Categoria: Politica

22 Gennaio 2011 0

Cassino al voto, Fiamma Tricolore punta su Maurizio Russo

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In vista delle elezioni amministrative di marzo, Fiamma Tricolore si schiera al fianco di Maurizio Russo e lo fa con un comunicato stampa firmato da Marco Di Sarra commissario della Fiamma Tricolore Cassino-Sora. “Mertedì scorso – si legge nella nota stampa – c’è stato un incontro nella sede di Progetto delle Liste Civiche, in via De Nicola 70 a Cassino, molto costruttivo tra Maurizio Russo, candidato a sindaco della città Martire e Marco Di Sarra. “Ci stiamo strutturando sul territorio -dice Di Sarra- per poter competere con le forze politiche nel rinnovo delle varie amministrazioni, come in quella di Cassino; siamo impegnati nel rafforzare e rendere competitive le nostre liste”. Una lista, formata da donne e uomini fieri di appartenere ad un territorio importante, come la realtà cassinate, sarà presente alle prossime elezioni con l.intento di ricalcare le orme del 1997 (ultima volta che Fiamma Tricolore si è presentata al cospetto del voto), quando, dando sostegno al futuro sindaco, riuscì a far eleggere due consiglieri ed un assessore. Abbiamo trovato in Maurizio Russo un candidato a noi favorevole. Grazie alle numerose convergenze che ci permettono di condividere alcuni dei punti del suo programma elettorale, soprattutto inerenti gli aspetti rivolti al sociale, dove abbiamo riscontrando un ottimo feeling e giunti ad un accordo comune. Si è discusso di come coinvolgere gli elettori, ampliando loro il discorso di come evitare il ripetersi della situazione drammatica a cui la città è stata sottoposta. Da qui trovare insieme le soluzioni. Maurizio Russo è la scelta giusta. È uomo che serve al futuro della città per rinnovare la classe dirigente e per far vivere anche a Cassino una stagione nuova da protagonista e non da spettatrice, proiettata ad un futuro diverso. È l’unico che può dare,oggi, maggiore dignità a tutta la città. Da biasimare, mentre, chi parla a nome di partiti politici che hanno offeso pesantemente l’intero comprensorio solo per opportunismo o in cambio del posto di prestigio, capaci nel fare chiacchiere, mentre il territorio affonda. Concordo pienamente con le parole di quelle persone, quando afferma che “i coordinatori e/o segretari di partito debbano dare spazio, elettorale, ai meritocratici iscritti nelle liste, fornendo esempio di lealtà e garanzia verso tutti”. Non è assolutamente possibile vedere sempre i soliti noti in ogni campagna elettorale. Per questo motivo mi da grande soddisfazione vedere che il Progetto delle Liste Civiche stia crescendo vicino a Russo grazie al supporto di tanta gente, di tanti giovani ventenni sino a nonnini oltre settantenni. Volti nuovi, liste di donne, di professionisti che stanno lavorando per un reale e rinnovato entusiasmo, con lo spirito ed una voglia di uscire dalle secche di chi ha governato in passato, con la prospettiva di riprendere un cammino interrotto da più di 10 anni. Noi, di Fiamma Tricolore, siamo convinti che questo nostro territorio sia nelle migliori condizioni per esprimere un candidato che, fiero del suo attaccamento ai valori come la famiglia, la cristianità, l’amicizia, le radici, come è Maurizio Russo, coronerà l’obbiettivo di vincere le amministrative al fine di consentire un migliore futuro alla città di Cassino”.

