Alatri, detenzione e spaccio arrestato dai carabinieri 23enne moldavo

Alatri, detenzione e spaccio arrestato dai carabinieri 23enne moldavo

4 Febbraio 2019 0 Di redazionecassino1

ALATRI – Continua incessante l’attività di prevenzione dei reati messa in atto dai Carabinieri della Compagnia di Alatri. Nella nottata di ieri in Alatri, i militari della locale Aliquota Radiomobile durante un predisposto servizio di prevenzione finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze psicotrope, hanno tratto in arresto un 21enne di origini moldave, da anni residente in Italia, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, resosi responsabile dei reati di “detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale”. Il giovane, infatti, veniva fermato e controllato alla guida della propria autovettura, in compagnia di altri quattro ragazzi. Sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso di 4,32 gr. di metamfetamine e di 26,75 gr. di sostanza stupefacente del tipo marijuana, il tutto già suddiviso in 31 dosi pronte per lo spaccio, nonché materiale vario atto al confezionamento. Lo stesso, inoltre, nel tentativo di sottrarsi al controllo, spintonava con insistenza i militari dell’Arma, ma veniva prontamente bloccato.

La perquisizione estesa anche agli altri quattro occupanti dell’autovettura permetteva di rinvenire, negli indumenti di uno di loro, un 20enne italiano, già noto per reati specifici, 0,3 gr. di hashish e 1,46 gr. di Marijuana e, pertanto, veniva segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Nei confronti dei cinque i giovani, residenti nelle provincie di Rieti, Ascoli Piceno e Teramo, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Alatri per anni tre.

La sostanza stupefacente con il materiale atto al confezionamento venivano posti in sequestro, mentre l’arrestato veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito direttissimo.

foto repertorio