Tag: commissione

7 Maggio 2019 0

Una commissione studi sulle Marocchinate, ne fanno parte 11 avvocati

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Una commissione studi sulle Marocchinate, ne da annuncio in una nota l’associazione Nazionale Vittime della Marocchinate che da anni si batte per divulgare, meglio di quanto non sia stato fatto in precedenza, la storia che ha visto come vittime intere popolazioni civili, brutalizzate, rapinate e spesso assassinate dai soldati delle truppe nordafricane incolonnate nelle file dell’Esercito Francese durante la seconda guerra Mondiale.

“E’ di questi giorni la notizia della istituzione di una commissione studi sulle Marocchinate voluta, e presieduta, dall’avvocato penalista Luciano Randazzo che a breve inizierà i lavori”.

Lo si legge nella nota.

“Un’idea che portava con sé da diverso tempo e che adesso vede la luce. L’avvocato in questa avventura si avvarrà dei più importanti professionisti del campo del diritto, della giurisprudenza. Professori universitari, avvocati penalisti e civilisti. Questa la squadra che comporrà la commissione: come presidente Luciano Randazzo, il Prof. Avv. Antonio Sarno del foro di Nocera Inferiore, il Prof. Avv. Francesco Mazza del foro di Roma, l’Avv. Mirella Spadafora del foro di Cosenza, l’Avv. Luigi D’Agosto del foro di Varese, l’Avv. Mara Cesarano del foro di Milano, l’Avv. Maria Concetta Cioffi del foro di Nocera Inferiore, gli Avvocati Alessandra Pomponi Tomei, Laura Vasselli, Luigi Pajalich e Luigi Piccarozzi del foro di Roma”.

“Ho ritenuto opportuno istituire questa commissione studi – Ha detto l’Avvocato Luciano Randazzo nella nota – perché per la prima volta dopo 75 anni dovremmo discutere, e c’è la necessità, di crimini di guerra commessi dalla Francia in danno dell’Italia in riferimento alle cosiddette Marocchinate. In tutti questi decenni non c’è stato un processo a riguardo, le istituzioni con il loro assordante silenzio non hanno mai ritenuto opportuno prendere una iniziativa per questo capitolo vergognoso della storia italiana. Questa commissione ha come finalità quello di studiare il motivo, o i motivi, per cui l’Italia non ha mai operato in tal senso dopo 75 anni dai fatti. E’ la prima volta che si studieranno questi veri crimini di guerra. Le Marocchinate in primis e poi parallelamente altri crimini. Ho scelto io stesso i componenti della commissione sulla base di preparazione professionale che ognuno di loro ha nel loro ambito lavorativo e che possono con il loro contributo apportare un significativo risultato alla causa. Sono tutti colleghi professionisti affermati di spessore, che ringrazio profondamente per aver accettato. In questa sede voglio ribadire ancora un concetto importante che questa commissione al proprio interno è lontana anni luce dalle stanze della politica. Purtroppo questa orrenda pagina di storia è stata ed è strumentalizzata in modo becero. Questa commissione servirà invece da impulso al mondo politico per far costituire una commissione parlamentare d’inchiesta che come A.N.V.M. abbiamo più volte ribadito in ogni sede la quale credo, anzi ne sono convinto, purtroppo giace ancora nel dimenticatoio e nell’indifferenza. Questo la dice lunga sull’interesse che le istituzioni hanno avuto nei confronti delle Marocchinate, delle vittime, dei parenti”.

12 Marzo 2019 0

Frosinone, la Commissione Europea riconosce la Provincia indenne da tbc bovina e bufalina

Di redazionecassino1

FROSINONE – Dopo continui e approfonditi controlli del Servizio Veterinario aziendale, la nostra Provincia è stata riconosciuta dalla Commissione Europea “Territorio Ufficialmente Indenne” dalla Tubercolosi Bovina e Bufalina. Gli allevamenti di Frosinone si aggiungono così a quelli di Rieti e Viterbo nella lista certificata dall’Unione Europea.