20 Gennaio 2011 0

De Angelis (Pd): “La giunta Polverini ha affossato la legge sull’indotto Fiat”

Di felice pensabene

“Ancora una volta, alla prova dei fatti, il centrodestra si rivela per quello che è: incapace di governare”. Lo afferma in una nota l’europarlamentare Francesco De Angelis.  Non usa mezzi termini nel commentare il bilancio regionale redatto a fine anno dalla Giunta Polverini, in particolare per alcune scelte legate alla Legge 46, più conosciuta come Legge sull’indotto Fiat: “Leggendo il bilancio regionale – prosegue De Angelis – fa scalpore vedere come nel capitolo relativo alla Legge 46, specificatamente denominata “Contributo alle aree interessate dalla crisi dello Stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano”, sia presente un misero stanziamento di 50 mila euro, che in pratica equivale a zero! Si vanifica, con un colpo di spugna, tutto il lavoro svolto nella legislatura  precedente a sostegno dell’indotto fiat e sulla Legge 46, che negli ultimi anni è stato uno strumento formidabile per rilanciare lo sviluppo del settore automobilistico e quindi dell’economia dell’intera provincia di Frosinone. Nella precedente legislatura da Assessore Regionale alle attività produttive ho puntato molto su questo strumento di crescita, destinando alle legge oltre 45 milioni di euro che hanno permesso  la realizzazione di progetti mirati allo  sviluppo, alla tutela dei livelli occupazionali e alla realizzazione di servizi ed infrastrutture a servizio delle imprese. Risorse che hanno ridato forza e competitività a molte aziende, proteggendo e rilanciando il tessuto economico e produttivo. Adesso la Giunta Polverini abbandona e cancella  questo strumento e lo fa in un momento di grave crisi economica ed occupazionale. Tutto questo conferma l’incapacità e la debolezza di un governo che dimentica la ciociaria, le imprese e il lavoro. Hanno cancellato una legge che in questi anni  grazie ad una felice concertazione con le forze economiche e sindacali ha dato risultati importanti allo sviluppo economico della nostra provincia. E’ questa la  grave responsabilità di una destra che predica bene e razzola male e che si conferma non all’altezza della sfida e dei problemi della nostra Regione e se questo e’ l’inizio hanno già fallito, prima ancora di cominciare. Non servono le visite e le passerelle alla Fiat di Cassino. servono fatti! E sui fatti questa giunta produce meno di zero!”

16 Gennaio 2011 1

Tempi di consuntivi per la scuola di politica Udc di Cassino

Di Comunicato Stampa

“Tempo di bilanci all’interno dell’Udc di Cassino tra le molteplici iniziative messe in campo tra la Scuola di Formazione Politica alla definizione del programma elettorale”. Lo si legge in una nota redatto dal coordinamento cittadino dell’Udc Cassino. “Entusiasmo e partecipazione sono le parole chiave per chi frequenta la sede dell’Udc di Cassino. Il lavoro messo in campo prima dall’ex segretario Mario Pacitto e ripreso e portato avanti con determinazione dal neo coordinatore Marino Fardelli e dalla presidente Francesca Calvani sta dando i frutti sperati al partito in città. Abbiamo fatto il punto della situazione con alcuni dirigenti cittadini del partito centrista proprio per dare voce a coloro che sono i protagonisti attivi della vita di partito dell’Udc di Cassino.

Il giovane dirigente dell’Udc di Cassino Emilio Roncone ha posto l’accento sulla definizione del programma.“Un programma serio e impegnativo, esordisce il candidato alle prossime elezioni comunali Emilio Roncone, con tante azioni da intraprendere e tanti problemi da prendere in carico per la crescita complessiva di tutta la città. I temi centrali del programma sono l’economia,il sociale,sviluppo del settore turistico-universitario e non ultimo il quoziente familiare. Temi emersi direttamente dal contatto con i cittadini di Cassino, è stato molto interessante avviare questo percorso di confronto con la città e con i cittadini in quanto sono emerse idee, proposte ma anche criticità. Per questo esprimo la mia soddisfazione, per la partecipazione che c’è stata ma anche per il coinvolgimento che i cittadini stessi hanno dimostrato su certe questioni emerse. E noi dell’Udc riteniamo di avere le carte in regola per riproporci alla città,grazie ad una proposta amministrativa seria per il rilancio della nostra città”. Il direttore della Scuola di Formazione Politica Filippo Aceti ha tracciato un quadro e una sintesi della proposta formativa fin qui espressa dall’Udc di Cassino. “E’ una grande soddisfazione ed un piacere notare quale e quanto sia il coinvolgimento dei giovani alla nostra proposta formativa. Dai loro sguardi e dalle loro domande di approfondimento si coglie tutto l’entusiasmo di chi vuole arricchire la propria cultura. Sono giovani intelligenti con tanta voglia di entrare nei complessi meccanismi della vita sociale e il nostro obiettivo è dare loro gli strumenti per poterlo fare. Come Udc di Cassino possiamo dirci molto soddisfatti e contenti di questo entusiasmo anche giovanile che ci avvolge e ci prepara alle prossime sfide politiche”.

