Tag: torna

5 Aprile 2018 0

Nel weekend torna il “Rally Nazionale Città di Cassino 2018”

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Weekend all’insegna dei motori nella Città Martire, torna XI edizione del “Rally Nazionale Città di Cassino” Lirenas – Eco Liri. Entra nel vivo la stagione sportiva di HP Sport Rally Racing Team, la scuderia dopo l’esordio con Trevisani nel CIR in questo fine settimana è impegnata nella gara di casa, il rally LIrenas-Eco Liri, prova d’apertura dell’edizione 2018 del IRCup, dove schiera Pierluigi Di Vito De Vito fisioterapista del Frosinone Calcio, ma grande appassionato di automobilismo in particolare di rally, il quale dividerà l’abitacolo della Clio Rs seguita in assistenza dal Team D’Avelli con Loris Chiarlitti.

La gara di Cassino entrerà nel vivo sabato pomeriggio con la disputa delle prime quattro prove speciali delle nove previste. La competizione è articolata su due lunghezze chilometriche, la prima riguarda la gara internazionale l’IRCup dove i chilometri di prova speciale sono complessivamente 124,10, mentre la gara nazionale, denominata “11° Rally Nazionale Città di Cassino” si disputerà su un percorso ridotto che comprende le ps.1 e ps.2 del sabato e le prime 4 prove speciali della domenica, per un chilometraggio di prove speciale di 75,60 km.

Partenza primo concorrente alle ore 15:30 di sabato da Cassino in Corso della Repubblica. PROVE SPECIALI Sabato 7 aprile PS 1: 16:10 Belmonte Castello Km 3,00 – PS 2: 16:50 Terelle Km 15,00 – PS 3: 19:15 Belmonte Castello Km 3,00 – PS 4: 19:55 Terelle Km 15,00. 20:55 Ingresso Riordino Notturno a Cassino Domenica 8 aprile 7:30 Uscita riordino notturno. PS5: 8:30 Viticuso Km 13,80 – PS6: 9:00 Vallerotonda Km 15,00 – PS7: 11:30 Viticuso Km 13,80 – PS8: 12:00 Vallerotonda Km 15,00 – PS9: 14:15 Super Sector Selective 30,50 Km. Ore 15:30 Arrivo a Cassino corso della Repubblica.

foto edizione 2017

24 Marzo 2018 0

Alle 2 di questa notte lancette avanti di un’ora, torna l’ora legale

Di felice pensabene

Domenica 25 marzo dormiremo tutti un’ora in meno. Torna, infatti, l’ora legale: alle due di notte bisognerà spostare avanti le lancette avanti di 60 minuti.  L’ora legale serve a sfruttare al massimo la luce solare risparmiando sul consumo energetico.

Secondo i dati rilevati da Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, dal 26 marzo al 29 ottobre 2017 l’Italia ha risparmiato complessivamente 567 milioni di kilowattora (quanto il consumo medio annuo di elettricità di oltre 200 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 320mila tonnellate.

Considerando che nel periodo di riferimento – secondo Terna – un kilowattora è costato in media al cliente domestico tipo circa 19,5 centesimi di euro al lordo delle imposte, consentendo, quindi, un risparmio economico per il sistema relativo al minor consumo elettrico nel periodo di ora legale per il 2017  pari a 110 milioni di euro.

15 Marzo 2018 0

Cassino, ristoratore pestato dopo banchetto: Antonio Morelli torna in libertà

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Antonio Morelli è tornato in libertà. Il 42enne residente a Pignataro Interamna era agli arresti domiciliari dal 21 febbraio quando i carabinieri di Cassino lo hanno arrestato con l’accusa di estorsione continuata e aggravata insieme ad altri due uomini.

I fatti che gli vengono contestati risalgono al 22 luglio dello scorso anno quando i militari dovettero intervenire per una rissa in un locale del cassinate dove era in corso un banchetto a cui partecipavano i tre indagati. Dalle indagini svolte dai militari i tre si sarebbero resi responsabili del violento pestaggio del ristoratore, del ferimento di alcuni dipendenti intervenuti in difesa dell’uomo e del danneggiamento del locale.

