Tag: tappeto

5 Luglio 2019 0

Frosinone, Task force della Questura. Controlli a tappeto in zona scalo

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di ieri la Questura ha messo in campo più forze per garantire maggiore sicurezza ai cittadini in una delle zone calde della città; in azione diversi uffici tra squadra volanti, ufficio immigrazione, unità cinofile, polizia stradale e polizia ferroviaria. Circa 100 le persone controllate nelle zone a rischio; stazione ferroviaria, capolinea Bus, Zona Asi, controlli e perquisizioni: Linea dura anche contro la recrudescenza del fenomeno dell’accattonaggio nei pressi dei semafori e all’ingresso delle attività commerciali. Diversi cittadini stranieri sono stati accompagnati negli uffici della Questura per identificazione e rimossi coattivamente dai luoghi monopolio sovente di mendicanti e lavavetri. 25 i controlli domiciliari nei confronti di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale; sorveglianze speciali, arresti domiciliari, libertà vigilata. L’attività della Polizia di Stato non da tregua: l’attenzione resta alta e l’obiettivo è l’assidua presenza sul territorio contrastando ogni genere di illecito. Foto d’archivio

30 Giugno 2019 0

Controlli a tappeto delle Volanti della polizia nel Capoluogo. Al concerto di Fedez, quattro denunciati, vendevano prodotti falsi

Di felice pensabene

FROSINONE – Incessante l’attività della squadra volante sul capoluogo nelle recenti giornate; controlli a tappeto sugli arrestati domiciliari, blitz al concerto di Fedez con 4 denunciati per commercio di prodotti falsi, un denunciato per furto a seguito di indagine, emissione di 4 fogli di via nei confronti di campani.

L’attenzione del reparto volanti della Questura di Frosinone è sempre costante nella lotta ad ogni forma di illegalità.

Nella giornata di giovedì l’ufficio trattazione atti del reparto volanti provvedeva ad eseguire un ordine di carcerazione nei confronti di un 38enne del capoluogo agli arresti domiciliari e denunciato più volte per evasione dagli stessi uomini delle volanti.

L’A.G. ne ha ora disposto la misura in carcere.

Giovedì sera alla fine del concerto del cantante Fedez due equipaggi delle volanti nei pressi dello stadio “stirpe” intercettavano quattro campani intenti senza titolo alla vendita di sciarpe raffigurante l’artista e pertanto venivano deferiti all’A.G. per commercio di prodotti con segni falsi. La merce veniva sequestrata e per i 4 campani, tutti con pregiudizi di polizia, scattava il foglio di via obbligatorio dal comune di Frosinone.

Nel gennaio del 2015 un esercizio commerciale della zona bassa del capoluogo, particolarmente attivo nel settore dell’intrattenimento per bambini fu oggetto di un rilevante furto. Sul posto all’epoca dei fatti personale della polizia scientifica a seguito di accertamenti riuscì ad estrapolare un’impronta a cui tuttavia non si potette attribuire un nome e cognome.

A distanza di anni, nelle recenti settimane, a margine di un controllo e foto segnalamento effettuato dalla polaria di Fiumicino nei confronti di un 32enne romano indagato per furto con destrezza, all’interno del Terminal aeroportuale, è stato possibile identificare il soggetto la cui impronta palmare è perfettamente corrispondente a quella rilevata dalla polizia scientifica.

Per lui è scattata la denuncia in stato di libertà per furto.

 

 

8 Aprile 2019 0

Controlli a tappeto della Polstrada in tutta la provincia

Di felice pensabene

FROSINONE – Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere da parte della Polizia Stradale di Frosinone, con un accento alle violazioni del Codice della Strada in materia di assicurazioni,  sulla scorta delle direttive impartite dal Questore di Frosinone in sede di tavolo tecnico tenutosi il 5 aprile scorso.

Infatti nel  decorso fine  settimana, gli operatori della Polizia Stradale  hanno contestato ad un pullman di linea adibito a scuolabus, di proprietà di un comune ad est della ciociaria,  l’art.193 c.d.s. cioè la mancanza della prevista copertura assicurativa da oltre due anni, con conseguente sequestro del mezzo.