La commissaria del Parco dei Monti Aurunci Iris Volante, che ha contribuito a presentare delle proposte concrete per la definizione del programma dell’Udc di Cassino, ha le idee molto chiare in merito alle potenzialità politiche ed amministrative per delegare all’Udc forza politica cittadina determinante per la vittoria alle prossime elezioni comunali. “Ho colto durante l’incontro dell’altro giorno con i sindacati all’interno della sede dell’Udc aspetti che interessano il mio mandato di commissaria del Parco e diversi progetti possono essere portati avanti come la valorizzazione a fini turistici dell’area naturale di Montecassino nel comprensorio del Parco Regionale dei Monti Aurunci quale occasione per la promozione del cassinate. Sono impegnata sin da mio insediamento a ridare giusta attenzione al versante laziale e in particolare al cassinate su tematiche quali la biodiversità, la natura, il turismo e le opportunità di rilancio per una zona invidiata da tanti. L’Udc di Cassino ha sposato in pieno le mie proposte e sono certa che questa visione comune sia vincente per ridare una speranza alla nostra città”. “Nostro obiettivo primario in questo momento, commenta il dirigente cittadino Gavino Gaias, e’ la condivisione del programma per il buon governo del Comune considerando in primis le esigenze dei cittadini. Aspetto rilevante è stato la creazione della scuola di formazione politica per i giovani, la quale non nasce per fini elettorali ma per creare la classe dirigente del futuro: quì parlo in prima persona, avendo ricoperto il ruolo di consigliere nazionale dei giovani UDC e di commissario provinciale. Attraverso l’esperienza diretta ho potuto toccare con mano la voglia di fare politica in modo attivo e passionale dei giovani. Sono a servizio del partito di Cassino per un impegno concreto e in prima persona.” “Sono contento e lieto essere il coordinatore cittadino di un partito quale l’Udc di Cassino, commenta Marino Fardelli, e ringrazio tutte le amiche e gli amici che lavorano instancabilmente per dare forza e consenso al partito che vede l’on.le Anna Teresa Formisano quale nostro punto di forza non solo a Cassino ma in tutta la provincia. Mettiamo in campo e a servizio di Cassino una visione futura della città e la nostra classe politica targata Udc di Cassino non si tirerà indietro e con coraggio vorrà governare la prossima amministrazione comunale grazie ad una proposta amministrativa seria per il rilancio della nostra città”. Intanto sul sito internet www.udc-cassino.it oltre ad un simpatico sondaggio on-line su come l’Udc di Cassino dovrà presentarsi alle prossime elezioni comunali, è possibile consultare e prendere visione il programma elettorale dell’Udc di Cassino”.

