Tag: ferragosto

16 Agosto 2019 0

Ferragosto sicuro nel Golfo di Gaeta, Guardia Costiera soccorre trimarano e controlla spiagge

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

GAETA – E‘ stato un Ferragosto all’insegna della sicurezza in mare e sulle spiagge per il Compartimento Marittimo di Gaeta ed i suoi comandi  periferici di Terracina, Sabaudia, San Felice Circeo, Formia, Scauri, Ponza e Ventotene.

Il mare agitato non ha certo agevolato il compito della Guardia Costiera e degli assistenti bagnanti, su tutto il litorale, ma il dispositivo di sicurezza predisposto preventivamente con l’impiego di circa settanta militari ha consentito di scongiurare situazioni di particolare pericolo. Alcuni interventi di soccorso sono stati ben gestiti dai bagnini di salvataggio, in particolare sul litorale di Scauri e sul litorale di Sant’Agostino di Gaeta, intervenendo per riportare a riva diversi bagnanti trovatisi in difficoltà per il mare mosso presente in zona.

Due interventi più impegnativi hanno invece interessato direttamente la sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta: all’altezza del litorale di Formia, un trimarano con 9 persone a bordo ha avuto un’avaria e si è trovato pericolosamente alla deriva. L’intervento congiunto di una motovedetta della Guardia Costiera e di un mezzo navale della Guardia di Finanza ha consentito il rientro in sicurezza nel porto di Formia dei malcapitati.

Sul fronte controlli, la Guardia Costiera, presente lungo la costa pontina con motovedette e pattuglie di terra, per garantire la sicurezza della balneazione, vigilare sull’ambiente marino e sul corretto uso del demanio marittimo, ha registrato, nel corso della mirata attività di vigilanza, un sostanziale virtuoso comportamento da parte dei numerosi bagnanti e diportisti: pochi gli illeciti riscontrati e le cui sanzioni ammontano ad un totale di circa 3500 euro.

Due gli stabilimenti balneari del litorale pontino sanzionati perché sprovvisti dell’assistente bagnante nella postazione di salvataggio, compromettendone così la sicurezza dei loro bagnanti.  L’intervento delle unità navali della Guardia Costiera si è resa necessaria anche sul litorale di Gaeta e Formia dove i militari sono intervenuti per far allontanare due imbarcazioni  che navigavano sotto costa nella fascia riservata alla balneazione, ponendo in pericolo i bagnanti presenti in mare: i due proprietari dei mezzi navali sono stati sanzionati. Multati infine due soggetti per aver praticato la pesca subacquea in zona non consentita.

A Sperlonga, la Guardia Costiera di Gaeta ha proceduto ad elevare 2 notizie di reato per l’abusiva occupazione di tratti di spiaggia libera: 800 i metri quadri di arenile sottratti illecitamente alla libera fruizione, circa 200 le attrezzature balneari sequestrate. Analoga attività contro l’abusiva occupazione di demanio pubblico è stata svolta a Sabaudia dove la locale Guardia Costiera ha denunciato alla Autorità Giudiziaria di Latina il titolare di un chiosco insistente su suolo pubblico per complessivi mq 135, con relativo sequestro preventivo, poiché sprovvisto dell’autorizzazione e titolo legittimante.

I militari hanno vigilato anche sulla regolarità delle procedure di imbarco e sbarco delle navi passeggeri: nella sola giornata di Ferragosto, oltre 6.500 persone si sono imbarcate su traghetti ed aliscafi sulle tratte tra San Felice Circeo, Terracina, Formia, Ponza e Ventotene.

16 Agosto 2017 0

Diportisti multati a Ferragosto, la Capitaneria di Porto li sorprende a navigare in zona interdette

Di admin

GAETA – L’attività di vigilanza da parte del personale militare del Compartimento marittimo di Gaeta ha visto, nel ponte di Ferragosto, un considerevole dispiegamento di pattuglie di terra e mezzi navali lungo i 200 km di litorale di giurisdizione.

Circa ottanta uomini e donne e dodici mezzi navali hanno costituito il dispositivo predisposto dalla Guardia Costiera per pattugliare le coste e le acque del Compartimento marittimo di Gaeta, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” condotta sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, al fine di garantire la corretta e sicura fruizione del litorale, per il contrasto di eventuali comportamenti illeciti e pericolosi.

