Traffico di cociaina dal Nicaragua, i carabinieri di Roma arrestano 20 persone tra Lazio, Calabria e Puglia

6 Marzo 2014 Off Di Ermanno Amedei

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma, dalle prime luci dell’alba, in provincia di Roma, Reggio Calabria e Bari, coadiuvati dai militari dei comandi Arma territorialmente competenti, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, a carico di 20 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, transnazionale, finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio.
La misura cautelare è stata emessa a conclusione dell’indagine convenzionalmente denominata “Bate”, sviluppata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma su un gruppo criminale romano che importava, occultandoli all’interno di container di merce provenienti dal Nicaragua e che giungevano in diversi porti italiani, carichi di cocaina destinati a gruppi criminali operanti in Puglia e in Calabria.
Decine di arresti e perquisizioni nel Lazio, in Puglia, nonché a Platì, nella locride, nei confronti di soggetti vicini a cosche della ‘ndrangheta.
Nell’ambito della stessa operazione sono stati arrestati un gruppo di cittadini romeni che operavano per conto dell’organizzazione criminale ed erano anche dediti a furti di rame, di materiale edile e in abitazioni, nella zona dei Castelli romani.

Condividi