Il suo legale, Maurizio Suarato, ha fatto ricorso al tribunale della Libertà chiedendone la scarcerazione e la sua richiesta è stata accolta.

Articolo precedente

22 Febbraio 2018 0

Torna da Torino ad Ausonia per il funerale della sorella: 78enne muore cadendo in un uliveto  

Di Ermanno Amedei

AUSONIA – Era tornata a Selva Cava, frazione di Ausonia, da Torino dove vive con i figli, per partecipare ai funerali della sorella deceduta qualche giorno fa e, oggi pomeriggio, è stata ritrovata senza vita in un podere non molto lontano dalla casa in cui alloggiava.

La donna di circa 78 anni sarebbe deceduta cadendo da un muretto a secco e battendo la testa proprio nei luoghi della sua giovinezza.

Sul posto, oltre ai carabinieri di Esperia, sono arrivati anche gli operatori del 118 che nulla hanno potuto fare per lei se non accertarne l’avvenuto decesso.

Ermanno Amedei

13 Febbraio 2018 0

La Virtus supera l’assalto dei Pirati e torna alla vittoria dopo la sconfitta siciliana

Di felice pensabene

Di lunedì alle 15.00 il posticipo della settima giornata del Girone di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di Serie B, girone D, tra la Virtus Cassino e la Fotodinamico Cagliari che si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 77 a 58.

Padroni di casa che tornano alla vittoria dopo la sconfitta patita giovedì scorso in terra sicula per mano della capolista Barcellona.

Pronostici della vigilia assolutamente rispettati per Carrizo e compagni che però devono sudare e non poco per scrollarsi di dosso gli ospiti sardi che fino al 30’ erano a sole 7 lunghezze dalle V rossoblù, 47-40. E gli ospiti, bisogna sottolinearlo, si erano aggiudicati le frazioni intermedie dell’incontro per una corta incollatura per utilizzare una metafora ippica.

La gara dunque si è decisa nella quarta ed ultima frazione di gioco.

Ultima frazione nel corso della quale la BPC Virtus Cassino segna a ripetizione scardinando la zona pari messa in campo dal primo dei quaranta minuti di gioco stasera fino all’ultimo minuto di questa tenzone da coach Fioravanti, scelta diremmo quasi obbligata dal momento che il coach dei sardi doveva sopperire alle defezioni di Graviano, Passaretti, Samoggia e Cabriolu.

La BPC dunque fa sua la gara nella ultima e decisiva frazione di gioco che si apre con un canestro del più che ritrovato Simone Bagnoli, il pivot rossoblù che al termine della gara porterà in dote alle V rossoblù 17 punti e ben 10 rimbalzi, di cui 6 offensivi, per una valutazione di 28.

Insomma la Virtus Cassino parte bene ed alza l’intensità difensiva oltre a trovare i ritmi giusti in attacco grazie a Lorenzo Panzini il quale si mette anche in proprio e realizza il 51esimo punto della serata.

C’è anche spazio per una splendida schiacciata del ’98 Di Poce, ottima prova la sua questa sera. Il sorano ripaga la fiducia di coach Vettese e si fa trovare pronto con tanta grinta e tanta qualità buttata finalmente sul parquet. Cassino va sul + 13 ed il Pala Virtus incredibilmente gremito di pubblico in questo pomeriggio lavorativo di metà febbraio, gli tributa la giusta standing ovation.

Bel gioco a due di Panzini e Bagnoli ed il pivot cassinate permette ai benedettini di fissare in 15 punti il divario con gli ospiti sardi. 55 a 40.

Passano ben 2 minuti e mezzo e ci vuole un time out di coach Fioravanti per svegliare i pirati da un torpore inatteso.

Picciau, buona prova in terra di lavoro, prima e poi Locci realizzano in rapida sequenza riavvicinando e riattivando le speranze dei cagliaritani, 55 a 45.

Scossa come da un morso di serpente la BPC si scatena con una azione da tre punti dell’MVP di serata Manuel Del Testa, 58-45. Il capitano dei rossoblù realizzerà anche la successiva “bomba” per il 61 a 45. Una gara presso che perfetta quella del toscano. Al termine della gara avrà realizzato ben 22 punti in 26 minuti giocati, con un mostruoso 67% da oltre l’arco dei 6,75.

