Cassino, da novembre via alle ZTL, un progetto per ridurre le polveri sottili

Cassino, da novembre via alle ZTL, un progetto per ridurre le polveri sottili

20 Settembre 2019 Off Di Felice Pensabene

CASSINO – Partiranno a novembre le Zone Traffico Limitato (ZTL) a Cassino. Verranno, infatti, istallati 13 dispositivi di lettura delle targhe per il rilievo di veicoli non autorizzati al transito nella zona di traffico limitato.
Il progetto, risale all’amministrazione D’Alessandro, servirà a ridurre la concentrazione delle polveri sottili che, spesso, nella Città Martire ha molte volte supera i livelli massimi. L’eccessivo inquinamento dell’aria ha contribuito ad ottenere i finanziamenti per la realizzazione del progetto Ztl.
Saranno 13 i dispositivi associati ad altrettante telecamere di contesto e il sistema rileverà in automatico solo le targhe di chi non è inserito tra i veicoli autorizzati ad accedere nell’area delimitata. Cassino è risultata una delle città del Lazio dove il livello delle polveri sottili ha superato il tetto massimo. Il progetto sulla Ztl – spiega l’assessore agli Affari generali e alla Polizia Locale Barbara Alifuoco – sarà operativo a novembre, grazie ad una gara d’appalto vinta da un’azienda di Firenze in collaborazione con un’impresa di Cassino e consentirà di identificare le targhe delle automobili che, in orari non consentiti, accederanno alla città.
Diverso, invece, il progetto sulla sicurezza che si svilupperà in tempi più lunghi ed è ancora da definire, attualmente è in una fase meno avanzata. Si tratta di un sistema di telecamere che serviranno ad alzare il livello di sicurezza nella città.

F. P.