Il Babbo Natale (vero) di Velletri, tra tirate di barba e letterine commoventi

Il Babbo Natale (vero) di Velletri, tra tirate di barba e letterine commoventi

6 Dicembre 2019 0 Di Ermanno Amedei

Velletri – Il Babbo Natale vero è a Velletri e i bambini se ne accorgono quando gli tirano la barba. Non si chiama Nicola, ma Gianni Mariani e di anni ne ha solamente 68 e non 500 come quello lappone.

Ha la barba lunga circa 15 centimetri ed è rigorosamente bianca, anche d’estate. “Si – dice – qualche volta la spunto ma solitamente la mantengo sempre lunga”. In questo periodo dell’anno è conteso dai rappresentati di classe, dai gestori di ludoteche o da organizzazioni di iniziative natalizie perché sono note a Velletri le sue gesta da Babbo Natale. A lui basta indossare il vestito rosso con le rifiniture bianche e non ha bisogno di altro per essere il personaggio che, in questo periodo, i bambini cercano di più per affidare personalmente la lettera dei desideri.

Ma i bambini credono ancora a Babbo Natale? “Altro che – risponde lui – alcuni più sospettosi si aggrappano alla barba e tirano forte convinti che gli resti in mano come quando incontrano un babbo natale con la barba finta. Con me si rivolgono alla mamma e dicono ‘guarda mamma, questo è quello vero’. E’ una cosa che mi piace fare, vedere il loro stupore mi dà grande soddisfazione così come quando mio nipote, quello più piccolo, mi ha riconosciuto e si vanta di essere il nipote del vero Babbo Natale”.

Lui, di bimbi ne incontra a centinaia ogni anno. “Un anno, quando il comune organizzò la casa di Babbo Natale a Villa Bernabei, ne ho incontrati e abbraccia i 1200 in pochi giorni”.

C’è poi la lettera che più di altre gli è rimasta impressa: “Un bambino mi scrisse chiedendomi di portare un regalino al fratellino che aveva perso da poco tempo; mi disse che io sapevo dov’era, e che avrei dovuto portargli il regalino e dirgli che a mandarglielo era lui”.

Condividi
  • 107
    Shares