Tag: nazionale

6 Dicembre 2017 0

Nelle stazioni della rete ferroviaria nazionale diventa più semplice accedere al Wi-Fi e connettersi al web

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roma – Da oggi, nelle 32 stazioni (di cui 9 nel Lazio) in cui è attivo il servizio Wi-Fi Station, è sufficiente inserire il proprio numero di telefono e il codice di conferma a quattro cifre ricevuto via SMS per entrare nel portale dedicato e collegarsi gratuitamente alla rete.

Nel Lazio il servizio Wi-Fi Station è presente nelle stazioni di Roma Termini, Roma Tiburtina, Roma San Pietro, Roma Ostiense, Fiumicino Aeroporto, Roma Trastevere, Roma La Storta, Cesano di Roma e Ferentino-Supino.

Sempre attiva anche la possibilità di registrarsi tramite social login, collegandosi direttamente con i propri account Facebook, Twitter e LinkedIn.

Si tratta di un’ulteriore azione di Rete Ferroviaria Italiana per permettere a passeggeri e cittadini di essere sempre connessi, con accesso anche a informazioni utili per il viaggio e sui servizi disponibili nei dintorni delle stazioni ferroviarie.

La nuova modalità di accesso al portale Wi-Fi Station rientra tra le azioni di Digital Transformation messe in campo da RFI per far diventare le stazioni luoghi da vivere, funzionali alle esigenze di una mobilità integrata e sostenibile, attraverso soluzioni innovative dedicate al viaggiatore, in linea con quanto previsto dal Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane.

Il servizio Wifi-Station sarà progressivamente esteso entro il 2026 a circa 620 stazioni su tutto il territorio nazionale e, con un impatto su 27 milioni di cittadini e circa 600 milioni di esperienze di viaggio l’anno, diventerà la principale infrastruttura digitale italiana e un fattore abilitante per costruire il futuro del nostro Paese, con città connesse tra loro grazie a stazioni completamente digitalizzate, sostenibili sotto il profilo energetico e accessibili a tutti.

20 Novembre 2017 0

La “Giornata Nazionale dell’Infanzia e Adolescenza” alla media “G. Di Biasio” con i tre circoli comprensivi

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta alla scuola media “G. Di Biasio” la manifestazione per celebrare la “Giornata Nazionale dell’Infanzia. Questa mattina il sindaco del comune di Cassino Carlo Maria D’Alessandro ha partecipato all’evento Unicef organizzato dai tre Istituti comprensivi di Cassino in occasione del 71° anniversario della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Lo scorso 25 ottobre il primo cittadino aveva accolto nel palazzo dell’ente di Piazza De Gasperi, una delegazione di alunni degli istituti coinvolti nell’iniziativa che avevano voluto consegnare , proprio nelle sue mani, l’invito ufficiale alla Giornata dell’Infanzia promossa Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.

“Ho incontrato un mucchio di sorrisi alla Scuola Di Biasio! – E’ stata una grande emozione partecipare. – ha dichiarato il primo cittadino – Le facce dei nostri bambini, i loro occhi vispi, la gioia di stare insieme e i gesti che compiono ogni giorno sono quanto di più caro abbiamo, rappresentano il futuro della nostra città. Se noi adulti recuperassimo anche solo un po’ della loro spensieratezza e guardassimo ciò che ci circonda con gli occhi di questi bambini, sono certo che molte cose ci riuscirebbero meglio.

“La Convenzione dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’ONU nel 1989, sancisce come esperienze fondamentali nei processi di crescita la libertà di espressione nel comunicare pensieri e idee. È stata una splendida esperienza quella odierna che, ovviamente, ci deve motivare ogni giorno di più ad investire nelle politiche educative volte a sostenere la crescita dei bambini.

E allora, oggi che ricorre la Giornata Mondiale dell’Infanzia, auguro a tutti di recuperare quello sguardo semplice e puro, per tutelare i diritti dei più piccoli e tornare ad essere per loro guida certa e testimonianza quotidiana che, con il rispetto e l’accoglienza, il mondo può essere una grande famiglia”.