Le motovedette della Guardia Costiera di Gaeta, presenti in mare, impegnate nel pattugliamento lungo il litorale del sudpontino, hanno monitorato l’attività delle numerose unità da diporto presenti in zona. Tale attività unitamente a quella svolta dalle pattuglie impiegate via terra lungo le spiagge di giurisdizione per la verifica della corretta osservanza delle norme vigenti per la tutela dei bagnanti, ha contribuito a garantire quei livelli di sicurezza e di vigilanza, che hanno consentito di registrare, al termine delle giornate più critiche della stagione estiva, l’assenza di gravi incidenti.

Nel corso dell’attività di polizia marittima svolta in mare e sulle spiagge dai militari della Guardia Costiera si è posta particolare attenzione al rispetto dei limiti della fascia riservata alla balneazione, per la tutela dei numerosi turisti presenti lungo la costa.

Nell’ambito di tale attività di controllo è stata accertata nello specchio acqueo antistante la Grotta del Turco del Parco “Riviera d’Ulisse” di Gaeta la presenza di 5 unità da diporto in transito all’interno della fascia riservata ai bagnanti. I militari della Guardia Costiera, dopo aver fatto allontanare dalle aree interdette le unità, hanno proceduto ad elevare 5 verbali amministrativi con sanzioni di pari a circa duemilacinquecento euro nei confronti dei cinque trasgressori. Analoga attività svolta lungo la costa in località San Vito, ha portato i militari della Guardia Costiera di Gaeta ad accertare la presenza di 3 unità da diporto ancorate all’interno della fascia riservata alla balneazione, tutte e tre sanzionate con 3 verbali amministrativi per un importo di circa millecinquecento euro.

Nel corso dell’attività di polizia marittima, è stata, inoltre, contestata ad un diportista – M.S. 50 anni della provincia di Caserta – la conduzione di un natante da diporto con patente nautica scaduta. Al trasgressore è stata elevata la sanzione amministrativa di oltre mille euro prevista dalla specifica normativa in materia di nautica da diporto.

Si ricorda a tutti i bagnanti e diportisti che è attivo 24 ore su 24 il numero blu gratuito 1530 al quale risponde la Guardia Costiera per le emergenze in mare e che sul sito istituzionalewww.guardiacostiera.gov.it , nella sezione dedicata alla Capitaneria di Porto di Gaeta, è possibile visualizzare le ordinanze vigenti.

17 Agosto 2009 0

Esodo di Ferragosto, controlli sulle strade

Di redazione

A Campoli Appennino (Fr), sulla SS 666, ai confini con l’Abruzzo, i militari del NORM del NORM della Compagnia di Sora, nel corso di mirati servizi di controllo alla circolazione stradale, soprattutto ai motocicli, opportunamente intensificati in occasione della festività di ferragosto, hanno conseguito i seguenti risultati: – motocicli controllati nr.37; – persone generalizzate nr.40; – totali infrazioni nr.10 di cui: . (velocità non commisurata alle caratteristiche della strada) nr.1; . (modifiche alle caratteristiche costruttive funzionali con ritiro del documento di circolazione) nr.1; . (omessa revisione) nr.3; . (mancata copertura assicurativa con sequestro del veicolo) nr.1; . infrazioni varie nr.4.

16 Agosto 2009 0

Tentano il furto nella notte di Ferragosto, arrestati

Di redazione

Si sono introdotti in un cantiere edile forzando il lucchetto del cancello con un piede di porco. Così, tre rumeni, ieri ad Alatri (Fr), hanno pensato di concludere il Ferragosto. Per loro sfortuna però, all’uscita, quando credevano di aver messo a segno il colpo, hanno trovato i carabinieri che li attendevano. A nulla è valsa la fuga. I tre Drangu Valentin, classe 1961, Tabarnac Constantin, classe 1965 e Drangu Dumitru Cosmin, classe 1983, sono stati arrestati per tentato furto aggravato in concorso.

16 Agosto 2009 0

In spiaggia lo stupro di Ferragosto

Di redazione

Doveva essere un falò sulla spiaggia tra amici, ma la notte tra il 14 e 15 agosto, si è trasformata per una 17enne di Roma in un incubo. All’alba di ferragosto la ragazza ha chiamato il padre chiedendogli aiuto. Era ospite di una amica e, con un gruppo di amici, stavano passando la notte prima del 15 facendo un falò sulla spiaggia di Tor San Lorenzo, nel comune di Ardea. Secondo il racconto che ha fornito agli agenti della Squadra Mobile romana, tre suoi coetanei, quindi minorenni, appena conosciuti, avrebbero abusato di lei. Una circostanza che conserva ancora molti lati oscuri e per questo il magistrato ancora non ha preso provvedimenti nei confronti dei presunti violentatori.