L’approvazione è arrivata dopo la presentazione alla Commissione di documenti comprovanti l’esistenza, nel nostro territorio, delle condizioni previste dalla direttiva 64/432/CEE: tra queste, che tutti i bovini sono esenti da manifestazioni chimiche di tubercolosi e che nessuno di essi, in occasione del trasporto, è entrato in contatto con bovini provenienti da allevamenti non ufficialmente indenni.

La qualifica è stata attribuita con la Decisione di Esecuzione 2018/1983 di fine 2018, successivamente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. In precedenza la nostra Provincia è stata riconosciuta anche indenne da Brucellosi Bovina e Ovicaprina, oltre che da Leucosi, tutte patologie trasmissibili all’uomo.

L’Ufficiale Indennità degli allevamenti alla tubercolosi bovina e bufalina rappresentava l’obiettivo da raggiungere per i Servizi Veterinari e in particolare del Direttore Generale, che ha investito risorse per raggiungere tale risultato.

Ora il riconoscimento di Ufficiale Indennità da parte della Commissione Europea valorizza il patrimonio bovino e bufalino, oltre a quello dei prodotti derivati quali la carne, il latte e, soprattutto, la mozzarella di bufala, che sta conquistando ampie fette di mercato extraeuropee in Paesi come Russia, Argentina, Brasile, Cina.

6 Marzo 2019 0

Marocchinate, Fdi annuncia: disegno di Legge in Senato per istituzione commissione d’inchiesta

Di admin

FROSINONE – “Questa mattina il presidente e una delegazione dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate, si sono recati presso il Senato per incontrare i senatori di Fratelli d’Italia Massimo Ruspandini, Isabella Rauti e Luca Ciriani presidente del gruppo FdI in Senato”.

Lo si legge in una nota dell’associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate.

“Durante l’incontro si è discusso molto della triste vicenda delle Marocchinate. Il senatore di Ceccano Ruspandini ha dichiarato che: «Fratelli d’Italia sarà al fianco di Emiliano Ciotti e dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate. Faremo tutto il necessario per portare alla luce gli stupri di massa perpetrati dall’esercito franco-marocchino ai danni delle nostre popolazioni».

Il senatore ceccanese insieme ai suoi colleghi stanno rielaborando il disegno di legge da portare all’attenzione del Senato per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta. I senatori Ciriani e Ruspandini hanno ribadito che sarà loro impegno e del gruppo FdI al senato con la collaborazione dell’A.N.V.M. presentare al più presto questa proposta. Lo studio legale dell’avvocato Luciano Randazzo, che cura gli interessi dell’associazione, lavorerà a stretto contatto con il gruppo di FdI per la stesura della bozza di legge da portare in senato. Bisogna ricordare che la stessa è stata rivista, già in precedenza presentata da Ruspandini stesso, in quanto il termine “marocchinata” non era corretto in quanto la motivazione ufficiale diceva che i fatti risalgono a troppo tempo fa e sia carnefici che vittime ormai non sono più vivi. Analoga situazione si è verificata col comune di Roma per l’intitolazione di un parco, che ricorda le donne ciociare violentate dalle truppe del C.E.F. Si sta quindi lavorando nel dettaglio per trovare la terminologia più idonea affinché possa arrivare nel più breve tempo possibile in Senato.

Al termine dell’incontro è stato donato una copia del libro “Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa” al Senatore Massimo Ruspandini”.

25 Luglio 2018 0

Parlamentari della Lega si impegnano per istituire una Commissione sulle Marocchinate

Di admin

ROMA – Questa mattina Emiliano Ciotti, presidente dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate, è stato ricevuto a Roma presso la Camera dei Deputati dagli onorevoli della Lega senatori Francesco Zicchieri e Gianfranco Rufa e dall’Onorevole Francesca Gerardi”.

Lo si legge in una nota di Davide Caluppi Responsabile comunicazione stampa e relazione Assoc. Nazionale Vittime delle Marocchinate

Per impegni non ha potuto partecipare all’incontro il senatore Massimo Ruspandini di Fratelli d’Italia, ma ha dato quanto prima disponibilità ad incontrare il presidente dell’associazione. L’incontro è stato molto concreto.

