pubblicato il30 marzo 2017 alle 21:21

A Roma dalla Thailandia: monete da 10 baht (27cent) spacciate per quelle da due euro

Roma – Si sono registrati negli ultimi due giorni a Roma diversi casi di “scambio” di monete fra le 2 Euto italiane e i 10 baht thailandesi. E i truffatori non mancano di approfittarne, soprattutto nei luoghi in cui si concentra un maggior numero di acquirenti, supermercati e centri commerciali in primis, dal momento che il conio thailandese equivale a soli 27 centesimi circa.

Entrambe sono infatti composte dalle stesse leghe metalliche, hanno un identico designer a due cerchi color oro all’interno e argento all’esterno e risultano talmente simili da ingannare persino i distributori automatici, che non riescono di fatto a distinguerle.

Già lo scorso 2016, in febbraio e dicembre, la moltitudine di segnalazioni in centri maggiori come Napoli, Caserta, ancora Roma e persino in Sardegna aveva spinto la Polizia di Stato a notificare il fenomeno non solo ai clienti ma soprattutto ai commercianti, i quali sono spesso le prime vittime di tale raggiro e purtroppo anche i primi a far circolare la valuta “falsa” nel porgere il resto.

L’allarme segue quello analogo della Federconsumatori, la quale ha consigliato agli utenti un maggior controllo sui resti soprattutto in prossimità dei centri interessati da un grande afflusso di stranieri e turisti, in particolar modo durante le festività, perché in queste occasioni è più facile che si verifichino truffe o errori.

Giulia Guerra

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07