Inoltre nell’ambito del servizio  “strage del sabato sera”, sempre gli operatori della Polizia Stradale, hanno elevato n°7 contesti contravvenzionali ai sensi dell’art.186 C.d.S., relativi alla guida in stato di ebbrezza alcoolica, con contestuale ritiro delle patenti di guida e denuncia all’A.G.

31 Maggio 2018 0

Cento metri di tappeto di fiori nell’abbazia di Casamari per il Corpus Domini

Di Ermanno Amedei

VEROLI – “In questi giorni nell’abbazia di Casamari come ogni anno in questo periodo, si sta preparando il tappeto di fiori di quasi 100 metri quadri per la festa del Corpus Domini”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“Il tema di quest’anno si svolge attorno la figura di San Bernardo e la sua devozione alla Madonna. Non può mancare una veduta dell’abbazia che celebre 800 anni dalla consacrazione e la bellissima e particolare croce santa di Casamari (l’originale è conservata nel tesoro della cattedrale di Veroli, una copia è stata recentemente appesa sopra l’altare della basilica di Casamari).

Il progetto viene elaborato dalle progettiste Laura Vitaterna e Maria Magliocchetti, su indicazione del padre abate Eugenio Romagnuolo, nella realizzazione si avvale della collaborazione artistica della pittrice Agnes Preszler nonchè del lavoro svolto da monaci e fedeli. Si tratta di un’infiorata unica nel suo genere in quanto c’è molta improvvisazione durante il processo di realizzazione, sia perché bisogna adeguarsi ai materiali disponibili, rigorosamente organici, ma anche perché emergono sempre nuove idee.

Sono molti i fedeli che vengono a visitare l’infiorata, inoltre la pagina Facebook dedicata all’abbazia pubblica foto scattate durante la realizzazione; l’anno scorso la galleria di immagini ha registrato più di 40 mila visitatori in una settimana.

L’nfiorata va terminata entro sabato sera, infatti la stessa verrà attraversata dalla processione della messa delle ore 18 di domenica”.

15 Luglio 2017 0

Controlli a tappeto in centro a Cassino, lo spaccio si sposta in periferia

Di Ermanno Amedei

 

Cassino – Troppi controlli nelle strade di Cassino e lo spaccio della droga sembra essersi spostaato neelle piazze dei centri vicini. I carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido e personale del N.O.R.M. della Compagnia e del Nucleo Cinofili di Santa Maria Galeria di Roma (con i cani Immo e Pedro), hanno eseguito numerosi controlli presso i locali pubblici maggiormente frequentati dai giovani e la villa comunale e varie perquisizioni personali e locali che hanno consentito di rinvenire all’interno di un casolare abbandonato un involucro contenente 12 grammi circa di cocaina, probabilmente nascosto ed abbandonato da qualche pusher accortosi della presenza dei militari in zona. Quanto rinvenuto, è stato sottoposto a sequestro. Nel corso di tali controlli, all’interno di un locale pubblico di Sant’Elia Fiumerapido, è stato denunciato a piede libero un giovane del posto per porto abusivo di armi bianchi, poiché sorpreso con due coltelli, per i quali non era in grado di giustificarne il porto. Si allegano le foto.

24 Aprile 2017 0

Abusivismo edilizio- Controlli a tappeto su tutta la provincia di Isernia

Di redazione

Isernia: Vasta operazione dei Carabinieri per contrastare l’abusivismo edilizio e tutelare il patrimonio paesaggistico. Scoperte diciotto costruzioni abusive e irregolarità presso ventidue cantieri edili. Sessanta le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria. Indagini in corso presso venti comuni della provincia.