I tre rappresentati politici hanno preso l’impegno formale davanti a Ciotti di portare quanto prima in Aula una proposta per la costituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta affinché questa faccia luce sui fatti delle Marocchinate e riconosca i crimini commessi dalla Francia. Emiliano Ciotti ha donato ai politici una copia del suo nuovo libro. Inoltre è stato contattato l’avvocato Luciano Randazzo, il primo a proporre una commissione parlamentare d’inchiesta circa l’accertamento delle responsabilità politiche e penali della Francia. Commissione parlamentare che per la prima volta verrà istituita. L’avvocato Luciano Randazzo verrà convocato quanto prima presso la Camera dei Deputati.

Inoltre i tre parlamentari si sono fatti promotori di organizzare a breve presso la Camera dei Deputati una presentazione del libro di Emiliano Ciotti che racconta quelle tragiche vicende”.

18 Luglio 2018 0

Via libera in Commissione provinciale LL.PP. per la donazione della strada di collegamento Campus e istituti scolastici

Di redazionecassino1

CASSINO – Stamani, dopo mesi di lavoro ed istruzione, la Commissione provinciale 1 “Lavori pubblici e attività tecniche” chiude un iter lungo e tortuoso per l’alienazione di una particella strategica di collegamento tra il Campus Folcara e la zona degli istituti scolastici di Via Sant’Angelo.

La Commissione Provinciale, ha approvato la proposta di delibera per il Consiglio provinciale che sostanzialmente dona all’Università di Cassino una piccola, ma preziosa, strada di collegamento tra il Campus Folcara e la Zona di diversi Istituti scolatici (Liceo Scientifico, ITIS, Geometra). L’Università provvederà poi a metterla in sicurezza e, finalmente, gli studenti potranno raggiungere il proprio Istituto dal Campus e non più solo da Via Sant’Angelo.

La proposta per il Consiglio provinciale era stata ri-proposta con forza dal Sindaco e dal Rettore già a Dicembre del 2017 con una richiesta congiunta al Presidente del Consiglio Provinciale.

L’Università ed il Comune, anche grazie al lavoro della prof. Paola Verde, all’epoca assessore con delega anche ai trasporti, hanno inserito la strada di collegamento in una nuova gestione del trasporto pubblico per gli studenti. Sarà possibile implementare le nuove corse per il servizio verso gli Istituti scolastici grazie alla disponibilità di nuove corse attraverso il Campus con fermata in prossimità della stradina di collegamento.

7 Giugno 2018 0

La puntura di Ultimo… alla manfrina tra Google e Commissione UE

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “La Commissione UE si appresta a multare Google per abuso di posizione dominante. I giornali parlano di maxi sanzione miliardaria ma anche stavolta la montagna partorirà un topolino.

È la solita e ben nota manfrina tra multinazionali e Commissione UE. I colossi eludono le leggi con enormi profitti, poi, ogni tanto, vengono beccati, tanto per far vedere e tentare di salvare le apparenze.

Qualunque sarà la sanzione, avranno già guadagnato dieci volte di più. E subito dopo si ricomincia…”.

Ultimo

6 Febbraio 2018 0

La puntura di Ultimo… ai valori della “Commissione europea”

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Il vice presidente della Commissione Europea Timmermans ha dichiarato che l’attacco di Macerata è contro ‘i nostri valori’. Giusto. Ma i valori europei prevedono anche che immigrati pregiudicati, privi di permesso di soggiorno o addirittura già colpiti da provvedimento di espulsione rimangano ancora in giro a commettere reati di tutti i tipi?”.

Ultimo

31 Ottobre 2017 Off

Di Mambro: “Approvazione della Commissione Sanità della Regione del regolamento registro tumori altro passo verso la meta”

Di redazionecassino1

“Questa mattina la commissione Sanità della Regione Lazio ha approvato all’unanimità il regolamento attuativo del Registro Tumori. Un altro successo anche per la Provincia di Frosinone”. Lo dichiara un entusiasta Carmine Di Mambro, consigliere del Comune di Cassino e principale sostenitore della campagna a favore del Registro dei Tumori.