13 Gennaio 2011 0

Disoccupazione, l’Udc incontra i sindacati metalmeccanici

Di Comunicato Stampa

L’Udc di Cassino con una ampia delegazione ha incontrato nella serata di mercoledì u.s. i rappresentanti dei sindacati settore metalmeccanico che hanno risposto al cortese invito inviato anche ad altre sigle sindacali in merito ad un confronto dopo che l’Udc di Cassino ha presentato nei giorni scorsi il proprio programma elettorale. La Cisl era rappresentantata dal segretario generale di Frosinone Pietro Maceroni e dal delegato Mario Spigola; la Cgil era rappresentata da Donato Gatti. L’Udc di Cassino era presente con il coordinatore cittadino Marino Fardelli, la presidente Francesca Calvani, il dirigente provinciale Mario Pacitto, l’ex consigliere comunale Robertino Marsella, il dirigente locale Mauro Faiola e gli amici Enzo Pellegrino e Benedetto Costantino nonché l’Avv. Miriam Cerasi. Il coordinatore cittadino nel ringraziare le sigle sindacali che hanno accettato il confronto ha spiegati i motivi dello stesso alla luce anche di sviluppi attuali che interessano l’area del cassinate con la presenza della Fiat e di tutto l’indotto. “Un incontro proficuo, sottolinea Marino Fardelli, quello che è scaturito dall’incontro con le parti sindacali. Abbiamo portato all’attenzione dei graditi ospiti le nostre progettualità nel candidarci quale forza politica cittadina che vuole governare la città e tutti quei processi decisionali che rientrano nella grande sfida del mondo del lavoro”. Le tematiche toccate hanno riguardato principalmente il settore metalmeccanico ma la discussione ha abbracciato anche dinamiche diverse poste all’attenzione della politica da parte dei sindacati quali il personale del Comune, il personale della sanità, gli LSU e altri settori che vivono in sofferenza a cui manca una politica che si rivolga a loro con attenzione. Tornando al tema dell’incontro l’Udc di Cassino si è fatta portavoce di una serie di interventi che l’Ente Comune potrebbe portare avanti per aprirsi alla strada del cambiamento nel cercare di costruire nuove opportunità, offrendo le giuste occasioni per competere nel nuovo scenario sempre più globalizzato. “Abbiamo discusso, ha commentato Robertino Marsella, dell’opportunità di valorizzare il settore dell’innovazione e della microcomponentistica tecnologica e sollecitato l’apertura del Polo tecnologico a sostegno dell’innovazione e per la competitività delle PMI”. “Attenzione anche al mondo accademico e della scuola, commenta il dirigente provinciale Mario Pacitto. Infatti nei programmi enunciati dall’Udc vi è anche un forte impulso affinchè gli Istituti scolastici professionali presenti in città e le Aziende di Cassino agevolino degli stages prima del conseguimento del Diploma quale momento di alta formazione professionale a servizio degli studenti e delle Aziende che sapranno quindi scegliere i migliori per l’avviamento al lavoro chiamando il progetto Aula in Fabbrica”. “Dopo questo incontro, commentano il coordinatore Fardelli e la presidente dell’Udc Francesca Calvani, intendiamo discutere con la nostra deputata on.le Anna Teresa Formisano per farsi portavoce di una serie di criticità che i sindacati ci hanno raffigurato da situazioni di mancanza di comunicazione politica ed istituzionale con ad esempio la Regione Lazio ad altri interventi come la situazione della Legge 46, i Por e i Patti Strutturali”. L’Udc ha pensato bene di intavolare un discorso costruttivo con i sindacati anche alla luce delle prossime vicende dopo il referendum di Mirafiori e la preoccupazione sempre più insistente è che anche a Cassino potrebbe verificarsi lo svolgersi di un referendum senza però sapere con certezza cosa di propone e come si intende investire per lo stabilimento Fiat di Cassino.

12 Gennaio 2011 0

Sociale, Abbruzzese annuncia nuovi stanziamenti per i Comuni del Frusinate

Di Comunicato Stampa

“Diciannove comuni della Provincia di Frosinone potranno beneficiare dei contributi previsti dal Piano di utilizzazione triennale 2008/2010 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali, per un importo complessivo di oltre quasi 800mila euro. Si tratta nello specifico delle municipalità di Alatri, Alvito, Anagni, Aquino, Boville Ernica, Casalattico, Casalvieri, Castrocielo, Ceccano, Collepardo, Frosinone, Isola Liri, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Paliano, Pofi, Pontecorvo, Sant’Elia Fiumerapido e Torrice. Il finanziamento complessivo che andrà a coprire i tanti progetti presentati dai Comuni di tutto il Lazio si riferisce ad un importo di oltre 3milioni e 700mila euro. Con queste risorse che la presidente Polverini e l’assessore alle Politiche Sociali, Aldo Forte, hanno inteso confermare, si potranno concretizzate tanti progetti che prevedono assistenza e sostegno per fronteggiare le diverse emergenze sociali che interessano famiglie indigenti, minori e anziani della nostra regione. Sappiamo quanto sia importante far sentire la presenza e la sensibilità dell’Istituzione regionale nei confronti di chi vive in situazioni di disagio economico e sociale. E i Comuni, proprio perché rappresentano gli enti locali più vicini alle problematiche che vivono i cittadini, devono essere messi nelle condizioni per poter rispondere alle esigenze dei territori”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