 

2 Novembre 2017 Off

A Cassino un appuntamento nazionale strategico del Soccorso Alpino. La maxi simulazione a Montecassino

Di redazionecassino1
Cassino –  Si terrà a Cassino, in provincia di Frosinone, da mercoledì 8 a domenica 12 novembre, il corso nazionale per Coordinatori delle Operazioni di Ricerca (COR) del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). Al corso parteciperanno oltre 24 tecnici del CNSAS provenienti da tutta Italia, un appuntamento importante affidato dalla Scuola Nazionale Direttori delle operazioni di soccorso (SNaDos) al Soccorso Alpino del Lazio in virtù del livello di crescita e dell’impegno dimostrato dal servizio regionale laziale sia nell’attività di soccorso ordinaria che di quella legata ai drammatici eventi calamitosi che hanno interessato il nostro territorio negli ultimi mesi. Il corso, che si terrà presso il Forum Palace Hotel di Cassino oltre a diverse sessioni in aula, prevedrà un maxi simulazione di intervento in ambiente impervio a cui parteciperanno oltre 100 operatori. La SNaDos è un ente di formazione riconosciuto ufficialmente dallo Stato italiano.   Parte indispensabile di questo evento formativo sarà una simulazione di soccorso per ricerca dispersi che vedrà impegnati nella giornata di sabato 11 novembre più di 100 operatori del Soccorso Alpino e diversi mezzi. La simulazione, vista la conformazione ideale del territorio, si terrà nel territorio di Montecassino. Compito dei 24 aspiranti COR sarà quello di coordinare le squadre CNSAS impegnate nella ricerca di diverse persone disperse sul territorio.    Nel Soccorso Alpino il COR affianca il Direttore delle Operazioni di Soccorso nella gestione dell’intervento di ricerca e soccorso di persone disperse, supportandolo nelle attività̀ di coordinamento, negli aspetti decisionali ed operativi. Un ruolo strategico di alta responsabilità caratterizzato da una profonda conoscenza di tematiche quali la cartografia, il territorio e la gestione operativa delle squadre di soccorso. 
11 Settembre 2017 0

Gaeta, 82° Campionato nazionale dinghy 12′: vince Enrico Negri

Di redazionecassino1

Gaeta – Si è concluso ieri l’82° campionato nazionale dinghy 12′ che si è svolto a Gaeta presso la Base Nautica Flavio Gioia. Ben 72 gli iscritti che si sono sfidati in sette prove nell’arco di tre giorni. A salire sul primo gradino del podio, con uno stacco di ben nove punti rispetto al campione in carica, il 54enne Enrico Negri. Nuovo oro nel medagliere da record del dinghista di Luino che si è assicurato il titolo grazie alle due ultime straordinarie prove. Secondo classificato il campione in carica Vittorio d’Albertas, penalizzato da una squalifica nel corso della sesta regata. Medaglia di bronzo, invece, per Vincenzo Penagiaeta – ni che però con 35 punti è risultato il miglior dinghista tra gli over 60. Ottimi risultati anche per Gaetano Allodi Varriale, primo classificato tra gli over 70, e per Francesca Lodigiani, che ha conquistato il miglior risultato tra le dinghiste iscritte al campionato. Con 50 punti e uno stacco di 76 dal secondo classificato, medaglia d’oro nella categoria dinghy classici anche per Roberto Benedetti, autore di un finale imponente impreziosito da due primi posti nelle ultime due regate. Secondo e terzo classificato, rispettivamente con 126 e 129 punti, Alberto Patrone e Stefano Puzzarini.  «Sono enormemente soddisfatto – è stato il commento dell’organizzatore Luca Simeone, dinghista esperto che ha peraltro portato a casa un ottimo ottavo posto nella classifica generale – perché tutto si è svolto nel migliore dei modi. Gestire un simile numero di imbarcazioni non è certo cosa facile ma l’imponente servizio di assistenza in mare ha funzionato alla perfezione. Il risultato più bello è stato sicuramente aver sentito tanti apprezzamenti positivi da parte degli ospiti arrivati da tutta Italia; apprezzamenti positivi non solo sull’organizzazione ma anche e sopratutto sulla città di Gaeta che ha riservato agli ospiti una calorosa accoglienza».