“Stiamo parlando di uno strumento che dovrebbe essere già presente da tempo su tutto il territorio è rimasto nell’oblio per troppo tempo punto il mezzo necessario per fornire una mappatura delle patologie oncologiche nella nostra provincia e in tutta la regione così da poter fornire i mezzi necessari al personale medico per affrontare campagne di prevenzione adatte e mirate per le fasce di età e per i cittadini in base alla loro residenza e agli eventuali rischi ai quali sono esposti.

Il registro dei Tumori non è un documento scritto e chiuso in un cassetto rappresenta uno strumento in continua evoluzione a disposizione di tutta la cittadinanza non soltanto delle persone che vivono quotidianamente la malattia, non soltanto a disposizione dei familiari che con silenzio e sofferenza sostengono i loro cari ma di tutta la cittadinanza senza differenze di politica cultura età o contesto sociale. È un traguardo raggiunto per il bene della comunità. Oggi è stato compiuto un altro passo verso la meta”.

La battaglia del consigliere Di Mambro è stata condotta fin da subito con tenacia e passione non solo per questioni personali ma proprio a tutela e in difesa di tutte le voci che sono rimaste inascoltate per anni nonostante le urla di disperazione di madri che hanno perso figli, mariti che hanno perso mogli e famiglie che si sono spezzate. “Ora si può fare la differenza il registro dei Tumori può aiutare nella prevenzione. Un passo alla volta per raggiungere l’obiettivo , un percorso difficile da fare tutti quanti insieme che lasceremo in eredità ai nostri figli affinché possano avere i mezzi necessari per affrontare la vita in questo territorio con maggiore consapevolezza”. ha concluso il.consigliere comunale Carmine Di Mambro.

14 Settembre 2016 0

Commissione Patenti a Cassino, Fardelli (LB.OL) ringrazia Abbruzzese (Fi) per aver ultimato lavoro iniziato da Petrarcone (PD)

Di admin

Cassino – “La Regione Lazio ha quasi terminato l’iter per istituire una Commissione Patenti anche a Cassino”.  Lo ha dichiarato il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo LB OL. “L’ubicazione dell’ufficio agevolerà infatti i numerosi utenti del cassinate che al momento sono costretti a recarsi a Frosinone con tutte le oggettive difficoltà. Ringrazio il collega Abbruzzese (Fi) per aver riportato all’attenzione la questione per la quale la Regione Lazio già aveva avviato le procedure a seguito della richiesta avanzata nel 2013 dall’allora sindaco Petrarcone (da luglio tesserato Pd) immediatamente dopo il Decreto del Presidente dei Ministri che ne disciplinava l’iter. La procedura legata quindi ad una novità legislativa complessa, ha portato comunque ad una istruttoria svolta regolarmente e che sta portando alla definizione di una questione di fondamentale importanza per centinaia di cittadini cassinati”.

2 Agosto 2010 0

Regione Lazio: seduta fiume in Commissione Bilancio

Di redazionecassino1

E’ in corso la seduta della Commissione Bilancio della Regione Lazio. E’ probabile che possa proseguire ad oltranza, anche in seduta notturna. Da registrare, sui lavori, una dichiarazione del consigliere, dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi, secondo cui il suo gruppo ha presentato 55 emendamenti alla legge di assestamento del bilancio regionale.  “In particolare abbiamo proposto – spiega la Tedeschi – di  restituire i 600mila euro tagliati dal fondo per la non autosufficienza e i 106 milioni tagliati per il trasporto pubblico locale del Cotral. Chiediamo, inoltre, che resti invariato il fondo per l’erogazione del Reddito Minimo Garantito che in questi mesi è stata l’unica fonte di sostentamento per le famiglie colpite dalla crisi. In generale tutta la nostra opposizione  ai provvedimenti della giunta Polverini è orientata a limitare i pesanti danni che questa manovra potrebbe portare nella quotidianità dei cittadini, nei loro spostamenti, nei servizi sociali e assistenziali  e nel sostegno di quanti perdono il lavoro”.

F. Pensabene