassino. Pare, inoltre che tutti i sindaci della provincia di Frosinone si stiano attrezzando con provvedimenti di chiusura delle scuole proprio su invito del Prefetto di Frosinone.

Ermanno Amedei 

28 Ottobre 2018 0

Maltempo, domani scuole di ogni ordine e grado chiuse a Roma

Di admin

ROMA – “Domani, lunedì 29 ottobre, le scuole di ogni ordine e grado nella città di Roma resteranno chiuse per gli studenti. A seguito dell’allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio, che prevede forti venti, piogge intense e temporali, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione dell’attività educativa e scolastica nelle scuole di ogni ordine e grado, compresi asili nido e scuole dell’infanzia, su tutto il territorio cittadino”. Lo si legge in una nota del comune di Roma.

Gli istituti saranno comunque presidiati dai dirigenti scolastici e dai funzionari comunali dei servizi educativi e scolastici. Il provvedimento si è reso necessario per prevenire situazioni di pericolosità per l’incolumità dei bambini e degli studenti, nonché per motivi attinenti alla sicurezza e circolazione stradale”.

28 Ottobre 2018 0

Maltempo, domani scuole chiuse a Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Sentito il Centro Operativo Comunale, presso la sede della Protezione civile, anche a seguito dei dati diffusi dalla Regione Lazio e dal servizio di meteorologia dell’amministrazione comunale, il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha disposto la chiusura, in via precauzionale, delle scuole e degli istituti di istruzione di ogni ordine e grado aventi sede nel capoluogo, per la giornata di lunedì 29 ottobre”.

Lo si legge in una nota del comune di Frosinone.

“Secondo le previsioni meteo, tra le 7 del mattino e le 14 di lunedì sono previste precipitazioni in quantitativi assai elevati in millimetri orari, unitamente a raffiche di vento comprese tra 50 e 60 km/h. Tutto questo, unitamente alla circostanza che, sulla città di Frosinone, in quanto capoluogo, oltre ai 50.000 residenti, si spostino quotidianamente altre 60/70.000 persone, prevalentemente per motivi di lavoro e studio, induce a ritenere opportuna la chiusura, per la giornata di lunedì, di tutte le scuole e gli istituti di istruzione di ogni ordine e grado aventi sede all’interno del perimetro comunale. “Del resto – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – il fatto che i ragazzi rimangano un giorno a casa, magari approfondendo ulteriormente il programma di studio, non risulterà certo più dannoso rispetto alla possibilità di correre il rischio di affrontare le molteplici criticità connesse alle condizioni atmosferiche ad oggi previste, ritenute poco confortanti”.

26 Ottobre 2018 0

Razzie nelle scuole del Cassinate, colpiti i plessi di San Giorgio, S. Andrea, Vallemaio e Sant’Apollinare

Di admin

CASSINO – Notte di razzie nelle scuole del Cassinate. Ad essere presi di mira sono stati i plessi dei centri della Valle dei Santi dove in poche ore, probabilmente gli stessi individui, hanno fatto irruzione negli istituti comprensivi di San Giorgio, Sant’Andrea, Vallemaio e Sant’Apollinare.

Oltre ai danni alle strutture per entrare, i malviventi sono riusciti a portare via alcuni computer, ben 4 nella scuola media ed elementare di Sant’Apollinare oltre a due lavagne interattive. A Sant’Andrea, invece, non sono riusciti a portar via nulla ma hanno arrecato danni e ad alcuni impianti. Ad indagare sono i carabinieri di Cassino per gli episodi di Sant’Andrea e Sant’Apollinare e quelli di Pontecorvo per l’incursione nella scuola di San Giorgio a Liri e Vallemaio. In tutti e quattro i casi le scuole sono rimaste chiuse.

Ermanno Amedei