Cassino continua a martellare il canestro avversario grazie ad una tripla siderale di Nik Petrucci e vola sul +19, 64 a 45.

Si iscrive al festival balistico anche Manuel Carrizo con 3 punti consecutivi e con un meraviglioso assist per Maurizio Del Testa; il capitano ringrazia e dalla linea dei tre punti converte per il 70 a 47, +23. Il pubblico cassinate mostra di gradire e incita ancora i propri beniamini.

Mancano 3 minuti circa al termine della gara ed il buon Picciau mostra di avere un conto personale con i benedettini colpendoli ulteriormente da oltre l’arco dei 6,75. 70-50. Ma il risultato ormai non è più in discussione e prima Del Testa e quindi Panzini fanno in modo che non ci siano sorprese di sorta.

La formazione di coach Vettese si aggiudica il match con il punteggio finale di 77 a 58.

In sala stampa le parole del giovanissimo Giuseppe Di Poce “E’ stata una partita un po’ particolare perché comunque sia è la prima partita che giochiamo di lunedì e alle 15.00. Ci hanno sorpreso con la zona e siamo partiti un po’ sottotono. Abbiamo fatto fatica all’inizio a trovare spazi e tiri aperti” continua il giovane cassinate “però, come al solito ci siamo fatti trovare pronti nel quarto decisivo. Noi che veniamo dalla panchina dobbiamo sicuramente metterci a disposizione di questo talento, si perchè questa squadra dispone di tanto talento e c’è gente come Carrizo, Bagnoli e Panzini che ti mette in ritmo e in attacco vai da solo. Io mi metto a disposizione dello staff tecnico, quando il coach mi chiede di giocare da 4 io mi metto a sua completa disposizione. Ovvio che io soffra un po’ spalle a canestro perché fisicamente devo migliorare però oggi giocavo da 4 in attacco e marcavo il playmaker in difesa. Penso di essere anche un po’ difficile come atleta da inquadrare in un contesto squadra. Io ripeto però, e non mi stancherò mai di farlo, mi metto a disposizione. Noi adesso dobbiamo inanellare tutte queste vittorie ed arrivare in fiducia alla post season perché abbiamo tutte le carte in regola per regalarci una stagione da ricordare”.

Riferendosi poi alla prossima partita della Virtus Cassino in casa di Venafro, la giovane ala cassinate continua “Loro sono molto ma molto buoni ed in casa loro hanno un fortino difficile da espugnare, ma noi dobbiamo pensare solo a prepararci bene, dobbiamo pensare solo a noi . Adesso si ricomincerà da mercoledì mattina, e dobbiamo tornare a lavorare con grande concentrazione perché sono due punti importanti e dobbiamo andare avanti con grande fiducia. La sconfitta con Barcellona ci deve dare soltanto più energia nelle partite successive”.

Dunque le “V” rossoblù saranno di scena a Venafro in occasione della prossima giornata del campionato Nazionale di Serie B, palla a due Domenica prossima, 18 febbraio ’18, alle ore 18.00.

 

BPC Virtus Cassino – Fotodinamico Cagliari 77-58

Parziali : 22-12, 15-17, 10-11, 30-18

BPC Virtus Cassino: Maurizio Del Testa 22 (3/7, 5/8), Simone Bagnoli 17 (7/10, 0/0), Niccolò Petrucci 12 (0/2, 4/9), Enzo Cena 8 (1/4, 2/5), Lorenzo Panzini 7 (2/2, 1/3), Manuel Carrizo 5 (2/3, 0/1), Fabrizio De Ninno 2 (0/2, 0/2), Giuseppe Di Poce 2 (1/2, 0/0), Robert Banach 2 (1/2, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/1), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 8 – Rimbalzi: 44 9 + 35 (Simone Bagnoli, Enzo Cena 10) – Assist: 22 (Simone Bagnoli, Manuel Carrizo 5)