Il mare, il cibo, i monumenti, le persone del posto: tutto è stato recensito positivamente dai dinghisti che sperano di tornare presto in città e non solo per partecipare alla prossima competizione velica.

«Non abbiamo ancora studiato il calendario del 2018 – ha ammesso Luca Simeone – ma la città di Gaeta è diventata un punto di riferimento per quanto riguarda il mondo della vela e i circoli locali stanno lavorando per ospitare eventi sempre più importanti».

 

 

 

 

 

12 Giugno 2017 0

Gli Esordienti del Cassino Calcio vincono il nono torneo nazionale Junior Soccer Cup a Cesenatico

Di admin

Cassino – I ragazzi del 2005 categoria esordienti, del Cassino Calcio,  sperimentali della S. S. Lazio,  si sono aggiudicati a Cesenatico (Cesena)  il nono torneo Nazionale Junior Soccer Cup riservato ai nati dal 2004 al 2009.

Oltre ai vincitori del torneo, la spedizione cassinate è stata molto consistente con bambini di tutte le età che si sono cimentati in diverse partite giornaliere e con ottimi risultati.

Il torneo che,  si è svolto dal 9 al 11 giugno ha registrato anche il secondo posto dei nati nel 2004 giunti secondi ma di fatto imbattuti dato che la finale si è chiusa solo dopo la lotteria dei calci di rigore.

I ragazzi dei mister Claudio e Vincenzo Iemma si confermano ottimi campioncini in erba con un futuro tutto da scrivere. Una nota di ringraziamento particolare,  anche per Gianni De Micco, Massimo Cardarelli e Salvatore Guida che hanno organizzato la trasferta romagnola in modo eccellente.

8 Giugno 2017 0

Massimo Vespia nominato Coordinatore Nazionale della FNS CISL

Di admin

Lazio – “Il già Segretario Regionale Generale della FNS CISL Lazio, Massimo Vespia, nel corso del III Congresso Nazionale della Federazione Nazionale della Sicurezza svoltosi  al Grand Hotel Duca d’Este di Tivoli ( 5 – 8 giugno 2017), e’ stato nominato Coordinatore Nazionale”. Lo si legge in una nota sindacale della FNS CISL.

“La diretta collaborazione con la Segreteria Nazionale della FNS CISL di Vespia, unitamente alla nomina di altri  nuovi Coordinatori Nazionali, nasce dall’esigenza di fornire maggiori risposte al personale e alle strutture territoriali dell’Organizzazione Sindacale. Nel corso dello svolgimento dei lavori, tra l’altro, e’ stato riconfermato alla guida del sindacato più rappresentativo dei lavoratori in divisa, il segretario nazionale generale uscente, Pompeo Mannone, che verrà affiancato da un altro vigile del fuoco reatino, Giovanni Alfredini, in qualità di Segretario Nazionale”.

29 Maggio 2017 0

Ciacciarelli (Fi) Unione Nazionale Mutilati per Servizio. Fondamentale tutela dipendenti privati che svolgono mansioni pubbliche. La politica ha il dovere di collaborare con associazioni

