Tag: 56enne

30 Giugno 2019 0

Cassino, 56enne entra nella ‘sala rossa’ del pronto soccorso del S. Scolastica e aggredisce medico e carabinieri

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Notte agitata al Pronto soccorso dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Erano circa le ore 2 di questa notte, quando all’interno della sala rossa del pronto soccorso del nosocomio, i militari della Compagnia Carabinieri di Cassino traevano in arresto per resistenza e violenza a P. U. tale P. A., 56enne residente a San Vittore nel Lazio. L’uomo dopo essersi portato all’interno della sala rossa si scagliava contro il medico di turno – al quale veniva diagnosticata una prognosi di gg 5 per trauma contusivo escoriato polso dx e braccio sx, e successivamente all’arrivo dei militari si scagliava contro di loro. L’autore della violenza è stato arrestato dai Militari dell’Arma e tradotto presso la propria abitazione in regime arresti domiciliari.

Foto di repertorio

9 Aprile 2019 0

Frosinone, 56enne derubato da una prostituta, scatta la denuncia per la donna

Di redazionecassino1

FROSINONE – Durante l’ordinario controllo del territorio, intorno alle ore 16,00 giunge alla locale sala operativa una richiesta di aiuto in zona Asi, meglio conosciuta come “Asse attrezzato”, nella zona periferica del capoluogo, ubicazione di innumerevoli attività commerciali e teatro sovente di episodi criminosi.

Su linea 113 a richiedere il nostro intervento è un 56enne residente nell’hinterland, il quale con voce tremolante denuncia di essere stato rapinato da una giovanissima prostituta dopo che la stessa aveva tentato un approccio sessuale.

L’uomo asserisce di essere stato avvicinato dalla giovane e avvenente donna, la quale dopo un primo contatto fisico le strappava violentemente la collana indossata dall’uomo per poi tentare la fuga.

L’uomo, sempre secondo il suo oculato racconto, tentava di fermare l’autrice del gesto criminoso ma la stessa reagiva sferrando un morso al malcapitato per poi darsi a precipitosa fuga a bordo della sua autovettura, non prima di aver brandito un coltello alla volta della vittima.

Immediato l’arrivo di due equipaggi delle volanti, i quali attraverso alcune testimonianze raccolte individuavano la persona da ricercare ponendosi da subito sulle tracce della malvivente.

L’auto in questione veniva fermata qualche minuto dopo sulla strada per Ceccano, comune di residenza della prostituta.

16 Novembre 2018 0

Girava con due coltelli a serramanico, 56enne denunciato dai carabinieri

Di redazionecassino1

ALATRI –  Nel corso di un predisposto servizio perlustrativo finalizzato al controllo del territorio ed al contrasto dei reati predatori, i militari del N.O.R. – Aliquota radiomobile deferivano in stato di libertà un 56enne del luogo, gia’ censito per reati contro il patrimonio e la persona, per “porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere”.

Il predetto, controllato dagli operanti mentre percorreva a piedi una strada isolata del suddetto centro, a seguito di perquisizione personale veniva trovato in possesso di due coltelli, di cui uno a serramanico della lunghezza di cm 21 e l’altro della lunghezza di cm 15,5.

Le armi venivano sottoposte a sequestro.

foto repertorio

 

4 Agosto 2018 0

Tragedia a Piedimonte S.Germano: 56enne di Esperia muore per una ferita alla schiena

Di redazione

Si è consumata una tragedia nella tarda mattinata di oggi a Piedimonte San Germano in una zona periferica sita tra la parte bassa ed alta del paese. Un uomo di 56 anni di Esperia che probabilmente stava lavorando in una villetta della zona per cause da chiarire si sarebbe procurato una ferita alla schiena. Sono in corso di accertamento le cause e la dinamica del terribile incidente. Probabilmente l’uomo si trovava su un’impalcatura e potrebbe essere caduto su un oggetto che lo avrebbe ferito gravemente. È stato condotto al pronto soccorso di Cassino ma è deceduto poco dopo. Inutile ogni tentativo di salvarlo. Sul posto sono giunti il magistrato Emanuele De Franco, i carabinieri di Cassino ed il reparto operativo del comando provinciale.