All. Vettese Ass. Incelli

Fotodinamico Cagliari: Locci 13 (3/9, 2/4), Picciau 13 (2/5, 3/6), Villani 10 (2/4, 2/9), Trionfo 8 (1/3, 2/5), Vanuzzo 5 (2/5, 0/4), Floridia 5 (1/2, 1/1), Pompianu 4 (2/4, 0/0), Passaretti 0 (0/0, 0/0), Cabriolu 0 (0/0, 0/0), Graviano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 2 / 4 – Rimbalzi: 28 4 + 24 (Vanuzzo 7) – Assist: 12 (Villani 4)

All. Fioravanti

MVP Maurizio Del Testa

 

15 Gennaio 2018 0

Torna alla vittoria Veroli contro la Fox Roma, 72-68

Di felice pensabene

 

Nella gara contro Roma torna a vincere la Pallacanestro Veroli 2016 che batte Fox Roma con il risultato di 72-68. Una serata importante per la squadra di coach Rotondo che ritrova Vinci dopo oltre 2 mesi di assenza per infortunio. Partenza incontenibile da parte dei padroni di casa trascinati come sempre dai fratelli Fiorini, subito ispiratissimi ed in grado di piazzare il break che ha poi segnato di fatto il match, con il 26-12 sul tabellone al primo riposo. Reagisce Fox nel secondo periodo riportando lo svantaggio in singola cifra: gli ospiti provano a riavvicinarsi con Fiori ma Frusone piazza una tripla. Ancora Fiori per il -10 ma Fiorini G. è precisissimo dall’arco. Turquilli firma i 5 punti del -7 ma Frusone limita i danni dalla lunetta chiudendo il periodo lungo 41-32. Nella ripresa Veroli mantiene sostanzialmente il distacco invariato riuscendo a ribattere colpo su colpo ai tentativi di rimonta degli avversari: Fox con Teofili arriva fino al-3, Mauti sblocca Veroli ma è ancora Teofili a regalare il 43-42 subito cancellato dalla tripla e dai tiri liberi di Fiorini M. I canestri in area di Vinci e Fiorini G. riportano la doppia cifra di vantaggio e chiudono il terzo periodo 58-47. Nell’ultimo quarto Fiori accorcia, mentre Veroli spreca le opportunità per riallungare. Chirico e Turquilli dall’arco mettono a segno il -2. I 4 punti di Celani sono ossigeno per i giallorossi ma Fox ci prova fino in fondo e il quinto fallo di Fiorini M., sul 66-62, con 2’30” da giocare, pesa molto. Fiori segna il -2 ma i tiri liberi rimettono due possessi di distacco tra le squadre che i padroni di casa sigillano in cassaforte. Veroli resiste fino alla sirena chiudendo sul 72-68 e tornando così a muovere la classifica.

Prossimo appuntamento: Sabato 20 Gennaio, Carver vs Pallacanestro Veroli 2016.

 

PallacanestroVeroli 2016 72 – Fox Roma 68

Pallacanestro Veroli 2016: Fiorini G. 20, Fiorini M. 19, Frusone 9, Vinci 2, Iannarilli 1, Velocci 8, Celani 6, Mauti 7, Lauretti, Igliozzi n.e., Lella n.e. All. Rotondo

6 Dicembre 2017 0

Frosinone, torna l’opera lirica: La Tosca mercoledì 13 dicembre al teatro Nestor

Di felice pensabene

Frosinone – Il Teatro Comunale Nestor di Frosinone, per il secondo anno consecutivo, ospiterà una produzione operistica a cura di Europa Musica, organizzata in collaborazione con l’assessorato alla cultura, coordinato da Valentina Sementilli, e con il consigliere delegato ai grandi eventi, Gianpiero Fabrizi, con il sostegno della UBI Banca. La Tosca di Giacomo Puccini sarà portata in scena mercoledì 13 dicembre alle 21.