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo dal coordinatore provinciale di FI, Ciacciarelli “Sabato 27 ho preso parte all’incontro,tenutosi a Cassino, dell’Unione Nazionale Mutilati per servizio, sezione di Cassino “Franco Cesareo”. Un Ente morale presente sull’intero territorio peninsulare, dotato di Consigli Regionali, sedi provinciali in ogni capoluogo, Sottosezioni cittadine. Un’associazione che tutela tutti coloro i quali, alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, territoriali ed istituzionali, hanno riportato mutilazioni ed infermità in servizio e per causa di servizio militare e civile, offrendo tutela ai fini dell’ottenimento di pensioni di reversibilità, equo indennizzo, riclassificazione per aggravamento, quota di riserva nei concorsi pubblici, facendo, inoltre, informazione per mezzo del periodico “Corriere dell’Unione”. L’unione, che rappresenta ad oggi 350.000 invalidi per servizio, ha intenzione di promuovere il riconoscimento dei suoi valori morali anche nel panorama europeo, stringendo legami con simili associazioni attive in Europa. Credo che, ad oggi, occorra focalizzarsi sui tanti dipendenti che svolgono attività proprie della pubblica amministrazione, ma in società private. Mi riferisco anche ai dipendenti di cooperative sovvenzionate da enti pubblici, che di contro, non possono godere delle tutele del pubblico impiego, molto spesso giovani che iniziano un percorso lavorativo in apparati che definirei parastatali . Ad oggi, purtroppo, non vi è la possibilità di poter aprire la maglia delle assunzioni in enti pubblici, statali, pertanto si ricorre sempre più spesso a figure che, nonostante contratti privatistici, svolgono attività pubblica. Un grande riconoscimento si deve all’associazione in oggetto, impegnata costantemente nelle sue battaglie a tutela dei dipendenti e proprio grazie alla forza associativa, si può cercare di trovare assieme alla politica delle soluzioni atte a tutelare queste categorie. La politica tutta, al di là dell’appartenenza partitica, ha il dovere di mettersi a servizio di simili associazioni nella ricerca di soluzioni condivise”.

26 Maggio 2017 0

Semifinale playoff serie B Nazionale. La Virtus Cassino cede a Napoli, ma… solo in gara 5

Di redazionecassino1

Napoli batte Cassino.

Cinque partite, ci sono volute cinque partite, ovvero tutta la serie , fino in fondo alle sfide possibili da regolamento per decretare chi dovesse accedere alla finale del Tabellone C del Campionato Nazionale di Serie B. L’ha spuntata Napoli al termine di una gara dura , maschia e combattuta solo per tre quarti quando al termine del terzo quarto sulla sirena Panzini ha tirato per il possibile meno 8 fallendo la conclusione dai 6.75. Si era in quel momento sul 66 a 55 per i padroni di casa.

“Ha vinto Napoli con merito” ha commentato a fine gara la Presidentessa della BPC Virtus Cassino, la dott.ssa Donatella Formisano “Nonostante tutto, fino ad ora ho preferito il silenzio, troppo facile cadere nelle provocazioni e nelle sterili polemiche, in questa serie sono state strumentalizzate e travisate parole, situazioni e tanto altro che , se e quando riterrò opportuno, puntualizzerò e deciderò di chiarire”.

“Da Presidente della Virtus Cassino, desidero ora più che mai essendo noi di Cassino fuori dalle competizioni sportive, quindi lontano da insulti, inopportune critiche , aggressioni di tutti i generi e altro , manifestare il mio pensiero. Sportivamente complimenti alle due società e alle due squadre del nostro girone arrivate in finale nel tabellone C di questi playoff della Serie B Nazionale, ovvero Cuore Napoli Basket e Palestrina ! Due grandi squadre che per organizzazione, determinazione e strutture di riferimento meritano sicuramente l’accesso alla serie A2. Due società che abbiamo avuto l’onore e il piacere di incontrare in campionato; con Palestrina abbiamo vinto sempre in semifinale lo scorso anno ( 3 a 1 ),mentre con Napoli in semifinale quest’anno, sconfitti sol in gara 5. Come è curioso il destino” prosegue il massimo dirigente cassinate.

“Le nostre due grandi avversarie, in due anni consecutivi in semifinale ora si affronteranno tra loro e peccato che solo una di loro due potrà andare a Montecatini a disputare le final four per l’accesso alla serie superiore. Come sempre il verdetto al campo e i complimenti in anticipo ad entrambe le società, ai rispettivi Presidenti e alle loro squadre supportate da tifoserie numerose e appassionate nonché da grandi e confortevoli strutture ! Sarà sicuramente uno spettacolo di basket e di pubblico !!!Complimenti e auguri….” conclude la presidentessa del sodalizio cassinate al termine della gara.

 

Napoli dunqeu si è aggiudicata questa appassionante e combattutissima serie di semifinale assestando il colpo decisivo al PalaBarbuto, tra le mura amiche solo in gara 5.