7 Giugno 2018 0

A colpi d’ascia per scacciare coppietta dal suo terreno, arrestato 56enne

Di admin

PATRICA – Ha preso a colpi d’ascia la macchina con all’interno un uomo e una donna che si erano appartati sul suo terreno.

Per questo, stamattina I carabinieri della stazione di Supino, unitamente al personale del Norm di Frosinone, hanno arrestato un 56enne residente a Patrica e già gravato da vicende penali per furto, truffa, lesioni personali, violenza sessuale, violenza privata, per violenza privata, minaccia aggravata e danneggiamento aggravato.  L’arrestato, brandendo l’ascia, ha infierito nei confronti di una donna ed un suo conoscente, la cui unica colpa sarebbe stata quella di essersi fermata con la propria autovettura all’interno di un terreno di sua proprietà costringendoli, prima attraverso minacce verbali a farli fuggire e, successivamente, con lo stesso arnese  rivolgendo la sua inaudita violenza contro l’autovettura della donna, colpendola ripetutamente e provocando quindi gravissimi danni (foto in alto).

Solo il tempestivo intervento congiunto dei militari operanti, ha permesso che l’animo feroce del soggetto venisse placato e, contestualmente condotto in caserma per le previste e conseguenti formalità di rito e, dopo l’udienza del rito per direttissima, svoltosi nella mattinata odierna presso i competenti uffici giudiziari, lo stesso veniva tradotto presso la sua abitazione, poiché sottoposto alla misura degli agli arresti domiciliari.

22 Ottobre 2017 Off

Va a caccia e spara vicino alle case, 56enne denunciato a Veroli

Di admin

VEROLI – Ieri sera a Veroli, i Carabinieri hanno denunciato un 56enne del posto, incensurato, per violazione della legge regionale sulla protezione della fauna, nonchè per detenzione abusiva di munizionamento da caccia e utilizzo di richiami acustici vietati dalla Legge. In particolare l’uomo è stato sorpreso dai militari mentre, intento in una battuta di caccia, ha esploso colpi di fucile (legalmente detenuto) a breve distanza da abitazioni, utilizzando peraltro un richiamo acustico vietato dalla Legge. Nel corso dell’operazione di polizia, l’arma è stata sequestrata unitamente al richiamo acustico utilizzato e 5 cartucce a palla. A seguito di ulteriori accertamenti, estesi all’abitazione dell’interessato, sono stati rinvenute e sequestrate ulteriori 10 cartucce a palla, che l’uomo deteneva senza averne fatto denuncia. Per questo gli è stato ritirato il porto d’arma per uso caccia, nonchè di 9 fucili e circa 600 cartucce di vario calibro. Lo stesso veniva altresì proposto all’Autorità Amministrativa competente per la revoca del porto d’armi e l’emissione del decreto di divieto detenzione armi.

12 Ottobre 2017 0

Si gioca i soldi di famiglia e “inventa” rapina, denunciato 56enne a San Giovanni Incarico

Di admin

I Carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico, unitamente ai militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo, hanno denunciato per simulazione di reato, un 56enne del luogo incensurato. L’indagato si era presentato presso la Stazione Carabinieri di San Giovanni Incarico per denunciare che nel corso della notte, mentre faceva rientro a casa a bordo della propria autovettura, aveva subito una rapina in strada da parte di un malvivente che armato di coltello, si era fatto consegnare il portafogli contenente la somma di 700 euro. Il denunciate aveva raccontato inoltre, di non aver denunciato il fatto poiché il rapinatore lo aveva minacciato di ripercussioni qualora si fosse rivolto alle Forze dell’Ordine. La vicenda raccontata dal 56enne non convinceva i militari operanti, i quali hanno attivato una un’immediata attività investigativa che ha consentito di far emergere una serie di contraddizioni nel racconto dell’uomo e l’effettiva ricostruzione dei fatti. Il 56enne, messo di fronte all’evidenza, è crollato confessando che la denuncia, dettata dalla disperazione, era stata tutto frutto della sua fantasia. Lo stesso ha ammesso di aver sperperato l’intera somma al gioco d’azzardo e di aver inscenato i fatti per giustificare l’ammanco di denaro alla sua famiglia.