 “L’amministrazione Ottaviani è felice di poter ospitare questa straordinaria iniziativa – ha dichiarato il consigliere delegato ai grandi eventi, Gianpiero Fabrizi – Il nostro obiettivo è di poter inserire l’opera lirica, in pianta stabile, all’interno delle stagioni culturali promosse dal Comune di Frosinone, che può già contare su due apprezzate rassegne teatrali. In questo modo, la nostra città vede confermato non solo il proprio ruolo di importante polo culturale a livello regionale ma è, obiettivamente, divenuta una delle voci più autorevoli, in materia di spettacolo dal vivo, anche in ambito nazionale”. “Il Comune, del resto, continuerà a puntare sulla cultura, anche nei prossimi 5 anni – ha aggiunto l’assessore al centro storico Rossella Testa – creando opportunità di sviluppo importanti e sinergie con le eccellenze del territorio: Accademia di Belle Arti e Conservatorio ‘Refice’”. Il Maestro del coro lirico italiano, Renzo Renzi, e il segretario generale dell’ente, Angelo Scimè, infine, hanno sottolineato come l’allestimento di opere liriche sia appannaggio, in particolare, di città importanti dove, visti i volumi di maestranze e lavoro che richiede, diviene il centro della comunità. Presente alla conferenza di presentazione, il responsabile della Filiale UBI di Frosinone, Antonio Di Palo.

La regia dell’opera in tre atti del musicista di Torre del Lago su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica è affidata a Gianmaria Romagnoli; dirige l’Orchestra Sinfonica Europa Musica, Claudio Maria Micheli, mentre le scenografie sono firmate da Giovanni Di Mascolo; Maestro del Coro Lirico Italiano, Renzo Renzi. L’allestimento dell’opera avrà un impianto classico pur avvalendosi di tecnologie video che supportano la scenografia nel riprodurre strutture monumentali, come l’interno di Sant’Andrea della Valle e di Castel Sant’Angelo. Attraverso una regia a tratti cinematografica, che renderà più fruibile la rappresentazione anche per un pubblico giovane o poco abituato a questo tipo di spettacoli, sono rappresentati i diversi piani narrativi dell’opera e le vite parallele dei protagonisti.  Le vicende di Floria Tosca (interpretata dalla voce di Paola Di Gregorio), Mario Cavaradossi (Gianluca Zampieri) e il Barone Scarpia (Giulio Boschetti), sono ambientate a Roma nel 1800 e sono intrise di amore, gelosia, passione, tradimento, intrighi.

<p class=”noscript”>This app uses JavaScript. Your browser either doesn’t support JavaScript or you have it turned off. To use this app please use a JavaScript enabled browser.</p>

20 Novembre 2017 0

Basket Serapo torna alla vittoria ed espugna il parquet di Sam Basket Roma

Di felice pensabene

Dopo la battuta di arresto contro le Stelle Marine Ostia, il Basket Serapo 85’ torna prontamente al successo e lo fa in maniera autoritario andando ad espugnare il campo della Sam Basket Roma con il punteggio di 67-86. Gara mai stata in discussione si dalle prime battute di gioco dove i ragazzi di Coach Cianciaruso riuscivano a chiudere avanti il primo quarto di gioco con il punteggio di 15-22 grazie ad un’ottima attenzione difensiva ed ad un Leccese da 10 punti. Nel secondo quarto la squadra di casa sembra avere un sussulto e dopo esser scivolata sopra la doppia cifra di svantaggio ritorna in gara ( fino al 30-33) specialmente grazie a Butteroni capace di 27 punti finali, prima che un controparziale di 6-0 permette ai Biancoverdi di andare al riposo lungo in vantaggio con il punteggio di 30-39.

La seconda fase di gara non ha storia ed all’ingresso dagli spogliatoi la squadra gaetana piazza subito il parziale che mette al sicuro la gara: la voce grossa questa volta la fanno Niccolai e Luca Valente, quest’ultimo che sta tornando pian piano agli standard dello scorso campionato. Oltre alla solita prova di sostanza di Porfido che ha lavorato molto per la squadra, da rimarcare il positivo utilizzo di Wissel che ha sfruttato il suo minutaggio, dando minuti importanti di riposo a Scampone, con un ottima applicazione difensiva; insomma altra nota positiva per la squadra gaetana che sta trovando, cammin facendo, buone risposte dai ragazzi più giovani.

Con questa vittoria il Basket Serapo 85’ consolida la quarta posizione in classifica alle spalle di Stelle Marine Ostia, Vigna Pia e Pass Roma ed a 6 punti di vantaggio da quello che rappresenta l’ultimo posto utile per accedere alla pool promozione.

