Tag: venafro

10 Luglio 2019 0

Maltempo e grandine a Venafro e nel cassinate

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Intorno alle ore 12.30 di oggi la perturbazione tanto attesa è arrivata portando non solo un po’ di fresco ma grandine grossa come albicocche. È quanto accaduto nel venafrano (foto articolo) e nel cassinate. Colpite dal vento forte e dalla grandinata Roccasecca, Castrocielo, Cassino e poi in terra molisana a Venafro. Molti i danni alle auto per la copiosa grandine e tanta paura per il violento maltempo che sta continuando a farsi sentire anche nel pomeriggio. Una tregua, non propriamente moderata, dopo il gran caldo delle scorse settimane. N. C.

19 Gennaio 2018 0

Abusivismo edilizio a Venafro, Forestali denunciano due uomini

Di admin

VENAFRO –Gli uomini della Stazione Carabinieri Forestale di Venafro hanno denunciato due uomini di Prata Sannita (CE) per abusivismo edilizio e violazione del vincolo paesaggistico.

I militari hanno proceduto a seguito di un controllo svolto in località Santa Riparata nel comune di Venafro (IS) dove i due soggetti erano intenti a realizzare, su un terreno di loro proprietà, un fabbricato con struttura in ferro e blocchi forati con tetto a due falde fatto di lamiere coibentate. I primi controlli hanno messo in luce gravi irregolarità per la mancanza del permesso di costruire, che avrebbe dovuto essere chiesto e rilasciato dal comune di Venafro, e un’alterazione sostanziale dell’assetto urbanistico – territoriale.

Ad aggravare la situazione il fatto che tutta l’area è gravata da vincolo paesaggistico e per questo i due avrebbero dovuto chiedere ed ottenere specifica autorizzazione anche dalla Regione Molise ai sensi della vigente normativa paesaggistico-ambientale, ma anche sotto questo aspetto l’opera è risultata sprovvista del titolo autorizzativo.

A seguito delle irregolarità rilevate i militari hanno proceduto al sequestro del fabbricato, che è stato convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Isernia, e deferito alla stessa A.G. i due uomini. Gli stessi, se saranno riconosciuti responsabili delle violazioni, rischiano una condanna che prevede l’arresto da uno a due anni e il pagamento di un’ammenda.

13 Novembre 2017 0

La Virtus Cassino non perdona. Venafro è sconfitta nettamente 85-62

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino non si lascia sfuggire l’occasione di riprendere, meglio di continuare ,dopo la vittoria in terra sarda, la corsa tra le mura amiche e sconfigge al termine di quaranta minuti combattuti solo per la metà, 37 – 33 per i padroni di casa all’intervallo lungo, la formazione molisana della Dynamic Venafro.

Gli ospiti di serata al Pala Virtus della città martire erano arrivati con il preciso intento di giocarsi alla pari la gara con le V rossoblù. Ed infatti gli uomini di coach Mascio hanno tenuto in scacco i padroni di casa per due quarti complice un “sotto ritmo” continuo di Panzini e soci nell’affrontare le tematiche offensive organizzate in settimana da coach Luca Vettese.

Il tema tattico della contesa infatti è stato quello di seguire a uomo i frombolieri rossoblù da parte degli uomini di coach Mascio.

Resta negli occhi del pubblico però il successo convincente per la formazione di Vettese che deve comunque sudare per tutto il primo tempo come detto contro una buona Dynamic, arrivata a Cassino per giocarsela nonostante le pesanti assenze del cassinate Tamburrini e della guardia Moretti, out per infortuni.

La Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, manda a referto 8 uomini e tra gli otto che si sono iscritti al foglio rosa di serata mancano Nicolò Petrucci e Manuel Carrizo, utilizzati rispettivamente 13 e 15 minuti da coach Luca Vettese. Quest’ultimo utilizza il turn over tra i suoi senior complice la buona serata dei giovani virtussini, in particolar modo De Ninno e Fabio Guglielmo.

Proprio questo tema di serata ha affrontato Manuel Carrizo in sala stampa al termine dell’incontro.

