Tag: madonna

5 Maggio 2019 0

“Evviva Maria”, dopo sei anni la Madonna delle Grazie di Velletri torna davanti la Scuola Carabinieri – FOTO

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Nella 406esima edizione della processione dei Ceri, quella dedicata alla Madonna delle Grazie a cui tanto i veliterni sono devoti, è tornata a fare tappa davanti al Reggimento allievi marescialli e brigadieri dei carabinieri di Velletri.

Ieri pomeriggio, all’uscita dalla Cattedrale, la sacra effige della Madonna sorretta da decine di portatori, dopo sei edizioni in cui ciò non avveniva, ha attraversato porta Napoletana e, percorrendo la lunga discesa di viale Oberdan, è arrivata davanti alla porta carraia della Scuola Salvo D’acquisto.

Ad attenderla i vertici della scuola tra cui il comandante, il colonnello Liviano Marino, un picchetto d’onore e i gonfaloni.

Ad assistere al momento che mancava da circa sei anni, un folto pubblico e, dopo la benedizione impartita dal vescovo di Velletri Vincenzo Apicella, al grido di “Evviva Maria” ha riaccompagnato in centro la sacra effige.

Ermanno Amedei

18 Agosto 2018 0

Madonna di Canneto: le compagnie di pellegrini a piedi verso la meravigliosa Valle

Di redazione

Come ogni anno torna il tradizionale appuntamento con il pellegrinaggio a piedi fino al Santuario, oggi Basilica, di Canneto. Nelle prossime ore si metteranno in cammino migliaia di fedeli animati dal grande affetto per la Madonna Nera. Principalmente da tutti i centri del cassinate, ma non solo, gruppi di persone percorreranno un lungo cammino tra le montagne che li porterà all’alba del 21 agosto fino alla Valle. Si mobilitano per l’occasione numerosi operatori del volontariato a cominciare dalla Croce Rossa, protezione civile ed altri. Tutti per assistere le tante persone che affrontano il grande sacrificio di fede. La maggior parte delle compagnie di pellegrini effettueranno le principali soste, prima di arrivare a Canneto, ad Atina e a Picinisco. Suggestivo il momento dell’arrivo a Canneto e quello dell’ingresso al Santuario quando a guidare i pellegrini ci saranno i primi cittadini dei numerosi paesi ed i parroci. Faranno ritorno alle proprie case la sera del 23 agosto quando verranno accolti con grandi feste di comunità. N.C. Foto d’archivio

9 Luglio 2018 0

Cassino: Folla di fedeli per la Madonna dell’Assunta

Di redazione

La mattina del 9 luglio ha per Cassino ed i cassinati un sapore speciale. Sa di devozione, forte, tangibile. Sa di amore e di rispetto per la amata Madonna Assunta. Ma più di ogni altra cosa è il giorno della penitenza e del ringraziamento per Lei che mai abbandona i suoi figli, così come fece quando la città era torturata dalla peste e dal colera e quando, dopo i tragici bombardamenti della seconda guerra mondiale, si fece ritrovare intatta sotto le macerie. E così, ogni 9 di luglio, i fedeli si ritrovano silenziosamente davanti la Chiesa Madre per attenderla quando viene portata in processione fino alla Chiesa di San Pietro. Passano gli anni ma la fede si respira in ogni passo ed in ogni preghiera in questo giorno speciale. Anche questa mattina prima che sorgesse il sole erano tutti lì ad aspettarla. Una folla immensa, quasi impossibile da immortalare. Come consuetudine si è tenuta prima la veglia di preghiera, poi questa mattina, è stata dapprima celebrata la Santa Messa dal vescovo Monsignor Gerardo Antonazzo, poi è partita la processione che intorno alle ore 7.00 è giunta nella zona del Colosseo per varcare la soglia della Chiesa di San Pietro. Lì la statua della Madonna resterà fino a domani quando sarà condotta poi alla Chiesa di Sant’Antonio. Nei giorni successivi sarà alla chiesa di San Giovanni e poi di San Bartolomeo. N.Costa

7 Luglio 2018 0

La Madonna di Fatima in visita alla Rsa San Germano a Piedimonte

Di redazione

Nel pomeriggio di oggi la statua della Madonna di Fatima che è custodita rrin venerata in una cappella nella zona case popolari di Piedimonte San Germano è stata condotta per una visita presso la struttura Rsa San Germano. I degenti hanno potuto assistere alla santa messa officiata dal parroco Don Tonino Martini e hanno potuto pregare ed intonare dei canti alla Vergine Maria. Un momento di grande emozione che ha coinvolto persone con problemi di salute che nella maggior parte dei casi hanno difficoltà a spostarsi. Ad organizzare l’evento il comitato Madonna di Fatima che proprio in questi giorni sta curando l’allestimento della festa in via Carlo D’Aguanno. I festeggiamenti si concluderanno domani con la processione e l’ultima serata di festa civile. N.C.