Sam Bk Roma –Basket Serapo 85’ 67-86 ( 15-22;30-39;51-62)

Sam Bk Roma: Buteroni 27, Scianaro 7, Franzon 6, Romanazzo 13, Barni, Meiarini 6, Di Marzo, Cocco, Figliomeni 3, Agbara 3,  Scarnati 2. Coach: Castellano.

Basket Serapo 85’: Di Dia, Niccolai 29, Scampone 2, Wissel 3, Leccese 14, Santaniello, Treglia n.e., Valente F., Antetomaso J. n.e., Valente L. 17, Antetomaso M. 1, Porfido 20. Coach: Cianciaruso

14 Novembre 2017 0

Le barbarie dimenticate: in Libia le aste di esseri umani, torna la tratta degli schiavi. Un servizio della CNN denuncia “tanti giovani sono venduti come schiavi”

Di Comunicato Stampa

Riceviamo e pubblichiamo da Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti: “A Tripoli è possibile comprare persone per pochi soldi. Aste di esseri umani, come all’epoca della tratta degli schiavi che, secondo la CNN, avvengono in Libia. Lo riprova un reportage dove si vedono due ragazzi che vengono venduti dai trafficanti. “800 dinari… 900, 1’100… venduto per 1’200 dinari” (800 franchi), recita la voce dell’uomo che mette all’asta un giovane, forse un nigeriano, definito “un ragazzone forte, adatto al lavoro nei campi”. Dopo aver ricevuto il filmato, la CNN è andata a verificare, registrando in un video shock, con telecamere nascoste, la vendita di una dozzina di persone in pochi minuti. Grazie a telecamere nascoste, l’emittente americana ha ripreso una vendita a Tripoli, in cui si offre “uno scavatore, qui abbiamo uno scavatore, un omone forte, in grado di scavare”, secondo quanto dice il venditore. Dopo che l’agghiacciante transazione è conclusa, i giornalisti avvicinano due dei ragazzi “venduti”, che appaiono “traumatizzati, intimoriti da qualsiasi persona”. I filmati sono stati consegnati dalla CNN alle autorità libiche, che hanno promesso un’indagine. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, la nuova divisione internazionale del lavoro sta creando le condizioni di una nuova tratta di esseri umani, non più schiavi come un tempo ma allo stesso modo trattati come animali in Libia o anche in Italia a vivere in condizioni precarie, come a Rosarno, come a Nardò, come a Casal di Principe. I migranti di oggi, quelli che affrontano viaggi della speranza in condizioni assurde, che affrontano difficoltà e condizioni di vita disumane per poter sopravvivere, sono i nuovi schiavi, e il mondo civile non può consentire che si verifichi nuovamente una simile tragedia. Dobbiamo, tutti, fare in modo che non si verifichi una nuova Gorèe”.

             

28 Ottobre 2017 Off

Torna l’ora solare, stanotte lancette indietro di un’ora

Di felice pensabene

Torna l’ora solare, stanotte lancette indietro di un’ora. Il cambio dell’ora è previsto alle tre di domenica 29 ottobre, notte, quando bisognerà riportarle indietro di un’ora, alle 2. L’ora legale è una convenzione introdotta per guadagnare un’ora di luce nel periodo estivo, consentendo così di ridurre anche il consumo di energia elettrica.

Dopo sette mesi di ora legale, domenica 29 ottobre si dormirà un’ora in più. Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, spiegando che dal 26 marzo 2017, grazie proprio a quell’ora quotidiana di luce in più, l’Italia ha risparmiato complessivamente 567 milioni di kilowattora (quanto il consumo medio annuo di elettricità di oltre 200 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 320mila tonnellate. Considerando che nel periodo di riferimento un kilowattora è costato in media al cliente domestico tipo circa 19,5 centesimi al lordo delle imposte, il risparmio per il 2017 è pari a 110 milioni di euro. Dal 2004 al 2017, secondo i dati elaborati da Terna, il minor consumo di elettricità per il Paese dovuto all’ora legale è stato complessivamente di circa 8 miliardi e 540 milioni di kilowattora e ha comportato un risparmio per i cittadini di 1,4 miliardi di euro.