“Quest’oggi, il gruppo della nostra squadra ha fatto decisamente una bella partita. Non importa chi gioca e quanto gioca. Questo è il bello di uno sport di squadra ed oggi noi lo abbiamo interpretato alla perfezione.” Le prime parole del giocatore argentino della BPC

“Ripeto e confermo, abbiamo fatto una buona partita. Avevamo tanta voglia di vincere qui in casa nostra e soprattutto di invertire il trend ovvero di realizzare la seconda vittoria di fila e ci siamo riusciti nel modo migliore. Devo fare i complimenti a tutti i miei compagni perché ripeto hanno saputo interpretare la gara e portarla a casa nel miglior modo possibile. Complimenti anche al nostro playmaker Lollo Panzini che ha saputo trascinare la squadra e dettare i ritmi stasera insieme a Peppe (Di Poce, ndr). Sicuramente quando loro giocano bene per noi è decisamente più facile. Siamo sulla strada giusta perché anche lui sta entrando nei ritmi giusti. Ma voglio sottolineare la prova di tutta la squadra, anche e soprattutto quella dei ragazzi più giovani che altre volte sino a qui hanno avuto meno spazio; ma stasera sono entrati in campo con la faccia giusta ed hanno dimostrato di saper stare in campo con una squadra competitiva come la nostra. Ma soprattutto devo anche rimarcare come stiano crescendo impegnandosi giorno dopo giorno in allenamento. Adesso dobbiamo però rimanere concentrati ed affrontare il prossimo impegno con grande applicazione e determinazione perché di punti per strada ne abbiamo lasciati fin troppi e dunque anche se Battipaglia sarà un campo complicatissimo noi restando umili venderemo cara la pelle” conclude il numero 99 delle V rossoblù cassinati.

La gara come detto è vissuta sul filo dell’equilibrio unicamente per le prime due frazioni di gioco.

Nel primo tempo è soprattutto Laguzzi, coadiuvato da un Rossi come al solito chirurgico ed ottimo direttore d’orchestra per i molisani, a tenere in piedi la squadra ospite. Cassino mantiene la barra del comando senza mai mollarla con i vari Panzini, Del Testa (nuova grande gara quella del capitano, 31 minuti giocati, 17 punti realizzati con un 19 di valutazione ed un mostruoso 83 % da oltre la linea dei 6.75, ancora una volta MVP di serata) e Cena hanno fin da subito fatto vedere buone cose per la BPC Cassino. I rossoblù, grazie al trio coadiuvato da un gigantesco Biagio Sergio, ca va sans dire, un paio di volte l’allungo nel corso del primo quarto ma arrivano al massimo a +9, venendo sempre ripresi dagli ospiti che vanno al primo intervallo sul -4, 15-11 per i locali.

Difese più allegre nel secondo quarto. Cassino concede molto agli ospiti che non si fanno pregare e restano in scia, per una seconda frazione di gioco praticamente giocata sul filo dell’equilibrio costante. Ed infatti il risultato della seconda frazione di gioco è di 22 pari. Perfetto equilibrio, al riposo lungo le squadre vanno sul punteggio di 37 – 33.

Al rientro sul parquet la BPC Virtus Cassino innesta le marce alte sin da subito dimostrando il piglio della grande squadra e lo fa con Fabrizio De Ninno sugli scudi. Vettese infatti lo butta sin da subito nella mischia e la Virtus allunga in modo progressivo. E’ un terzo quarto devastante. I rossoblù mettono in grave crisi gli attacchi venafrani con una difesa ferrea su Rinaldi in particolar modo ad opera di Enzo Cena.

29 – 11 il parziale per i ragazzi di coach Vettese che non usufruirà mai del time out a dimostrazione dei precisi meccanismi della sua formazione che torna a giocare a livelli ben noti al pubblico di Cassino.

Una formazione quella cassinate che chiude alla terza sirena sul 66 a 44, + 22.

L’ultima frazione di gioco è una sorta di passerella per i giovani di entrambe le squadre. Nel quarto periodo, in casa cassinate si mettono in mostra Guglielmo e Di Poce mentre i big come Carrizo e Petrucci restano a guardare, potendosi concedere una giornata “di riposo” senza particolari problemi.

Cassino dunqeu chiude senza patemi in vantaggio la terza frazione per 19 a 18 per un aggregate di 85 a 62 finale.

Seconda vittoria di fila per gli uomini di Vettese che escono tra gli applausi del Pala Virtus e si preparano alla insidiosissima trasferta in terra campana contro Battipaglia.