Il Cuore Napoli Azzurro comanda la gara a partire dal secondo quarto e stacca il pass per la finale. La Virtus infatti cede a 4′ dall’intervallo e di fatto non riesce più a rientrare, pagando anche le serate storte al tiro di Panzini e Petrucci, oltre ai problemi di falli che limitano Bagnoli a soli 12 minuti sul parquet. Dall’altra parte, invece, viene fuori dal cilindro di coach Ponticiello, Barsanti che piazza giocate, 6 su 9 al tiro da tre punti , importanti per lanciare la fuga dei suoi dopo essere stato ingabbiato dalla difesa rossoblu nelle prime quattro gare della serie.

Si chiude così una stagione esaltante per la Virtus, che va vicina alla seconda finale consecutiva ma soprattutto è stata capace di far innamorare di questo sport la Città Martire, stregata da un gruppo che comunque si è dimostrato sempre solidissimo.

Primo quarto scoppiettante al Pala Barbuto con entrambe le squadre che trovano la via del canestro, da vicino e da lontano, con grande continuità. Napoli e Cassino si scambiano la testa dell’incontro nei primi minuti, al 5’ sono i padroni di casa che provano ad allungare con le triple di Visnjic e Nikolic che valgono il +5. I rossoblu però non si fanno spaventare e si affidano a un grande Petrucci (12 nel primo quarto) per agganciare e sorpassare prima che la nuova bomba di Nikolic fissi il 29-28 dopo 10’.

Nella seconda frazione ancora in evidenza Visnjic che tiene avanti i suoi nonostante il buon impatto di Valesin dalla panchina, utilissimo per tenere in scia la Virtus. Si segna meno rispetto all’avvio di gara e i rossoblu restano senza canestri per gli ultimi 4’ del primo tempo, Maggio invece sblocca il Cuore che va all’intervallo sul +10 (48-38).

Ad inizio ripresa gli ospiti provano a rientrare ma tre conclusioni pesanti in rapida successione firmate da Barsanti mandano in orbita i campani che toccano il +18. Valesin e Del Testa tengono a galla la BPC, poi Sergio prova a ricucire ma un’altra bomba della guardia azzurra tiene a distanza di sicurezza Cassino che comunque va all’ultima pausa sul -11. Nel quarto periodo però ai rossoblu manca la forza per rientrare e Napoli scappa via sulle ali dell’entusiasmo, infliggendo alla truppa di Vettese una punizione troppo pesante per quanto visto in questa serie.

 

Cuore Napoli – BPC Virtus Cassino 90-69

Parziali: 29-28, 19-10, 18-17, 24-14

Cuore Napoli: Visnjic 23 (6/8, 2/5), Barsanti 21 (1/1, 6/9), Nikolic 16 (3/7, 2/2), Maggio 13 (1/6, 2/7), Murolo 7 (1/1, 0/1), Mastroianni 6 (3/5, 0/5), Marzaioli 2 (1/1, 0/0), Rappoccio 2 (0/1, 0/0), Matrone 0 (0/3, 0/0), Ronconi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 22 / 28 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Visnjic 9) – Assist: 20 (Nikolic 6)

All. Ponticiello

BPC Virtus Cassino: Nicolò Petrucci 14 (1/3, 2/4), Maurizio Del Testa 13 (2/6, 1/4), Biagio Sergio 10 (1/4, 1/5), Duilio Ernesto Birindelli 9 (2/5, 1/3), Gianluca Valesin 7 (3/4, 0/1), Lorenzo Panzini 6 (1/3, 1/4), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Simone Bagnoli 2 (1/4, 0/0), Renato Quartuccio 2 (0/0, 0/4), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 26 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Biagio Sergio 7) – Assist: 12 (Maurizio Del Testa 5)