Una vasta operazione finalizzata al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio e alla salvaguardia del patrimonio paesaggistico è stata portata a termine dai Carabinieri in tutto il territorio della provincia di Isernia. Negli ultimi giorni un capillare monitoraggio predisposto dal Comando Interregionale Carabinieri “Ogaden” di Napoli, è stato eseguito in tutte le zone della provincia “pentra”, ritenuta tra le più sensibili sotto il profilo del patrimonio naturalistico. Una task force composta dai militari delle Stazioni e dei Nuclei Operativo e Radiomobile, territorialmente competenti, del Nucleo Investigativo Provinciale e di reparti speciali dell’Arma, ha eseguito controlli a tappeto, nel corso dei quali sono state scoperte diciotto strutture abusive, tra le quali una piscina, depositi, garage, pertinenze di abitazioni private e di locali commerciali, realizzati in assenza o in difformità alle prescritte concessioni edilizie, in luoghi sottoposti a vincolo paesaggistico e a rischio sismico. Mentre presso ventidue cantieri edili venivano riscontrate numerose irregolarità inerenti la mancata sicurezza sui luoghi di lavoro. Le attività hanno riguardato in particolare venti comuni, Isernia, Forli del Sannio, Frosolone, Rionero Sannitico, Macchia D’Isernia, Venafro, San Pietro Avellana, Santa Maria del Molise, Pettoranello del Molise, Agnone, Monteroduni, Sant’Agapito, Civitanova del Sannio, Cantalupo nel Sannio, Conca Casale, Sesto Campano, Montaquila, Colli al Volturno, Filignano e Pozzilli, dove presso i rispettivi uffici tecnici comunali sono tutt’ora in corso ulteriori indagini. Per il momento le persone denunciate dai Carabinieri alla Procura della Repubblica di Isernia, sono in tutto sessanta, si tratta di un 35enne, 33enne, 63enne, un 54enne, un 57enne, un 32enne, un 52enne, un 45enne, un 60enne, un 50enne, un 50enne ed un 35enne, tutti di Isernia; un 45enne ed un 40enne di Prata Sannita, in provincia di Caserta; un 50enne di San Pietro Avellana, un 55enne ed un 65enne di Pozzuoli, in provincia di Napoli; un 56enne di Santa Maria del Molise; un 30enne di Pettoranello del Molise; un 40enne, un 50enne, un 36enne, un 28enne ed un 55enne, tutti di Agnone; un 60enne, un 45enne, un 38enne, un 40enne ed un 35enne, tutti di Casoria in provincia di Napoli; un 58enne, un 50enne, un 49enne e un 30enne di Frosolone; un 60enne, un 54enne, un 49enne, un 53enne, un 40enne, un 45enne e un 55enne, tutti di Venafro; un 50enne ed un 53enne di Fontegreca, in provincia di Caserta; un 48enne ed un 40enne di Colli al Volturno; un 60enne di Montaquila; un 50enne ed un 52enne di Faicchio, in provincia di Benevento; un 51enne, un 38enne, un 41enne ed un 52enne, tutti di Ailano, in provincia di Caserta; un 58enne, un 40enne ed un 48enne di Sesto Campano; un 38enne di Sant’Agapito ed un 57enne di Pozzilli; un 55enne di Forli’ del Sannio; un 45enne di Rionero Sannitico; un 50enne di Macchiagodena; un 51enne di Campobasso.

22 Maggio 2010 0

Stop alla movida “fastidiosa”. Controlli a tappeto della polizia

Di redazione

Lotta alla movida, agli schiamazzi notturni, alla guida in stato di ebbrezza e a tutti quelle attività che rendono la notte rumorosa e pericolosa. Per questo, a Cassino, da ieri sera, fino all’alba di questa mattina, gli agenti di polizia del commissariato diretto da Gianfranco Simeone e dagli agenti del distaccamento comandati dal vice questore Bruno Agnifili, hanno perlustrato la città controllando 74 persone di cui 5 sono state sottoposte all’alcol test con esito negativo, 46 autovetture, di queste 5 sono state contravvenzionate, sono state invitate 5 persone ai sensi dell’art. 650 c.p. ad interrompere qualsiasi diffusione sonora. Inoltre hanno tratto in arresto per inottemperanza all’ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale un cittadino nigeriano, hanno denunciato per contravvenzione al f.v.o. 2 italiane ed una nigeriana. ermadei@libero.it