BPC Virtus Cassino – Dynamic Venafro 85-62

Parziali : 15-11, 22-22 (37-33) , 29-11 , 19-18

BPC Virtus Cassino: Maurizio Del testa 17 (1/4, 5/6), Enzo Cena 15 (6/10, 0/4), Biagio Sergio 14 (4/5, 2/5), Lorenzo Panzini 12 (1/2, 3/5), Fabrizio De Ninno 9 (2/3, 1/2), Robert Banach 7 (3/7, 0/0), Fabio Guglielmo 7 (2/3, 1/1), Giuseppe Di Poce 4 (1/2, 0/1), Manuel Carrizo 0 (0/1, 0/0), Niccolò Petrucci 0 (0/0, 0/2)

Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Biagio Sergio 8) – Assist: 27 (Lorenzo Panzini 7)

All. Vettese , Ass. Incelli

Dynamic Venafro: Laguzzi 19 (8/12, 1/3), Rossi 15 (4/7, 1/4), Rinaldi 14 (2/6, 2/5), Minchella 9 (2/7, 1/1), Cancelli 5 (0/1, 1/4), Gueye 0 (0/0, 0/0), Sabetta 0 (0/0, 0/1), Carcillo 0 (0/0, 0/1), Pirozzi 0 (0/0, 0/0), Casapenta 0 (0/0, 0/0), Bandera 0 (0/0, 0/0), Tamburrini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 12 – Rimbalzi: 23 5 + 18 (Laguzzi 7) – Assist: 7 (Laguzzi, Rossi 2)

All. Mascio

9 Giugno 2017 0

Venafro: Rinvenuto nel torrente Rava un esemplare di tartaruga dalle guance rosse

Di redazione

Venafro- I Carabinieri Forestali, hanno rinvenuto nei pressi del torrente Rava, nella zona del venafrano, un esemplare di tartaruga dalle guance rosse “Trachemys Scripta Elegans”, genere tutelato dalla convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione. L’esemplare, appartenente all’ordine delle testuggini, deve il soprannome orecchie rosse, alle due macchie presenti ai lati della testa. E’ originaria del centro e del sud degli Stati Uniti, valle del Mississipi, dall’Illinois al golfo del Messico. L’animale è stato sottoposto a sequestro e affidato in custodia all’ufficio territoriale Carabinieri per la biodiversità di Isernia, mentre sono in corso indagini finalizzate ad identificare la persona che deteneva l’esemplare che poi ha successivamente abbandonato.

8 Maggio 2017 0

Venafro- Rubò in un’abitazione e poi appicco` un incendio con altri complici. Arrestato

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro, hanno arrestato un 21enne di Minturno, che lo scorso anno insieme ad altri quattro complici fu colto in flagranza dopo aver perpetrato un furto all’interno di un’abitazione di proprietà di un imprenditore venafrano. La banda di malviventi, dopo aver commesso il furto, prima di lasciare l’abitazione appiccò un incendio danneggiando gran parte dei locali. A bordo dell’auto su cui i malviventi si stavano allontanando dal luogo, i Carabinieri rinvennero anche la refurtiva per un valore di svariate centinaia di euro, due passamontagna ed alcuni arnesi da scasso, utilizzati verosimilmente per forzare serrature e scardinare porte e finestre. Nel frattempo il 21enne era stato sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, ma avendo più volte violato le prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria, nei suoi confronti è scattata una ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita questa mattina all’alba dai Carabinieri di Venafro. Immagine d’archivio

11 Marzo 2017 0

Venafro- Giornata mondiale della poesia, il gruppo de “I poeti extravaganti” organizzano un evento speciale

Di redazione

Venafro I “Poeti ExtraVaganti” festeggiano la “Giornata Mondiale della Poesia” Il 21 marzo, com’è noto, è stata dichiarata dall’Unesco Giornata Mondiale della Poesia e molte sono le iniziative messe in campo in molte pari nel mondo. Per l’occasione il gruppo denominato “I Poeti ExtraVaganti” ha organizzato a Venafro per tale data una sorta di “festa della poesia”, ovvero una serata di letture poetiche. Vi parteciperanno come lettori, una dozzina di poeti, che declameranno e commenteranno propri testi. Prevista al momento l’adesione dei seguenti poeti: Filippo De Angelis (Venafro), Rossella De Magistris (Foggia), Giuditta Di Cristinzi (Venafro), Rosalba Di Vona (Sora), Chiara Franchitti (Santa Maria Oliveto), Maria Giusti (Venafro), Amerigo Iannacone (Venafro), Rita Iulianis (Tora e Piccilli), Adriana Panza (Isola del Liri), Antonella Sozio (Venafro), Antonio Vanni. L’evento è aperto a tutti. L’appuntamento è dunque per martedí 21 marzo, alle ore 17,30, a Venafro, Sala Conferenze dell’Auser, Via A. De Bellis, n. 2.