12 Gennaio 2011 0

“Michele Nardone INCONTRA” i cittadini per proporre una amministrazione partecipata

Di Comunicato Stampa

“Michele Nardone INCONTRA” è l’iniziativa che sarà inaugurata nei prossimi giorni dall’Avvocato Michele Nardone, ex vice sindaco di Cassino considerato il più accreditato dei candidati del centrodestra alla carica di primo cittadino alle prossime elezioni comunali della città martire. « “Michele Nardone INCONTRA” rappresenta l’avvio di una ulteriore nuova fase del percorso che sto compiendo e vuole costituire un passaggio fondamentale nell’attuazione delle idee e strategie politico-amministrative che ho espresso negli ultimi mesi. Ho più volte detto di credere in un modo di fare politica fondato sulla partecipazione attiva dei cittadini, così da riuscire a creare un’amministrazione pubblica non solo effettivamente “a servizio” della comunità, ma capace di dar vita ad una nuova governance per Cassino, ispirata dall’ascolto dei cittadini e dalla costante condivisione delle scelte presenti e future. Per la mia idea di amministrazione comunale, non a caso, ho in mente l’introduzione di strumenti giuridici nuovi ed innovativi, come ad esempio “l’analisi di impatto della regolazione”, che è sintetizzabile – in breve – come un sistema che porta alla redazione dei progetti normativi più importanti anche mediante la preventiva consultazione degli stessi destinatari dell’azione amministrativa pubblica, cioè con le rappresentanze dei cittadini. Ecco perché ritengo che non si possa efficacemente tutelare una comunità senza aver avviato un dialogo conoscitivo ed esauriente su tutte le istanze sociali, culturali ed economiche di cui la stessa comunità è portatrice e, ancor di più, credo che non si possa successivamente ben amministrare al Città senza mantenere costantemente aperto il canale del dialogo per la più ampia partecipazione pubblica. E’ proprio sulla base di questo spirito culturale, in cui credo fermamente, che sto avviando l’iniziativa “Michele Nardone INCONTRA”: una serie di incontri che il mio staff sta già pianificando, come “focus tematici”, nel corso dei quali mi vedrò di volta in volta con i protagonisti dei diversi settori economici, sociali e culturali che compongono la nostra comunità di Cassino. Ascolterò le esigenze di ciascun settore, discuteremo e ci confronteremo su criticità e soluzioni possibili, proveremo anche a tratteggiare insieme le linee delle prospettive di sviluppo. Come già accade negli incontri che sto avendo da tempo con molte famiglie, assicurerò ai temi affrontati la massima aderenza con la realtà e con le concrete possibilità di soluzione dei problemi, perché i programmi di governo – per essere efficaci – devono saper progettare una visione del futuro solo sulla vera costruzione del miglior presente possibile».