28 Novembre 2016 0

Spara ai cinghiali, colpisce compagno di caccia, 56enne denunciato per lesioni

Di admin

San Giovanni Incarico – Un cacciatore di 56 anni di San Giovanni Incarico è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo per lesioni personali colpose.

I fatti che si contestano all’indagato sono avvenuti sabato pomeriggio in un’azienda faunistica venatoria di San Giovanni Incarico e a farne le spese è stato un compagno di caccia di 63 anni.

Il denunciato, nel corso della battuta di caccia, nel tentativo di sparare a due cinghiali, avrebbe esploso due colpi dalla propria carabina che hanno raggiunto accidentalmente il torace del compagno di caccia.

Il ferito è stato elitrasportato all’Umberto I di Roma e ancora oggi i medici non hanno sciolto la prognosi.

13 Maggio 2010 0

Pantaloni rubati e cocaina nel sottoscala, denunciato un 56enne

Di redazione

I militari della Stazione Carabinieri di Roseto degli Abruzzi (Te) agli ordini del Luogotenente Enzo Procida, hanno denunciato in stato di libertà un 56enne del luogo. Da tempo i militari erano sulle sue tracce, benché lo stesso abbia tentato inutilmente alcuni diversivi, come quello di spostare la residenza anagrafica nel comune di Montesilvano. In effetti il centro dei loschi affari era ed è rimasto in Roseto. Ed è proprio qui che i militari lo hanno sorpreso denunciandolo per ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Per eludere i controlli, l’uomo aveva nascosto 200 paia di pantaloni griffati e circa 20 grammi di COCAINA, all’interno di un vano situato nel sottoscala della palazzina della pregressa residenza, dove è posto il quadro elettrico e di manutenzione dell’ascensore, locale normalmente accessibile a tutto il condominio. Le indagini hanno permesso di accertare che la refurtiva, del valore complessivo di circa € 25.000,00 era stata asportata il 16 aprile scorso presso un negozio di Alba Adriatica, a cui sono stati riconsegnati, mentre sono in corso accertamenti sulla provenienza dello stupefacente.

13 Maggio 2010 0

Ricettazione e detenzione di stupefacenti, denunciato 56enne

Di admin

I militari della Stazione Carabinieri di Roseto degli Abruzzi agli ordini del Luogotenente Enzo Procida, hanno denunciato in stato di libertà alla competente A.G. un 56enne del luogo. Da tempo i militari erano sulle sue tracce, benché lo stesso abbia tentato inutilmente alcuni diversivi, come quello di spostare la residenza anagrafica nel comune di Montesilvano. In effetti il centro dei loschi affari era ed è rimasto in Roseto. Ed è proprio qui che i militari lo hanno sorpreso denunciandolo per ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Per eludere i controlli, l’uomo aveva nascosto 200 paia di pantaloni griffati e circa 20 grammi di COCAINA, all’interno di un vano situato nel sottoscala della palazzina della pregressa residenza, dove è posto il quadro elettrico e di manutenzione dell’ascensore, locale normalmente accessibile a tutto il condominio. Le indagini hanno permesso di accertare che la refurtiva, del valore complessivo di circa € 25.000,00 era stata asportata il 16 aprile scorso presso un negozio di Alba Adriatica, a cui sono stati riconsegnati, mentre sono in corso accertamenti sulla provenienza dello stupefacente.