Tag: giovanni

26 Luglio 2019 0

Open day al sito archeologico Fabrateria Nova di San Giovanni Incarico

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SAN GIOVANNI INCARICO – Occasione più unica che rara oggi a San Giovanni Incarico per l’open day alla zona archeologica di Fabrateria Nova in località La Civita. Ad organizzarla è il comune di San Giovanni Incarico con la collaborazione dell’Università del Salento e la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti.

Gli scavi a Fabrateria Nova sono in concessione all’università del Salento, dipartimento di beni culturali, direttore scientifico prof.ssa Adriana Valchera (professore associato di Topografia Antica).

Le indagini sono parte di ricerche avviate nel 2007 attraverso una convenzione stipulata tra l’allora Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, Università del Salento, Università di Cassino, Istituto Archeologico Germanico (sezione di Roma) e Comune di San Giovanni Incarico

Gli scavi 2015-2019 hanno portato alla luce i resti di due edifici, posti ai lati dell’incrocio, di una strada basolata con andamento E-O e di una strada glareata N-S

Gli edifici sono attribuibili alle fasi di impianto della colonia, fondata nel 124 a.C., in seguito alla distruzione di Fregellae.

Alle 17.30 di oggi, dopo i saluti delle autorità, inizieranno le visite guidate.

10 Luglio 2019 0

ArtCity 2019, Giovanni Allevi apre la rassegna del “bello immerso nella storia”

Di redazionecassino1

CASSINO – Sarà Giovanni Allevi a inaugurare venerdì 12 luglio la serie di appuntamenti di ArtCity 2019 a Cassino, il pianista torna a calcare i palchi d’italia con il suo “Piano solo tour – Summer 2019”.

La rassegna dal titolo Anfiteatro, presso il museo archeologico nazionale “G. Carrettoni” e nell’area archeologica di Casinum è realizzata dal Polo Museale del Lazio, istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, le cinque serate di Anfiteatro saranno affidate ad artisti e interpreti d’eccezione per far vivere l’esperienza del “bello” immerso nella storia.

Integrare la comune modalità di fruizione del complesso antico di Cassino, la visita culturale, con la possibilità di trasformare il visitatore in spettatore di eventi musicali e teatrali è l’obiettivo della rassegna “Anfiteatro” curata da Marina Cogotti che si svolgerà proprio nell’antica Casinum. L’area archeologica è, infatti, dominata dalla presenza dell’anfiteatro, un grande edificio per spettacoli che una testimonianza epigrafica attribuisce all’iniziativa di una donna, la matrona cassinate Ummidia Quadratilla.

La rassegna continuerà mercoledì 17 luglio con Neri Marcorè ospite dell’Orchestra Bottoni, uno dei gruppi più inediti nel panorama della world music italiana; domenica 21 luglio appuntamento Alma Manera per una serata dedicata alla grande musica e al cinema “Ciak si gira!… Cine…mà”, spettacolo scintillante omaggio ai grandi compositori e autori del cinema internazionale. Domenica 28 luglio si prosegue con la Medea di Euripide interpretata da Laura Morante e accompagnata dai musicisti Lorenzo Fuoco al violino e Salvatore Monzo al pianoforte. Venerdì 2 agosto, concluderà la rassegna “Anfiteatro” Marina Massironi, con un reading teatrale, curioso e divertente, sull’Otello di Verdi.

Informazioni per il pubblico e modalità di ingresso

Museo Archeologico Nazionale “G. Carettoni” 

e Area archeologica di Casinum Via di Montecassino 03043 Cassino FR tel. +39 0776301168

Biglietto: intero € 4,00, agevolato € 2,00

Nelle serate di spettacolo è attivo l’ingresso e servizio di biglietteria dal parcheggio della clinica San Raffaele

15 Maggio 2019 0

Cassino, pronta a dare il “Bentornato” al Giro d’Italia. Domani il via alla 6° tappa fino a S. Giovanni Rotondo

Di redazionecassino1

CASSINO – Tutto pronto, sotto l’aspetto organizzativo, per la sesta tappa del Giro d’Italia 2019, alla 102esima edizione. Già da giorni la Città si prepara all’arrivo della carovana del Giro prevista nel pomeriggio-sera di oggi. Domani la partenza della tappa che porterà i 174 corridori da Cassino a San Giovanni Rotondo. Non è la prima volta che il Giro fa tappa a Cassino. Già nel maggio del 2014 i corridori sono arrivati al traguardo proprio davanti l’abbazia di Montecassino durante le celebrazioni per 70ennale dalla sua distruzione nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Poco prima per inerpircasi per i dieci chilometri di salita per la vetta del sacro Monte, la carovana ha percorso Cassino e ad accoglierla, sia in città che in abbazia, c’erano migliaia di tifosi che hanno sfidato pioggia e vento. A vincere, quella volta, la tappa conservando la maglia rosa è stato l’australiano Michael Matthews questa volta la Città Martire sarà città di partenza della sesta tappa.