18 Gennaio 2010 0

Controlli a tappeto sulle strade, cinque denunce per guida in stato di ebbrezza

Di redazione

I carabinieri del comando provinciale di Frosinone hanno intensificato il controllo sulle strade a caccia di automobilisti che guidavano sotto l’effetto di droga o alcool. In una sola notte sono state denunciate, con conseguente ritiro della patente, ben 4 persone. Ad Anagni in via Anticolana a G. I., residente Ferentino, celibe, operaio, sorpreso alla guida di autovettura in evidente stato alterazione psicofisica, si è rifiutato di sottoporsi ad accertamento alcolemico. A Cassino i militari del NORM hanno denunciato in stato di libertà per “Guida in stato di ebbrezza alcolica” M. L, di Matera in quanto, fermanto mentre era ala guida della sua auto in quella via Garigliano, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura Audi 80, con tasso alcolimetrico superiore a quello consentito. Deferivano sempre per Guida in stato di ebbrezza alcolica, G. G., nato a Cassino 35 anni fa, perché alla guida della propria autovettura Fiat Panda, è rimasto coinvolto in un sinistro stradale in Viale Bonomi. L’uomo è risultato positivo agli accertamenti mediante l’utilizzo dell’etilometro, che evidenziava un tasso alcolemico superiore a quello stabilito dalla norma. I documenti di guida di entrambi sono stati ritirati. I carabinieri di Frosinone invece, nella nottata a cavallo tra i giorni 16 ed il 17 gennaio hanno denunciato in stato di libertà V.M., 19enne, residente Ripi, per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Il giovane, è stato sottoposto a controllo mentre si trovava alla guida propria autovettura, e nel corso di una perquisizione è stata trovata in possesso di 2 due grammi di “hashish”, che veniva sottoposta a sequestro amministrativo. Denunciato anche C. P., 66enne, residente Castro dei Volsci, per guida sotto l’effetto sostanze alcoliche. L’uomo mentre percorreva la S.P. Castro – Pastena alla guida propria autovettura, procurava incidente stradale con feriti. Applicando una prassi ormai consolidata, si è proceduto a sottoporre i conducenti dei veicoli ad accertamenti santari dai quali risultava che aveva assunto sostanze alcoliche misura superiore limite consentito legge.

2 Novembre 2009 0

Carabinieri, controlli a tappeto nel week end

Di Ermanno Amedei

Nella notte tra sabato e domenica il comando provinciale dei carabinieri di Chieti ha disposto l’esecuzione di un servizio preventivo a largo raggio in tutto il territorio della provincia di Chieti volto al contrasto alle diverse forme di criminalità ed al controllo della circolazione stradale. Durante l’attività preventiva sono state arrestate due persone in flagranza di reato, una in esecuzione di ordine di carcerazione ed una per detenzione di sostanze stupefacenti essendo stata trovata in possesso di 340 grammi di cocaina; quattro persone sono state denunciate in stato di libertà per contravvenzioni al codice penale. Nel corso dell’operazione sono stati altresì conseguiti i seguenti risultati: segnalate due persone per uso non terapeutico di sostanza stupefacenti, due armi sequestrate, un ciclomotore rinvenuto oggetto di furto e restituito al legittimo proprietario, 750 persone identificate, 532 automezzi controllati, 10 perquisizioni personali effettuate, 20 persone socialmente pericolose o sottoposte agli arresti domiciliari controllate, 37 esercizi pubblici controllati, 5 carte di circolazione ritiratem 6 patenti di guida ritirate, a seguito dei numerosi controlli con l’etilometro effettuati, 51 contravvenzioni al C.D.S. elevate, somme verbalizzate a 3.500,00 euro. All’operazione straordinaria di controllo del territorio, eseguita anche attraverso l’effettuazione di numerosi posti di controllo ed alcuni posti di blocco, hanno preso parte 130 carabinieri con 60 mezzi.

22 Ottobre 2009 0

Carabinieri nei cantieri, controlli a tappeto sulla sicurezza

Di redazione

Nelle ultime 48 ore i carabinieri della compagnia di Isernia nell’espletamento dei controlli hanno segnalato all’autorità giudiziaria ed a quelle amministrative, i responsabili di due imprese di costruzioni edili della Campania operanti in realizzazioni di opere edili nella provincia isernina. Gli uomini dell’Arma nel corso delle ispezioni hanno rilevato una serie di infrazioni penalmente rilevanti, che vanno dalla omessa fornitura agli operai di dispositivi di protezione individuali e misure di protezione collettive come quelle per evitare la caduta dall’alto. Inoltre è stata riscontrata la presenza di ben il 50% di maestranze in nero e non sottoposta a visite sanitarie preventive come previsto dalla legge. Per una ditta, la gravità delle irregolarità ha imposto l’adozione del provvedimento della sospensione dell’attività oltre alla irrogazione di una maxisanzione di circa 5000 (cinquemila euro).