Tag: romano

6 Giugno 2018 0

Lavori di manutenzione al Teatro Romano e alla bretella su via Casilina sud

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Gli operai del settore manutenzione stanno provvedendo, in questi giorni, a svolgere dei lavori di manutenzione presso il Teatro Romano. Interventi che termineranno entro questa settimana con la riqualificazione del palco per le esigenze legate agli eventi che si tengono annualmente nell’antico edificio.

“Si tratta di interventi già in programma da qualche tempo e che a causa delle molte emergenze erano stati procrastinati – ha spiegato il consigliere comunale con delega al decoro Urbano, Angelo Panaccione – Purtroppo la condizione finanziaria del comune, che tutti ben conoscono, non ci permette molta libertà di manovra. Anche perché oltre alla pianificazione quotidiana c’è da far fronte alle continue segnalazioni che i cittadini ci sottopongono e che comunque devono essere monitorate e risolte entro breve tempo.

Gli operari del settore manutenzione hanno provveduto, quindi, negli ultimi due giorni ad alcuni interventi di pulizia del Teatro Romano e già nella giornata di domani inizieranno i lavori per la sostituzione del piano in legno del palco. Un’azione necessaria viste le condizioni in cui versava fino a poco tempo fa la struttura, soggetta, comunque, alle intemperie della stagione invernale.

Inoltre, già da domani partirà la manutenzione del verde in altre zone della città e in particolar modo la bretella che collega la superstrada a via Casilina Sud. L’arteria sarà interdetta al traffico proprio per facilitare gli interventi previsti.

Siamo pienamente coscienti che la qualificazione estetica e funzionale dell’habitat cittadino quale bene primario della comunità locale, deve essere adeguata a livelli qualitativi che garantiscono in primis la massima fruibilità degli spazi da parte della popolazione. E’ questo che quotidianamente cerchiamo di fare, di concerto anche con gli uffici della manutenzione, ed è su questo percorso che vogliamo proseguire per il bene della nostra comunità. Anche se molto spesso a causa delle condizioni economiche dell’ente si devono valutare gli interventi da fare di volta in volta”.

 

12 Maggio 2018 0

Un Castrum Romano sulla via Francigena ad Alatri, la Legio I rievoca la vita dei legionari

Di Ermanno Amedei

ALATRI – Un Castrum Romano sulla Via Francigena. A realizzarlo, domani, sarà la Legio I Alatrensis di Alatri, nel territorio di Tecchiena.

L’associazione culturale che rievoca l’epoca del I Secolo dopo Cristo è riuscita finalmente a raggiungere l’obbiettivo di costruire un Castrum. L’inaugurazione con le autorita e vari rappresentanti di varie legioni ci sara domani mattina alle 10.

Il Castrum interamente realizzato dai vari componenti del gruppo è uni dei pochi presenti nel territorio laziale, viene realmente vissuta la vita di un legionario. Tende da accampamento, fortezza militare, animali e tutto ciò che riguarda la vita dell’epoca. Grande soddisfazione per gli organizzatori che hanno finalmente coronato un sogno.

23 Aprile 2018 0

La puntura di Ultimo a… Romano Prodi

Di Ermanno Amedei

IL PUNTO A MEZZOGIORNO – “A Bologna i ladri hanno svaligiato la casa di Romano Prodi. “Hanno portato via i ricordi di una vita”, ha detto l’ex premier. Purtroppo però sono rimasti agli italiani i ricordi dei disastri compiuti quando era al governo…”

Ultimo

19 Aprile 2018 0

Sant’Angelo in Th: Colle Romano, iniziati i lavori di rifacimento del manto stradale

Di felice pensabene

CASSINO – Sono iniziati questa mattina i lavori per il rifacimento del manto stradale di via Colle Romano. Il primo di una serie di interventi che riguarderanno le arterie periferiche della città di Cassino.

“Abbiamo iniziato in questi giorni alcuni lavori di manutenzione che riguardano in primis la riqualificazione e il rifacimento del manto stradale in alcune strade della periferia della città. – lo ha dichiarato il Consigliere Comunale con delega alla manutenzione Francesco Evangelista – Stiamo cercando di dare risposte immediate anche a tutte le segnalazione che ci pervengono quotidianamente. Servono tempo e risorse per far riuscire Cassino dallo stato di abbandono in cui è versata fino a due anni fa. Ma il lavoro non ci spaventa, perché abbiamo una missione dal giorno del nostro insediamento: rendere Cassino, finalmente, una città bella e decorosa. Penso anche che alcuni risultati si siano già visti.

L’intervento in Via Colle Romano è il primo di una lunga serie. Ringrazio, quindi, anticipatamente la società Aquamet e gli operai del comune di Cassino che saranno coinvolti in questi giorni nei lavori per il rifacimento del manto stradale.

In concomitanza stiamo intervenendo anche sulla riqualificazione dei marciapiedi della città e la sistemazione del verde.

Avere la possibilità di camminare su un marciapiede adeguato o accomodarsi su una panchina in un parco tenuto bene, magari sotto un albero messo in sicurezza e potato in maniera corretta, è ciò che cerchiamo di garantire quotidianamente ai cittadini della nostra città. Veniamo da cinque lunghissimi anni di abbandono e dobbiamo recuperare il tempo perduto. Continueremo a lavorare incessantemente, per un unico obiettivo: quello di far tornare Cassino la meravigliosa città che era un tempo».

 

 

10 Gennaio 2018 0

Basolato romano affiora in un cantiere in centro ad Alatri

Di Ermanno Amedei

ALATRI – Un tratto di basolato, forse pertinente ad una  strada lastricata romana è affiorato durante i lavori nella già archeologicamente ricca Alatri in via del Duomo.

Il cantiere per sistemare i sottoservizi del paese ernico ha permesso di riportare alla luce a pochi centimetri di profondità, un tassello importantissimo per la conoscenza della topografia antica. Del resto già la famosa epigrafe di Lucio Betilieno Varo, magistrato attivo ad Alatri tra il II e I Secolo avanti Cristo certifica che in quegli anni, ad opera del magistrato, la città alta di Aletrium fu completamente riorganizzata con la costruzione di un portico, di un campo da gioco, un orologio, le terme, una cisterna e tutte le vie dentro la città alta.

La Soprintendenza deciderà come valorizzare o conservare il manufatto archeologico.

Il tratto rinvenuto rimanda da un punto di vista formale alla forma dei poligoni della cinta muraria lasciando la suggestione di pensare che anche i romani ponessero attenzione ai monumenti preesistenti alla loro epoca.

(Foto tratta da Facebook)

27 Ottobre 2017 Off

“Ogni anno il 1 novembre….” La magia della poesia napoletana nel Cisternone romano di Formia

Di felice pensabene

Formia – In occasione della celebrazione di “Ognissanti”, il Cisternone romano di Formia, diventerà la suggestiva cornice per alcuni classici della poesia napoletana di Totò e di Eduardo de Filippo, tra le quali ‘A livella’, ‘je vulesse truvà pace’. 

L’evento si terrà il giorno 1 novembre dalle 17.00 alle 20.30 con ripetizioni ogni 30 min. Per dare spazio alla manifestazione, nel pomeriggio saranno sospese le visite guidate tradizionali, effettuate al mattino dalle 10.30 alle 12.30. L’evento prevede un contributo di partecipazione ed è necessaria la prenotazione al 3392217202 o tramite sinusformianus@gmail.com. 

Alle ore 16 un archeologo di Sinus Formianus accompagnerà i visitatori tra i suggestivi vicoli del Borgo alla scoperta della storia di Castellone.

Quest’iniziativa realizzata dalla RTA Sinus Formianus, in collaborazione con Martina Carpino e Hugo Fonti della Compagnia Teatrale “Gli Scapigliati”, rientra tra quelle predisposte dal Raggruppamento Temporaneo di Associazioni per la valorizzazione dei siti archeologici di Formia. A breve sul sito www.sinusformianus.it sarà disponibile il programma completo delle numerose attività e iniziative, destinate sia agli adulti che ai bambini, previste per il periodo natalizio. 

Foto repertorio

 

18 Agosto 2017 0

Carpineto Romano: Notte della chitarra 2017, cresce l’attesa

Di Comunicato Stampa

Carpineto Romano- Cresce l’attesa per la Notte della chitarra 2017. Anche quest’anno torna l’evento musicale e culturale in piazza Regina Margherita. Dalle ore 21.45 di domenica 20 agosto appuntamento con lo spettacolo Musicale. Le Associazioni Notte della Chitarra e CreativaMente si esibiranno dopo aver curato con grande impegno all’allestimento dell’iniziativa di notevole spessore. Occasione da non perdere dunque per una serata all’insegna di musica, arte e cultura. N.Costa

5 Agosto 2017 0

Vecchioni, al Teatro romano, insegna la vita: “Credo nella speranza, ma non per questo Paese”

Di felice pensabene

Cassino – Della speranza, dell’ironia e della poesia ha fatto armi di istruzione di massa anche se Roberto Vecchioni ci ha confidato che se si guarda attorno, non vede grosse speranze per la cultura di questo Bel Paese. Una chiacchierata in cui il professore di Milano, tra sigari e risate, ci ha raccontato poco prima del concerto al Teatro Romano di Cassino cosa resta di una vita divisa tra banchi, palcoscenici, famiglia, figli, nipotine.  Una lezione di vita agli oltre 1000 che hanno atteso le 22 di venerdì quando Vecchioni ha aperto la sua due ore di musica con “El bandolero stanco”. Non c’è spazio però alla stanchezza  nella vita del cantautore di Milano che non ha risparmiato ironiche invettive contro una società più attenta a promuovere cereali, cornflakes, diuretici ed anticalcare piuttosto che investire nel bello e nella cultura. E d’altronde nella nostra chiacchierata la speranza di Vecchioni che l’Italia possa risorgere dal punto di vista artistico e culturale è ridotta al lumicino. “Siamo il tempo del tutto e subito, tutto viene consumato in 4 o 5 secondi, divoriamo la vita.” E  poi l’invidia, questo è per Vecchioni uno dei cancri dell’anima.

La sferzata è lanciata contro un sistema che valorizza lo sguardo veloce, fugace, la fretta, il mordi e fuggi. Un approccio che va ribaltato – dice Vecchioni – partendo dalla scuola. La calma e la pazienza, la voglia di imparare e di aspettare. Queste le   fondamenta su cui costruire una vita.  E purtroppo  l’Italia oggi   dimentica la sua Cultura  per abbracciare nuove forme d’esperienza  che durano poco o nulla. Per questo i luoghi della cultura si  svuotano. “Siamo troppo presi dalle stronzate” senza troppi giri di parole Roberto Vecchioni analizza lo stato di salute di noi tutti.

E’ cresciuto – ci ha detto – rispetto a Parabola, l’album che nel ’71 lo ha consacrato. C’è più attaccamento per la vita, meno idee sballate per la testa, ragione e sentimento hanno trovato il modo per convivere, laddove, 40 anni fa, c’era posto solo per il sentimento. E’ l’esperienza la grande arma di Vecchioni con cui riuscire ad affrontare la vita anche quando questa ci mette dinanzi a questioni dolorose ed inspiegabili. “Le rose blu” la rabbia di un padre pronto a cedere il passato ed il futuro per riempire la tristezza del figlio malato.

Tutto fa parte di un percorso che va metabolizzato attraverso l’esperienza.

Il silenzio, la commozione di tanti, di fronte alla voce che Vecchioni presta alla poesia. “Sogna ragazzo sogna” la preghiera che da quasi 20 anni ha accompagnato la speranza di migliaia di giovani, molti dei quali oggi genitori.

Il teatro romano ospita così una serata che resterà nei ricordi storici della città.  Un’aura di magia che ha fermato il tempo. E’ già mezzanotte. Cala il sipario sulla lezione di vita che l’uomo semplice, il professore, senza troppe pretese ma con la bonarietà che lo contraddistingue, ha lasciato ai tanti presenti.   “Cassino è una città unica” ha detto alla platea prima di andare via con il suo staff “perché unica è l’Italia”.

Un evento magico che si inserisce all’interno della quattro giorni ideata che darà ancora spazio all’ironia di Giobbe Covatta, sabato 5 agosto, ed al ritmo di Enzo Avitabile e l’Orchestra dei Bottari domenica 6 agosto.

 

31 Luglio 2017 0

Satira, Musica e Solidarietà. Il messaggio che parte dal Teatro Romano

Di felice pensabene

Cassino – E’ una delle arti più antiche attraverso la quale, anche in periodi di oligarchia, al popolo era consentito dire la sua. La satira   critica  la politica e  la società, mostrandone le contraddizioni e promuovendo venti di   cambiamento. Ed in un momento in cui un nuovo approccio potrebbe essere la via d’uscita da una serie di empasse in cui il nostro Bel Paese sembra imbrigliato, è la satira l’arma per aizzare nuove correnti.  Per questo sarà l’attenta ironia di Maurizio Battista ad aprire a Cassino la 4 giorni di comicità,  musica e solidarietà, al Teatro Romano   che da giovedì 3 a domenica 6 agosto ospiterà 4 eventi di cartello.   Lui è un attento osservatore della realtà che porta sui palcoscenici d’Italia, condita da pungente umorismo misto a dosi di leggerezza. Sarà il cabarettista, attore e comico romano Maurizio Battista ad aprire la 4 giorni

Il primo appuntamento dunque è dedicato alla versatilità tutta capitolina di Battista. La seconda serata, venerdì 4 agosto invece, è riservata alla storia della musica italiana con la poesia di Roberto Vecchioni. Il “professore” milanese che racconta scampoli di storie di vita: la sua, quella  più intima e personale, quella di ciascuno di noi, tenuta in piedi  dall’unico  filo conduttore della nostra esistenza: l’Amore.

Dalla ricerca di un Amore autentico che potrà salvare il mondo, si torna all’ironia   sabato 5 agosto quando   al Teatro Romano arriverà la carica travolgente di Giobbe Covatta. Il dissacrante comico pugliese ma napoletano d’azione che, con i suoi racconti (molti dei quali tratti da storia vere) porta sui palcoscenici d’Italia la voglia di riscatto di un mondo che arranca. Passaggi comici inframmezzati dalla volontà di far conoscere i diritti dei bambini  riconosciuti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, promuovendo una cultura di rispetto, di pace e di eguaglianza. Ci sarà di che ridere, e di che riflettere, quindi, nella serata col comico meridionale, testimonial di AMREF e Save the Children.

Il quarto artista che concluderà la rassegna, nel 1999 è stato invece convocato dall’Unicef: al napoletano Enzo Avitabile fu chiesto un brano il cui ricavato sarebbe servito alla scolarizzazione delle bambine del Benin. Nasce così “Mane e mane” che è a tutt’oggi una delle tracce che incarnano alla perfezione il dialogo spirituale, sociale e politico fra le culture del Mediterraneo.  La musica del mondo di  Enzo Avitabile e l’Orchestra dei Bottari concluderà la rassegna nata per coniugare le aspettative e le esigenze di un vasto pubblico. Una rassegna che vuole divertire ed incantare ma anche aprire lo sguardo sul mondo.

Il Teatro Romano di Cassino diventa così dal 3 al 6 agosto luogo di incontro tra generi e culture con lo sguardo volto anche al sociale. Dal costo di ogni biglietto verrà devoluto un euro all’associazione cittadina “Sosteniamo” che, attraverso borse di studio, aiuterà decine di famiglie meno abbienti della città  a provvedere all’istruzione dei propri ragazzi.

 

30 Luglio 2017 0

Va al ristorante ma non paga il conto: denunciato 30enne romano

Di felice pensabene
Una storia che ha del comico, indubbiamente, avvenuta nel primo pomeriggio di ieri in via Dei Monti Lepini dove un giovane romano di 30 anni si sarebbe rifiutato di pagare il conto dopo aver consumato il pasto. Al sopraggiungere della Polizia è stato quindi denunciato per insolvenza, all’interno di operazioni che hanno visto protagoniste le Volanti della Questura e dei Commissariati di Cassino, Sora e Fiuggi sul territorio allo scopo di intensificare i controlli durante il week end. L’identificazione del giovane ha fatto emergere a suo carico diversi pregiudizi penali, ai quali si è aggiunto il foglio di via obbligatorio. Giulia Guerra