9 Luglio 2017 0

Cassino: Madonna dell’Assunta, tantissimi devoti per la processione del 9 luglio

Di redazione

Cassino– Come ogni anno alle prime ore del mattino la piazza e la Chiesa Madre di Cassino iniziano a riempirsi di persone. Tantissimi i fedeli che portano gli onori alla Madonna dell’Assunta. È il nove luglio, il giorno tanto atteso quando l’imponente statua della Madonna viene portata in processione penitenziale. Dopo la veglia si arriva alle 5.00 del mattino quando viene celebrata la Santa Messa. Anche quest’anno ad officiare la celebrazione il vescovo monsignor Gerardo Antonazzo. Poi, come di consueto, la statua è stata condotta all’esterno della Chiesa in un momento di grande emozione. Appena il tempo di ammirare per pochi istanti la Madonna nella sua maestosa eleganza, sostenuta dai portatori in veste azzurra, e la processione enorme ed affollatissima è partita verso la Chiesa di San Pietro del Colosseo. Presenti il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro con altri esponenti dell’amministrazione comunale. Un corteo lunghissimo e silenzioso che in preghiera ha accompagnato la Madonna. Grande l’impegno delle forze dell’ordine e dei vigili urbani per consentire il perfetto svolgimento della cerimonia religiosa. Una sosta di raccoglimento e preghiera nei pressi della clinica San Raffaele e poi di nuovo verso il Colosseo. La devozione dei cassinati è sempre sentita e suggestiva. Si legge nei volti emozionati e rigati dalle lacrime di commozione. Ognuno è lì a venerarla, ad affidare a Lei preghiere e speranze, ma anche a cercare forza che solo Lei sa dare. Lei che sa unire sempre il suo popolo e che lo ha sempre risollevato dalle avversità e difficoltà. Quest’anno la statua sarà condotta nei prossimi giorni in tutte le parrocchie di Cassino, anche quelle periferiche, in occasione del quarantesimo della consacrazione della Chiesa Madre. Un grande ed atteso percorso che porterà la folta comunità di fedeli della patrona di Cassino fino ai solenni festeggiamenti del 14 agosto quando avverrà l’incorazione in via Del Foro. Natalia Costa

2 Luglio 2017 0

Villa Santa Lucia in festa per la Madonna delle Grazie

Di redazione

Villa Santa Lucia– La comunità di fedeli festeggia oggi la Madonna delle Grazie. Venerata nel santuario, sito nella parte alta del paese, ogni anno raccoglie moltissimi devoti. Ricco il programma allestito dal comitato festa con il parroco Don Andrea. Già da ieri nella zona del Santuario c’è stata la prima serata di festeggiamenti con le celebrazioni eucaristiche ed il programma civile. Oggi dalle ore 5.00 del mattino per ogni ora, fino alle 10.00, era possibile assistere alle Sante Messe. Questa sera invece dopo la funzione delle ore 20.00 ci sarà la processione per le vie del paese e poi la tradizionale incoronazione della statua della Madonna. Attesa anche per lo spettacolo pirotecnico. Numerosissime le presenze registrate sin dalle prime ore del mattino a Villa Santa Lucia con pellegrini e fedeli provenienti da tutto il cassinate, molti giunti anche a piedi dai paesi limitrofi. Un appuntamento religioso molto sentito quello del 2 luglio che affascina sempre ed emoziona. Natalia Costa

1 Marzo 2017 0

La Madonna parla alla veggente di Velletri: “Donate Bibbie ai vostri figli” – IL VIDEO

Di admin

Velletri – La madonna della Fonte di Acqua Donzella torna a parlare alla veggente di Velletri e lo fa, come accader da sette anni, il primo giorno del mese. Questa mattina Angela Bartoli, si è svegliata da una sorta di sonno in cui era caduta mentre pregava e ha riferito ai fedeli il messaggio che le avrebbe affidato la Madonna in quel sonno tormentato.

Angela Bartoli, 60 anni di Velletri, ogni primo del mese si reca alla Fonte Acqua Donzella su monte Artemisio e lì, davanti ad una piccola struttura vicino alla fonte, durante la preghiera, sostiene di avere la visione della Madonna che le parla. “Mi appare coperta da un velo bianco con delle rose sui piedi” ci ha dichiarato questa mattina, dopo il suo risveglio.

Alle 7.30 circa, con una ventina di persone fedeli alla Madonna, si è incamminata per il sentiero e dopo aver percorso tre chilometri in una natura lussureggiante, è arrivata davanti alla fonte; il luogo della sua prima apparizione nel 2010. Dopo aver preparato un letto di rose, in gruppo hanno iniziato a pregare.

Alle 9.15 circa, si è accasciata su un fianco come stesse dormendo subito sorretta dagli altri fedeli che continuavano la preghiera. Al suo risveglio, dopo circa 10 minuti, ha raccontato di aver visto ancora una volta la Madonna riferendo del messaggio affidatole: “ Non rimproveri, ma – ha detto in un italiano semplice – ai vostri figli quando li battezzate fate loro una grande festa ma non gli avete mai regalato una Bibbia. La sera, invece di vedere i cartoni animati leggetegli una pagina della Bibbia. L’oro non serve a niente, figlie miei. E poi non disprezzate i sacerdoti, non sono tutti uguali. Stategli vicini e pregate per loro e per Papa Francesco”. Poi ha dato la benedizione a tutti i presenti.

Solo preghiere, canti e tanta devozione. “Qui nessuno paga nulla – ha dichiarato alla fine della preghiera –  niente soldi, veniamo solamente a pregare. Non faccio miracoli racconto solamente ciò che mi riferisce la Madre”. Ci tiene a Precisare.

Soddisfatti per il rinnovato “contatto” divino, tutti tornano a valle in attesa del prossimo Primo del mese. Le apparizioni ad Angela sono cominciate nel 2010 quando si trovava in quel posto alla ricerca di funghi insieme al figlio. Da allora non ha mancato nessuno appuntamento.

Ermanno Amedei

6 Novembre 2016 0

Pignataro Interamna- Cerimonia di inaugurazione della Cappella in onore della Madonna

Di redazione

Nel pomeriggio di ieri in tanti si sono ritrovati a Pignataro Interamna, in un’area della strada Provinciale, per festeggiare la nuova edicola sacra dedicata alla Madonna di Medugorije. La settimana scorsa erano stati conclusi i lavori e ieri è stata compiuta la prima cerimonia formale. Tanta emozione quella vissuta dai presenti che ora hanno a disposizione una zona dove pregare. La realizzazione della Cappella è stata fortemente voluta dalla signora Angela Reni e ha trovato la piena risposta da parte dei residenti del posto e della famiglia Ausoni che ha messo a disposizione gratuitamente il terreno. La Cappella è stata benedetta dal parroco e i fedeli si sono radunati in preghiera. N.C.

1 Giugno 2009 0

Inaugurata la chiesa della Madonna di Costantinopoli

Di redazione

Ieri sera, con una cerimonia presenziata dal Parroco Don Antonio Molle, coadiuvato dall’operosa collaborazione dei residenti che hanno reso possibile la festosa manifestazione a coronamento della celebrazione liturgica, è stata restituita al culto dei fedeli della comunità locale la Chiesa Madonna di Costantinopoli in località Serre a Picinisco. La Chiesa, infatti, era stata negli ultimi tempi oggetto di lavori di recupero, grazie alla sensibilizzazione della Regione Lazio, che aveva riconosciuto alla Parrocchia un finanziamento, per un importo di circa 145.000 euro. Il buon esito dei lavori è risultato il frutto dell’attenzione e dell’applicazione delle diverse figure interessate: il Parroco, l’Amministrazione Comunale, l’impresa Nicoletti esecutrice dei lavori, L’ufficio progettazione e direzione dei lavori formato dall’arch. Errico Rosa e dall’ing. Giovanni Rosati e l’arch. Carlo Scappaticci, referente di zona della Soprintendenza ai Beni Culturali che ha seguito l’evolversi dei lavori, tesi alla riproposizione dei canoni stilistici propri del patrimonio architettonico religioso locale. L’intervento di recupero dell’ edificio di culto, infatti, oltre a rispondere alle più profonde esigenze spirituali della comunità locale, si colloca all’interno di iniziative volte a migliorare l’offerta turistica costituita, oltre che da attività di carattere puramente culturale-folclorìstico, proprio da interventi, come quello sulla Chiesa Madonna di Costantinopoli, volti a restituire il prezioso, quanto sottostimato, patrimonio architettonico locale. L’intervento, nel suo contenuto tecnico specifico. ha inoltre la necessità di volere recuperare le piccole realtà architettoniche che costellano il nostro panorama rurale, costituito da superbi esempi di architettura rurale spesso devastati da liberi ed incontrollati interventi deturpativi. In particolare all’interno degli interventi realizzati, sono stati previste lavorazioni in copertura, il rifacimento di pavimentazione drenata ventilata, la realizzazione di nuovi intonaci e tinteggiature, la valorizzazione dei paramenti murari mediante interventi di intonaco a raso sasso in esterno e nella parete interna di fondo, la realizzazione di marciapiede e scalinata esterna, interventi sugli impianti termico, elettrico e fognario, la sostituzione degli infissi e altro.