Lodo Alfano, Berlusconi: “Non lo volevo e lo ritiro”

23 Ottobre 2010 Off Di Comunicato Stampa

Non sarebbero state le parole di Napolitano che ieri ha stoppato nuovamente la proposta di legge con cui il Governo Berlusconi intende riformare la giustizia a convincere Berlusconi ad intervenire proprio sul’argomento e dichiararsi contrario al Lodo Alfano. “Questa legge non è stata una mia iniziativa, ma una proposta del mio partito”. Si legge in una intervista rilasciata dal Premier al Corriere della Sera. “Io non sono più interessato a portarla avanti. Non voglio che si dica che faccio leggi ad personam, leggi vergogna. Altro che leggi vergogna. Sono sedici o diciassette anni che vengo perseguitato dai magistrati per fati già chiariti. Il lodo Alfano porta con sè un meccanismo farraginoso per l’approvazione e in questo modo serve soltanto a dare fiato alle polemiche strumentali dell’opposizione ma la riforma del Ministro Alfano “è un progetto che interessa e non si fermerà, ma ripeto: senza il Lodo che invece verrà ritirato”.

Condividi