8 Febbraio 2017 0

Venafro – Assalto in piena notte al Bar-Tabacchi, due pregiudicati arrestati dai Carabinieri

Di Antonio Nardelli

Sono stati arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, intorno alle quattro della decorsa notte, proprio mentre tentavano di asportare refurtiva per svariate migliaia di euro all’interno di un Bar-Tabacchi ubicato sulla SS 85 venafrana nei pressi del bivio per Capriati a Volturno, in provincia di Caserta. Si tratta di due pregiudicati, entrambi 40enni, provenienti dall’hinterland napoletano, che dopo aver forzato una porta d’ingresso dell’esercizio commerciale, si sono introdotti all’interno per perpetrare il “colpo”, fallito grazie all’intervento dei militari che avevano notato un’auto sospetta parcheggiata nei pressi del locale. I due, che hanno tentato una breve e inutile fuga, sono stati bloccati ed accompagnati nella caserma dell’Arma di Venafro, e dopo le formalità di rito trasferiti presso la casa circondariale di Isernia. Nella circostanza sono finiti sotto sequestro vari arnesi atti allo scasso e un’autovettura utilizzata dai malviventi, sulla quale sono in corso ulteriori accertamenti. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario, mentre continuano le indagini per accertare se gli arrestati della decorsa notte siano coinvolti in altri furti commessi nel recente passato in provincia di Isernia ai danni abitazioni private ed esercizi pubblici.

14 Gennaio 2017 0

Venafro illuminata dai lumini contro inquinamento e tumori – VIDEO e FOTO –

Di admin

Venafro – “Ora Basta, aiutaci a salvare il nostro territorio. Vieni e porta con te un cero per illuminare il cammino della speranza”. Un invito affisso sui manifesti a Venafro a cui hanno risposto a migliaia. Oggi pomeriggio il lungo, silenzioso e illuminato corteo è partito alle 17 dalla sorgente “Le quattro cannelle”.

Il motore che ha spinto tutta questa gente a manifestare nella speranza che l’amministrazione intervenga è la paura. Troppi i casi di decessi per malattie che si sospetta possano essere legate a fattori ambientali; troppa la paura che la piana di Venafro diventi luogo in cui smaltire sostanze pericolose come quelle trovate alcuni giorni fa su due camion diretti ad un impianto di smaltimento della zona.

Con la manifestazione di oggi la gente chiede di raccogliere e di conoscere i dati a cominciare dai tumori, con la pubblicazione del Registro dei tumori nella zona; e per finire i dati sull’inquinamento con la messa in funzione di altre centraline che diano i dati della qualità dell’aria.

Ermanno Amedei 

30 Dicembre 2016 0

Venafro – Furti in abitazione, presa la banda

Di Antonio Nardelli

Venafro – Una banda composta da quattro persone, tutte di origine slava, dedita ai furti in abitazione è stata arrestata dai Carabinieri nel primo pomeriggio di oggi. I quattro, tre ventenni ed una sedicenne, avevano già svaligiato un appartamento di via Quinto Orazio Flacco a Venafro e stavano tentando un ulteriore furto in altre abitazioni private quando sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni della locale Compagnia, che hanno intercettato la banda di malviventi traendola in arresto.

L’intera refurtiva consistente in gioielli, orologi, monili in oro e denaro contante per un valore complessivo che si aggirerebbe intorno ai trentamila euro è stata recuperata. Sottoposta a sequestro l’auto utilizzata dai malfattori sulla cui provenienza sono tutt’ora in corso indagini e decine di chiavi, grimaldelli ed altri arnesi per aprire e forzare serrature.

I Carabinieri stanno inoltre accertando se parte della refurtiva rinvenuta oltre al furto messo a segno a Venafro possa essere proveniente da altri furti commessi in provincia di Isernia, e se la banda sia la stessa che nelle ultime ore ha commesso furti anche nel capoluogo pentro. Intanto i tre maggiorenni, un uomo e due donne, sono stati trasferiti nelle rispettive Case Circondariali di Isernia e Chieti, mentre la minorenne è stata trasferita presso il Centro di Prima Accoglienza dell’Aquila.

Grande apprezzamento è stato rivolto ai Carabinieri da parte dei cittadini che hanno assistito alla cattura dei quattro, che sono tra l’altro risultavano avere a loro carico numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona.