Tag: aquila

21 Maggio 2019 0

Ottimi risultati degli atleti del Cus-Cassino ai C.N.U. a L’Aquila

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ancora un grande successo per gli atleti del Centro Universitario Sportivo di Cassino. I ragazzi dell’Unicas hanno portata a casa molte medaglie nei  Campionati Italiani Universitari che quest’anno si sono svolti a L’Aquila. Tutti gli atleti, regolarmente iscritti all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale si sono fatti onore. La miglior posizione è stata raggiunta da Samuele Cerro (Facoltà di scienze motorie) che ha conquistato un oro nel salto triplo con la misura di 16,18 metri e un quarto posto nel salto in lungo con una misura di 6,89 metri. Un buon quinto posto nei 5 km di marcia con l’atleta Anthea Mirabello (facoltà di scienze motorie) che ha terminato con un tempo di 26’10”78. Ancora quinto posto nei 5 km di corsa per la studentessa Francesca Marotta (facoltà di ingegneria) con un tempo di 19’24”64. Ottavo posto per Alessia Palmaccio, studentessa di Ingegneria con una prestazione di 1,63 mt nel Salto in Alto. e un 27esimo e 28esimo posto nei 200 mt e 100mt con un tempo di 23”95 e 11”78 per Matteo Pellegrini (facoltà di Ingegneria). Soddisfatto si è detto il presidente del Cus Cassino che è stato presente a L’Aquila: una festa grande  per le vie del centro storico dell’Aquila, con moltissimi atleti impegnati nei campionati nazionali universitari che hanno ‘fraternizzato’ con la cittadinanza. Un weekend di gioia pura, nei giorni in cui circa 4 mila tra atleti e accompagnatori hanno letteralmente invaso un capoluogo d’Abruzzo già ‘movimentato’ per gli eventi legati alla tappa del Giro d’Italia e della Gran Fondo Città dell’Aquila. I campionati nazionali universitari, iniziati lo scorso 17 maggio e che si concluderanno domenica 26, sono stati organizzati dal Cus L’Aquila insieme al Cusi nazionale.

7 Aprile 2019 0

A 10 anni dal terremoto de L’Aquila, l’evento che ci insegnò il significato delle parole “disastro” ed “eroismo” – VIDEO

Di admin

L’AQUILA – “Un’altra scossa di terremoto. Fortissima. Il palazzo è lì lì per cadere”.

Così commentavamo dieci anni fa, durante una diretta web su Il Punto a Mezzogiorno, davanti alla Casa dello Studente a L’Aquila, una delle tante scosse che si susseguirono in quei giorni mentre i soccorritori si calavano dall’alto nelle macerie nel tentativo di salvare vittime ancora intrappolate.

Erano da poco trascorse 24 ore dal sisma che distrusse il Capoluogo di Provincia abruzzese uccidendo 309 persone, in larga parte giovani universitari.

La mattina del 7 aprile, con l’amico e collega Antonio Nardelli, comprendemmo a pieno il senso della parola “disastro”. Tra la polvere e con i pochi mezzi che avevamo: un computer portatile con limitata carica, tentammo attraverso il nostro giornale e con delle immagini in diretta, di trasmettere anche agli altri il significato di quella parola che certamente, a noi, è rimasto ben chiaro nella mente.

Il perimetro della tragedia non era stato ancora delimitato; quanti morti, quanti feriti, chi fossero le vittime lo si poté stabilire solamente molte settimane dopo.

Il quel momento, la mattina del 7 aprile, fu raccapricciante sapere che sotto quei palazzi, appoggiati gli uni agli altri come quando un calcio al tavolo fa cadere parte del castello di carte, vi fossero persone ancora vive e che altre persone a rischio della propria vita tentavano di incunearsi tra una “carta” e l’altra mentre i calci al tavolo continuavano. Imparammo anche il senso della parola “eroismo”.

Ermanno Amedei

5 Gennaio 2019 0

Aquila reale avvistata nel Parco dei Monti Aurunci a Formia,

Di admin

FORMIA – “L’inconfondibile sagoma, la maestosa apertura alare e la suggestiva planata. L’aquila reale è apparsa sulle cime del Parco dei Monti Aurunci a Formia” Lo si legge in una nota del Parco dei Monti Aurunci.

“L’avvistamento c’è stato il Primo Gennaio 2019 in località Valliera/Vallaroce. L’esemplare è stato notato mentre volava su monte Sant’Angelo a circa 1500 metri di altitudine mentre era “infastidito” da una poiana. L’avvistamento e le foto sono di Marcello De Meo e Raffaele Bianco dell’associazione Wolf Aurunci. L’aquila reale ha una lunghezza compresa tra i 70 e i 120 centimetri, mentre il peso può arrivare anche a 6-7 Kg. L’apertura alare supera i due metri. Nel Lazio è presente come nidificante sui monti Reatini, Ernici, Simbruini, Meta, Mainarde, Velino e Lucretili”. “I luoghi, la natura e l’ambiente del Parco dei Monti Aurunci non finiscono di stupire. Vedere l’aquila reale planare sulle cime della catena degli Aurunci è stato uno spettacolo, un avvenimento che ci ha emozionato e allo stesso tempo inorgoglito – ha dichiarato nella nota il presidente del Parco dei Monti Aurunci Marco Delle Cese – Grazie a quanti ogni giorni lavorano per tutelarne le peculiarità del Parco e al mondo delle associazioni, dei tanti volontari, che s’impegnano per la natura e per conservarla in ogni sua forma”. “L’avvistamento dell’esemplare di Aquila Reale è un avvenimento eccezionale. L’aquila reale, infatti, è un rapace dalle dimensioni e dalla velocità impressionante, che in Italia è stanziale sull’arco alpino e appenninico, con avvistamenti in Sicilia e Sardegna. Nel Lazio ci sono pochissimi esemplari. Ma ora anche il Parco degli Aurunci potrà vantare avvistamenti di questa specie. Per questo saranno avviati specifici punti di osservazione al fine di studiarne la permanenza sulle cime degli Aurunci”, ha aggiunto il direttore del Parco Giorgio De Marchis.
11 Agosto 2010 0

L’Aquila, tesoro rinvenuto tra le macerie. E riconsegnato

Di redazione

Le notizie di cronaca che, quotidianamente, assorbiamo dai media talvolta ci inducono a credere che la brava gente sia, ormai, una rarità. Ma alcuni operai, impegnati a L’Aquila nella ristrutturazione di un’abitazione in cui aveva perso la vita una donna, ci hanno dato una bella lezione, inducendoci a ricrederci, o quantomeno a riflettere. Infatti, di fronte alla scoperta di un tesoro del valore complessivo di circa 150.000,00 €, gli operai della ditta “I Platani” non hanno esitato un istante a riconsegnare il tutto ai carabinieri, che ora stanno cercando di rintracciare i proprietari per riconsegnare loro gioielli, orologi e buoni postali rinvenuti. E anche se il “capomastro” che ha riconsegnato il tesoro cerca di sminuire, tentando di far passare il nobile gesto come se fosse normale, dovuto, è bello sapere che in una tragedia su cui tanti ricconi hanno spudoratamente speculato, ci sono stati pochi ragazzi semplici, onesti, che hanno saputo, invece, lenire il nostro disgusto. Palma L.

19 Luglio 2010 0

Cinque scosse in poche ore, L’Aquila continua a tremare

Di redazione

Cinque scosse di terremoto hanno fatto tremare ancora L’Aquila. Lo sciame è iniziato alle 22 di ieri e ha avuto una magnitudo pari a 2.3. Un’ora e mezza dopo, il sisma si è ripetuto con una forza pari a 2.8. A seguire i sismografi dell’istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia di Roma hanno registrato altre due scosse di magnitudo pari a due e, questa mattina, poco prima che sorgesse il sole, la quinta scossa di magnitudo 2.1.

3 Giugno 2010 0

Lo spettacolo del Gran Circo Italiano Embell Riva “Pro L’Aquila”

Di redazione

Martedì 8 giugno alle ore 18.00 presso l’Area Fiera di Lanciano, il Gran Circo Italiano EMBELL RIVA, nell’ambito dei suoi spettacoli che si svolgeranno nella Città frentana nei giorni 5/6/7/8 giugno 2010, ha organizzato in collaborazione con la Croce Rossa Italiana (Comitato locale di Lanciano),patrocinato dal Comune di Lanciano, uno spettacolo di beneficenza denominato “Pro L’Aquila” allo scopo di sostenere il reparto di pediatria dell’ospedale aquilano. Un bagaglio artistico che racchiude in se oltre cento anni di storia e successi, quello del Circo Embell Riva, caratterizzato da numerose tournée all’estero tra le quali in Ungheria, Montenegro, Kosovo, Albania. Il gruppo artistico si esibirà, a Lanciano, con uno spettacolo ricco e variegato. La parte iniziale sarà affidata alla geniale comicità del clown “Armen Asiryants” per poi passare all’ingresso in pista di tutti gli artisti a bordo di un maggiolino capriccioso dal quale uscirà l’elegante Alona, artista proveniente dalla scuola del circo russo. Da sottolineare l’esibizione del famosissimo mago illusionista Ottavio Belli, al quale è stato dedicato uno spazio importante all’interno dello show. Non mancheranno gli animali, da sempre tradizione circense, che saranno accompagnati dal noto Jody Bellucci, che si esibirà anche con le tigri. Una parte davvero speciale dello spettacolo sarà certamente quella curata da Emiliana Bellucci che presenterà l’alta scuola di equitazione in sella al suo cavallo. Tutto lo spettacolo è curato nei minimi dettagli, dalle coreografie ai costumi. Luci e fonica saranno curate da Christian Bellucci. I Direttori del Circo Embell Riva sono Mario è Roberto Bellucci, quest’ultimo famoso sin dal 1985 per le sue esibizioni con le tigri anche durante l’undicesima edizione del “Festival di Montecarlo”.

28 Maggio 2010 0

L’Aquila torna a tremare, cinque scosse in poche ore

Di redazione

L’Aquila torna a trmare e, inevitabilmente e comprensibilmente, la gente torna ad aver paura. Ben cinque scosse di magnitudo compreso tra il 2.9 e 1.9, sono stati registrati nelgi ultimi due giorni tra la provincia abruzzese e il reatino. L’ultimo proprio questa notte, il sisma si è fatto sentire alle 2,45 con una forza pari a 2.4. Lo sciame sismico è stato accolto dalle popolazioni dell’area già duramente colpite lo scorso anno, con timori e preoccupazioni anche se le scosse non hanno causato danni né feriti. Ermanno Amedeiermadei@libero.it

5 Maggio 2010 0

I ragazzi della Media Alighieri de L’Aquila sui luoghi della battaglia di Cassino

Di redazione

I ragazzi della Scuola media “Dante Alighieri” dell’Aquila sono stati a Cassino sui luoghi della seconda guerra mondiale. L’iniziativa è stata organizzata dalla casa editrice Psiche e Aurora nell’ambito del progetto School at Work – Abruzzo, finalizzato a fornire gratuitamente agli studenti aquilani testi di narrativa e attività didattiche. Dopo aver visitato l’Abbazia di Montecassino, i ragazzi sono stati accolti nella sala consiliare, per uno scambio di doni e di saluti, dal sindaco Bruno Scittarelli e dall’assessore Beniamino Papa. Al termine gli studenti hanno visitato l’Historiale. La Cooperativa “Il Sentiero” e i responsabili dell’Historiale hanno offerto gratuitamente ai ragazzi visite guidate e ingressi. Le classi interessate dal progetto School at Work – Abruzzo sono state 21 per complessivi 382 studenti. Tra i i testi adottati va ricordato il romanzo d’avventura Battleskate – I quattro dell’albero del tempo di Giuseppe Paone ambientato proprio all’Historiale e a Montecassino. Il percorso didattico prevede, oltre alla lettura del testo e alla visita ai luoghi del romanzo, l’incontro con l’autore che avverrà all’Aquila entro il mese di maggio. Psiche e Aurora editore, già affermata distributrice di narrativa scolastica, ha varato questo progetto di sostegno per gli studenti delle scuole medie inferiori della città dell’Aquila e della sua provincia. La campagna di adozione per l’anno scolastico 2009-2010 aveva visto l’adozione di diversi testi di questa casa editrice. Gli eventi sismici del 6 aprile hanno vanificato la programmazione scolastica con la rinuncia all’adozione, per non aggravare la già difficile condizione economica delle famiglie. Psiche e Aurora, da sempre legata al territorio abruzzese e sensibile alle problematiche culturali dei giovani, ha deciso comunque di fornire gratuitamente i testi già adottati. Molto apprezzata dai ragazzi è stata la visita all’Historiale di Cassino, il museo polisensoriale progettato da Carlo Rambaldi, autore di E.T., Alien e King Kong, nonché vincitore di tre premi Oscar. L’Historiale è il primo esempio in Italia di un nuovo modo di raccontare la storia basato sull’utilizzo di differenti modalità espressive: con il concetto tradizionale di museo condivide la concentrazione dell’esperienza in uno spazio fisico; con l’allestimento moderno, invece, la concezione scenografica e didattica. Il progetto ha permesso, attraverso un viaggio nel tempo di alcuni adolescenti, la riflessione sulle radici alla base dell’Unione Europea e la conoscenza della battaglia di Montecassino e della seconda guerra mondiale. Psiche e Aurora è un progetto editoriale nato nel 1907 tra Lazio e Abruzzo in seno al movimento dannunziano e alle avanguardie d’inizio Novecento, sviluppatosi grazie alla collaborazione di importanti letterati (Ada Negri, Trilussa, il movimento futurista, ecc.) e proseguito negli ultimi anni in sinergia con i migliori professionisti italiani. La storia della casa editrice è tutt’ora oggetto di studio da parte dell’Università di Trento attraverso il Progetto CIRCE. Come nei primi del Novecento Firenze aveva nella rivista Lacerba di Papini il riferimento culturale, i giovani di area appennica (Lazio meridionale, Abruzzo, Molise,) vedevano nelle pagine di Psiche e Aurora un approdo e la posssibilità di emergere in un’Italia dominata dalle élite culturali delle grandi città. Oggi la casa editrice contribuisce a vivacizzare la produzione culturale attraverso la realizzazione di testi finalizzati alla conoscenza e alla promozione del territorio a livello nazionale, è iscritta nel Registro degli Editori ed è accreditata dal Ministero dell’Istruzione e dall’Associazione Italiana Editori (A.I.E.) a fornire testi alle scuole dell’obbligo.

5 Aprile 2010 1

Ad un anno dal terremoto vi riproponiamo le immagini registrate a l’Aquila il 7 aprile

Di admin

La scossa di terremoto trasmessa in diretta martedì da Il Punto (20 sec.) [flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/scossa.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/scossaindiretta.jpg /]

Le immagini trasmesse in diretta martedì durante i tentativi di soccorso ai ragazzi intrappolati nella casa dello studente (45 min.) [flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/terremoto-laquila-diretta-7-4-2009.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/direttailpunto.jpg /]

In giro per la città fantasma[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/direttastrade.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/direttastrade.jpg /]

5 Aprile 2010 0

Mozart Requiem per l’Aquila ad un anno dal terremoto

Di redazione

Per non dimenticare L’Aquila: il Requiem di Mozart, nella basilica dell’Ara Coeli, in Campidoglio, martedì 6 aprile alle ore 21, in ricordo della grande tragedia che proprio un anno fa, il 6 aprile, distrusse la città aquilana. Il Concentus parteciperà con il suo coro polificonico, diretto da Mauro Gizzi. La musica ricorderà le vittime e servirà a dare nuova forza all’opera di ricostruzione. L’iniziativa è stata presa dal Comune di Roma, dal Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo e dalla Cassa di Risparmio della provincia dell’Aquila, sotto l’alto patronato del Sovrano Militare Ordine di Malta , dell’Ambasciata dell’Impero del Giappone e della Repubblica Federale di Germania. Ad eseguire il Requiem del grande compositore austriaco, nella stupenda chiesa dell’Ara Coeli al Campidoglio, sarà appunto il Coro del Concentus Musicus fabraternus Josquin Des Pres, insieme al Coro dell’Arcum di Roma, alla Cappella Musicale Costantina e al Coro Città di Roma, accompagnati dall’Orchestra Barocca Marco Dall’Aquila, voci soliste Lucia Vaccari, Cecilia Alegi, Flaviano Bianchi, Fabrizio Pica Alfieri. la direzione è affidata a Jacopo Sipari di Pescasseroli. Madrina della serata sarà la principessa Maria Pia Ruspoli. Oltre che dal Comune di Roma, l’evento è patrocinato da; Comune dell’Aquila, Comune di Pescasseroli, Provincia di Roma, Provincia dell’Aquila, Regione Lazio, Regione Abruzzo, Arcidiocesi dell’Aquila, Sovrano Militare Ordine di Malta, le ambasciate di Albania, Australia, Austria, Regno di Danimarca, Cile, Finlandia, Grecia, Giappone, Germania, Haiti, Regno di Giordania, Niger, Repubblica del Mozambico, Pakistan, Regno di Svezia, Siria, Svizzera, Ungheria presso lo Stato Italiano, e le ambasciate di Croazia, Francia e d’Italia presso la Santa Sede. Inoltre dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro di casa Savoia e dal Circolo Gran Magistrale Giovanile degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, insieme all’Istituto Gurdie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon. L’ingresso al Concerto è libero