Emilia Romagna, annunciate 1.300 assunzioni, bandi di concorso in arrivo

Emilia Romagna, annunciate 1.300 assunzioni, bandi di concorso in arrivo

5 Agosto 2019 0 Di admin

ATTUALITA’ – Dopo parecchi anni di stasi nei Concorsi della Pubblica Amministrazione, sembrano tornare finalmente le assunzioni, non solo per il già noto maxi-concorso indetto dalla Regione Campania, ma anche per l’Emilia Romagna.

L’uscita del bando di partecipazione al concorso è prevista a breve, per cui si raccomanda di controllare frequentemente il sito internet della Regione Emilia Romagna e la Gazzetta Ufficiale, nella sezione esami e concorsi, in uscita settimanale ogni martedì e venerdì.

Non sono ancora state deliberate le modalità di partecipazione ai concorsi per l’Emilia Romagna, ma è molto probabile che sia necessario l’invio del plico a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, che oggi si può fare comodamente online su Ufficiopostale, con prezzi vantaggiosi, un iter di invio semplice e guidato, e tempi di consegna ridotti.

Sono previsti tanti concorsi pubblici relativi a diversi settori della Pubblica Amministrazione locale, con l’obiettivo primario di abbassare l’età degli impiegati per la Regione Emilia Romagna e aumentare gli investimenti nelle nuove tecnologie.

È previsto un boom di pensionamenti anticipati con Quota 100, per cui vi è la necessità di inserire nuove leve all’interno dell’amministrazione regionale, circa 1.300 nuove unità entro tre anni.

Tra luglio e settembre dovrebbero arrivare i primi bandi di concorso, seguiti da una seconda tranche di assunzioni in programma tra ottobre e novembre.

I settori interessati sono l’Agenzia per il lavoro, l’Arpae (Agenzia Regionale per la protezione ambientale) e l’Er.go (Azienda Regionale per il diritto agli studi superiori), mentre i profili professionali ricercati già con i bandi che verranno pubblicati nel mese di luglio (che dovranno essere in possesso di laurea) opereranno negli ambiti giuridico-amministrativo, economico-finanziario, gestione del territorio e del patrimonio pubblico, programmazione del territorio e della tutela ambientale, agro-forestali e trasformazione digitale.

Non sarà necessaria la laurea, ma basterà il diploma invece per i concorsi di reclutamento di impiegati amministrativo contabili, tecnico progettista in campo ambientale e tecnico in ambito agro-forestale, i cui bandi sono previsti per la seconda tranche di assunzioni, tra ottobre e novembre.

Infine, a dicembre 2019, sarà il turno del bando per nuove assunzioni nel settore dell’agricoltura, che interesserà solo i laureati, con ingresso ufficiale in programma da gennaio 2020.