All. Luca Vettese

8 Maggio 2017 0

Battisti (PD): con assemblea nazionale di domenica si chiude fase congressuale

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo “Con l’Assemblea di ieri – afferma Battisti- si chiude una lunga fase Congressuale che ha coinvolto iscritti ed elettori del Partito Democratico che hanno potuto selezionare la classe dirigente del partito, membri dell’Assemblea Nazionale e Segretario Nazionale. Dopo essere stato proclamato Matteo Renzi nel suo intervento ha indicato l’agenda politica ed organizzativa del PD nei prossimi mesi. Il Congresso è terminato ora siamo chiamati tutti all’impegno e alla responsabilità. Sono sempre stata convinta che i Circoli e la struttura organizzativa provinciale dovesse svolgere una funzione nuova in un’epoca nuova. Mettere a disposizione le nostre risorse umane per svolgere azioni rivolte ad aiutare i cittadini e migliorare la vivibilitá delle nostre città. Per quel che riguarda la nostra realtà provinciale c’è bisogno di uno scatto di reni per contribuire alla vittoria di Fabrizio Cristofari a Frosinone e degli altri candidati a Sindaco nel turno amministrativo dell’11 giugno. Il mio personale augurio a Matteo Orfini, eletto Presidente Nazionale dall’Assemblea dei Democratici. Matteo ha guidato il PD in questi mesi difficili e lo ha fatto con grande equilibrio, sobrietà e fermezza come è nel suo stile. Un augurio a Claudio Mancini riferimento importante dentro la Direzione Nazionale del Partito Democratico, vicino da sempre alla nostra Provincia”.

17 Febbraio 2017 0

L’assemblea della Federazione Nazionale della Sicurezza di Rieti ha rinnovato il direttivo

Di admin

Rieti – Ieri mattina presso l’Aula Magna del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, alla presenza del Segretario Regionale FNS CISL Lazio, Massimo Vespia e del Segretario Provinciale FNS CISL di Roma Capitale e Rieti, Riccardo CIOFI, si è svolta l’Assemblea congressuale per l’elezione del Coordinatore e dei Componenti del Direttivo della S.A.S (Sezione Aziendale Sindacale) della Federazione Nazionale della Sicurezza della CISL Rieti. Sono stati eletti dagli iscritti: il Vigile Coordinatore, Massimo RINALDI ,in qualità di Coordinatore della SAS e Giovanni BASENGHI(VVF), Mauro LEONI (VVF), Marcello PARISI (VVF),Stefano ZANGARA (VVF) e Federica PETRELLI (Polizia Penitenziaria) in qualità di Componenti del Direttivo SAS della FNS CISL di Rieti. Nominati anche i tre Delegati al prossimo Congresso della FNS CISL di Roma-Rieti: Massimo RINALDI (VVF), Giovanni BASENGHI (VVF) e Federica PETRELLI (Polizia Penitenziaria). Come è noto – la Federazione Nazionale della Sicurezza CISL, è l’organizzazione maggiormente rappresentativa a livello nazionale, regionale e locale. Si tratta di un caso unico nel panorama sindacale del comparto sicurezza e del soccorso pubblico: una scommessa lanciata ben otto anni fa, e che oggi si appresta a rilanciare la validità di tale scelta, orientata ad assicurare ai lavoratori appartenenti al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Polizia Penitenziaria di essere adeguatamente rappresentati da un Sindacato moderno, dinamico ed attivo, dotato di autonomia ed indipendenza. Nel corso dell’assemblea, è stato aperto un dibattito attraverso il quale sono state affrontate le problematiche delle categorie. In particolare, i Vigili del Fuoco soffrono di criticità legate alla scarse risorse messe a disposizione dei lavoratori di settori strategici e che traducono in drastici tagli alle pensioni, al blocco dei turn over e dei contratti di lavoro e al dimezzamento dei finanziamenti diretti a garantire i servizi ai cittadini. La FNS CISL di Rieti, grazie al rinnovo degli organismi sindacali, saprà come del resto ha sempre fatto, portare avanti i diritti e le tutele dei lavoratori della sicurezza e del soccorso pubblico, poiché solidarietà, lavoro e sviluppo resteranno ancora i punti di riferimento centrali e inalienabili di un sindacato e di una CISL che hanno ancora molto da dire .