11 Gennaio 2011 0

Comuni al di sotto dei 15mila abitanti, 600 mila euro a sostegno nel Frusinate

Di Comunicato Stampa

“Sui piccoli Comuni la Regione Lazio sta facendo passi da gigante, destinando importanti risorse finanziarie che serviranno a rilanciare i singoli territori provinciali. A tal proposito, proprio nei giorni scorsi, la Giunta Polverini ha dato il via libera alla ripartizione dei fondi che serviranno a sovvenzionare il programma di valorizzazione e incremento delle attività sociali, culturali e ricreative; quello sul ‘verde sociale’, e quello sulla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico. Si tratta di oltre 2 milioni e 600 mila euro di risorse (di cui circa 600 mila euro per la provincia di Frosinone) che finiranno nelle casse di una cinquantina di piccoli Comuni laziali con popolazione al di sotto dei 5 mila abitanti, per le municipalità che hanno risposto ai tre bandi regionali”. Lo ha affermato con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. “Ho accolto la notizia con grande soddisfazione. Il lavoro svolto finora – ha continuato Abbruzzese – dimostra quanto la Giunta Polverini e l’assessore agli Enti Locali, Giuseppe Cangemi, abbiano a cuore le piccole realtà della nostra regione. Nella sola provincia di Frosinone sono stati destinati per il programma di valorizzazione e incremento delle attività sociali, culturali e ricreative: 50 mila euro ai Comuni di San Biagio Saracinisco, Terelle e Viticuso, mentre a Castrocielo andranno 35 mila euro. Sul ‘social green’ le municipalità idonee sono state: Terelle, Santopadre, Settefrati, Campoli Appennino, San Giovanni Incarico e Valleaio che riceveranno 25 mila euro ciascuna, mentre Pastena ne avrà 17 mila e Villa Santo Stefano e Sant’Apollinare poco meno di 11 mila euro. Infine, per il programma di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico sono 4 i Comuni del frusinate che riceveranno dalla Regione 50 mila euro ognuno: si tratta di Viticuso, Esperia, Sant’Andrea del Garigliano e Castelnuovo Parano. Un’ulteriore boccata d’ossigeno per tanti piccoli Comuni che, grazie al lavoro portato avanti dal Governo regionale, si erano già visti sbloccare decine di mandati di pagamento relativi al biennio 2008-2009 per un importo complessivo di oltre 11milioni di euro. Mi preme ricordare – ha concluso il presidente Abbruzzese – che 65 paesi che ricadono nel solo territorio della provincia di Frosinone stanno portando avanti, proprio grazie a questi fondi, importanti progetti a sostegno delle piccole comunità locali, che spesso hanno difficoltà a reperire risorse indispensabili”.

10 Gennaio 2011 0

Regione Lazio e Provincia di Frosinone agli ultimi posti, Tedeschi (Idv): “La destra al Governo è sciagura”

Di Comunicato Stampa

“11° posto su 18 per la Regione Lazio. 95° posto su 108 per la Provincia di Frosinone. Dati terribili quelli pubblicati dal Sole 24 ore che riportano il nostro territorio ai peggiori livelli d’Italia” dichiara il consigliere Regionale dell’IDV Anna Maria Tedeschi. “I cittadini non amano i governi di centro destra, come è chiaro dai dati del Governance Poll 2010, realizzato da IPR Marketing per il Sole 24 Ore, che misura il favore riconosciuto dagli elettori agli amministratori locali. Per il governo regionale del Lazio la diminuzione dell’1,1% del gradimento della Polverini rispetto al momento dell’elezione (10 mesi fa) è una chiara stroncatura dei cittadini rispetto alla politica che la giunta di centro destra sta portando avanti. Nella nostra Provincia l’azione della giunta regionale ha dato luogo finora alla chiusura indiscriminata degli ospedali, alla scarsa attenzione all’occupazione e alle imprese in difficoltà, al rischio di diventare sempre più la discarica del Lazio, e siamo solo all’inizio! E cosa fa, l’Amministrazione Provinciale per opporsi a questi scenari e per difendere davvero il territorio? Purtroppo nulla, tranne che polemiche sterili attraverso la stampa con i predecessori. È chiaro che i cittadini sembrano accorgesene, anche in questo caso. Antonello Iannarilli deputato e presidente della Provincia di Frosinone, riesce nel miracolo di andare addirittura peggio della Polverini, perdendo l’1,5% di fiducia dei propri cittadini rispetto appena all’anno scorso arrivando 95° su 108 province. Se aggiungiamo a questi disastrosi risultati, la fiducia in caduta libera del Governo Berlusconi – conclude Anna Maria Tedeschi – ecco l’en plein che dimostra come la destra al governo è una vera e propria sciagura per i cittadini”.