Una tappa che segue quella ha portato i 174 corridori da Frascati a Terracina per 140 km circa. Una grande opportunità di visibilità per la Città che nelle prossime ore sarà inondata da oltre 200 fra automezzi, ammiraglie delle squadre corsa, televisioni e radio, stampa, cine operatori, fotografi. Un fiume ‘in rosa’ di persone al seguito della maggiore competizione ciclistica a tappe d’Italia. Una vetrina di sport, ma anche economica per la città che, tuttavia, inizialmente è sembrata non accorgersene molto, un po’ sonnolenta alla festa che la Kermesse ciclistica assicura ad ogni suo passaggio. Comunque in molti ci hanno pensato e rimediato prima dell’arrivo del ‘circo del Giro’ al termine della tappa in corso da Terracina. Bandierine e fili rosa da un lampione all’altro sono già al loro posto e qualche palloncino sulle strade e piazze cittadine principali, viale Dante, corso della Repubblica e tutte le altre che vedranno l’assalto dell’organizzazione. Certo le condizioni meteo e la pioggia battente di oggi non hanno aiutato al meglio nell’impresa. Ci sono, tuttavia, ancora alcune ore per dare in modo adeguato e festoso il bentornato al Giro!

F. Pensabene

 

14 Maggio 2019 0

Tutto pronto per la 6° tappa del Giro d’Italia, Cassino-S. Giovanni Rotondo, giovedì 16. Sospesa attività didattica

Di redazionecassino1

CASSINO – Grande attesa per la 6° tappa del Giro d’Italia, edizione 102, che partirà da Cassino giovedì 16 maggio per raggiungere il traguardo di San Giovanni Rotondo. È la seconda volta che la prestigiosa kermesse ciclistica sbarca a Cassino, l’altra si era svolta. Per consentire il regolare svolgimento della partenza della tappa il Commissario, nella conferenza stampa di questa mattina, ha illustrato il piano di intervento per consentire il regolare svolgimento della gara. Il Giro d’Italia vedrà un gran numero di persone impegnate 176 corridori, oltre 200 automezzi, fra auto e moto ufficiali al servizio della corsa, della stampa, cineoperatori, fotografi, radio e televisioni, squadre corse. Il giorno 16 maggio resteranno chiuse alcune strade e piazze del centro cittadino, con sospensione della circolazione. Al tempo stesso resteranno sospese tutte le attività didattiche comprese sul territorio comunale e che riguarderanno le seguenti scuole: Asilo Nido, via Alfieri; Asilo Nido via Botticelli; Scuola dell’Infanzia Via Arno; Scuola dell’Infanzia Via Donizetti; Scuola dell’Infanzia Via Zamosch; Scuola dell’Infanzia Via Arigni; Scuola primaria “Pio Di Meo”; Scuola primaria “Enzo Mattei”; Scuola primaria “San Silvestro”; Scuola secondaria di 1° grado “G. Diamare”, sede di via Alfieri; Scuola secondaria di 1° grado “G. Conte”; Scuola secondaria di 1° grado “G. Di Biasio”; Istituto Professionale Industria ed Artigianato “A. Righi”, via Berlino; Liceo Classico “G. Carducci”, via Lombardia; Istituto Magistrale “Varrone”, viale Europa; Liceo Artistico, via G. Marconi; Scuola Paritaria A. Maria Lapini, Corso della Repubblica; Scuola Paritaria San Benedetto, via San Bertario; Scuola Paritaria Primavera dei Bimbi, via Lombardia; Scuola Paritaria Ansi, via Benedetto Croce.

F. P.

13 Marzo 2019 0

Infortunio sul lavoro a Monte S. Giovanni C., grave elettricista caduto dalla scala

Di admin

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – Ha fatto un volo di circa quattro metri sbattendo violentemente la testa. In questa maniera, oggi pomeriggio, si è gravemente ferito un elettricista 53enne a Monte San Giovanni Campano.

Il libero professionista stava lavorando nel capannone di un’azienda istallando delle plafoniere dalla cima di una scala. L’impatto con il suolo è stato violentissimo e gli operatori del 118 accorsi per soccorrerlo hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza per trasferirlo d’urgenza al policlinico Umberto I di Roma.

Le sue condizioni sono gravi e la sua prognosi è riservata. Le indagini su quanto avvenuto sono in corso da parte dei carabinieri della stazione di Monte San Giovanni Campano.

22 Ottobre 2018 0

Voragine in via San Giovanni Vecchio a Velletri, strada chiusa per pericolo crolli

Di admin

VELLETRI – Un buco di forma irregolare, non più largo di 50 centimetri, non dovrebbe spaventare, ma se da quel buco si scorge una stanza sottostante dalle dimensioni di diversi metri cubi che ha come volta un sottile strato di asfalto, quello di via San Giovanni Vecchio a Velletri. Ad accorgersi della pericolo è stato un residente che ha lanciato l’allarme chiamando i vigili urbani.

L’area è stata immediatamente transennata difronte al civico 24 impedendo il transito alle auto. Il fondo della voragine è ad almeno 4 metri sotto il livello dell’asfalto e si estende per diversi metri fino a raggiungere, quasi certamente, l’altro ciglio della strada.

Dal buco si scorgono i tubi e cavi delle utenze rimaste in sospeso e si sente scorrere acqua, quasi certamente fognaria. Non è chiaro come si possa essere formato, se solo per l’erosione delle acque o per il crollo della volta di una delle tante grotte sotterrane della zona, o forse entrambe le cose.

Ermanno Amedei

27 Settembre 2018 0

Casa degli spacciatori trasformata in bunker a Monte S. Giovanni C. 5 arresti

Di admin

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – Piazza dello spaccio con la casa dei pusher trasformata in bunker a Monte san Giovanni Campano dove, questa mattina, i carabinieri della Compagnia di Sora hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Frosinone, su richiesta della Procura della Repubblica di Frosinone (PM Dott. Adolfo Coletta), a carico di 5 (cinque) persone, tutte ritenute responsabili del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e crack”.

L’attività di indagine ha consentito di appurare che gli indagati avevano allestito in Monte San Giovanni Campano (FR) una vera e propria piazza di spaccio presso la loro abitazione, trasformandola in un “bunker” non facilmente espugnabile da parte delle Forze dell’Ordine.

Maggiori dettagli saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà alle ore 11,30 di oggi 27 settembre 2018 presso il Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone.

14 Settembre 2018 0

Vandalizzata la statua di Papa Giovanni Paolo II a Velletri, edicolante ritrova il crocefisso sottratto

Di admin

VELLETRI – Vandalizzata a Velletri la statua di papa Giovanni Paolo II. La struttura bronzea inaugurata a Giugno nella piazza antistante la Stazione Ferroviaria è stata privata del bastone pastorale che l’effige del Pontefice Polacco aveva in mano.

Un grosso crocifisso posto sulla sommità di un bastone che, evidentemente, poteva scorrere dalla mano. A ritrovarlo, stamattina, è stato l’edicolante che nei pressi del primo binario ha notato il crocifisso senza inizialmente capire da dove arrivasse. Il crocefisso è stato staccato dal bastone.

Si è guardato intorno accorgendosi che il sinbolo sacro mancava dal resto della statua e ha chiamato la polizia municipale. Probabilmente il vandalo o i vandali hanno agito nel corso della notte dato che ieri il crocifisso era al suo posto. Le immagini delle telecamere serviranno a trovare il responsabile.

Ermanno Amedei

24 Luglio 2018 0

L’Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino visita gli uffici del Compartimento marittimo di Gaeta

Di admin

GAETA – Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ha fatto visita negli uffici Ponza e Ventotene del Compartimento marittimo di Gaeta.

L’ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Comandante Regionale della Guardia Costiera del Lazio, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, nel corso delle assemblee di saluto con il personale in forza negli uffici ha avuto modo di esprimere il suo compiacimento per l’attività svolta in contesti territoriali molto complessi e delicati anche per la massiccia presenza di persone che frequentano durante la stagione estiva l’arcipelago Ponziano.

In relazione alla presenza continua nell’isola del necessario personale per garantire l’immediata operatività dei mezzi navali della Guardia Costiera, che assicurano 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, i servizi di soccorso e d’emergenza in mare, il Comandante Generale ha constatato gli insufficienti apprestamenti logistici a disposizione dell’Ufficio Marittimo.

L’Ammiraglio Pettorino ha incontrato tra gli altri il Sindaco di Ponza Francesco Ferraiuolo, il sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro ed i rappresentanti delle altre Forze di Polizia presenti sulle isole.

Nel corso dei colloqui con i sindaci l’Ammiraglio ha avuto modo di confrontarsi circa le prime impressioni avute sull’ambito locale, offrendo la consueta disponibilità del Corpo per tutte le esigenze connesse anche alla delicata gestione degli ambiti portuali, invitando i rappresentanti delle comunità locali a farsi parte attiva nell’attuazione degli strumenti di programmazione e pianificazione.

4 Giugno 2018 0

Rubata statua del Cristo degli Abissi a Rocca San Giovanni

Di redazionecassino1

Si immergono fino ai fondali del proprio Comune per le consuete operazioni di pulizia della statua del Cristo degli Abissi ma, una volta giunti sul posto, l’opera non c’é più. È la curiosa esperienza dei sub dell’ Associazione Subacquea “Orsa Minore” di Lanciano, avvenuta nel pomeriggio di ieri sui fondali del Comune di Rocca San Giovanni in località Vallevò. Con sgomento hanno infatti potuto constatare che la statua, opera del Maestro Vito Pancella, e piazzata in loco nel lontano agosto 1994, è stata rubata. La circostanza è stata denunciata ai Carabinieri di Fossacesia. L’associazione condanna l’esecrabile gesto che colpisce tutta una comunità locale, privata di quello che era ormai non solo un simbolo religioso, ma anche una occasione di incontro e festeggiamento annuale con la tradizionale fiaccolata in mare della pima domenica di agosto, oltre che una attrattiva turistica che contribuiva ad impreziosire il nostro mare.