9 Gennaio 2011 1

Cani randagi e abbandono nel Quartiere 90 zona F, l’Udc torna a chiedere interventi urgenti

Di Comunicato Stampa

L’Udc di Cassino nel svolgere il proprio ruolo di opposizione e fungere da pungolo alla vecchia amministrazione comunale, inviò a firma degli allora consiglieri comunali Marino Fardelli e Anna Teresa Formisano una dettagliata lettera in data 22 dicembre 2009 con la quale si richiedevano a quanti di competenza i perché della mancanza di opere di ultimazione previste nel Piano di Lottizzazione denominato “Cassino 90 zona F” che da Via Casilina Sud si snoda verso la zona Viale dei Presidenti in S.Bartolomeo. I due politici di Cassino constatarono personalmente, su sollecito di alcuni residenti, che la zona era ed è tuttora nello stato di totale abbandono e per di più in questi giorni si registra una presenza massiccia di cani randagi che incutono terrore e apprensione per i residenti. “A distanza di più di un anno purtroppo registriamo che è tutto fermo a quando denunciammo pubblicamente allora, asserisce il coordinatore dell’Udc Marino Fardelli. Ben vengano le sollecitazioni dei residenti e dei commercianti che in quell’area hanno investito e realizzato il sogno di una vita, ma le responsabilità siano chiare ed evidenti. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, attendiamo ancora a seguito della nostra lettera di denuncia e sollecito una degna risposta”. Di seguito una serie di proposte e solleciti che indirizzammo nella nostra articolata nota: – rimozione ostacoli su piano stradale; – psizionamento di pozzetti su piano stradale; – installazione e ultimazione della pubblica illuminazione; – ultimazione dei marciapiedi che allo stato attuale presentano vistosi cavi da interrare; – mancanza di segnaletica orizzontale e verticale; – mancanza dei parapetti sui ponti; – mancanza di cassonetti dei rifiuti e per la differenziata (almeno questo è stato fatto – no differenziata); – bonifica del fossato che raccoglie scarichi dei reflui di altre abitazioni poste a nord della zona; – pulizia e taglio delle erbacce su piano stradale e sui marciapiedi; – mancanza di uno spazio adibito a verde pubblico con giochi per bambini e panchine; – alberatura; – disinfestazione e derattizzazione nei periodi previsti; – ultimazione del collegamento stradale Viale Segni/Viale dei Presidenti con la nuova arteria stradale allo stato attuale senza denominazione che proponiamo venga chiamata Viale Guido Varlese (in memoria dell’amministratore comunale scomparso di recente). Nel nostro programma amministrativo presentato sabato scorso mediante una conferenza stampa abbiamo attenzionato (pagina 20 del nostro programma) ulteriormente questa situazione a dir poco vergognosa e una volta che i cittadini con il loro consenso ci permetteranno di governare la città di Cassino è nostra intenzione adoperarci nei primi giorni del mandato amministrativo nel prendere di petto la situazione ed energicamente affrontarla a beneficio di coloro che chiedono solo il rispetto di ciò che è loro dovuto.

9 Gennaio 2011 0

Farina eletto vicesegretario del Pd di Aquino

Di Comunicato Stampa

E’ Andrea Farina il Vicesegretario del Partito Democratico di Aquino. Eletto all’unanimità dal direttivo, Andrea Farina conferma la nuova linea adottata dal Circolo PD di Aquino che punta al suo rilancio valorizzando i giovani. “Ora a guidare la locale sezione del PD ci sono 2 under 40 – ha dichiarato il Segretario Gervasio – il nostro sarà un tandem che si dedicherà a costruire un nuovo Partito Democratico fondato sui valori che hanno portato alla sua nascita che sono quelli del riformismo, della legalità e del rispetto delle regole. Siamo un partito popolare e quindi dobbiamo tornare a parlare con i cittadini e ad ascoltare i loro problemi e le loro porposte. Il 2011 sarà un anno impegnativo e ricco di appuntamenti che vedrà il PD tornare ad occupare il posto che merita”.